Forex, attenzione agli appuntamenti della settimana

La settimana Forex in corso di apertura si preannuncia particolarmente attesa e ambita dagli analisti internazionali, sempre più desiderosi di sapere se le Borse del vecchio Continente (Piazza Affari in primis) riusciranno a resistere agli effetti negativi derivanti dal peggioramento delle crisi in Ucraina e in Israele.

Il primo degli appuntamenti da tenere sotto controllo e da cerchiare sul calendario è certamente quello relativo a lunedì 21 luglio, quando è in programma una riunione informale del Consiglio europeo per la competitività (dove parteciperà il Ministro Federica Guidi). In ambito italiano, potrebbero esserci dei risvolti derivanti dalla pubblicazione dei dati relativi all’andamento del fatturato e degli ordinativi dell’industria. Nel mercato britannico, verranno infine pubblicati i dati relativi all’andamento del mercato immobiliare, per quanto concerne i prezzi delle case locali.

Giornata piuttosto importante anche quella di martedì. Il nostro ministro dell’Economia viaggerà verso l’Europarlamento per tenere l’audizione presso la commissione economica. Sempre in ambito italiano, cresce l’attesa per la pubblicazione dei dati sulla misura dell’inflazione. In Giappone verranno pubblicati i dati relativi all’attività industriale, mentre l’eurozona pubblicherà quelli sull’andamento del debito pubblico (negli Stati Uniti prenderanno la stampa gli ultimi aggiornamenti sul trend assunto dall’inflazione, vendita case e fiducia del settore manifatturiero).

Ancora, mercoledì l’Istat fornirà dati relativi alla bilancia commerciale, mentre in Francia verranno pubblicati i dati relativi alla fiducia del settore manifatturiero. Fiducia dei consumatori europei e dati sulle richieste dei mutui ipotecari negli Stati Uniti completeranno il ventaglio delle principali informazioni macroeconomiche.

Giovedì sarà la volta dei dati italiani sul commercio al dettaglio: un dato molto importante anche per cercare di capire quale sarà stato l’impatto positivo del bonus Irpef da 80 euro voluto dal governo Renzi. Successivamente verranno pubblicati i dati relativi alla fiducia dei consumatori nel mese di luglio. La giornata sarà arricchita dai dati Markit sul Pmi manifatturiero.

Infine, venerdì verranno diffusi i dati sulle retribuzioni contrattuali, mentre in Germania prenderà vita l’aggiornamento dell’indice Ifo sulla fiducia delle imprese. Inflazione (Giappone), Pil (Regno Unito) e beni durevoli ordinati (Stati Uniti) completeranno l’elenco delle pubblicazioni in programma.

Responsabilità: Tutti gli autori, i collaboratori e i redattori degli articoli pubblicati su webeconomia.it esprimono opinioni personali. Tutte le assunzioni e le conclusioni fatte nei post ed ulteriori analisi di approfondimenti sugli strumenti finanziari (valute, azioni, criptovalute, materie prime, indici) sono soggettive e non devono essere considerate come incentivi e/o raccomandazioni all'investimento. Le analisi e le quotazioni degli strumenti finanziari sono mostrate al solo scopo di informare e non per incentivare le attività di trading o speculazione sui mercati finanziari. Lo staff di webeconomia.it e gli autori degli articoli non si ritengono dunque responsabili di eventuali perdite di denaro legate ad attività di investimento. Lo staff del sito e i suoi autori dichiarano di non possedere quote di società, azioni o strumenti di cui si parla all'interno degli articoli. Leggendo i contenuti del sito l'Utente accetta esplicitamente che gli articoli non costituiscono "raccomandazioni di investimento" e che i dati presentati possono essere non accurati e/o incompleti. Tutte le attività legate agli strumenti finanziari e ai mercati come il trading su azioni, forex, materie prime o criptovalute sono rischiose e possono comportare perdita di capitali.
Classe 1982, laureato in economia, specializzato in marketing internazionale, collabora con alcuni dei principali network editoriali italiani. Appassionato di finanza, presta servizi di consulenza editoriale dal 2002.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here