Francoise Bettencourt Meyers, chi è la donna più ricca del Mondo

Chi è Francoise Bettencourt Meyers? Se lo stanno chiedendo in tanti, soprattutto da quando Forbes l’ha promossa donna più ricca del mondo. Mentre risulta essere 15esima nella classifica globale. O per meglio dire, mista tra uomini e donne. Guidata da Jeff Bezos, fondatore e Ceo del colosso dell’e-commerce Amazon.

Il patrimonio di Francoise Bettencourt Meyers è di 44 miliardi di euro. Ed è chiamata a guidare il gruppo L’Oréal – colosso francese della cosmetica – dopo la dipartita della madre Liliane Bettencourt nel settembre 2017. inutile dire che dalla madre eredita anche il primato di donna più ricca del Mondo, che la donna ha tenuto per tutti i primi 14 anni in cui Forbes ha pubblicato la lista dei miliardari.

Naturalmente, non stiamo parlando di aristocratici che vivono di rendita. Ma di imprenditori che devono continuamente fare delle scelte strategiche delicate e quindi il proprio patrimonio è sottoposto a continuo rischio di impresa. Quindi, Francoise Bettencourt Meyers dovrà comunque darsi da fare affinché il buon nome che porta e il colosso che ha preso in eredità, continuino ad essere sinonimo di successo.

Vediamo di seguito una biografia di Francoise Bettencourt Meyers. Ma anche il caso Bettencourt.

Françoise Bettencourt Meyers chi è

Chi è Françoise Bettencourt Meyers? E’, come detto, un’ereditiera miliardaria francese e autrice di commenti biblici e di relazioni ebraico-cristiane.

L’unica figlia e quindi sotto la legge francese l’ereditiera di Liliane Bettencourt, la sua famiglia è proprietaria della compagnia L’Oréal. Sposò Jean-Pierre Meyers, nipote di un rabbino assassinato ad Auschwitz. Dopo il matrimonio, i Meyers hanno deciso di crescere i loro figli come ebrei.

Il suo matrimonio ha causato polemiche a causa di suo nonno, il fondatore di L’Oréal Eugène Schueller, processato per la collaborazionismo con il governo nazista.

Nel 2008, ha citato in giudizio François-Marie Banier per aver preso soldi dalla sua madre “instabile” e ha avviato il procedimento per far dichiarare la madre incompetente. Le rivelazioni nelle registrazioni segrete da lei utilizzate nelle prove erano all’origine dello scandalo di Woerth-Bettencourt.

Nel dicembre 2010, Bettencourt-Meyers ha annunciato di essersi stabilita in modo extragiudiziale con sua madre e Banier. Sua madre morì nel settembre 2017 in un momento in cui il suo patrimonio netto era di circa $ 39,5 miliardi. Il che, come detto, rende Francoise Bettencourt Meyers tra le prime 20 persone più ricche del mondo in generale.

A marzo 2019, Francoise Bettencourt Meyers è la donna più ricca del mondo, con una fortuna stimata di 49,3 miliardi di dollari, secondo Forbes.

Nel 2007 Françoise Bettencourt Meyers è apparsa sulla scena dei media durante l’affare Bettencourt-Banier. In realtà sta presentando una denuncia contro François-Marie Banier, fotografa e amica di sua madre, che accusa di approfittare della sua debolezza.

Il caso è stato chiuso per la prima volta nel 2010, prima di rimbalzare nel 2016, quando Françoise Bettencourt-Meyers è incriminata per la subordinazione del testimone.

Dal lato privato, ha sposato Jean-Pierre Meyers nel 1984. La coppia ha due figli; Nicolas nato nel 1986 e Jean-Victor nato nel 1988.

Françoise Bettencourt Meyers libri

Oltre alle sue attività alla guida de L’Oréal, Françoise Bettencourt-Meyers ha una brillante carriera intellettuale. È davvero una pianista di talento, oltre che uno scrittrice dal talento riconosciuto. È una studiosa e ha fatto diversi studi sulle religioni.

