General Electric lascia l’indice Dow Jones dopo oltre un secolo

Dopo oltre un secolo, General Electric abbandona il Dow Jones. L’ex colosso industriale, che affonda le sue radici in Thomas Edison, verrà infatti sostituito il 26 giugno sostituito da Walgreens Boots.

Ciò non fa altro che confermare il declino che General Eletric sta vivendo di recente. E pensare che fino a qualche anno fa veniva considerata una delle migliori blue chip americane e una delle aziende che valeva di più. Una crisi che Ge non è riuscita a contenere: da qui l’uscita dal Dow Jones, di cui era uno dei 30 membri originari nel 1896. In questi anni, General Eletric ha provato a cambiare i vertici, a tagliare il dividendo, a ristrutturare.

Ma malgrado ciò, non è riuscita a invertire la rotta, lasciandosi così alle spalle il periodo d’oro degli anni 1990. Quando veniva considerata la società americana che valeva di più.

Un portavoce di General eletric ha affermato quanto segue: “Siamo concentrati nell’esecuzione del piano che abbiamo presentato per migliorare la nostra performance (…) L’annuncio non cambia il nostro impegno e la nostra attenzione nel creare una Ge più forte”.

Perchè General Eletric soppressa dal Dow Jones

A spiegare l’avvicendamento di Ge con Walgreens ci pensa David Blitzer, presidente del comitato incaricato della selezione delle società del Dow Jones, che fa capo dell’indice dello S&P Dow Jones Indices. “Il Dow Jones Industrial Average – afferma Blitzer – sarà più rappresentativo: il cambio rende l’indice una misura migliore dell’economia e del mercato azionario”. Ciò in quanto l’economia americana “è cambiata: le società finanziarie, sanitarie e tecnologiche sono più rilevanti mentre l’importanza di quelle industriali è ormai minore. Walgreens è una catena di farmacie che offre farmaci da banco e prescritti dai medici, servizi sanitari e beni di consumo generali”.

GE era l’unica società quotata all’indice Dow Jones Industrial nel 2018, anch’essa inclusa nell’indice originale del 1896. General Eletric è risultata la società con le performance peggiori nel Dow, registrando un calo di oltre il 55% su base annua. Ha perso oltre il 25 percento dall’inizio dell’anno. GE è però ancora quotata al NYSE.

General Eletric, una crisi senza via di uscita

I titoli di Ge sono calati di oltre il 50% nell’ultimo anno, bruciando 100 miliardi di ricchezza. Il valore di mercato di Ge è crollato a 113 miliardi di dollari: la sua capitalizzazione è quasi il doppio di Walgreens, anche se le due società sono praticamente alla pari in termini di ricavi annuali.

I componenti del Dow Jones, che possono essere solo società americana, sono scelti dal comitato di selezione dell’indice che decide in base alla reputazione e alle perfomance delle aziende, cercando di mantenere una rappresentatività di tutti i maggiori settori economici.

Altri casi clamorosi di avvicendamenti sono stati quello del 2015, quando il comitato ha sostituto At&t con Apple. Quello del 2013 quando fu fatta fuori Alcoa e nel 2009 General Motors per bancarotta.

General Eletric chi è

General Electric Company (GE) è un conglomerato multinazionale americano incorporato a New York e con sede a Boston, Massachusetts. A partire dal 2018, l’azienda opera attraverso i seguenti segmenti: aviazione, sanità, energia elettrica, energie rinnovabili, produzione digitale, produzione di capitale di rischio e finanza, illuminazione, trasporti e petrolio e gas.

Nel 2017 GE è stata classificata nella classifica Fortune 500 come tredicesima azienda negli Stati Uniti per ricavo lordo. Nel 2011, GE si è classificata tra la Fortune 20 come la 14a compagnia più redditizia. A partire dal 2012, la società è stata elencata come la quarta più grande al mondo tra Forbes Global 2000, prendendo in considerazione ulteriori parametri. Due dipendenti di GE hanno ricevuto il premio Nobel: Irving Langmuir nel 1932 e Ivar Giaever nel 1973.

Il 13 gennaio 2016 è stato annunciato che GE trasferirà la sua sede centrale da Fairfield, nel Connecticut (dove era stato dal 1974) nel quartiere di South Boston Waterfront a Boston, nel Massachusetts. Il primo gruppo di lavoratori è arrivato nell’estate del 2016 e il completamento avverrà entro il 2018.

