FMI, chi è Gita Gopinath: la giovane indiana che redarguisce le superpotenze

Nel suo rapporto World Economic Outlook (WEO) dell’aprile 2019 pubblicato martedì sera all’ora di Manila, il Fondo Monetario Internazionale con base a Washington ha tagliato la sua proiezione di crescita per quest’anno dal 6,6 per cento in precedenza. Anche se prevedeva una crescita il prossimo anno del 6,6 percento.

Nonostante le scadenze minacciose, Londra non ha deciso come cercherà di proteggere la sua economia durante il processo di uscita.

“In India, la crescita dovrebbe raggiungere il 7,3% nel 2019 e il 7,5% nel 2020, supportata dal continuo recupero di investimenti e consumi robusti in un contesto più espansivo di politica monetaria e alcuni attesi impulsi dalla politica fiscale ” detto il Fondo monetario internazionale nel WEO, intitolato “Growth Slowdown, Precarious Recovery”. Il Fondo monetario internazionale ha detto che la Banca d’Inghilterra dovrebbe essere “cauta” sulla sua politica dei tassi di interesse. Un’apparente punta di attesa prima di aggirare i costi del prestito.

Le prospettive della Germania hanno sofferto di una domanda più debole per le sue esportazioni, una spesa dei consumatori più debole e nuovi standard di emissioni che hanno depresso le vendite di auto.

Altri istituti di credito multilaterali come la Banca Mondiale con base a Washington e l’Asian Development Bank con sede a Manila, hanno in precedenza tagliato le loro previsioni di crescita per le Filippine. A causa dell’impasse del Congresso sul bilancio nazionale del 2019, il prolungato periodo di siccità dovuto a El Niño e un rallentamento della domanda esterna.

Il quadro più fosco dell’ultimo World Economic Outlook del FMI ha contribuito a una svendita delle azioni, con gli investitori preoccupati che una crescita globale più lenta possa indebolire i guadagni delle imprese.

D’altro canto, la crescita economica in Cina, nonostante gli stimoli fiscali e l’ulteriore aumento delle tariffe dagli Stati Uniti rispetto a quelli in vigore a settembre 2018, dovrebbe rallentare su base annualizzata nel 2019 e nel 2020. La quinta più grande al mondo l’economia – la Gran Bretagna – poteva dimettersi dall’Unione Europea venerdì. Interrompendo così i suoi legami con il blocco che ha unito 46 anni fa, se il Primo Ministro Theresa May non fosse in grado di concordare un ritardo con i leader dell’Unione europea mercoledì.

Invece, la Brexit è slittata al prossimo 31 ottobre, il che comporterà anche un pasticcio elettorale, visto che anche i politici britannici parteciperanno alle prossime elezioni europee di maggio. Sebbene poi, dovrebbero uscire dal parlamento successivamente, costringendo a ridisegnare la geografia del parlamento.

Il finanziatore globale ha detto che stava leggermente migliorando le sue prospettive per la crescita cinese di quest’anno – al 6,3 per cento – in parte perché una prevista escalation nella guerra commerciale tra Stati Uniti e Cina non si è materializzata.

“In Pakistan, in assenza di ulteriori politiche di aggiustamento, si prevede che la crescita rimarrà modesta al 2,5% circa, con continui effetti esterni e fiscali squilibri che pesano sulla fiducia “. Le prospettive della Cina si sono rallegrate, ha detto il fondo, dopo che il presidente Donald Trump ha deciso di sospendere un aumento previsto delle tariffe su $ 200 miliardi di dollari degli Stati Uniti esportati dalle esportazioni cinesi. La Cina ha risposto con tariffe di ritorsione sui beni degli Stati Uniti.

Il Fondo monetario internazionale ha dichiarato che un risultato senza accordo avrebbe un effetto negativo totale sul PIL del 3,5% entro il 2021 rispetto all’attuale proiezione.

Il FMI si sta avvalendo della bravura di una new entry: Gita Gopinath. Vediamo chi è.

Gita Gopinath chi è

Gita Gopinath (nata l’8 dicembre 1971) è un’economista indiano-americana. Lei è la John Zwaanstra Professore di Studi Internazionali ed Economia presso l’Università di Harvard. È anche condirettore del programma International Finance and Macroeconomics presso l’Ufficio nazionale di ricerca economica e ha lavorato come consulente economico per il primo ministro del Kerala.

