Forex trader: di cosa si occupa e quanto guadagna?

Cosa fa il Forex trader? Quanto guadagna? Questa che può essere considerata anche una professione, se impegna buona parte della giornata e viene fatta con assiduità, non è così semplice come molte truffe vogliono far credere.

Richiede infatti impegno, formazione, analisi dei mercati, scelta oculata dei broker per svolgerla, e così via.

Sbagliato pensare che ci voglia una laurea. E’ sicuramente un di più che aiuta, ma a fare il grosso è soprattutto una formazione specifica sul trading e tanta tanta esperienza pratica.

Fatte le dovute premesse, in questo articolo ti aiuteremo a capirne di più sul forex trader.

Attualmente la soluzione migliore per fare trading forex è quella di sfruttare le piattaforme CFD. Ad esempio una ottima è quella del broker eToro. Si tratta di un broker autorizzato con servizi innovativi come quello del copy trading che permettono di copiare le operazioni dai migliori investitori.

Per saperne di più sui servizi di eToro clicca qui per visitare il sito ufficiale.

Forex trader: chi è

Chi è il forex trader? Si tratta di una persona che decide di investire i propri capitali sui mercati finanziari, allo scopo di ottenere un profitto.

Sebbene si parli di Forex, il più grande mercato finanziario al mondo dove si scambiano valute, in realtà si tende ad utilizzare questa accezione per un uso più generalizzato. Riferito cioè a tutti i tipi di strumenti finanziari.

Il trader viene definito tale proprio perché pratica il trading online. Ovvero, investe sui mercati finanziari dal proprio Pc o dispositivo mobile in modo indipendente, utilizzando una piattaforma che si pone come intermediaria tra lui e appunto i mercati. Chiamata Broker.

❓Cosa fa il forex trader ?Decide di investire i propri capitali sui mercati finanziari, allo scopo di ottenere un profitto. In particolare opera sul Forex
✅ E’ difficile?Accessibile a tutti
👍 Cosa studiareMercato forex /Basi di trading / Analisi tecnica
👥 Come iniziarePartendo dalle piattaforme demo / Pratica
🥇Miglior piattaforma Forex regolamentataeToro
🥇Miglior broker Forex con formazioneFP Markets

Piattaforme forex: ecco la classifica delle migliori

Di seguito vi proponiamo un elenco con le migliori piattaforme forex:

BROKER
CARATTERISTICHEVANTAGGI 
Social trading, copy trading
*67% dei trader perde soldi
Copy PortfolioISCRIVITI
Conto demo gratisServizi di intelligenza artificialeISCRIVITI
Corso trading gratis, CFDSocial tradingISCRIVITI
Servizio CFDDemoISCRIVITI
Bonus 25€Conti Zero spread!ISCRIVITI
CFDs sono strumenti finanziari complessi e comportano un alto rischio di perdita di denaro rapidamente a causa della leva. Tra il 67-89% dei trader retail perdono soldi facendo trading CFD. Prima di fare trading cerca di capire come funzionano i CFD ed i rischi che comportano.

si tratta di piattaforme regolamentate a livello europeo e registrate in Consob. Sono quelle più utilizzate in Italia e dunque le più riconoscibili e sicure grazie ai loro marchi, sinonimo di qualità.

Forex trader: di cosa di occupa

Cosa fa il forex trader? Come anticipato, è un investitore che cerca di trarre profitto dal trading online.

Per fare ciò, non ci si sveglia una mattina e ci si mette all’opera. Ma ci si avvicina all’attività per steps. Quindi, iniziando a capire di più sulla terminologia del trading online. Leggendo articoli come questo o libri sulla materia.

E poi, decide di formarsi a livello pratico e ciò può essere fatto usando il conto demo offerto da un broker. Un conto fatto di denaro virtuale, così non perderai il tuo denaro reale nel tentare di capirne di più. Ma ti tornerà utile anche quando sarai esperto e vorrai provare altre strategie di trading.

Il forex trader sceglie così gli asset su cui vuole investire, sia per la loro natura sia in base alla propria attitudine caratteriale.

