GBP / EUR, i mancati accordi Brexit rendono ancora debole sterlina

Poiché i mercati rimangono scettici sul fatto che il Regno Unito e l’UE saranno pronti a concordare un accordo nei prossimi giorni, tuttavia, il cambio GBP / EUR ha faticato a mantenere un trend rialzista a lungo. Anche se le due parti possono raggiungere un accordo, rimane il dubbio se Theresa May può ottenere un accordo attraverso il Parlamento, mantenendo vivo il rischio di una Brexit senza accordo.

La speculazione sulla Brexit ha continuato a guidare la volatilità per la sterlina (GBP) nel pomeriggio grazie a commenti dei funzionari dell’UE. Le parole pronunciate dal capo negoziatore dell’UE Michel Barnier hanno incoraggiato gli investitori a riacquistare la sterlina, con Barnier che sembra esprimere ottimismo nello stato dei negoziati sulla Brexit. Con il testo del trattato Brexit si suppone che quasi la Sterlina diventi pronta per l’euro.

Il tasso di cambio (GBP / EUR) è stato in grado di recuperare parte del suo terreno perduto. Il tasso di cambio dell’euro sterlina (GBP / EUR) si attenua quando il Brexit Worries monta l’ultima ondata di nervosismo del mercato rispetto alla Brexit vista stamattina, la sterlina britannica (GBP) è stata sottoposta a nuove pressioni perché le probabilità di un accordo imminente sembrano diminuire.

Come riferito da Theresa May, una riunione programmata ha suggerito che i ministri restino divisi sui piani proposti, respingendo la probabile data di qualsiasi accordo tra il Regno Unito e l’Unione europea. Se May non può sostenere l’accordo Brexit e risolvere il problema del confine irlandese, la prospettiva di una difficile uscita continuerà a gravare sull’economia nazionale.

Più ci si avvicina alla scadenza del marzo 2019, più è probabile che i tassi di cambio della sterlina britannica subiscano pressioni in assenza di un accordo tra le due parti. La controversia sul bilancio italiano continua a calpestare l’euro (EUR) Anche le preoccupazioni politiche hanno continuato a pesare sull’euro (EUR) questa settimana grazie al budget in corso disputa tra funzionari italiani e comunitari. Con il governo italiano in cerca di sfidare le pressioni per presentare un bilancio rivisto del 2019 alla Commissione europea. Martedì i tassi di cambio EUR potrebbero subire nuove pressioni.

GBP / EUR: se sterlina è debole, anche Euro lo è

Mentre l‘economia italiana ha continuato a manifestare segni di indebolimento, gli investitori rimangono scettici sul probabile impatto dei piani del governo italiano. Gli incrementi dei segnali di tensione all’interno dell’area Euro sembrano limitare il potenziale ribassista della sterlina all’euro (GBP / EUR). Se il governo italiano si attiene al suo obiettivo iniziale di deficit di bilancio, potrebbe vedere la valuta unica estendere ulteriormente le sue recenti perdite questa settimana.

Un punto di raccolta potrebbe essere in procinto per la sterlina, nel frattempo, come le previsioni indicano un solido risultato dai dati settimanali dei guadagni di settembre. Gli investitori si aspettano di vedere guadagni settimanali medi esclusi i bonus fermi al 3,1% nei tre mesi fino a settembre, rimanendo saldamente in vantaggio sui dati sull’inflazione. la crescita dei salari dovrebbe sostenere l’economia in generale, incoraggiando i consumatori a spendere di più negli ultimi mesi dell’anno.

Tuttavia, i dati dell’indice dei prezzi al consumo di mercoledì potrebbero causare un altro crollo del tasso di cambio GBP / EUR. Mentre un tasso di inflazione più elevato metterebbe la Banca d’Inghilterra (BoE) sotto maggiore pressione per considerare l’aumento dei tassi di interesse, le implicazioni per l’economia nazionale non sarebbero così positivo. Indebolimento delle previsioni di crescita tedesche a pesare sui tassi di cambio dell’euro (EUR) La fiducia nell’euro potrebbe peggiorare ulteriormente se il prodotto interno lordo del terzo trimestre punta a una perdita di slancio nell’economia dell’Eurozona.

Le previsioni indicano un rallentamento dal 2,0% a 1,3% sull’anno, confermando l’impatto negativo che le crescenti tensioni sul commercio globale hanno avuto sull’economia tedesca. Una contrazione della crescita nel trimestre potrebbe portare i tassi di cambio dell’euro a un brusco calo, con segnali già rivolti verso una debole performance economica nel quarto trimestre. Con la crescita prevista per facilitare l’Eurozona, il tasso di cambio da sterlina a euro (GBP / EUR) potrebbe tornare a un punto di forza nei giorni a venire.

