GBP / USD, sterlina recupera dopo progressi trattativa Brexit

Il tasso di cambio tra la sterlina e il dollaro USA (GBP / USD) è stato scambiato vicino ai livelli di apertura dopo una giornata di scambi misti martedì pomeriggio. Nelle ultime notizie sulla Brexit, il leader politico dell’Irlanda del Nord, Arlene Foster, si recherà a Bruxelles per discutere con l’Europa. Foster è un leader dei sindacalisti irlandesi che sostiene il governo di Theresa May e il suo incontro è programmato per la fase finale, cosiddetta “make it or break it” dei negoziati Brexit.

Oltre a Michel Barnier, Arlene Foster incontrerà anche i rappresentanti degli stati membri dell’UE nei prossimi tre giorni. GBP / USD scivolato per scambiare poco al ribasso sotto il livello di 1,3100 martedì mattina. Il segretario Brexit del Regno Unito Dominic Raab ha annullato il suo viaggio a Bruxelles per il prossimo round di discussioni sulla Brexit lunedì, mentre il Fondo Monetario Internazionale ha abbassato le prospettive di crescita globale con una crescita del PIL del Regno Unito calata dello 0,2% per il 2018.

Prima di martedì, il British Retail Consortium ha registrato un calo di -0,2% m / m in vendite in settembre. Il Regno Unito offrirà questo martedì solo la dichiarazione sulla commissione di politica finanziaria, che molto probabilmente passerà inosservata.

La sterlina britannica ha ceduto lo 0,50% più basso al livello di 1,3050 lunedì pomeriggio mentre il segretario Brexit del Regno Unito si dirigeva verso un’altra tornata di negoziati sulla Brexit a Bruxelles prima che il governo e il parlamento britannici si incontrino martedì discutendo probabilmente del bilancio del Regno Unito. Ci sono questioni chiave da risolvere nella Brexit, in particolare la questione della creazione delle regole per il confine Irlanda / Irlanda del Nord che rappresenterà il confine dell’Unione europea con il Regno Unito.

I funzionari dell’Unione Europea si incontreranno mercoledì prima del vertice della prossima settimana, il 17 ottobre. Gli analisti di Sterling a Maybank, in un brief ai clienti lunedì mattina, hanno dichiarato: “La ripresa della sterlina continua mentre il recente sviluppo del brexit è tornato positivo. La notizia che l’UE è pronta a offrire l’accordo di libero scambio del Regno Unito, la visione dell’UE per i futuri legami conterrà circa il 30-40% del terreno del PM Mayper un ampio accordo commerciale e di sicurezza. Era inteso che sia l’Irlanda, che l’Irlanda e la provincia britannica dell’Irlanda del Nord, stanno preparando concessioni e scambieranno documenti sui piani di frontiera (una considerazione chiave è evitare controlli di confine estesi).

Un accordo qui potrebbe aprire la strada a un vertice speciale dal 17 al 18 novembre per completare le condizioni per una dichiarazione politica sulle future relazioni UE-USA La scorsa settimana il segretario al commercio, Liam Fox, ha affermato che sosterrà un accordo meno efficace con il brexit che può essere rivisto dopo che la Gran Bretagna ha lasciato il blocco del documento di scambio “super-carico” dovrebbe essere vagamente formulato con il maggior numero possibile di linguaggio positivo per aiutare PM a venderlo a casa (secondo il rapporto Bloomberg). In altre notizie, Unilever ha anche annunciato che sta abbandonando i piani per lasciare il Regno Unito dicendo che manterrebbe una seconda base nel paese.

I negoziatori dell’UE hanno dichiarato ai diplomatici nazionali a Bruxelles che un accordo con il Regno Unito è “molto vicino”. Ribadiamo che una transizione senza intoppi potrebbe ulteriormente dare supporto alla GBP. La coppia è stata vista per l’ultima volta a 1.3120 livelli. Lo slancio ribassista sul grafico giornaliero cala mentre stocastico passa dalle condizioni di ipervenduto.

La coppia è balzata a 1.3122, il suo massimo settimanale lo scorso venerdì e chiuso non lontano al di sotto del livello, dopo i titoli che indicano che l’UE è disposta a offrire al Regno Unito un accordo di libero scambio “super-carico” ha scatenato acquisti in sterline. Secondo i funzionari dell’UE, la proposta di Bruxelles sarà presentata al Regno Unito mercoledì prossimo.

Questo dettaglio era noto, ma la vera novità è il fatto se copre tra il 30 e il 40% delle richieste del PM May del Regno Unito. Sembra improbabile che le autorità del Regno Unito rinuncino alla maggior parte del piano di Checkers per concordare con questa idea imminente, ma nel frattempo, i player del mercato credono che entrambe le parti lavoreranno sodo per evitare un no-deal.