Il forex trader deve analizzare i mercati sia quantitativamente (analisi tecnica) sia qualitativamente (analisi fondamentale) per capire se il prezzo di un asset crescerà o diminuirà.

Il trading con i Contract for difference permette infatti di potersi posizionare long o short. Guadagnando quindi sia se il prezzo dell’asset sale, sia se scende.

Gli asset tra cui sceglie un forex trader sono:

Coppie di valute Forex

Si tratta delle coppie valutarie, che danno vita ad un valore finale ed è sul loro aumento o decremento che il trader deve scommettere e puntare. Si tratta di un rapporto di forza tra due valute, come se fosse un braccio di ferro.

Le coppie di valute forex sono di 3 tipi:

  • Major: se al numeratore o al denominatore è sempre presente il Dollaro americano, la principale valuta mondiale
  • Minor: quando non è presente il dollaro ma una valuta tra Euro, Sterlina britannica, Yen giapponese, Franco svizzero, Dollaro australiano
  • Esotic: se al numeratore o al denominatore è sempre presente la valuta di un paese in via di sviluppo

Ecco le principali:

Materie prime

Le materie prime, chiamate più diffusamente nella lingua anglosassone Commodities, sono quelle che si reperiscono in natura. Anche in questo caso, si dividono in 2 famiglie:

  • Commodities hard: se il loro reperimento necessita di trivellare il sottosuolo. Parliamo di metalli preziosi, petrolio, gas naturale
  • Commodities soft: parliamo dei prodotti che si reperiscono in superficie, quindi frutta, cereali, caffè, cacao, barbabietola da zucchero, ecc. O prodotti da allevamento come la carne

Criptovalute

Si tratta degli asset digitali diffusisi con l’avvento del Bitcoin nel 2009. Da allora, sono nate migliaia di criptovalute, nate con lo scopo di decentralizzare il potere economico e sottrarlo a banche e istituzioni governative.

La loro volatilità le ha però rese anche un attraente asset per il trading online.

ETF

Gli Exchange traded-fund sono dei fondi che replicano il valore di un asset o più asset sottostanti. Sono lanciati e gestiti da società finanziarie, col vantaggio che il capitale che esprime è distaccato da quello della società emittente.

Quindi, in caso di fallimento di quest’ultima o di insolvibilità, l’investimento non sarà perso. Essendo poi fondi passivi, prevedono commissioni basse.

Il rischio è ammortizzato dal fatto che contengono più asset, quindi il loro andamento si riequilibra.

Azioni

Le azioni sono considerabili un classico per un forex trader. Si tratta di porzioni di capitale che una società mette a disposizione della borsa per reperire capitali.

Il valore delle azioni è frutto dell’incontro tra domanda e offerta. Quindi il valore lo fa il mercato, sebbene ci siano fattori esterni che possono sicuramente contribuire alla sua variazione.

Le azioni sono lanciate con una Ipo – Initial public offering – e col tempo il prezzo di lancio finisce per variare. Ora in modo più evidente, ora in modo più ristretto.

Per saperne di più potete consultare la nostra guida su come investire in Borsa.

Indici azionari

Gli indici azionari replicano il valore di un insieme di azioni, che può essere riferito ad un particolare mercato o ad una particolare area geografica.

Considerabile come l’ETF, è quindi un paniere dove gli asset si controbilanciano nel prezzo. Alla base ci sono tipi di calcolo differenti.

Quanto può guadagnare un forex trader

Non esistono importi precisi che un forex trader può guadagnare. Dipende dal capitale investito, dal tempo speso, dall’andamento della propria attività, e così via. Chi punta a fare del Forex una professione deve sicuramente dedicare molto tempo alla formazione.

Una persona che dedica al trading giusto un’oretta al giorno avrà certamente meno possibilità di guadagno di chi ci sbatte la testa 10 ore. E c’è pure chi impiega anche oltre.

Ovviamente, molto fa anche il capitale investito. Una persona che deposita 200 euro iniziali e ad ogni trades punta 10 euro, avrà meno possibilità di chi rischia migliaia di euro.