GBP / EUR, ci sono comunque timidi segnali rialzisti

La sterlina è quotata a 1,1446 contro l’euro all’inizio della nuova settimana dopo essere svanita da un mese a 1,1507 nella settimana precedente; il tasso di cambio è comunque ben al di sopra del minimo del mese a 1,1878 registrato il 1 ° novembre. La tendenza è quindi complessivamente positiva per la sterlina, ma la valuta potrebbe iniziare in modo soft per la nuova settimana grazie ai titoli che suggeriscono l’E.U. hanno respinto le proposte del primo ministro britannico che cerca di superare lo stallo nei negoziati Brexit sulla questione irlandese.

“L’accordo sulla Brexit di Theresa May crolla mentre E.U. spegne il supporto vitale “ riporta il Sunday Times; un titolo che vedrà sicuramente i mercati pareggiare l’esposizione alla valuta del Regno Unito nel breve termine. “Questo fine settimana esponenti di alto livello dell’UE hanno inviato onde d’urto attraverso il n. 10 respingendo il piano di May, scatenando timori che i negoziati si siano scomposti giorni prima dei preparativi no-deal. I costi di miliardi devono essere implementati “, afferma Caroline Wheeler, vice editorialista del Sunday Times.

I fondamentali sono quindi chiaramente ribassisti; tuttavia, l’impostazione tecnica alla base di Sterling è positiva e se i mercati ritengono che un accordo sia ancora probabile nonostante la battuta d’arresto dei titoli, sono possibili ulteriori guadagni. Gli analisti suppongono che il tasso di cambio tra sterlina e euro continuerà probabilmente a salire nella settimana a venire si estende la tendenza affermata a breve termine.

“Uno dei principali vantaggi quando si guarda ai mercati dal punto di vista dell’analisi tecnica è che non è necessaria una narrativa per capire il sentimento del mercato”, afferma Piotr Matys, analista di Rabobank, che spiega come l’analisi tecnica ponga il vantaggio di eliminare i rumori confusi che potrebbero essere forniti dai titoli di testa. Suggeriamo che coloro che osservano i tassi di cambio della sterlina ponderino i dati tecnici rispetto ai titoli quando formulano giudizi sulle prospettive della valuta.

La coppia è appena rientrata nel canale che un tempo aveva scambiato per la prima metà dell’anno, ciò dopo che si è temporaneamente interrotta durante l’estate. Ora è tornata correttamente all’interno del quale è un segno leggermente rialzista per la coppia.

Piattaforme per fare trading su GBP/EUR

BROKER
CARATTERISTICHEVANTAGGI 
CFDs sono strumenti finanziari complessi e comportano un alto rischio di perdita di denaro rapidamente a causa della leva. Tra il 74-89% dei trader retail perdono soldi facendo trading CFD. Prima di fare trading cerca di capire come funzionano i CFD ed i rischi che comportano.
24optionSpread bassi, CFDRendimenti elevatiPROVA >>
Markets.comTrading CFD, tanti strumentiConto demoPROVA >>
plus500Servizio CFDDemoPROVA >>
eToro social tradingSocial trading, copy tradingCopy fundsPROVA >>
Xm.comBonus 25€Conti Zero spread!PROVA >>
AvaTradeForex, azioni, criptovaluteWebinar ed ebookPROVA >>
Responsabilità: L'autore dell'articolo pubblicato su webeconomia.it esprime le sue libere opinioni in merito alle analisi in oggetto. Dichiara che tutte le considerazioni fatte all'interno del post e le eventuali altre analisi sugli strumenti finanziari (valute, azioni, criptovalute, materie prime) sono soggettive e non devono essere considerate come incentivi e raccomandazioni di investimento. Le analisi e le quotazioni degli strumenti finanziari sono mostrate al solo scopo di informare e non per incentivare le attività di trading o speculazione sui mercati finanziari. Lo staff di webeconomia.it e gli autori degli articoli non si ritengono dunque responsabili di eventuali perdite di denaro legate ad attività di invstimento. Lo staff del sito e i suoi autori dichiarano di non possedere quote di società, azioni o strumenti di cui si parla all'interno degli articoli. Leggendo i contenuti del sito l'Utente accetta esplicitamente che gli articoli non costituiscono "raccomandazioni di investimento" e che i dati presentati possono essere non accurati e/o incompleti. Tutte le attività legate agli strumenti finanziari e ai mercati come il trading su azioni, forex, materie prime o criptovalute sono rischiose e possono comportare perdita di capitali. L'Utente, quindi, solleva lo staff di webeconomia.it e i suoi autori dalla responsabilità di qualunque perdita o danno subito legato ad attività di investimento che scaturisce dalla consultazione dei dati contenuti nel sito.

LEAVE A REPLY