GE è un conglomerato multinazionale con sede a Boston, nel Massachusetts. Tuttavia i suoi uffici principali si trovano al 30 Rockefeller Plaza del Rockefeller Center di New York, ora conosciuto come il Comcast Building. In passato era conosciuto come il GE Building per il logo GE di spicco sul tetto; anche la sede centrale della NBC e gli studi principali si trovano nell’edificio.

Attraverso la sua filiale RCA, è stata associata al centro sin dalla sua costruzione negli anni ’30. GE trasferì la sua sede centrale dal GE Building su Lexington Avenue a Fairfield nel 1974. La dichiarazione dei redditi di GE è il più grande rendimento depositato negli Stati Uniti; il rendimento del 2005 era di circa 24.000 pagine stampate e di 237 megabyte quando inviate elettronicamente. La società inoltre “spende di più per attività di lobbying negli Stati Uniti rispetto a qualsiasi altra società”.

Nel 2005, GE ha lanciato la sua iniziativa “Ecomagination” nel tentativo di posizionarsi come un’azienda “verde”. GE è uno dei più grandi attori nel settore dell’energia eolica e sta sviluppando prodotti rispettosi dell’ambiente come locomotive ibride, soluzioni di desalinizzazione e riutilizzo dell’acqua e celle fotovoltaiche. La società “progetta di costruire la più grande fabbrica di pannelli solari negli Stati Uniti” e ha stabilito obiettivi per le sue sussidiarie per ridurre le emissioni di gas serra.

 

Il 21 maggio 2007, GE annunciò che avrebbe venduto la sua divisione GE Plastics al produttore di prodotti petrolchimici SABIC per proventi netti di $ 11,6 miliardi. La transazione è avvenuta il 31 agosto 2007 e il nome della società è cambiato in SABIC Innovative Plastics, con Brian Gladden come amministratore delegato.

Nel febbraio 2017, GE ha annunciato che la società intende colmare il divario di genere promettendo di assumere e posizionare 20.000 donne in ruoli tecnici entro il 2020. La società sta anche cercando di ottenere una rappresentanza di genere maschile 50:50 in tutti i programmi tecnici entry-level.

Nell’ottobre 2017, GE ha annunciato che avrebbero chiuso i centri di ricerca e sviluppo in Shanghai, Monaco e Rio de Janeiro. La società ha speso $ 5 miliardi su R&D nell’ultimo anno.

General eletric storia

Origini

Nel 1889, Thomas Edison aveva interessi commerciali in molte aziende legate all’elettricità, tra cui la Edison Lamp Company, un produttore di lampade a East Newark, nel New Jersey; Edison Machine Works, produttore di dinamo e grandi motori elettrici a Schenectady, New York; Bergmann & Company, produttore di apparecchi di illuminazione elettrica, prese e altri dispositivi di illuminazione elettrica; e Edison Electric Light Company, la società proprietaria di brevetti e braccio finanziario sostenuto da J.P. Morgan e dalla famiglia Vanderbilt per gli esperimenti di illuminazione di Edison.

Nel 1889, Drexel, Morgan & Co., una società fondata da JP Morgan e Anthony J. Drexel, finanziò la ricerca di Edison e aiutò a fondere quelle società sotto un’unica società per formare la Edison General Electric Company, che fu incorporata a New York il 24 aprile, 1889. Nello stesso anno, la nuova società acquisì anche la Sprague Electric Railway & Motor Company.

Nel 1880, Gerald Waldo Hart formò l’American Electric Company di New Britain, Connecticut, che si unì pochi anni dopo con la Thomson-Houston Electric Company, guidata da Charles Coffin. Nel 1887, Hart partì per diventare sovrintendente della Edison Electric Company di Kansas City, nel Missouri. General Electric è stata costituita nel 1892 dalla fusione di Edison General Electric Company di Schenectady, New York, e Thomson-Houston Electric Company di Lynn, nel Massachusetts, con il supporto di Drexel, Morgan & Co. Entrambi gli impianti continuano ad operare sotto lo stendardo del GE fino ad oggi.

La società fu incorporata a New York, con l’impianto di Schenectady utilizzato come quartier generale per molti anni successivi. All’incirca nello stesso periodo si formò la controparte canadese di General Electric, la Canadian General Electric.

