Fineco: raccolta e stime in crescita

Nel mese di marzo la raccolta del gruppo Fineco è salita del 57 per cento. Gli analisti confermano il rating “buy” sul titolo.

Fineco raccolta marzo 2017

Buoni i risultati dello scorso mese di marzo per banca Fineco che ha registrato flussi in rialzo del 57 per cento a quota 657 milioni di euro. La raccolta gestita è risultata in progresso del 108 per cento su base annuale a 401 milioni di euro, con la divisione “guided products & services” in crescita del 33 per cento a 481 milioni di euro su base annuale.

La raccolta netta del gruppo da inizio anno ha raggiunto un totale di 1.380 milioni di euro. Di questi, 846 milioni di euro provengono dalla raccolta gestita, 458 milioni di euro da quella amministrata e 76 milioni di euro dalla raccolta diretta.

Con riguardo al livello di raccolta raggiunto dai consulenti finanziari, considerando come riferimento il periodo gennaio-marzo 2017, è risultato in crescita del 2 per cento a quota 1.246 milioni di euro. Positivi anche i dati relativi all’acquisizione della clientela di Finecobank: dal primo gennaio 2017 sono stati 32.075 i nuovi clienti. Di questi, 10.644 nel mese di marzo, con un incremento del 14 per cento su base annuale.

Il numero globale di clienti, a fine marzo, di banca Fineco è di 1.142.000 unità, un dato in rialzo del 6 per cento sull’analogo periodo dello scorso anno. Il patrimonio totale del gruppo è aumentato del 13 per cento a quota 62,2 miliardi di euro nei dodici mesi.

Piena soddisfazione per i risultati della banca è stata espressa da Alessandro Foti, amministratore delegato e direttore generale dell’istituto di credito.

FinecoBank: andamento in Borsa

Finecobank previsioni

Gli analisti confermano i giudizi positivi su Finecobank dopo l’annuncio dei dati sulla raccolta del risparmio nel mese di marzo.

Da segnalare che da inizio anno la crescita del titolo a Piazza Affari è stata di oltre 19 punti percentuali, con gli stessi osservatori che ritengono i numeri di marzo una ulteriore conferma di un trend in crescita globale per il gruppo, sia nell’asset management che con riguardo a patrimonio totale e clientela. Per tutta questa serie di motivi, le principali case di investimento (Banca Akros, Equita Sim, Kepler Cheuvreux ed Intermonte) ribadiscono la raccomandazione e il giudizio “buy” per il titolo.

Al momento a Piazza Affari Finecobank è in calo dello 0,7837 per cento a quota 6,33 euro.

Responsabilità: L'autore dell'articolo pubblicato su webeconomia.it esprime le sue libere opinioni in merito alle analisi in oggetto. Dichiara che tutte le considerazioni fatte all'interno del post e le eventuali altre analisi sugli strumenti finanziari (valute, azioni, criptovalute, materie prime) sono soggettive e non devono essere considerate come incentivi e raccomandazioni di investimento. Le analisi e le quotazioni degli strumenti finanziari sono mostrate al solo scopo di informare e non per incentivare le attività di trading o speculazione sui mercati finanziari. Lo staff di webeconomia.it e gli autori degli articoli non si ritengono dunque responsabili di eventuali perdite di denaro legate ad attività di invstimento. Lo staff del sito e i suoi autori dichiarano di non possedere quote di società, azioni o strumenti di cui si parla all'interno degli articoli. Leggendo i contenuti del sito l'Utente accetta esplicitamente che gli articoli non costituiscono "raccomandazioni di investimento" e che i dati presentati possono essere non accurati e/o incompleti. Tutte le attività legate agli strumenti finanziari e ai mercati come il trading su azioni, forex, materie prime o criptovalute sono rischiose e possono comportare perdita di capitali. L'Utente, quindi, solleva lo staff di webeconomia.it e i suoi autori dalla responsabilità di qualunque perdita o danno subito legato ad attività di investimento che scaturisce dalla consultazione dei dati contenuti nel sito.

LEAVE A REPLY