Gli smartphone più attesi del 2019

Il 2019, dal punto di vista degli smartphone, ha visto la continua crescita di Huawei. Che in Italia ha scalzato Samsung nella lotta agli iPhone di Apple.

Gli smartphone più interessanti sono stati il tradizionale Samsung Galaxy S9 come sempre in 2 versioni e il Huawei P20 in tre versioni. Quest’ultimo succede al P10. Per quanto riguarda gli iPhone, a parte iPhone 8, la vera novità è stata la serie X.

Nel 2019, si punterà soprattutto alla parte frontale a tutto schermo, mentre per la fotocamera a soluzioni “a scomparsa”. Si pensi a Oppo, Xiaomi e Vivo.

Huawei e Samsung, invece, stanno pensando di lanciare telefonini con il “foro” (i prescelti dovrebbero essere il Galaxy S10 e il Huawei P30): la fotocamera frontale viene inserita all’interno dello schermo, creando un effetto particolare, come se ci fosse un buco.

Il prossimo anno, ancora, potremo assistere all’uscita di smartphone con doppio schermo: nella parte frontale c’è un display che occupa tutto lo spazio disponibile, mentre nella parte posteriore un secondo pannello si accende quando bisogna scattarsi un selfie.

Il 2019 sarà anche l’anno dei primi smartphone con connessione 5G. Grazie anche al nuovo processore top di gamma Snapdragon 855. A battere la concorrenza dovrebbe essere OnePlus entro la fine del 2019, con il OnePlus 7 o il OnePlus 7T.

Dovrebbero poi finalmente uscire gli smartphone pieghevoli. Dei quali si parla con insistenza da qualche anno. Samsung ha già mostrato in foto il Galaxy F che dovrebbe fare il suo debutto al CES 2019 di gennaio o al più tardi a febbraio 2019 durante il Mobile World Congress 2019 di Barcellona.

Comunque, ecco una carrellata degli smartphone più attesi del 2019.

Samsung Galaxy S10

Il Samsung Galaxy S10 è destinato ad essere uno dei più grandi lanci di telefoni del 2019 e con l’aggiornamento relativamente incrementale tra Galaxy S8 e Galaxy S9 speriamo in cambiamenti più importanti con la S10.

Le voci su Samsung Galaxy S10 sono in pieno svolgimento e indica la Corea del Sud che rivede principalmente la sua linea di punta. Nuove fughe di notizie indicano il trio S10 che vanta uno schermo 19: 9, che li rende più grandi e potenzialmente riducenti le dimensioni della cornice, mentre una voce separata suggerisce che si potrebbe chiamare Galaxy S10 Edge.

Dimensioni dello schermo: 6.1 pollici

Risoluzione dello schermo: 1440 x 3040

Proporzioni schermo: 19: 9

Telecamere quadre: 12MP, 16MP, 13MPFronte: doppia fotocamera

Chipset: Exynos 9820 / Snapdragon 855

RAM: 8GB / 12GB

Storage : 128GB-1TB

OS: voci di Android 9 Pie

Le voci sul Samsung Galaxy S10 suggeriscono un telefono con uno schermo più grande che potrebbe presentare un foro stenopeico per la fotocamera invece di una tacca, consentendo potenzialmente a Samsung di eliminare tutti i bezel. incorporato uno scanner di impronte digitali, che potrebbe essere ultrasonico, e il telefono potrebbe avere ovunque da tre a sei telecamere. È anche destinato ad essere molto potente con l’inclusione quasi garantita dello Snapdragon 855 (almeno nella variante americana).

Per quanto possa sembrare fisicamente, la data di uscita del Samsung Galaxy S10 potrebbe non essere lontana. Una uscita vede ancora la sua inaugurazione il 20 febbraio e il lancio l’8 marzo in un evento Samsung pre-MWC, ma quelle sono ancora voci.