La settimana scorsa la Sterlina ha aperto le contrattazioni contro il Dollaro USA ad un livello di $ 1,3037. Le perdite iniziali sono state fatte nell’accoppiamento, ma sono state ancora chiuse le contrattazioni a un cambio più alto tasso di $ 1,30 73 il venerdì. Il miglior tasso di cambio GBP / USD della settimana è stato di $ 1,3090, mentre il peggiore è stato di $ 1,2926.

GBP / USD, per UOB rimane neutrale e si avvicina ad area 1.3220

L’outlook di Cable rimane neutrale e si vede testare la vicinanza dell’area di 1.3220 nelle prossime settimane, suggerisce FX Strategist presso UOB Group. Ecco le previsioni a 24 ore e 1-3 settimane di United Overseas Bank.

Analisi 24 ore: “La sterlina inglese ha registrato ieri un intervallo di 1,3034 / 1,3150, relativamente vicino al nostro previsto intervallo di consolidamento 1,3040 / 1,3140. Il successivo forte closing giornaliero a New York (1,3146, 0,41%) suggerisce che l’attuale forza GBP potrebbe estendersi ulteriormente da qui. Tuttavia, in questa fase, non prevediamo una chiara rottura della principale resistenza a 1.3220 (la resistenza minore è a 1.3195). Al ribasso, 1.3085 è probabilmente abbastanza forte da contenere qualsiasi retrocessione (il supporto minore è a 1,3115)”.

1-3 settimane successive: Abbiamo tenuto la stessa opinione da lunedì (08 ottobre, punto a 1.3120) in cui ci aspettiamo GBP scambia con un pregiudizio al rialzo e sondare la parte superiore del previsto intervallo di consolidamento 1,3030 / 1,3220. Tuttavia, GBP ha testato il fondo della gamma due volte, toccando 1.3029 durante le ore di Londra il lunedì e le 1.3034 di ieri (09 ottobre). Il forte rimbalzo dal livello di supporto suggerisce che 1,3030 è probabilmente abbastanza forte da reggere, almeno per diversi giorni. Da qui, la pressione si è spostata verso l’alto e ci aspettiamo che GBP testerà 1,3220 in questi pochi giorni. In questa fase, la prospettiva di una rottura prolungata al di sopra di questo livello non è elevata (la prossima resistenza è a 1.3255 in vista del massimo 1.3295 del mese scorso)”.

Piattaforme per fare trading sul cambio Sterlina Dollaro (GBP/USD)

BROKER
CARATTERISTICHEVANTAGGI 
CFDs sono strumenti finanziari complessi e comportano un alto rischio di perdita di denaro rapidamente a causa della leva. Tra il 74-89% dei trader retail perdono soldi facendo trading CFD. Prima di fare trading cerca di capire come funzionano i CFD ed i rischi che comportano.
24optionSpread bassi, CFDRendimenti elevatiPROVA >>
Markets.comTrading CFD, tanti strumentiConto demoPROVA >>
plus500Servizio CFDDemoPROVA >>
eToro social tradingSocial trading, copy tradingCopy fundsPROVA >>
Xm.comBonus 25€Conti Zero spread!PROVA >>
AvaTradeForex, azioni, criptovaluteWebinar ed ebookPROVA >>
Responsabilità: L'autore dell'articolo pubblicato su webeconomia.it esprime le sue libere opinioni in merito alle analisi in oggetto. Dichiara che tutte le considerazioni fatte all'interno del post e le eventuali altre analisi sugli strumenti finanziari (valute, azioni, criptovalute, materie prime) sono soggettive e non devono essere considerate come incentivi e raccomandazioni di investimento. Le analisi e le quotazioni degli strumenti finanziari sono mostrate al solo scopo di informare e non per incentivare le attività di trading o speculazione sui mercati finanziari. Lo staff di webeconomia.it e gli autori degli articoli non si ritengono dunque responsabili di eventuali perdite di denaro legate ad attività di invstimento. Lo staff del sito e i suoi autori dichiarano di non possedere quote di società, azioni o strumenti di cui si parla all'interno degli articoli. Leggendo i contenuti del sito l'Utente accetta esplicitamente che gli articoli non costituiscono "raccomandazioni di investimento" e che i dati presentati possono essere non accurati e/o incompleti. Tutte le attività legate agli strumenti finanziari e ai mercati come il trading su azioni, forex, materie prime o criptovalute sono rischiose e possono comportare perdita di capitali. L'Utente, quindi, solleva lo staff di webeconomia.it e i suoi autori dalla responsabilità di qualunque perdita o danno subito legato ad attività di investimento che scaturisce dalla consultazione dei dati contenuti nel sito.

LEAVE A REPLY