Il tutto poi dipende anche dalla fortuna, dal contesto finanziario in cui si opera e così via. Magari può capitare che chi investe pochi soldi e poco tempo, guadagni molto di più di chi impiega tanto tempo e denaro. Potrebbe aprire pochi trades ma vincenti. Nulla è automatico o dato per scontato.

Forex trader: quali broker usare?

La scelta del broker per svolgere l’attività di forex trader è molto delicata. Ai broker affidiamo i nostri capitali e i nostri dati sensibili. Quindi, fare scelte troppo leggere rischia di far finire entrambi nelle mani sbagliate.

Per facilitarti il compito, di seguito ti suggeriamo qualche buon broker forex su cui operare.

eToro

Il broker eToro è tra i più famosi al mondo. Prevede un deposito minimo di 50 euro, è spread-only, ha tre licenze per operare.

Ti offre un conto demo costituito da 100mila euro virtuali, e potrai copiare i trader migliori col copy trading.

Tra gli altri servizi, potrai interagire con gli altri trader nella sezione Feed. E ti mette a disposizione i Copyportfolios che sono insieme di asset divisi per categoria e selezionati dagli esperti di eToro che si servono di algoritmi.

Infine, se sei particolarmente interessato alle criptovalute, puoi provare eToro come Exchange: il servizio eToroX. Ma anche come broker CFD eToro offre oltre 30 criptovalute su cui tradare.

Apri ora il tuo account su eToro cliccando qui.
67% dei trader retail perde soldi facendo trading con questo broker CFD. Dovresti considerare i rischi di perdita di denaro

Capital.com

Il broker Capital.com è una piattaforma britannica che richiede un deposito minimo di soli 20 euro. Avrai a che fare con un broker con regolari licenze per operare e spread-only.

Capital.com ti offre la possibilità di formarti con una app, Investmate. Oltre ad un conto demo da mille euro disponibili.

Per investire sul Forex, Capital.com ti mette a disposizione un grafico con oltre 70 tra indicatori ed oscillatori di trading, per approfondire i mercati con l’analisi tecnica.

Potrai anche beneficiare dell’aiuto dell’intelligenza artificiale, già integrata nella piattaforma.

Apri ora il tuo account su Capital.com cliccando qui.
73.81% dei trader retail perde soldi facendo trading con questo broker CFD. Dovresti considerare i rischi di perdita di denaro

FP Markets

Il FP Markets è di origini australiane. Su alcune coppie Forex, i pips dello spread scendono fino a 0.0. Come deposito minimo richiede invece 100 euro.

Questo broker offre diversi tipi di piattaforme, che vanno da quelle web based alle app fino alla diffusissima Metatrader, nelle sue due versioni più conosciute 4 e 5.

Offre altresì un portale clienti avanzato per monitorare il tuo trading in tempo reale. E soluzioni VPS superiori per EA, scalper e auto-trading

L’assistenza clienti è 24×5, contattabile via telefono, e-mail o Live Chat.

Il broker è stato fondato nel 2018 ma fa parte di un gruppo di società con 15 anni di esperienza commerciale alle spalle.

Apri ora il tuo account su FP Markets cliccando qui.
71.2% dei trader retail perde soldi facendo trading con questo broker CFD. Dovresti considerare i rischi di perdita di denaro

AvaTrade

AvaTrade è un altro broker molto conosciuto, attivo da anni. Offre la popolare piattaforma Metatrader, ma anche la app Avatrade Go per gestire comodamente le tue operazioni ovunque ti trovi da mobile.

Il deposito minimo è di 100 euro, e tra i servizi che offre l’autochartist di Avatrade è uno strumento che viene messo gratuitamente a disposizione dei trader con conti dal valore superiore ai 500 euro.

Il suo scopo è quello di applicare dei principi di analisi tecnica in automatico, elaborando migliaia di calcoli al secondo per identificare le migliori opportunità di trading.

Anche AvaTrade consente di usare il copy trading, sebbene il servizio sia esternalizzato ed affidato a piattaforme esterne come Zulutrade e a MQL5.