Nel 1896, General Electric era una delle 12 società originarie quotate nel Dow Jones Industrial Average, dove rimase una parte dell’indice per 122 anni, sebbene non continuamente.

 

Nel 1911, General Electric assorbì la National Electric Lamp Association (NELA) nel suo settore dell’illuminazione. GE ha stabilito il quartier generale della divisione illuminazione a Nela Park a East Cleveland, Ohio. Da allora la divisione luci è rimasta nella stessa posizione.

Radio e televisione

Owen D. Young, attraverso GE, fondò la Radio Corporation of America (RCA) nel 1919, dopo aver acquistato la Marconi Wireless Telegraph Company of America. Ha mirato ad espandere le comunicazioni radio internazionali. General Eletric ha utilizzato RCA come braccio di vendita al dettaglio per le vendite di radio. Nel 1926, la RCA co-fondò la National Broadcasting Company (NBC), che costruì due reti di radiodiffusione. Nel 1930, la General Electric fu accusata di violazioni delle norme antitrust e decise di cedere la RCA.

Nel 1927, Ernst Alexanderson di GE fece la prima dimostrazione delle sue trasmissioni televisive al suo General Electric Realty Plot a 1132 Adams Rd, Schenectady, New York. Il 13 gennaio 1928, realizzò quella che fu definita la prima trasmissione al pubblico negli Stati Unitisul W2XAD di GE: le immagini furono riprese su schermi da 9,7 pollici quadrati (9,7 centimetri quadrati) nelle case di quattro Dirigenti di GE. Il suono è stato trasmesso su GE’s WGY (AM).

La stazione televisiva sperimentale W2XAD si è evoluta nella stazione WRGB che, insieme a WGY e WGFM (ora WRVE), era di proprietà della General Electric fino al 1983.

Il suo ruolo nella Seconda guerra mondiale

Guidata da Sanford Alexander Moss, GE si trasferì nel nuovo campo dei turbocompressori per aeromobili. GE introdusse i primi compressori durante la prima guerra mondiale e continuò a svilupparli durante il periodo tra le due guerre. I compressori divennero indispensabili negli anni immediatamente precedenti la seconda guerra mondiale. GE ha fornito 300.000 turbocompressori turbo da utilizzare nei motori da caccia e bombardieri. Questo lavoro ha portato gli Stati Uniti Army Air Corps a selezionare GE per sviluppare il primo motore a reazione della nazione durante la guerra.

Questa esperienza, a sua volta, fece di GE una scelta naturale per sviluppare il motore a propulsione Whittle W.1 che fu dimostrato negli Stati Uniti nel 1941. GE si è classificata al nono posto tra le società statunitensi nel valore dei contratti di produzione in tempo di guerra. Sebbene i loro primi lavori con i progetti di Whittle furono in seguito trasmessi alla Allison Engine Company, GE Aviation emerse come uno dei maggiori produttori di motori del mondo, scavalcando la società britannica Rolls-Royce plc. Alcuni consumatori boicottarono lampadine, frigoriferi e altri prodotti GE negli anni ’80 e negli anni ’90 per protestare contro il ruolo di GE nella produzione di armi nucleari.

Nel 2002, GE ha acquisito gli asset eolici di Enron durante i suoi procedimenti in bancarotta. Enron Wind è stato l’unico produttore sopravvissuto degli Stati Uniti di grandi turbine eoliche al momento, e GE ha aumentato l’ingegneria e le forniture per la Divisione eolica e ha raddoppiato le vendite annuali a $ 1,2 miliardi nel 2003. Ha acquisito ScanWind nel 2009.

Gli investimenti nei computer

GE era una delle otto maggiori società di computer degli anni ’60 insieme a IBM, Burroughs, NCR, Control Data Corporation, Honeywell, RCA e UNIVAC. GE disponeva di una linea di computer per uso generico e per scopi speciali, compresi i computer generici GE 200, GE 400 e GE 600, i computer di controllo del processo in tempo reale GE 4010, GE 4020 e GE 4060 e DATANET-30 e Datanet 355 computer di commutazione di messaggi (DATANET-30 e 355 sono stati utilizzati anche come processori front-end per i computer mainframe GE). Un computer Datanet 500 fu progettato, ma mai venduto.