Huawei P30

Huawei P20 è un telefono robusto e Huawei P20 Pro è ancora migliore, rivaleggiando con il Samsung Galaxy S9 Plus. Non ci sono ancora molte voci ufficiali su Huawei P30, probabilmente uscirà all’inizio del 2019 e dovrebbe costare sui 599 euro. Dovrebbe essere annunciato al MWC 2019, che si terrà dal 25 al 28 febbraio, ma dato che il P20 ha saltato il MWC 2018 non ci conteremmo.

Huawei P30 potrebbe essere inferiore a qualche altro top di gamma. Per l’amministratore delegato di Huawei sarà migliore rispetto a Huawei P20 Pro o Huawei Mate 20. Questo non è certo sorprendente è, ma ciò che è più notevole è che si riferiva al telefono come P30. Anche se questa sarebbe stata la nostra migliore ipotesi per il nome del lancio, ora puoi prenderla come più o meno confermata.

Abbiamo anche sentito voci sul fatto che l’Huawei P30 Pro potrebbe avere una fotocamera da 38MP. In particolare, una Sony non annunciata. E abbiamo visto immagini di casi apparentemente fatti per Huawei P30 e Huawei P30 Pro. Da questi possiamo vedere che ci sono apparentemente tre telecamere posteriori su entrambi i modelli, con il modello Pro che ha anche una grande unità flash.

Il P30 Pro viene mostrato anche in primo piano in una sola immagine, con minuscole cornici e una tacca a goccia, ma probabilmente è solo un’immagine segnaposto. Poco dopo la comparsa di queste immagini, ne abbiamo viste altre, mostrate di seguito, che sembrano allineare tranne che in questo caso mostrano la P30 Pro con quattro telecamere posteriori, quindi non siamo sicuri di quante telecamere avrà effettivamente e prenderemmo tutte queste immagini con un pizzico di sale.I

Walter Ji ha parlato della possibilità di quattro telecamere posteriori su un telefono nel 2019 in un’intervista con Android Pit. Ha anche parlato della possibilità di zoom 10x, anche se non ha detto specificamente che l’Huawei P30 avrebbe avuto entrambe queste caratteristiche. Ecco tutte le voci che abbiamo finora, ma possiamo anche guardare al Mate 20 (e Huawei Mate 20 Pro) per un’idea di alcune delle caratteristiche e caratteristiche probabili del Huawei P30.

Il P30 avrà probabilmente lo stesso chipset Kirin 980 della gamma Mate 20. Questo ha debuttato sulla gamma Mate 20 e Huawei ha già utilizzato lo stesso chipset della gamma Mate un anno e la gamma P l’anno successivo. Non è necessariamente una brutta cosa, dato che sarà ancora abbastanza nuovo quando verrà lanciato il Huawei P30 ed è un buon chip. È il primo Android 7nm e probabilmente ha altre chipset del 2018 Android. Anche se ovviamente sarà in competizione con simili del Snapdragon 8150 quando il P30 arriva.

Anche Huawei P30 probabilmente avrà uno scanner di impronte digitali sullo schermo, visto che l’Huawei Mate 20 Pro lo fa, anche se questa è una caratteristica che Potrebbe essere riservato per il P30 Pro. Analogamente, uno o entrambi i probabili modelli P30 avranno probabilmente tre (o più) telecamere posteriori, dato che Huawei ha ora lanciato più telefoni con così tanti.

Potrebbero anche avere la caratteristica insolita Huawei debuttato sul Mate 20 Pro che ti permette di usarlo come un caricabatterie wireless per altri dispositivi. Come minimo, probabilmente sarai in grado di ricaricare in modalità wireless l’Huawei P30 (o almeno Huawei P30 Pro), poiché mentre la gamma Huawei P20 mancava di ricarica wireless, la funzione è stata aggiunta per Huawei Mate 20 Pro.

Huawei è noto anche per lavorare su un telefono pieghevole e un portatile 5G. Di questi è possibile che l’Huawei P30 supporti il 5G, ma dubitiamo che si piegherà.

iPhone 2019

IPhone XR, iPhone XS e iPhone XS Max di Apple rappresentano importanti passi in avanti per i telefoni dell’azienda. Sono gli iPhone più potenti di sempre, grazie al chip A12 Bionic, e offrono telecamere molto migliorate con funzioni come Smart HDR. Apple ha anche consegnato i suoi schermi più grandi di sempre su un iPhone con iPhone XR da 6,1 pollici e XS Max da 6,5 pollici. Ma c’è sempre spazio per miglioramenti.

