Il flop del Bitcoin Gold trascina al ribasso il cross BTC-USD

Esplosione della volatilità sul cambio Bitcoin-Dollaro dopo il fallimentare debutto del Bitcoin Gold, una nuova fork che ha visto la luce il 25 Ottobre, nata da una scissione dal Bitcoin tradizionale. Il cross BTC-USD dopo la fa forte impennata che ha condotto la coppia verso nuovi massimi storici, a quota 6.190, si è decisamente sgonfiato, deprezzandosi di oltre il 13% in una manciata di sedute, finendo su un minimo a quota 5.367.

La criptovaluta per eccellenza in rapporto con il biglietto verde ha subito l’effetto domino scaturito dal crollo del Bitcoin Gold, arrivato a perdere anche il 60% dal prezzo della prima quotazione. Non sono ancora chiari i motivi del crollo della nuova fork, che sicuramente avrà spiazzato coloro che si aspettavano un esordio col botto. Il Bitcoin Gold, concepito per migliorare le operazioni di “mining”, ovvero di generazione di nuovi Bitcoin, secondo voci arrivate dal mercato avrebbe deluso le aspettative poiché il protocollo di sviluppo sarebbe poco innovativo e quindi non necessario, oltre a sembrare poco pratico.

Tuttavia, il cambio BTC-USD dopo l’iniziale sell-off sta risalendo lentamente la china ed al momento della scrittura scambia a, dopo essersi temporaneamente riaffacciato anche sopra quota 6.000. Il recupero della coppia è stato agevolato dalle voci sempre più insistenti secondo cui il colosso delle vendite online, Amazon, sarebbe pronto ad accettare Bitcoin come metodo di pagamento.

L’amaro esordio del Bitcoin Gold ha penalizzato di riflesso anche l’Ethereum, con il cross ETH-USD scivolato su un minimo a 280, salvo successivamente recuperare parte del terreno perso e riportarsi nuovamente sopra quota 290.

Andamento cambio Bitcoin-Dollaro sul breve-medio periodo


Pausa di assestamento per il cambio Bitcoin-Dollaro dopo la sortita rialzista che ha prodotto un nuovo massimo storico a quota 6.190 e la relativa discesa a ridosso della media mobile a 25 periodi (la linea mediana sul grafico con time-frame giornaliero, in alto).

Al momento della scrittura, invece, le quotazioni si sono nuovamente appoggiate sopra la media mobile a 10 periodi, la prima linea dall’alto verso il basso sul grafico, transitante a circa 5.740 punti. Il cross BTC-USD rimane, quindi, ancora saldamente inserito dentro un canale rialzista di breve-medio periodo, il cui primo sostegno daily degno di nota si colloca nuovamente sull’EMA a 25 gg, che passa in area 5.400-5.370.

Supporto di medio periodo che invece scende più in basso sulla media mobile a 50 periodi (la prima linea dal basso verso l’alto sul grafico), transitante in area 4.900 circa, quindi ancora a debita distanza dai valori attuali.

Al ribasso, persa EMA 10 aumentano i rischi di discesa in area 5.400 punti, ed in caso di mancata tenuta di quest’ultimo livello, aumenta il rischio di ulteriori scivoloni in area 5.000-4.900, con step intermedio in area 5.200-5.150.

Al rialzo, invece, nuovi spunti rialzisti in caso di tenuta dei livelli indicati in precedenza, per puntare nuovamente verso area 6.000. Attesi nuovi record in caso di ulteriori estensioni al rialzo oltre area 6.200-6.300.