Nel 1962, GE iniziò a sviluppare il suo sistema operativo GECOS (in seguito rinominato GCOS), originariamente per l’elaborazione in batch, ma successivamente esteso a timesharing e all’elaborazione delle transazioni. Le versioni di GCOS sono ancora in uso oggi. Dal 1964 al 1969, GE e Bell Laboratories (che presto abbandonarono) si unirono al MIT per sviluppare il sistema operativo Multics sul computer mainframe di GE 645. Il progetto ha richiesto più tempo del previsto e non è stato un grande successo commerciale, ma ha dimostrato concetti come archivio a livello singolo, collegamento dinamico, file system gerarchico e sicurezza ad anello. Lo sviluppo attivo di Multics continuò fino al 1985.

GE entrò nella produzione di computer perché negli anni ’50 erano il più grande utente di computer al di fuori del governo federale degli Stati Uniti, oltre ad essere la prima azienda al mondo a possedere un computer. Il suo principale stabilimento di produzione di elettrodomestici “Appliance Park” è stato il primo sito non governativo ad ospitarne uno. Tuttavia, nel 1970, GE ha venduto la sua divisione informatica a Honeywell, uscendo dall’industria manifatturiera dei computer, sebbene abbia mantenuto le sue operazioni di timesharing per alcuni anni dopo.

GE era un importante fornitore di servizi di condivisione del tempo per il computer, attraverso General Electric Information Services (GEIS, ora GXS), che offriva servizi di calcolo online che includevano GEnie. Nel 2000, quando United Technologies Corp. pianificò di acquistare Honeywell, GE fece una controfferta che è stato approvato da Honeywell.

Il 3 luglio 2001, l’Unione Europea ha rilasciato una dichiarazione che “proibisce la proposta di acquisizione da parte di General Electric Co. di Honeywell Inc”. Le ragioni addotte erano “creare o rafforzare posizioni dominanti su diversi mercati e che i rimedi proposti da GE non erano sufficienti a risolvere i problemi di concorrenza derivanti dalla proposta acquisizione di Honeywell”.

Il 27 giugno 2014, GE ha collaborato con la società di design collaborativo Quirky per annunciare la sua lampadina LED collegata chiamata Link. La lampadina Link è progettata per comunicare con smartphone e tablet tramite un’app mobile chiamata Wink.

General Eletric acquisti e vendite

Nel 1986, GE riacquistò RCA, principalmente per la rete televisiva NBC (anch’essa capofila di Telemundo Communications Group). Il resto è stato venduto a varie società, tra cui Bertelsmann (Bertelsmann ha acquisito la RCA Records) e Thomson SA che affonda le sue radici in Thomson-Houston, uno dei componenti originali di GE. Anche nel 1986, Kidder, Peabody & Co. , una società di titoli con sede negli Stati Uniti, è stata venduta a GE e in seguito a pesanti perdite è stata venduta a PaineWebber nel 1994.

Nel 2002, Francisco Partners e Norwest Venture Partners hanno acquisito una divisione di GE chiamata GE Information Systems (GEIS). La nuova società, denominata GXS, ha sede a Gaithersburg, nel Maryland. GXS è un fornitore di soluzioni di e-commerce B2B. GE mantiene una quota di minoranza in GXS. Anche nel 2002, GE Wind Energy è stata costituita quando GE ha acquistato le attività di produzione di turbine eoliche di Enron Wind dopo gli scandali Enron.

Nel 2004, GE ha acquistato l’80% di Universal Pictures da Vivendi. Vivendi acquistò il 20% di NBC formando la società NBCUniversal. GE allora possedeva l’80% di NBC Universal e Vivendi possedeva il 20%. Entro il 28 gennaio 2011 GE possedeva il 49% e Comcast il 51%. Il 19 marzo 2013, Comcast ha acquistato le azioni di GE in NBCU per $ 16,7 miliardi. Nel 2004, GE ha completato lo spin-off della maggior parte delle sue attività di assicurazione ipotecaria e vita in una società indipendente, Genworth Financial, con sede a Richmond, in Virginia.

Genpact, precedentemente nota come GE Capital International Services (GECIS), è stata fondata da GE alla fine del 1997 come BPO captive con sede in India. Nel 2005 GE ha ceduto il 60% delle azioni di Genpact a General Atlantic e Oak Hill Capital Partners e ha ceduto Genpact a un’azienda indipendente. GE è ancora oggi un cliente importante per Genpact, per servizi nel servizio clienti, finanza, tecnologia informatica e analisi.

