GBP / EUR, la Brexit resta fardello economico e politico

La sterlina britannica ha messo in atto una discreta ripresa rispetto all’euro nel corso della settimana scorsa, grazie in parte a una serie di dati economici migliori delle previsioni, culminati con una pubblicazione di servizi PMI al vertice a metà settimana. Tuttavia, la svolta non può ringraziare solo i dati, come ritengono gli analisti valutari che studiano la struttura tecnica del mercato dopo aver studiato i grafici. Sembra che stia confermando con successo una linea chiave di difesa contro l’euro, e un forecaster ci dice che le porte vengono quindi aperte ai nuovi massimi di molti mesi.

Fawad Razaqzada, che analizza le valute per siti famosi, afferma che il tasso di cambio GBP / EUR potrebbe in realtà tornare a 1.1730, in base ai suoi studi tecnici. Il mercato è in procinto di rintracciare le perdite subite nella settimana precedente con il tasso di cambio Sterlina-Euro ora scambiato a 1,1346, assicurando che sia ancora sopra il livello chiave 1,13. Ci siamo concentrati su 1,13 su gli ultimi giorni a causa delle sue credenziali come punto cardine: la scorsa settimana Sterling ha tagliato il livello di supporto chiave 1,13. Che ha dimostrato da lungo tempo un solido livello di supporto al tasso di cambio da cui ci saremmo aspettati un rimbalzo.

Pound era caduto nel pavimento ha lasciato intendere che questo mercato potrebbe essere pronto a fare un grande spostamento direzionale più basso verso i minimi del 2018 a 1.1152. In effetti il minimo di questa settimana a 1.1248 è anche un minimo di tre mesi e mezzo. Dal toccare i minimi di tre mesi, la Sterlina potrebbe in effetti essere in rotta verso massimi di più mesi con quegli strateghi che hanno optato per comprare la debolezza della Sterlina ora sedendo su profitti di trading decenti.

Da un punto di vista tecnico, la coppia GBP / EUR è stata bloccata all’interno di una gamma molto brutta da diversi mesi “ma all’interno di questa fascia ha avuto occasionalmente mosse tecnicamente amichevoli”, afferma Razaqzada. la mossa si è verificata a marzo quando un tentativo di rompere al di sopra del doppio minimo superiore attorno al supporto 1.1233 / 1.1210 non è riuscito. “Quel tentativo fallito precedente ha preceduto una” bella mossa “più alta che alla fine è arrivata a 1.16.” È interessante notare che uno schema molto simile potrebbe essere di nuovo spiegato come evidenziato sul grafico del Chunnel”, dice Razaqzada: l’analista tecnico ha avvicinato questo tasso di cambio dall’angolo EUR / GBP, come tipico nella comunità degli analisti. Quindi dobbiamo semplicemente capovolgere il grafico, e capovolgere quindi i numeri per ottenere la prospettiva GBP / EUR.

Cosa ci dice il grafico EUR / GBP? Razaqzada dice “se la precedente occasione è qualcosa da fare allora potremmo vedere una ripartizione simile nella coppia EUR / GBP andando avanti.” Osserva che la mossa potrebbe già essere in movimento come il prezzo rotto al di sotto del massimo del doppio superiore di 0,8825 / 40 che – se le condizioni erano ancora rialziste – avrebbe dovuto tenere il supporto.

Migliori piattaforme per fare trading su Euro e Sterlina

BROKER
CARATTERISTICHEVANTAGGI 
Markets.comTrading CFD, tanti strumentiConto demoPROVA >>
plus500Servizio CFDDemoPROVA >>
eToro social tradingSocial trading, copy tradingCopy fundsPROVA >>
24optionSpread bassi, CFDRendimenti elevatiPROVA >>
Xm.comBonus 25€Conti Zero spread!PROVA >>
AvaTradeForex, azioni, criptovaluteWebinar ed ebookPROVA >>

Euro va giù contro la sterlina britannica, ma fino a quando?