Gopinath è stato nominato capo economista del Fondo monetario internazionale nell’ottobre 2018. La sua ricerca si concentra su finanza internazionale e macroeconomia.

Gita Gopinath origini

Gopinath nacque a Calcutta, in India. Più tardi ha frequentato la scuola di Nirmala Convent a Mysore. Lei è la più giovane delle due figlie della TV Gopinath e VC Vijayalakshmi, entrambe provenienti da Kannur, Kerala.

Sua madre, VC Vijayalakshmi, proviene dalla famiglia Vediyara Chandrothu, un ramo secondario della famiglia Thiruvithamkoor / Kolathiri, originariamente dal distretto di Thiruvananthapuram e dal distretto di Kannur.

Suo padre, TC Gopinath, è legato al compianto A. K. Gopalan. Ha ricevuto un B.A. laurea presso il Lady Shri Ram College per le donne dell’Università di Delhi nel 1992 e un MA in economia presso la Delhi School of Economics, anche presso l’Università di Delhi, nel 1994. Ha inoltre conseguito un Master presso l’Università di Washington nel 1996.

Nel 2001 ha conseguito il dottorato. laurea presso l’Università di Princeton. È stata insignita del premio di ricerca Fellowship della Woodrow Wilson di Princeton mentre svolgeva il suo dottorato di ricerca a Princeton.

Gita Gopinath cosa ha fatto ad oggi

Nell’ottobre 2018, Gita Gopinath fu nominata capo economista del Fondo Monetario Internazionale. Gita Gopinath è John Zwaanstra, professore di studi internazionali e di economia presso l’Università di Harvard. È condirettore del programma International Finance and Macroeconomics presso l’Ufficio nazionale per la ricerca economica, visiting scholar presso la Federal Reserve Bank di Boston, membro del comitato consultivo economico della Federal Reserve Bank di New York, Economic Adviser di il primo ministro dello stato del Kerala (India), un coeditore dell’American Economic Review, co-editore dell’attuale manuale di economia internazionale ed è stato redattore capo della rivista di studi economici.

Nell’ottobre 2018, International L’Amministratore delegato del Fondo monetario (FMI) Christine Lagarde ha nominato Gita Gopinath consigliere economico e direttore del Dipartimento di ricerca del FMI. Nel 2018, è stata eletta membro dell’American Academy of Arts and Sciences.

Nel 2017 ha ricevuto il Distinguished Alumnus Award dall’Università di Washington. È stata nominata tra i 25 migliori economisti under 45 del Fondo monetario internazionale nel 2014 ed è stata scelta come Young Global Leader dal World Economic Forum nel 2011.

Gita Gopinath vita privata

Il marito della Gopinath, Iqbal Singh Dhaliwal, è direttore esecutivo di Abdul Latif Jameel Poverty Action Lab presso il Dipartimento di economia del Massachusetts Institute of Technology. Ha iniziato la sua carriera come membro del servizio amministrativo indiano (IAS), che ha lasciato in seguito. Ha un figlio di nome Rohil.

Responsabilità: L'autore dell'articolo pubblicato su webeconomia.it esprime le sue libere opinioni in merito alle analisi in oggetto. Dichiara che tutte le considerazioni fatte all'interno del post e le eventuali altre analisi sugli strumenti finanziari (valute, azioni, criptovalute, materie prime) sono soggettive e non devono essere considerate come incentivi e raccomandazioni di investimento. Le analisi e le quotazioni degli strumenti finanziari sono mostrate al solo scopo di informare e non per incentivare le attività di trading o speculazione sui mercati finanziari. Lo staff di webeconomia.it e gli autori degli articoli non si ritengono dunque responsabili di eventuali perdite di denaro legate ad attività di invstimento. Lo staff del sito e i suoi autori dichiarano di non possedere quote di società, azioni o strumenti di cui si parla all'interno degli articoli. Leggendo i contenuti del sito l'Utente accetta esplicitamente che gli articoli non costituiscono "raccomandazioni di investimento" e che i dati presentati possono essere non accurati e/o incompleti. Tutte le attività legate agli strumenti finanziari e ai mercati come il trading su azioni, forex, materie prime o criptovalute sono rischiose e possono comportare perdita di capitali. L'Utente, quindi, solleva lo staff di webeconomia.it e i suoi autori dalla responsabilità di qualunque perdita o danno subito legato ad attività di investimento che scaturisce dalla consultazione dei dati contenuti nel sito.

LEAVE A REPLY