Nel maggio 2007, GE ha acquisito Smiths Aerospace per $ 4,8 miliardi. Sempre nel 2007, GE Oil & Gas ha acquisito Vetco Gray per $ 1,9 miliardi, seguita dall’acquisizione di Hydril Pressure & Control nel 2008 per $ 1,1 miliardi.

GE Plastics è stata venduta nel 2008 a SABIC (Arabia Saudita Basic Industries Corporation). Nel maggio 2008, GE annunciò che stava esplorando le opzioni per la cessione della maggior parte delle sue attività industriali e di consumo.

Il 3 dicembre 2009, è stato annunciato che NBCUniversal sarebbe diventata una joint venture tra GE e l’operatore televisivo via cavo Comcast. Comcast avrebbe avuto un interesse di controllo nella società, mentre GE avrebbe mantenuto una quota del 49% e avrebbe acquistato azioni di proprietà di Vivendi.

Vivendi venderebbe la sua partecipazione del 20% in NBCUniversal a GE per US $ 5,8 miliardi. Vivendi venderebbe il 7,66% di NBCUniversal a GE per 2 miliardi di dollari USA se l’accordo GE / Comcast non fosse completato entro settembre 2010 e poi venderà il rimanente quota del 12,34% di NBCUniversal a GE per 3,8 miliardi di dollari quando l’accordo è stato completato o al pubblico tramite una IPO se l’accordo non è stato completato.

Il 1 ° marzo 2010, GE ha annunciato l’intenzione di vendere la sua quota del 20,85% in Garanti Bank, con sede in Turchia. Nell’agosto 2010, GE Healthcare ha firmato una partnership strategica per portare la tecnologia della tomografia computerizzata cardiovascolare (CT) dalla start-up Arineta Ltd. di Israele al mercato ospedaliero. Nell’ottobre 2010, GE ha acquistato motori a gas per la fabbricazione di Dresser Inc. in un affare da $ 3 miliardi e ha anche acquistato un portafoglio di $ 1,6 miliardi di carte di credito al dettaglio da Citigroup Inc. Il 14 ottobre 2010, GE ha annunciato l’acquisizione di Opal Software, specialista nella simulazione della migrazione dei dati e di simulazione SCADA.

Nel dicembre 2010, per la seconda volta in quell’anno (dopo l’acquisizione Dresser), GE ha acquistato la società petrolifera britannica Wellstream Holding Plc., Un produttore di tubi per petrolio, per 800 milioni di sterline ($ 1,3 miliardi).

Nel marzo 2011, GE ha annunciato di aver completato l’acquisizione di Lineage Power Holdings, Inc., di proprietà privata da The Gores Group, LLC. Nell’aprile 2011, GE ha annunciato di aver completato l’acquisto della divisione Well Support di John Wood Plc per $ 2,8 miliardi.

Nel 2011, GE Capital ha venduto a Santander i suoi $ 2 miliardi di beni messicani per $ 162 milioni e ha lasciato l’attività in Messico. Santander ha inoltre assunto i debiti del portafoglio di GE Capital nel paese. Successivamente, GE Capital si è concentrata nel suo core business e ha perso le sue attività non core.

Nel giugno 2012, il CEO e presidente di GE Jeff Immelt ha dichiarato che la società avrebbe investito 3 miliardi di sterline per accelerare le sue attività in Karnataka. Nell’ottobre 2012, GE ha acquisito depositi bancari per $ 7 miliardi da Metlife Inc.

Nell’aprile 2013, GE ha acquisito Lufkin Industries, produttrice di pompe per pozzi petroliferi per $ 2,98 miliardi.

Nell’aprile 2014 è stato annunciato che GE era in trattativa per acquisire la divisione di potenza globale del gruppo di ingegneria francese Alstom per una cifra di circa $ 13 miliardi. Nel giugno 2014 Siemens e Mitsubishi Heavy Industries (MHI) hanno presentato un’offerta concorrente con Siemens che intendeva acquisire il business delle turbine a gas di Alstom per € 3,9 miliardi e MHI che propone una joint venture nelle turbine a vapore, oltre a un investimento in contanti di € 3,1 miliardi.

