Forex, quanto si guadagna? Ecco tutta la verità!

 

Il senso comune sta sviluppando riguardo al forex un’opinione certamente non positiva. A incidere è sicuramente il tenore delle pubblicità di broker, che promettono guadagni facili in poco tempo. Un messaggio reputato poco credibile e foriero di guai (e di truffe). Occorre vederci chiaro sulla questione forex-guadagno. Ecco qualche faq in grado di sciogliere ogni dubbio.

Quanti sono i trader che riescono a guadagnare nel forex? In verità sono molto pochi. A fine anno, riesce ad essere in attivo solo il 15% degli investitori del mercato valutario. Esistono però alcuni trader particolarmente esperti che riescono a guadagnare cifre esagerate. Questi vengono chiamati “squali forex” e rappresentano il 5% degli investitori totali.

E’ vero che si possono guadagnare centinaia di euro in pochi minuti? Assolutamente no. Questa è una delle bufale che i messaggi pubblicitari cercano di fa passare per verità. Guadagno facile e ingente. Una cuccagna, peccato che non esista.

Il forex è un mercato a somma zero? Sì, lo è. Questo vuol dire che non è possibile “perdere tutti”. Non è come la roulette. Se un trader perde 100 euro, dall’altro lato del mondo ci sarà un trader che ne guadagna 100. L’equazione, a dire il vero, non è così precisa. Va considerata anche la quota (spread) che spetta ai broker.

Per che cosa tifano i broker? Alcuni pensano che i broker sperino che il trader perda. Ciò è sbagliato. Al broker non interessa l’esito delle operazione dei trader. Il loro guadagno, infatti, non è costruito sulla perdita o sulla vincita, ma sullo spread. Anzi, il broker spera che il trader apra un numero sempre maggiore di posizioni, quindi caso mai tifa per una buona riuscita dell’attività di trading.

Nel forex ci sono le truffE? Sì, e sono pure tante. E’ stato calcolato che nel 2013 il forex ha prodotto truffe per 450 milioni di euro. I responsabili di questi numeri sono i broker “disonesti”. Un broker disonesto fa credere ai trader di poter guadagnare tanto faticando poco; offre sistemi “strani”, come il forex automatico; incita all’apertura di posizioni a casaccio (se guadagna per mezzo degli spread). Parentesi sul forex automatico. Si basa su software che investono al posto del trader seguendo algoritmi e principi matematici di varia natura. Inutile dire che se funzionassero, li utilizzerebbero tutti.

Si può iniziare a fare forex con pochissimo denaro? Sì, alcuni broker offrono questa possibilità. Sommando le opportunità dei micro lotti a quelle della leva, si ricava una soglia minima che può essere anche di 50 euro. Non ci sono particolari contrindicazioni in questo senso, a parte per quei broker che, oltre offrire questa possibilità, offrono bonus a iosa.

Si può frequentare il forex senza denaro? La risposta è “sì, ma…”. Ovviamente, non si può sperare di guadagnare partendo da zero. Gli account “senza soldi” sono infatti account demo. In estrema sintesi, il mercato è vero ma il denaro è finto, e quindi lo sono anche le vincite. Gli account demo sono delle vere e proprie simulazioni (o forse qualcosa in più) che permettono ai trader meno esperti di farsi le ossa… Senza rompersele.