Il massimo del doppio massimo di 0,8825 / 40 in EUR / GBP ci regala un minimo doppio minimo di 1,1333 / 1,1312 in GBP / EUR. L’obiettivo offerto nel grafico è importante in quanto suggerisce un calo dell’EUR / GBP sceso a 0,8525 sulle carte, il che ci consente di raggiungere un obiettivo al rialzo di 1,17 in GBP / EUR per puntare “allo stato attuale delle cose, quindi, il percorso di minor resistenza è ora al ribasso e rimarrà in questo modo a meno che e fino a quando l’EUR / GBP non tornerà sopra quella zona 0.825 / 40 “, dice Razaqzada: “Va notato che i tentativi falliti sono abbastanza comuni nei mercati senza tendenza e l’identificazione di tali modelli a volte potrebbe offrire delle belle opportunità commerciali le scommesse non devono necessariamente essere di tendenza per cercare scambi. Si tratta di sapere cosa cercare, quando cercarlo e in quali condizioni di mercato”.

Ottieni fino al 5% in più di valuta estera utilizzando un fornitore specializzato per avvicinarti al tasso di mercato reale ed evitare spread divergenti addebitati dalla tua banca quando si fornisce la valuta. Non tutti stanno inseguendo questo punto di vista. Anche se l’euro potrebbe rompere livelli più bassi contro la sterlina britannica ancora una volta, gli altri non stanno inseguendo l’opinione che la sterlina stia trasformando la marea a suo favore. In effetti, molti rimangono diffidenti di un’impennata dell’euro contro Sterling che si sta delineando.

“Ancora diffidente che EURGBP sia sull’orlo di un break up al rialzo vista la sua uscita da un periodo di volatilità molto bassa. Il Primo Ministro May sembra destinato ad affrontare i Brexiteers alla fine di questa settimana, ma potrebbe non essere più vicino a un accordo Brexit con l’UE. 0,8900 rimane il rischio”, afferma Chris Turner, analista di ING Bank NV a Londra. EUR / GBP a 0,89 corrisponde a un obiettivo GBP / EUR a 1,1236. Molto ansietà sembra dipendere dall’imminente momento del make-or-break su Brexit che vedrà il primo ministro Theresa May arrivare a una decisione definitiva su come dovrebbe essere la posizione del Regno Unito in merito alle future relazioni commerciali tra Regno Unito e UE.

Il Regno Unito deve trovare una posizione sulla Brexit mentre il tempo stringe per poter trattare con l’UE, ma è garantito che questa posizione non piacerà a tutti nel suo partito. “Sterling non è riuscito a sfruttare le notizie che il governo ha preparato un nuovo piano per la gestione delle dogane dopo la Brexit; una questione che è stata una spina nel negoziato fino ad ora. La proposta verrà presentata ai ministri del Regno Unito venerdì e dovrebbe essere seguita da un Libro bianco che descriva il percorso preferito del Regno Unito”, afferma Andreas Georgiou, Investment Analysts di XM.com.

A giudicare dalla reazione del mercato fino ad ora contenuta, gli investitori non devono aspettarsi che questa sia la “pistola fumante” che rompe lo stallo nei negoziati. “Con la crisi politica in Germania ormai risolta, le incertezze della Brexit continuano a salire, i rischi che circondano l’Euro / Sterlina potrebbero essere inclinati verso l’alto rispetto al prossimi giorni”, dice Georgiou. Tuttavia, come si nota qui, se la May dovesse avere successo e ottenere la sua strada, anche se questo significa dimissioni del governo, la sterlina britannica potrebbe rispondere positivamente, e i tori della sterlina vinceranno questo dibattito sulla coppia GBP / EUR.

GBP / EUR, JP Morgan suggerisce di vendere la sterlina e comprare Euro

La sterlina è pronta per nuove perdite contro l’euro e il franco svizzero, secondo gli strateghi di JP Morgan, che sostengono nelle loro ultime ricerche che i clienti della banca dovrebbero ora puntare contro la valuta britannica. Il team JP Morgan ha deciso la scorsa settimana di mantenere le scommesse al rialzo contro il tasso di cambio da sterlina a dollaro e il tasso di cambio da sterlina a yen in seguito al pivot da parte di un ulteriore addetto alla Banca dell’Inghilterra a sostegno di un altro aumento dei tassi di interesse, date le aspettative che i mercati avrebbero presto rinnovato la loro attenzione su un’assenza di progressi nei negoziati Brexit.