Nel giugno 2012, il CEO e presidente di GE Jeff Immelt ha dichiarato che la società avrebbe investito 3 miliardi di sterline per accelerare le sue attività in Karnataka. Nell’ottobre 2012, GE ha acquisito depositi bancari da $ 7 miliardi da Metlife Inc. Nell’aprile 2013, GE ha acquisito Lufkin Industries, produttrice di pompe per pozzi petroliferi per $ 2,98 miliardi. Nell’aprile 2014 è stato annunciato che GE era in trattativa per acquisire la divisione di potere globale del gruppo di ingegneria francese Alstom per una cifra di circa $ 13 miliardi.

Nel giugno 2014 Siemens e Mitsubishi Heavy Industries (MHI) hanno presentato un’offerta concorrente con Siemens che intendeva acquisire il business delle turbine a gas di Alstom per € 3,9 miliardi e MHI che propone una joint venture nelle turbine a vapore, oltre a un investimento in contanti di € 3,1 miliardi. Nel mese di giugno 2014 il consiglio di Alstom ha concordato un’offerta formale di GE pari a $ 17 miliardi. Una parte della transazione ha coinvolto il governo francese che ha acquisito una partecipazione del 20% in Alstom per contribuire a proteggere gli interessi francesi in materia di energia e trasporti e i posti di lavoro francesi. Un’offerta rivale di Siemens-Mitsubishi Heavy Industries è stata respinta. L’acquisizione dovrebbe essere completata nel 2015.

Nell’ottobre 2014 GE ha annunciato di prendere in considerazione la vendita della sua attività bancaria polacca Bank BPH. Nell’aprile 2015, GE ha annunciato l’intenzione di vendere il suo portafoglio immobiliare, del valore di $ 26,5 miliardi, a Wells Fargo e The Blackstone Group. Nell’aprile 2015 è stato annunciato che GE venderebbe la maggior parte della sua unità finanziaria e restituirebbe circa $ 90 miliardi agli azionisti in quanto l’azienda cercava di ridurre le proprie posizioni e liberarsi della propria immagine di una società “ibrida”, operante sia nel settore bancario che fabbricazione.

Nell’agosto 2015, GE Capital ha accettato di vendere la sua attività di servizi finanziari sanitari a Capital One per $ 9 miliardi. La transazione ha coinvolto US $ 8,5 miliardi di prestiti erogati a una vasta gamma di settori tra cui alloggi per anziani, ospedali, studi medici, servizi ambulatoriali, prodotti farmaceutici e dispositivi medici. Sempre nell’agosto 2015, GE Capital ha accettato di vendere la piattaforma di deposito on-line di GE Capital Bank a Goldman Sachs. I termini della transazione non sono stati divulgati, ma la vendita comprendeva 8 miliardi di dollari di depositi on-line e altri 8 miliardi di dollari di certificati di deposito intermediati. La vendita faceva parte del piano strategico di GE di uscire dal settore bancario degli Stati Uniti e di liberarsi dalla stretta delle normative bancarie. GE aveva anche intenzione di perdere il suo status di “istituto finanziario sistematicamente importante”.

Nel settembre 2015, GE Capital ha accettato di vendere la sua unità di finanziamento dei trasporti alla Banca di Montreal in Canada. L’unità venduta aveva US $ 8,7 miliardi (CA $ 11,5 miliardi) di attività, 600 dipendenti e 15 uffici negli Stati Uniti e in Canada. I termini esatti della vendita non sono stati divulgati, ma il prezzo finale sarebbe basato sul valore delle attività alla chiusura, più un premio secondo le parti.

Nell’ottobre 2015 il fondo Trian, investitore attivista Nelson Peltz, ha acquistato una partecipazione di $ 2,5 miliardi nella società. Nel gennaio 2016, Haier Group ha acquistato la divisione elettrodomestici di GE per $ 5,4 miliardi. Nell’ottobre 2016, GE Renewable Energy ha accettato di pagare 1,5 miliardi di euro a Doughty Hanson & Co per LM Wind Power nel 2017. Alla fine di ottobre 2016, è stato annunciato che GE era in trattative per un accordo del valore di circa $ 30 miliardi per combinare GE Oil and Gas con Baker Hughes. L’operazione creerebbe un’entità quotata in borsa controllata da GE.