Previsioni cambio bitcoin-dollaro valide da 1 a 7 giorni

La previsione di trading Long si attiva in caso di chiusura oraria o daily oltre quota 5.820 e fissa i primi due target price in area 5.880 e 5.975; stop loss in caso di ritorno sotto quota 5.690 in close orario o giornaliero. Mantenere o attivare nuove posizioni Long in caso di ulteriori balzi oltre quota 5.975 in chiusura di candela oraria, per puntare prima a quota 6.035 e successivamente a quota 6.130; stop loss in caso di close orario minore di 5.820

Suggeriti ulteriori Long sulla forza in caso di estensioni oltre quota 6.130 in close orario o daily, per puntare a nuovi target in area 6.194 e 6.255, estesa a quota 6.357; stop loss in caso di ritorno sotto quota 5.975 in chiusura giornaliera. Lecito comprare sulla debolezza in caso di affondo in area 5.170, per cercare di approfittare di eventuali rimbalzi in primo luogo a quota 5.343 ed in un secondo momento a quota 5.486 ; stop loss in caso di ulteriori cali sotto quota 5.068 in chiusura giornaliera.

La previsione di trading Short, invece, prende forma in caso di discesa sotto quota 5.690 in chiusura di candela oraria daily, e suggerisce di prendere profitto, in area 5.633 e 5.542; stop loss in caso di recupero oltre quota 5.820 in chiusura oraria. Mantenere o incrementare le posizioni ribassiste in caso di close orario minore di quota 5.542, per sfruttare possibili flessioni, in primo luogo a quota 5.486 ed in seconda battuta a quota 5.397; stop loss in caso di ritorno sopra quota 5.690 in chiusura di candela oraria.

Lecito approfittare di eventuali cali sotto quota 5.397 in chiusura oraria o giornaliera, per cercare di ricoprirsi in area 5.343 e 5.257, estesa a quota 5.170; stop loss in caso di recupero sopra quota 5.542 in close daily. Consigliati Short speculativi in caso di allungo in area 6.357, per sfruttare eventuali storni in prima battuta a quota 6.194 ed in secondo momento a quota 5.975; stop loss in caso di ulteriori estensioni al rialzo oltre quota 6.505 in chiusura daily.

Responsabilità: L'autore dell'articolo pubblicato su webeconomia.it esprime le sue libere opinioni in merito alle analisi in oggetto. Dichiara che tutte le considerazioni fatte all'interno del post e le eventuali altre analisi sugli strumenti finanziari (valute, azioni, criptovalute, materie prime) sono soggettive e non devono essere considerate come incentivi e raccomandazioni di investimento. Le analisi e le quotazioni degli strumenti finanziari sono mostrate al solo scopo di informare e non per incentivare le attività di trading o speculazione sui mercati finanziari. Lo staff di webeconomia.it e gli autori degli articoli non si ritengono dunque responsabili di eventuali perdite di denaro legate ad attività di invstimento. Lo staff del sito e i suoi autori dichiarano di non possedere quote di società, azioni o strumenti di cui si parla all'interno degli articoli. Leggendo i contenuti del sito l'Utente accetta esplicitamente che gli articoli non costituiscono "raccomandazioni di investimento" e che i dati presentati possono essere non accurati e/o incompleti. Tutte le attività legate agli strumenti finanziari e ai mercati come il trading su azioni, forex, materie prime o criptovalute sono rischiose e possono comportare perdita di capitali. L'Utente, quindi, solleva lo staff di webeconomia.it e i suoi autori dalla responsabilità di qualunque perdita o danno subito legato ad attività di investimento che scaturisce dalla consultazione dei dati contenuti nel sito.

1 commento

  1. bitcoingold è stato creato per ovviare al fatto che bitcoin classic è in mano a poche compagnie di miners, proprio come l’economia è in mano ai bankster. Il fatto che sia stato contrastato da chi lo scambia con moneta reale l’ha fatto crollare del 60% e segnato una pietra tombale sulla libertà della moneta. Satoshi Nakamoto (che secondo le teorie più accreditate è Clear, nonchè autore del progetto pre-bitcoin chiamato curiosamente proprio “bitcoin gold” si sarà rigirato nella tomba a scoprire dove stanno andando i bitcoin).

LEAVE A REPLY