Di conseguenza, venerdì i negoziati tra Regno Unito e UE sono tornati a fuoco e il team di JP Morgan sta adattando la propria strategia di trading di conseguenza. “Le posizioni short GBP hanno iniziato a esibirsi nell’ultimo paio di giorni in cui il mercato sembra finalmente riconoscere la realtà di un processo Brexit che è effettivamente in fase di stallo”, afferma Paul Meggyesi, vice presidente delle valute e delle materie prime presso JP Mor gan.

Ecco alcuni broker su cui puntare:

BROKER
CARATTERISTICHEVANTAGGI 
Markets.comTrading CFD, tanti strumentiConto demoPROVA >>
plus500Servizio CFDDemoPROVA >>
eToro social tradingSocial trading, copy tradingCopy fundsPROVA >>
24optionSpread bassi, CFDRendimenti elevatiPROVA >>
Xm.comBonus 25€Conti Zero spread!PROVA >>
AvaTradeForex, azioni, criptovaluteWebinar ed ebookPROVA >>

“La riduzione del rischio politico eurocentrico combinato con il miglioramento del flusso di dati continentale giustifica la rotazione delle posizioni di cassa in GBP da JPY e USD in EUR / GBP e GBP / CHF.” Il Consiglio europeo ha avvertito la scorsa settimana che l’Unione Europea intensificherà i suoi preparativi per un’uscita del Regno Unito dall’UE senza alcun accordo sulla relazione futura data l’assenza di progressi nei negoziati, mentre indica che vi è spazio per la flessibilità nel concordare un accordo commerciale post-Brexit se il Regno Unito è disposto ad accettare la supremazia della Corte europea di giustizia in alcune aree della legge del Regno Unito.

GBP / EUR, il governo May rischia di cadere sulla Brexit

La sterlina ha appena concluso il suo peggiore trimestre di scambi contro il dollaro dopo il voto sulla Brexit, essendo sceso di oltre il 6% da aprile a un minimo di 7 mesi e mezzo. Nel frattempo, la sterlina aveva mantenuto una tendenza ampiamente orientata verso l’Euro, fino a quando un recente calo non ha portato il fondo del range a 1,13, suggerendo che la porta potrebbe aprirsi a una mossa più sostenuta. Per le prospettive a breve termine di Sterling, molto dipenderà dagli sviluppi della Brexit di questa settimana. Il primo ministro Theresa May dovrebbe spingere il suo parlamento per una posizione unitaria nei confronti del futuro rapporto commerciale tra l’UE e il Regno Unito con un focus specifico sulla natura del rapporto doganale.

“Il prossimo potenziale focus sulla Brexit sarà la riunione del parlamento del venerdì in cui il PM May tenterà ancora una volta di definire una posizione di governo comune in materia di politica doganale, mercato unico e linee rosse associate alla Brexit”, aggiunge Meggyesi, osservando la riunione del parlamento settimanale come potenziale precursore di rinnovate paure rispetto a una sfida alla leadership di PM May. L’incontro sarà seguito dalla pubblicazione di un Libro bianco ufficiale per i mercati e i negoziatori dell’UE a cui affondare i denti. Se ritenuti credibili e in qualche modo mitigano le preoccupazioni di Brexiteers, Remainers e dell’UE, allora Sterling potrebbe trovarsi in una posizione molto più felice. Infatti, l’analisi di Pantheon Macroeconomics suggerisce che May sia in definitiva un percorso verso una Brexit morbida, ei benefici alla sterlina di tale decisione sono notevoli.

Gli economisti della casa di ricerca indipendente dicono che GBP / EUR può arrivare fino a 1,27 entro la fine del 2019 e GBP / USD potrebbe salire fino a 1,40 entro la fine del 2019 su una Brexit morbida. I timori sono che senza ulteriori concessioni da Downing Street il Regno Unito andrà in rotta per una Brexit “senza accordo”, che porterà quasi certamente a tariffe e cosiddette barriere non tariffarie tra il Regno Unito e l’UE, che molti sostengono per la crescita economica e infliggeranno un altro colpo alla sterlina inglese.