È stato annunciato che GE Oil and Gas avrebbe ceduto la sua attività di trattamento delle acque come parte del suo accordo di cessione con Baker Hughes. L’accordo è stato approvato dall’UE a maggio 2017 e dal DOJ a giugno 2017. L’accordo di fusione è stato approvato dagli azionisti alla fine di giugno 2017. Il 3 luglio 2017, la transazione è stata completata e Baker Hughes è diventata una società GE. Nell’aprile 2017, GE ha annunciato il nome del loro quartier generale di $ 200 milioni essere “GE Innovation Point”. L’8 maggio 2017 si è svolta la cerimonia di inaugurazione del nuovo campus da 800 acri, per un totale di 800 acri, e la data di completamento dovrebbe essere prevista verso la metà del 2019.

A settembre 2017, GE ha annunciato la vendita di Industrial Solutions Business ad ABB. L’accordo dovrebbe chiudersi entro la fine del secondo trimestre del 2018.

Indice Dow Jones, gli ultimi avvicendamenti

I componenti del DJIA sono cambiati 52 volte dal suo inizio, il 26 maggio 1896. Proprio General Electric vantava la presenza continua più lunga sull’indice, a partire dal 1907.

Le modifiche più recenti all’indice includono quanto segue:

  • L’8 aprile 2004, American International Group Incorporated, Pfizer Incorporated e Verizon Communications Incorporated hanno sostituito AT&T Corporation, Eastman Kodak Company e International Paper Company.
  • Il 19 febbraio 2008, Chevron e Bank of America hanno sostituito Altria Group e Honeywell. Chevron era in precedenza un componente Dow dal 18 luglio 1930 al 1 novembre 1999. Durante l’assenza di Chevron, il suo prezzo per azione rettificato per dividendo andò da $ 44 a $ 85, mentre il prezzo del petrolio passò da $ 24 a $ 100.
  • Il 22 settembre 2008, Kraft Foods Inc sostituì l’American International Group (AIG) nell’indice.
  • L’8 giugno 2009, le aziende Travelers e Cisco Systems sostituirono General Motors Corporation e Citigroup. Cisco è diventata la terza società quotata al NASDAQ per far parte del Dow.
  • Il 24 settembre 2012, UnitedHealth Group ha sostituito Kraft Foods Inc in seguito alla scissione di Kraft in Mondelēz International e Kraft Foods Group.
  • Il 20 settembre 2013, Goldman Sachs , Nike e Visa hanno sostituito Alcoa, Bank of America e Hewlett-Packard. Visa ha sostituito Hewlett-Packard a causa della scissione in HP Inc. e Hewlett Packard Enterprise.
  • Il 19 marzo 2015, Apple ha sostituito AT&T che era stato un componente del DJIA dal novembre 1916. Apple è diventata la quarta società quotata al NASDAQ per far parte del Dow.
  • Il 1 ° settembre 2017, DowDuPont ha sostituito DuPont. DowDuPont è stata costituita dalla fusione di Dow Chemical Company con DuPont.
  • Il 26 giugno 2018, Walgreens Boots Alliance sostituirà la General Electric, che era componente del DJIA dal novembre 1907, dopo essere stata parte dell’indice inaugurale nel maggio 1896 e gran parte del periodo 1886-1907.
Responsabilità: L'autore dell'articolo pubblicato su webeconomia.it esprime le sue libere opinioni in merito alle analisi in oggetto. Dichiara che tutte le considerazioni fatte all'interno del post e le eventuali altre analisi sugli strumenti finanziari (valute, azioni, criptovalute, materie prime) sono soggettive e non devono essere considerate come incentivi e raccomandazioni di investimento. Le analisi e le quotazioni degli strumenti finanziari sono mostrate al solo scopo di informare e non per incentivare le attività di trading o speculazione sui mercati finanziari. Lo staff di webeconomia.it e gli autori degli articoli non si ritengono dunque responsabili di eventuali perdite di denaro legate ad attività di invstimento. Lo staff del sito e i suoi autori dichiarano di non possedere quote di società, azioni o strumenti di cui si parla all'interno degli articoli. Leggendo i contenuti del sito l'Utente accetta esplicitamente che gli articoli non costituiscono "raccomandazioni di investimento" e che i dati presentati possono essere non accurati e/o incompleti. Tutte le attività legate agli strumenti finanziari e ai mercati come il trading su azioni, forex, materie prime o criptovalute sono rischiose e possono comportare perdita di capitali. L'Utente, quindi, solleva lo staff di webeconomia.it e i suoi autori dalla responsabilità di qualunque perdita o danno subito legato ad attività di investimento che scaturisce dalla consultazione dei dati contenuti nel sito.

LEAVE A REPLY