GBP / USD resta rialzista, ma questi 3 fattori potrebbero frenare il trend

Il tasso di cambio del dollaro USA è salito questa mattina ed è attualmente scambiato ad un tasso di $ 1,314. E’ anche emerso che il Primo Ministro britannico Theresa May sta affrontando la minaccia di tre ministri del Gabinetto – David Gauke, Greg Clarke e Amber Rudd – che si dimettono se il no-deal non venga eliminato come probabilità.

Tre ministri minori restanti, Margot James, Richard Harrington e Claire Perry, hanno minacciato di dimettersi e ci sono suggerimenti che altri sono disposti a seguire. Nel frattempo il Labour ha annunciato il suo sostegno a un nuovo voto pubblico sulla Brexit al fine di prevenire un ulteriore danno. In seguito, Sterling ha raggiunto un massimo di quattro settimane, con la sterlina che rafforza il mezzo centesimo contro il dollaro.

L’inizio della sessione di questa settimana ha visto diminuire le tensioni tra Stati Uniti e Cina in seguito a un tweet dal presidente degli Stati Uniti Trump. Il tweet di Trump ha indicato che avrebbe ritardato l’applicazione delle maggiori tariffe sulle importazioni cinesi, poiché i due paesi avevano fatto “sostanziali progressi” nelle discussioni commerciali.

Parlando in un raduno di governatori statunitensi, Trump ha dichiarato: “Avremo un altro summit, avremo un summit per la firma. Quindi, si spera, possiamo completarlo. Ma siamo molto, molto vicini.”

In seguito ai commenti del Presidente, il dollaro USA ha visto un generale indebolimento mentre gli investitori hanno abbandonato le valute rifugio e hanno cercato invece un rendimento più elevato. Tuttavia, questo pomeriggio il dollaro potrebbe vedere un ripresa del sostegno se il presidente della Federal Reserve, Jerome Powell, ha un tono falco quando parlerà davanti al Congresso. Se la panoramica del signor Powell sull’economia degli Stati Uniti è in gran parte ottimista, potrebbe incoraggiare il dollaro.

Dall’altro lato della coppia, la Brexit rimarrà probabilmente il principale catalizzatore per il movimento della sterlina oggi. Se Theresa May indica in un discorso che lei rimuoverà la possibilità di un no-deal o di un ritardo degli accordi, allora la sterlina potrebbe aumentare.

Migliori piattaforme per fare trading Forex

BROKER
CARATTERISTICHEVANTAGGI 
CFDs sono strumenti finanziari complessi e comportano un alto rischio di perdita di denaro rapidamente a causa della leva. Tra il 74-89% dei trader retail perdono soldi facendo trading CFD. Prima di fare trading cerca di capire come funzionano i CFD ed i rischi che comportano.
24optionTrading CFD e opzioni su BitcoinRendimenti elevatiPROVA>>
etoroSocial trading
66% dei trader perde soldi
Trading Bitcoin, criptovalutePROVA>>
plus500CFD trading su BitcoinPiattaforma di qualitàPROVA>>

GBP / USD, per Commerzbank è ben posizionato per sfidare i recenti aumenti

Secondo Karen Jones, analista presso Commerzbank, la coppia GBP / USD è ben posizionata per una sfida al recente massimo di 1,3217. Il suo commento: “Appena sopra troviamo il 55 ma settimana a 1.3221 e il massimo di 1.3298 / settembre 2019. Questo rappresenta una banda chiave di resistenza e cerchiamo il fallimento del mercato in questa zona. I punti più bassi troveranno supporto intermedio a 1.2994 (200 giorni ma) e 1.2968, minimo della settimana scorsa. Questo fa da guardia al recente minimo a 1.2772”.

Poi conclude: “Al di sotto del ritracciamento di 1,2739 / 61,8%, potremmo consentire perdite al minimo del 1,2669 / 62 del 15 gennaio e al minimo di agosto e probabilmente al ritracciamento dell’1,2609 / 78,6%”.

GBP / USD in rialzo: ma questi 3 fattori potrebbero frenare il trend

GBP / USD scambia vicino al massimo di quattro settimane di 1,3150 mentre si dirige verso l’apertura europea di martedì. La coppia ha approfittato del notiziario che segnala una Brexit in ritardo e aumentato al livello indicato. Tuttavia, eventi come l’inflazione trimestrale annunciata dai funzionari della BoE, la dichiarazione del Parlamento britannico di Theresa May al Parlamento e la testimonianza semestrale della Fed Chair, potrebbero fornire un nuovo impulso ai trader.

Il leader Jeremy Corbyn ha segnato un’inversione di marcia mostrando la volontà di spodestare la Brexit no-deal e ha fornito guadagni iniziali alla sterlina britannica (GBP). L’up-move è stato poi portato avanti in quanto The Sun ha riferito che PM May eliminerà formalmente una Brexit no-deal e favorirà la partenza posticipata dalla UE.

Guardando avanti, le udienze del rapporto sull’inflazione della Bank of England (BoE ), il governatore Mark Carney e alcuni membri del comitato di politica monetaria (MPC) saranno il primo catalizzatore a osservare alle 10:00 GMT.