Tuttavia, con troppe concessioni, il governo, che è amaramente diviso rispetto all’UE, potrebbe cadere se vi è una notevole ribellione tra i legislatori che vogliono il più puro dei Brexit. Ciò significherebbe un’altra elezione che potrebbe portare il partito laburista all’opposizione al potere, che secondo alcuni sarebbe anche negativo per l’economia, viste le sue inclinazioni socialiste e il suo passato per quanto riguarda le finanze della nazione. L’apparente prospettiva di una sconfitta per la May si trova dunque in vantaggio. Gli strateghi di JP Morgan anticipano che il tasso di cambio Sterlina-Euro è particolarmente esposto a una mossa più bassa. Il tasso di cambio franco-svizzero è sceso dello 0,46% nel 2018 avendo raggiunto 1,3051, ma una caduta più profonda è prevista nei prossimi mesi.

Da qualche parte, la Rabobank, con sede nei Paesi Bassi, ha tagliato le loro previsioni per la sterlina rispetto alla scorsa settimana. “Alla luce del puro grado di rischio politico è sorprendente che la volatilità della sterlina non è stato più alto nelle ultime settimane”, dice Jane Foley, uno stratega FX di Rabobank, un fornitore di servizi finanziari multinazionale.

Il team di Foley e Rabobank ora prevede che il tasso da Euro a Sterlina salirà a 1,15 quest’anno, data l’incertezza sulla traiettoria dei colloqui Brexit, in calo da 1,19 in precedenza. Ma questa previsione ridotta implica ancora qualche rialzo per la Sterlina nei prossimi mesi, che rintocca con la strategia della Danske Bank su GBP / EUR che cerca di acquistare qualsiasi debolezza in Sterling. E, a giudicare dal rimbalzo dei minimi di tre mesi visto negli ultimi giorni, questa strategia si sta rivelando proficua.

“Le discussioni dei governi britannici sul suo libro bianco susciteranno probabilmente più attenzione quando il parlamento di Theresa May probabilmente si incontrerà la prossima settimana per cercare di raggiungere un accordo. Dal punto di vista rischio / rendimento, pensiamo che la rottura sopra 0.8850 in EUR / GBP sia un’opportunità di vendita”, afferma Vladimir Miklashevsky, uno stratega del trading desk presso Danske Bank. O.8850 in EUR / GBP si traduce in acquisti inferiori a 1,13 in GBP / Termini EUR.

GBP / EUR, nessuna spinta per la sterlina nonostante la fiducia della Banca d’Inghilterra

La sterlina è a malapena migliorata oggi, nonostante il governatore della Bank of England Mark Boney “appaia inaspettatamente fiducioso sulle prospettive economiche del Regno Unito”, affermano gli esperti. Nel frattempo l’euro ha beneficiato del miglioramento dei dati al dettaglio della zona euro. La sterlina è attualmente scambiata a € 1.130 contro l’euro, secondo Bloomberg. Laura Parsons, analista valutario di TorFX, ha parlato con Express.co.uk per quanto riguarda gli ultimi dati sui tassi di cambio. “La coppia GBP / EUR ha invertito i suoi precedenti guadagni giovedì nonostante il governatore della Bank of England (BoE) Mark Carney sembra inaspettatamente fiducioso sulle prospettive economiche del Regno Unito.

“I suggerimenti di Carney che sembra che l’economia stia tornando indietro dopo che un debole primo trimestre ha alimentato le scommesse sui tassi di interesse, ma ha fatto poco per incoraggiare la sterlina più in alto.” L’euro, nel frattempo ha beneficiato del miglioramento dei dati al dettaglio dall’Eurozona. “Con pochi dati influenti sulle carte, è improbabile che la settimana finisca per battere GBP / EUR e l’abbinamento rimarrà probabilmente intorno al livello di € 1,13.”