La sua prima opera, pubblicata nel 1994, tratta della mitologia greca. Nel 2008, ha pubblicato Le trombe di Gerico, una somma impressionante sull’interpretazione della Bibbia, sforzandosi di attraversare gli approcci ebrei e cattolici.

Questo studio è acclamato dalla critica, e anche assegnato il premio Lauriers Verts nel 2009. E ‘anche conosciuta per il suo lavoro di beneficenza, in particolare nel campo della ricerca sulla sordità.

Il caso Bettencourt cos’è

Come asserisce la maggior parte dei resoconti, Bettencourt ha incontrato François-Marie Banier, uno scrittore, artista e fotografo di celebrità francese, nel 1987 quando gli è stato commissionato di fotografarla per la rivista francese Egoïste.

Negli anni successivi, Banier e Bettencourt divennero amici e lei divenne il suo benefattore, donandogli doni su di lui stimati per un valore di almeno 1,3 miliardi di euro. Questi doni comprendono, tra l’altro, una polizza di assicurazione sulla vita del valore di 253 milioni di euro nel 2003, un’altra polizza di assicurazione sulla vita del valore di 262 milioni di euro nel 2006, 11 opere d’arte nel 2001 del valore di 20 milioni di euro, compresi i dipinti di Picasso, Matisse, Mondrian, Delaunay e Léger, una fotografia del surrealista Man Ray e denaro.

Le polizze di assicurazione sulla vita sarebbero state firmate da Banier dopo che Bettencourt si stava riprendendo da due ricoveri nel 2003 e nel 2006.

Nell’aprile 2013, la rivista Forbes elencava Liliane Bettencourt come la donna più ricca del mondo nel 1999 con un valore di $ 30 miliardi. Nel dicembre 2007, solo un mese dopo la morte di suo padre, Françoise Bettencourt Meyers presentò una denuncia penale contro Banier, accusandolo di sfruttamento di una debolezza fisica o psicologica per guadagno personale su Bettencourt.

In seguito alla sua denuncia, la Brigade Financière, braccio investigativo finanziario della polizia nazionale francese, ha aperto un’indagine e, dopo aver intervistato i membri dello staff di Bettencourt, ha deciso di presentare la causa a un tribunale di Nanterre per il processo nel settembre 2009.

Nel dicembre 2009, il tribunale ha ritardato la decisione sul caso fino ad aprile 2010 (in seguito prorogato fino a luglio 2010) in attesa dei risultati di un esame medico dello stato mentale di Bettencourt. Tuttavia, Bettencourt rifiutò di sottoporsi a questi esami.

Nel luglio 2010 il processo fu aggiornato di nuovo fino all’autunno 2010, al più presto, dopo che i dettagli delle registrazioni registrate dal maggiordomo di Bettencourt, Pascal Bonnefoy, divennero pubblici. I nastri, che sono stati consegnati alla polizia, consistevano in oltre 21 ore di conversazione e sono stati fatti perché il maggiordomo aveva temuto che Bettencourt soffrisse di malattia di Alzheimer e venisse ingannato.

I nastri rivelerebbero che Bettencourt aveva fatto di Banier il suo “unico erede”, escludendo le azioni L’Oréal che costituiscono la maggior parte della proprietà di Bettencourt e che erano già state firmate da sua figlia e da due nipoti.

Il 6 dicembre 2010 Bettencourt si è riconciliata con sua figlia, ponendo fine a una serie di cause legali. È stato riferito che Bettencourt e Banier si erano separati, e che alla fine fu redatto dal testamento di Bettencourt. Il caso si riaccese durante l’estate seguente, tuttavia, quando Bettencourt disse che sua figlia aveva bisogno di cercare un aiuto psicologico, che rinnovò il loro allontanamento.

LEAVE A REPLY