I responsabili politici della BoE compariranno davanti al Comitato ristretto del Tesoro per discutere del rapporto sull’inflazione di febbraio. Le autorità della banca centrale dovrebbero per lo più ripetere gli elogi per gli sviluppi economici, mentre segnalano il non-affare come un grosso rischio per le future mosse politiche. Durante il pomeriggio del Regno Unito, il Premier May farà una dichiarazione sui suoi prossimi passi al parlamento britannico. Potrebbe discutere di quanto l’Unione Europea sia a sostegno dei suoi piani iniziali prima di proporre formalmente di evitare la Brexit no-deal.

Dopo gli eventi britannici, la testimonianza semestrale del Presidente della Federal Reserve Jerome Powell sarà osservata da vicino. Powell testimonierà dinanzi al Senate Banking Committee di Washington D.C. Funzionari della BoE Alike, la Fed Chair dovrebbe anche ripetere i suoi recenti commenti favorendo la pazienza quando si tratta di una decisione di politica monetaria.

Powell potrebbe dare risalto alle prospettive economiche, mentre è probabile che dia suggerimenti per la normalizzazione del bilancio che andrà avanti. Analisi tecnica GBP / USD Il massimo del 31 gennaio di 1,3160 funge da resistenza immediata per la coppia prima di indirizzare la barriera al rialzo a 1,3200 comprendente una linea di tendenza discendente che si unisce ai massimi dei mesi di settembre e gennaio.

Va anche notato che una rottura al ribasso di 1.3100 può richiamare 1.3060 sul grafico mentre la media mobile a 200 giorni (SMA), a 1.3000, potrebbe sfidare gli orsi in seguito.

GBP / USD, prospettive a breve termine

La coppia GBP / USD sembra più rialzista nel breve termine, dal momento che i prezzi sono saliti verso il livello di ritracciamento Fibonacci del 38,2% rispetto a quello inferiore da 1,4375 a 1,2390 su 1,3145. Inoltre, il prezzo sta registrando un nuovo massimo di un mese dopo la scalata sopra le medie mobili di 20 e 40 semplici (SMA) nel periodo di tempo giornaliero.

Il bias positivo è anche supportato dall’indicatore RSI, che è stato sospeso sopra il livello 50-neutro negli ultimi giorni. Mentre l’oscillatore MACD ha oltrepassato la linea del grilletto e sta rafforzando il suo slancio, confermando la recente mossa al rialzo nell’azione dei prezzi. Se la coppia riuscisse a rafforzare il suo movimento positivo, la prossima resistenza potrebbe arrivare intorno al massimo di tre mesi e mezzo di 1,3217, registrato il 25 gennaio.

Una rottura superiore a questo livello metterebbe in discussione la forte barriera psicologica di 1.3300, presa dai massimi il 20 settembre, mentre un salto ancora più alto avrebbe spostato il pregiudizio ad uno più rialzista e aprire la strada verso il 50,0% di Fibonacci di 1,3380.

Tuttavia, se i prezzi non sono in grado di rompere il 38,2% di Fibonacci nelle prossime sessioni, il rischio passerebbe al ribasso, con il 20- e il 40- SMA che arrivano in focu s attualmente a 1,2985 e 1,2935 rispettivamente. Sotto queste righe, il prossimo supporto chiave per guardare in basso è il 23,6% di Fibonacci di 1,2855.

Nell’immagine a medio termine, il cavo rimane neutrale entro i limiti 1.3300-1.2390 e solo una mossa significativa al di sopra dell’impugnatura di 1.3300 avalla il positivo corrente vista.

Responsabilità: L'autore dell'articolo pubblicato su webeconomia.it esprime le sue libere opinioni in merito alle analisi in oggetto. Dichiara che tutte le considerazioni fatte all'interno del post e le eventuali altre analisi sugli strumenti finanziari (valute, azioni, criptovalute, materie prime) sono soggettive e non devono essere considerate come incentivi e raccomandazioni di investimento. Le analisi e le quotazioni degli strumenti finanziari sono mostrate al solo scopo di informare e non per incentivare le attività di trading o speculazione sui mercati finanziari. Lo staff di webeconomia.it e gli autori degli articoli non si ritengono dunque responsabili di eventuali perdite di denaro legate ad attività di invstimento. Lo staff del sito e i suoi autori dichiarano di non possedere quote di società, azioni o strumenti di cui si parla all'interno degli articoli. Leggendo i contenuti del sito l'Utente accetta esplicitamente che gli articoli non costituiscono "raccomandazioni di investimento" e che i dati presentati possono essere non accurati e/o incompleti. Tutte le attività legate agli strumenti finanziari e ai mercati come il trading su azioni, forex, materie prime o criptovalute sono rischiose e possono comportare perdita di capitali. L'Utente, quindi, solleva lo staff di webeconomia.it e i suoi autori dalla responsabilità di qualunque perdita o danno subito legato ad attività di investimento che scaturisce dalla consultazione dei dati contenuti nel sito.

LEAVE A REPLY