La sterlina ha goduto di un mini rally su Mercoledì grazie ad un PMI dei servizi del Regno Unito molto positivo e inaspettato. “Dato che il settore dei servizi rappresenta oltre il 70 per cento della crescita totale, la notizia che la produzione era ai massimi livelli per sette mesi ha sostenuto le speranze di un rialzo dei tassi di agosto dal Bank of England (BoE) e ha inviato Sterling più in alto “, ha detto Parsons.

L’attuale tasso è il più basso dall’inizio di maggio e riflette la fiducia erosa tra i trader della sterlina a causa delle notizie della Brexit e della Bank of England (BoE). Nel primo caso, in vista di un vertice UE di due giorni, il primo ministro irlandese Leo Varadkar ha avvertito che il Regno Unito deve affrontare il lento passo dei progressi della Brexit quest’anno. Ha affermato: “Prevedo che i leader dell’UE inviino un messaggio forte al Regno Unito che i negoziati con la task force devono intensificarsi”. La mancanza di progressi nei negoziati sul ritiro L’accordo è stato molto deludente. “L’altro fattore riguardante i commercianti di sterline è stato il segnale che potrebbe non esserci un rialzo dei tassi di interesse di agosto dopo tutto.

Il vice governatore della BoE Jon Cunliffe ha respinto l’idea di un tasso d’interesse della BoE del 2,5 per cento in pochi anni. Ha detto: “I mercati finanziari presumono che i tassi di interesse saliranno di altri tre quarti di punto percentuale rispetto alla coppia successiva di anni. Facciamo le nostre previsioni sulla base di dove i mercati finanziari hanno quei tassi di interesse e pensiamo di avere l’inflazione a livelli di questo tipo”. Cunliffe è solo uno dei nove membri votanti del Comitato di politica monetaria ( MPC), ma questo ha ancora deluso coloro che sperano in un imminente rialzo dei tassi della BoE.

I dati dell’Eurozona di oggi sono stati decisamente contrastanti, ma non è stato abbastanza grave da consentire una ripresa dell’euro in sterline. I dati sulla fiducia dell’eurozona per giugno hanno mostrato una diminuzione della fiducia delle imprese e dei consumatori, ma un lieve aumento dei sentimenti nei servizi e nessun cambiamento per gli industriali sentimento. Anche se il calo della fiducia delle imprese è stato peggiore del previsto, il fatto che alcuni risultati siano stati positivi significa che l’euro non ha sofferto troppo male.

I prossimi importanti dati che potrebbero influenzare il tasso di cambio dell’euro sterlina saranno il tasso di inflazione tedesco preliminare di questo pomeriggio cifre per giugno. Le stime sono inclinate per mostrare un rallentamento dei livelli dell’inflazione anno su anno e mese per mese, che potrebbe svalutare l’euro e consentire un anticipo GBP / EUR. L’economia tedesca è la più grande nella zona euro , quindi un rallentamento potrebbe causare un calo complessivo del tasso di inflazione complessivo del blocco, lontano dagli obiettivi della Banca centrale europea (BCE).

Oltre a queste letture, la sterlina potrebbe mettere in scena una ripresa questo pomeriggio quando il responsabile delle politiche della BoE Andy Haldane parlerà. Il sig. Haldane ha votato in particolare per tassi di interesse più alti la scorsa settimana, quindi potrebbe causare un aumento del tasso di cambio dell’euro se egli ribadisce oggi questo sentimento rialzista.

GBP / EUR, per Pantheon Macroeconomics potrebbe arriva a 1,27 entro 2019

Mentre le prospettive per il resto del 2018 sembrano attenuate, Pantheon annuncia ai clienti che il 2019 dovrebbe vedere un rapido miglioramento delle sorti dell’economia e per l’avanzata di Sterling. “Rimaniamo ottimisti, tuttavia, che l’economia riprenderà slancio nel 2019, consentendo l’MPC aumentare il tasso bancario due volte, all’1,0% entro la fine del prossimo anno: il Cancelliere probabilmente sceglierà di sospendere il consolidamento fiscale nel bilancio d’autunno, ma è sulla buona strada per raggiungere il suo obiettivo: ridurre il prestito corretto per il ciclo a meno del 2% del PIL entro il 2020. Due anni prima, quindi può rottamare tutte le misure di austerità previste per il 2019 “, afferma Tombs.