Le voci sugli iPhone 2019 di Apple sono già iniziate, promettendo una miriade di nuove funzionalità e aggiornamenti. Ecco tutte le principali voci che circolano ad oggi.

L’iPhone più sottile di sempre: il prossimo iPhone di Apple sarà probabilmente il più sottile, grazie a un nuovo pannello OLED con sensibilità al tatto all’interno. Ciò eliminerà la necessità di un livello sensibile al tocco sulla parte superiore del display.

Apple lavora sul proprio modem: un report in The Information dice che Apple potrebbe fare il proprio modem per competere meglio con Qualcomm, sostituendo Intel sui suoi telefoni. Tuttavia, questo modem probabilmente non colpirà i telefoni fino al 2020 al più presto.

Lo stesso design? Se speravi in una riprogettazione drammatica dell’iPhone 2019, un nuovo rapporto dell’analista indica che ciò non accadrà. Invece, Apple manterrà le dimensioni e la forma dell’iPhone XS Max, XS e XR per il suo trio di iPhone di nuova generazione.

Apple ha annunciato l’iPhone XS, XS Max e XR il 12 settembre 2018, ma la società ha barcollato sulle date di uscita effettive per i telefoni. L’iPhone XS e XS Max erano disponibili per il preordine il 14 settembre e sono andati in vendita il 21 settembre.

L’iPhone XR era pronto per il preordine il 19 ottobre e ha colpito i negozi il 26 ottobre. MAGGIORE: iPhone XS vs. iPhone XS Max vs. iPhone XRIf Apple segue un modello simile per il 2019, annuncerà l’iPhone 2019 il 10 settembre, che è un martedì. Probabilmente i telefoni andranno in pre-ordine il 13 settembre e andranno in vendita il 20 settembre. Ma è passato molto tempo da qui a settembre.

Una delle voci più popolari sull’iPhone si incentra sul fatto che Apple opterà per un triplo array di telecamere posteriori nei suoi iPhone 2019. Nel maggio 2018, l’analista di Deutsche Securities Jialin Lu ha affermato che Apple stava progettando un array di telecamere a tripla lente in almeno un degli iPhone che rilascerà nel 2019.

Secondo l’analista, la cui nota era stata precedentemente riportata da Economic Daily News, le telecamere offrivano un rilevamento 3D avanzato e utilizzavano la visione stereoscopica e miglioravano notevolmente le capacità della realtà aumentata dell’iPhone.

Negli ultimi anni, l’AR ha rappresentato un importante punto di riferimento per Apple. Secondo il rapporto, le telecamere lavorerebbero insieme per creare una mappa 3D di un ambiente e offrire qualcosa di simile alla fotocamera TrueDepth frontale di Apple per fare un lavoro migliore di interazione con oggetti 3D. Tuttavia, nel settembre 2018, l’analista Apple di lunga data Ming-Chi Kuo ha gettato acqua fredda sulle voci dopo aver citato le sue stesse fonti, che hanno detto che Apple ha intenzione di attenersi a una doppia fotocamera per iPhone del prossimo anno.

I rumor dicono anche che Apple stia bene con le fotocamere a doppia lente nei suoi iPhone. E mentre una serie di lenti triple potrebbe rendere un po ‘meglio le caratteristiche della realtà aumentata, Apple non crede che il salto sarebbe sufficiente per giustificare l’aggiunta di un altro componente, ha detto.

Oneplus 2019

OnePlus 6T, rilasciato lo scorso autunno, ha mantenuto la tradizione aziendale di caratteristiche di punta a un prezzo medio, ma stiamo già iniziando a conoscere il prossimo telefono dell’azienda, OnePlus 7.