Apri ora il tuo account su AvaTrade cliccando qui.
79% dei trader retail perde soldi facendo trading con questo broker CFD. Dovresti considerare i rischi di perdita di denaro

XM.com

XM offre il trading su oltre 1000 strumenti. Vanta oltre 5 milioni di clienti provenienti da oltre 196 paesi, mentre lo staff parla oltre 30 lingue.

XM ti consente di scegliere tra 3 tipi di conto:

  • Micro e Standard, che sono molto simili tra di loro. Entrambi non prevedono commissioni sulle transazioni e il deposito minimo richiesto è di soli $5
  • XM Zero prevede spreads generalmente più bassi rispetto degli altri due conti, ma a fronte di una commissione per ogni operazione di trading effettuata. Il deposito minimo richiesto è di $100

Il conto demo è disponibile senza una scadenza. Ogni utente può detenere fino a un massimo di 5 conti demo attivi.

Tra le piattaforme, troviamo:

  • MT4
  • MT5
  • App

Il servizio clienti si divide in Via chat, Via email, Via telefonica.

Apri ora il tuo account su XM cliccando qui.

Forex trader: le strategie

Quali sono le migliori strategie per un forex trader? Ecco le più usate:

  • Day trading: il forex trader apre poche posizioni che si chiudono nell’arco di una giornata
  • Scalping: il forex trader apre molte posizioni sempre in un giorno, e il successo o il fallimento di questa strategia è decretato dalla somma delle piccole perdite o dei piccoli profitti maturati
  • Buy and hold: detta anche strategia cassettista, prevede che il trader si posizioni su un asset per lunghi periodi, anche mesi o anni
  • Swing trading: a metà strada tra il day trading e la strategia cassettista, si tratta di approfittare delle variazioni di prezzo in una stessa posizione

Ogni strategia ha delle proprie caratteristiche. La scelta dipende anche dalla propria attitudine allo stress e dalla dimestichezza con le analisi.

Forex trader: quanto capitale investire?

Non esistono soglie minime e massime. Tutto dipende dalle proprie reali possibilità. E’ consigliabile sempre investire quanto si può realmente, senza fare il passo più lungo della gamba. E poi, quando le cose stanno andando bene, alzare un po’ alla volta l’asticella rischiando di più.

Abbiamo comunque visto quanto i broker prima elencati richiedano somme davvero esigue di ingresso. Che si stringono in un range tra i 100 e i 5 euro.

Forex trader: le domande frequenti

Chi è il Forex trader?

E’ un investitore che cerca di trarre profitto dal trading sul mercato Forex. Il più grande mercato finanziario dove si incontrano le valute di tutto il mondo. Il cui rapporto dà vita ad un valore sul quale il trader deve indovinare se crescerà, diminuirà o resterà stabile in futuro.

Spesso comunque si utilizza l’accezione forex trader per riferirsi al trading anche su altre tipologie di asset: azioni, indici azionari, materie prime, criptovalute, ETF.

Conviene fare il forex trader?

Occorre farsi un’esame di coscienza e capire se si hanno i capitali per farlo e le attitudini caratteriali. Oltre ad essere disponibili ad una formazione costante.

Quali sono i migliori broker per fare il forex trader?

Puoi provare su eToro e Capital.com.

Forex Trader - Riepilogo

Conclusioni

Il forex trader è colui che investe i propri capitali e spende il proprio tempo per cercare di trarre profitto dal trading sul mercato Forex.

Quest’ultimo è un mercato ideato nel 1971, dove si incontrano le valute, il cui rapporto dà un valore. Ed è su questo che il trader cerca di trarre profitto, posizionandosi nella direzione giusta.

Ci sono comunque anche altri asset su cui un trader forex può investire. Anzi, deve, perché deve diversificare il proprio portafoglio.

La scelta del broker è molto delicata, per non incappare in truffe. Puoi provare su broker che offrono conti demo.

Per iniziare è fondamentale partire a fare pratica con le demo. Vi lasciamo con i link ufficiali che sono mediati dal server di WebEconomia in modo da garantire l’accesso sicuro:

Sono le migliori piattaforme con conti demo illimitati e sopratutto gratuiti per sempre.