Gran parte dell’assunzione per una ripresa dell’attività economica del Regno Unito si basa tuttavia su notevoli cambiamenti nel sentimento della Brexit; c’è spazio per la fiducia delle imprese e degli investitori per “rianimare in seguito a un perno del governo verso una Brexit morbida entro la fine dell’anno”, aggiunge Tombs. Poi conclude: “nessuna delle opzioni considerate dal governo per facilitare gli scambi al di fuori dell’unione doganale trovano il consenso del governo. L’impegno a mantenere un confine privo di attriti nell’Irlanda del Nord, o avere abbastanza sostegno in parlamento, o sarà concordato dall’UE.”

Pertanto, le notizie di una terza opzione lanciata dal Regno Unito potrebbero sbloccare i progressi. Tuttavia, Tombs insegue alcune ipotesi come quella che sarà molto difficile per Theresa May consegnare senza rischiare un ammutinamento, in quanto si aspetta che il governo accetti di rimanere nell’unione doganale, ma di lasciare il mercato unico dopo il periodo di transizione che termina nel dicembre 2020 “, e quindi di cambiare la sua opinione pure riguardo il lasciare il mercato unico.

“Il parlamentare conservatore Jacob Rees-Mogg, dice che il Primo Ministro rischia una rivolta se il tipo di Brexit che ha promesso non verrà concluso. Scrivendo sul Daily Telegraph, Rees-Mogg ha detto che lui e gli altri 60 membri del gruppo di eurodeputati Tory che guida, noto come European Research Group, rifiuterebbero un accordo che non equivale a una rottura netta con l’UE. “I Tory Brexiteers non gradiranno la faccia di Mrs May, ma faranno fatica a cacciarla. La maggior parte si renderà conto che cambiare il leader non porterà a un risultato della Brexit diverso e non vorranno innescare un generale elezioni, che potrebbero perdere”, dice Tombs.

La mossa verso una Brexit soft sarà strumentale nel modellare un forte rimbalzo del valore della Sterlina britannica secondo la Pantheon Macroeconomics. “La possibilità di uno scoppio della crescita guidata dagli investimenti in seguito a una decisa decisione Brexit è ampiamente sottovalutata”, afferma Tombs.

Secondo le stime di Pantheon Macroeconomics Gran Bretagna attualmente detiene liquidità pari al 37% del PIL, in aumento rispetto al 34% rispetto al voto Brexit. Anche se una parte di questo surplus di liquidità fosse speso, la crescita del PIL accelererebbe sensibilmente. Le previsioni del tasso di cambio per una Brexit morbida e due rialzi dei tassi nel 2019 suggeriscono che la sterlina dovrebbe apprezzare particolarmente, con un tasso di cambio GBP USD a 1,40 e un tasso di cambio GB EUR a 1,27 entro la fine del prossimo anno. Questo è molto in anticipo rispetto alle previsioni di consenso in quanto la maggior parte degli analisti non ha un’ipotesi simile per una Brexit morbida, dando maggiore credito ad un accordo ibrido che vede il Regno Unito lasciare il mercato unico dell’UE.

GBP / EUR, secondo molti analisti sterlina sottovalutata rispetto ad economia britannica

Il pensiero attuale sui mercati valutari globali va nel senso in cui la sterlina è sottovalutata rispetto alle prestazioni dell’economia, e questa sottovalutazione è un effetto collaterale diretto dell’incertezza in corso relativa alle future relazioni commerciali tra il Regno Unito e l’UE. È necessaria la conformità. e fino a quando non sarà disponibile quella chiarezza, i trader di valuta estera si accontenteranno di sedersi ai margini e lasciare che la Pound si muova su un raggio laterale rispetto all’euro.

“Alla luce del puro grado di rischio politico è sorprendente che la volatilità della sterlina non è stata più elevata nelle ultime settimane”, afferma Jane Foley, foreign exchange strategist di Rabobank, il fornitore di servizi finanziari multinazionale con sede in Olanda. A questo sentimento fa eco Gajan Mahadevan, uno stratega quantitativo di Lloyds Bank: “Esiste un alto grado di incertezza riguardo al rischio di eventi di tipo binario chiave (Brexit), riducendo la convinzione direzionale a medio termine tra i partecipanti istituzionali e aziendali.”