OnePlus sta mantenendo il segreto su come migliorerà il prossimo OnePlus 6T, che includeva il primo sensore di impronte digitali su schermo di un telefono venduto in Europa e negli Stati Uniti. Ma l’azienda cinese ha dichiarato che OnePlus 7 realizzerà una pietra miliare diversa: potrebbe essere uno dei primi telefoni a venire con un chipset Snapdragon 855.

Il OnePlus 7 sarà il primo telefono dotato di Snapdragon 855Cut. Dovrebbe uscire a metà 2019. Dovrebbe costare sui 549 euro (almeno basandosi sul modello precedente) e dovrebbe uscire a metà 2019. OnePlus 6 è stato annunciato a maggio 2018, quindi maggio 2019 è una possibilità per OnePlus 7, anche se noi ha ottenuto OnePlus 5 e OnePlus 3 a giugno dei rispettivi anni, quindi giugno 2019 è anche un possibile periodo di lancio.

Una possibilità esterna è che lo vedremo il 15 gennaio, dato che OnePlus ha preso in giro che qualcosa sta accadendo in quella data, ma questo è così lontano da quando ci aspettiamo di vederlo che siamo molto scettici.

Xiaomi Mi Mix 3

Fino a quando il contenuto web non può essere trasmesso direttamente nel nostro cervello, avremo bisogno di schermi più grandi e migliori. Lo schermo da 6,39 “di Xiaomi Mi Mix 3 è certamente abbastanza grande, quasi grande quanto l’originale, ma la dimensione non è l’unica cosa che lo rende” buono “.

I pixel sono solo uno spazio morto, quindi un design efficiente richiede che siano Il Mix originale ha ottenuto 3/4 del percorso, ora il quarto modello della serie si è ridotto a una lunetta rimanente, quella inferiore, mentre gli ingegneri sono riusciti a radere 4.46 mm rispetto al recente modello Mi Mix 2S. Mi Mix 3Xiaomi sta seguendo il suo percorso con questo, non seguendo il comando di Apple verso i design dentellati né adottando i meccanismi di pop-up di Oppo / vivos: questo è un cursore manuale e, oltre a risolvere la domanda su dove collocare la fotocamera selfie, consente un’interazione tattile con il telefono che sembra così soddisfacente.

Il risultato finale è il 93.4% di rapporto schermo / corpo (questo è il numero ufficiale), un miglioramento duramente riuscito rispetto al 91,3% dell’originale (abbiamo avuto problemi con quel numero, ma il il nuovo telefono sembra avere ragione sui soldi). Mi Mix 3 ha una fotocamera ammiraglia pure.

Ha due telecamere sul lato anteriore e posteriore e Xiaomi afferma che è una delle migliori telecamere mobili sul mercato (con i numeri di backup).

Responsabilità: L'autore dell'articolo pubblicato su webeconomia.it esprime le sue libere opinioni in merito alle analisi in oggetto. Dichiara che tutte le considerazioni fatte all'interno del post e le eventuali altre analisi sugli strumenti finanziari (valute, azioni, criptovalute, materie prime) sono soggettive e non devono essere considerate come incentivi e raccomandazioni di investimento. Le analisi e le quotazioni degli strumenti finanziari sono mostrate al solo scopo di informare e non per incentivare le attività di trading o speculazione sui mercati finanziari. Lo staff di webeconomia.it e gli autori degli articoli non si ritengono dunque responsabili di eventuali perdite di denaro legate ad attività di invstimento. Lo staff del sito e i suoi autori dichiarano di non possedere quote di società, azioni o strumenti di cui si parla all'interno degli articoli. Leggendo i contenuti del sito l'Utente accetta esplicitamente che gli articoli non costituiscono "raccomandazioni di investimento" e che i dati presentati possono essere non accurati e/o incompleti. Tutte le attività legate agli strumenti finanziari e ai mercati come il trading su azioni, forex, materie prime o criptovalute sono rischiose e possono comportare perdita di capitali. L'Utente, quindi, solleva lo staff di webeconomia.it e i suoi autori dalla responsabilità di qualunque perdita o danno subito legato ad attività di investimento che scaturisce dalla consultazione dei dati contenuti nel sito.

LEAVE A REPLY