Forex Dollaro come investire sulle Opzioni binarie

In uno scenario economico finanziario incerto come quello che stiamo vivendo nelle ultime settimane, la notizia da seguire per chi volesse fare trading è senza dubbio quella dell’euro che segna il picco minimo degli ultimi 11 mesi contro il dollaro statunitense. I fondamentali, la condizione geopolitica, e solidi dati sul mercato immobiliare hanno rimpolpato l’economia USA.

Che cosa significa dunque avere un dollaro più forte e un euro che segna il cambio valuta a 1,33? Facendo un discorso che verte sul forex e quindi per tutte le persone che si occupano o che stanno pensando di investire sulle oscillazioni del mercato valutario le opzioni binarie sono uno strumento da prendere in considerazione. Le opzioni binarie sul forex offrono alta redditività a fronte di un basso capitale da investire. Questo non solo in chiave euro dollaro, ma anche valutando bene gli altri dati, puntando sui mercati asiatici e in particolare sullo Yen che ha chiuso con un cambio di 1,37 04. Ci sono piattaforme di opzioni binarie come 24option che consentono la gestione di queste attività anche attraverso app per tablet e cellulare.

Intanto la notizia del giorno resta questa della valuta euro/dollaro che durante la giornata aveva toccato quota 1,32 come scambio e che poi ha chiuso a 1,33, segnando quindi dati senza precedenti negli ultimi mesi e che se confrontata con la sterlina inglese è scesa a 0,7969 nel cambio, un momento da seguire queste variazioni su piattaforme come eToro.

Il mercato del cambio è in rialzo dunque, secondo Satoshi Okagawa, analista a Sumitomo, e sicuramente chi sa valutare e muoversi in questo settore saprà approfittare del momento per effettuare le proprio mosse a livello di forex. Attorno alle 10,50 di questa mattina l’indice del dollaro contro un basket di valute vale 82,009, col mercato al rialzo dello 0,17% e dopo aver tocca  il massimo di 82,078. Sono questi dati che vanno analizzati e visti in una cornice più ampia e che risentono fortemente del momento delicato per l’Europa, sia da un punto di vista economico, di mercati finanziari, sia per quanto riguarda l’assetto politico delle singole nazioni e dell’intera UE.

Responsabilità: L'autore dell'articolo pubblicato su webeconomia.it esprime le sue libere opinioni in merito alle analisi in oggetto. Dichiara che tutte le considerazioni fatte all'interno del post e le eventuali altre analisi sugli strumenti finanziari (valute, azioni, criptovalute, materie prime) sono soggettive e non devono essere considerate come incentivi e raccomandazioni di investimento. Le analisi e le quotazioni degli strumenti finanziari sono mostrate al solo scopo di informare e non per incentivare le attività di trading o speculazione sui mercati finanziari. Lo staff di webeconomia.it e gli autori degli articoli non si ritengono dunque responsabili di eventuali perdite di denaro legate ad attività di invstimento. Lo staff del sito e i suoi autori dichiarano di non possedere quote di società, azioni o strumenti di cui si parla all'interno degli articoli. Leggendo i contenuti del sito l'Utente accetta esplicitamente che gli articoli non costituiscono "raccomandazioni di investimento" e che i dati presentati possono essere non accurati e/o incompleti. Tutte le attività legate agli strumenti finanziari e ai mercati come il trading su azioni, forex, materie prime o criptovalute sono rischiose e possono comportare perdita di capitali. L'Utente, quindi, solleva lo staff di webeconomia.it e i suoi autori dalla responsabilità di qualunque perdita o danno subito legato ad attività di investimento che scaturisce dalla consultazione dei dati contenuti nel sito.

LEAVE A REPLY