Ma le aspettative sono per una significativa quantità di nebbia riguardo al futuro rapporto tra l’UE e il Regno Unito che evaporerà nel momento in cui il Regno Unito uscirà nel marzo 2019; questo a sua volta è ampiamente previsto che permetta al Pound di puntare a una ripresa. Tuttavia, le nuove analisi di Rabobank suggeriscono che questa ipotesi è in realtà troppo ottimistica e che i mercati valutari continueranno a contendersi con incertezze al momento in cui questa data arriverà, e anche al di là del giorno della Brexit. L’incertezza che circonda il futuro rapporto sarà ancora prevalente nel 2019 assicurerà sicuramente che la Sterlina rimanga a livelli soppressi, e Rabobank ha di conseguenza annunciato un downgrade ai suoi obiettivi per la valuta.

La colpa dei lenti progressi nei negoziati sulla Brexit, e una presunzione crescente che nessuna svolta importante sarà presentata prima del marzo 2019 è in gran parte affidata al governo del Regno Unito che è gestito da un diviso partito conservatore. Quindi il primo ministro May ha mantenuto l’unità del partito e ha vinto voti chiave in parlamento, che crediamo le conferisca più credito. I commentatori politici sono disposti a darle credito. Mentre maggio potrebbe mostrare abilità astute di gestione politica, i mercati lamentano che non esiste ancora una posizione politica unitaria su aree chiave dei negoziati sulla Brexit che saranno pubblicati dal governo.

“La signora May è riuscita a respingere due contestazioni alla Camera dei Comuni questo mese permettendo il passaggio del disegno di legge dell’UE (ritiro). Legato al fatto che il parlamento debba o meno avere un voto significativo sull’accordo sulla Brexit, il governo è riuscito a negoziare”, dice Foley.

Potrebbe anche darsi che l’unità di governo debba rompere la Sterlina appare più alto in quanto le aspettative per un più rapido progresso verso un accordo sulla Brexit finale sono evidenti. Foley è tuttavia scettico. “Il tempo sta per scadere prima che la Brexit inizi nel marzo 2019”, dice Foley, “i funzionari dell’UE hanno recentemente avvertito che devono prepararsi ad ogni evenienza, compreso il rischio che il Regno Unito possa uscire dall’UE senza un accordo. In base a questo scenario, aumenta il rischio che gli investimenti nel Regno Unito possano bloccarsi e che la GBP possa essere esposta a una maggiore pressione al ribasso.”

Responsabilità: L'autore dell'articolo pubblicato su webeconomia.it esprime le sue libere opinioni in merito alle analisi in oggetto. Dichiara che tutte le considerazioni fatte all'interno del post e le eventuali altre analisi sugli strumenti finanziari (valute, azioni, criptovalute, materie prime) sono soggettive e non devono essere considerate come incentivi e raccomandazioni di investimento. Le analisi e le quotazioni degli strumenti finanziari sono mostrate al solo scopo di informare e non per incentivare le attività di trading o speculazione sui mercati finanziari. Lo staff di webeconomia.it e gli autori degli articoli non si ritengono dunque responsabili di eventuali perdite di denaro legate ad attività di invstimento. Lo staff del sito e i suoi autori dichiarano di non possedere quote di società, azioni o strumenti di cui si parla all'interno degli articoli. Leggendo i contenuti del sito l'Utente accetta esplicitamente che gli articoli non costituiscono "raccomandazioni di investimento" e che i dati presentati possono essere non accurati e/o incompleti. Tutte le attività legate agli strumenti finanziari e ai mercati come il trading su azioni, forex, materie prime o criptovalute sono rischiose e possono comportare perdita di capitali. L'Utente, quindi, solleva lo staff di webeconomia.it e i suoi autori dalla responsabilità di qualunque perdita o danno subito legato ad attività di investimento che scaturisce dalla consultazione dei dati contenuti nel sito.

LEAVE A REPLY