Ferrari regalo di Natale da 5mila euro ai dipendenti

Sergio Marchionne, amministratore delegato di Fiat Chrysler Automobiles e presidente di Ferrari, ha annunciato una gratifica straordinaria per tutti i dipendenti nel corso della cena di fine anno con lavoratori e ingegneri. Considerando acconti e premi di produzione, nel 2015 un dipendente di Maranello ha guadagnato un extra di ben 9mila euro.

Ferrari premio dipendenti

Una gratifica straordinaria di cinquemila euro lordi che tutti i dipendenti Ferrari si ritroveranno nella busta paga di fine anno. È questo il regalo che il presidente della Rossa, Sergio Marchionne, ha annunciato nel corso della cena natalizia e di auguri del Cavallino Rampante con operai e ingegneri.

La notizia è stata confermata dalla stessa Ferrari dopo essere stata pubblicata da QN – IL Resto del Carlino.

Una gradita sorpresa per i dipendenti, con cui il top manager ha voluto premiare un anno in cui c’è stata la svolta per l’azienda con la quotazione a Wall Street, e come ricompensa per i risultati ottenuti nell’esercizio.

Nel 2015 un dipendente del Cavallino Rampante ha guadagnato più di 9mila euro tra premi e bonus. Considerando uno stipendio lordo medio di un operaio di circa 25mila euro, le gratifiche ricevute sono oltre un terzo della retribuzione annuale.

Nel mese di aprile 2015 i vertici della Ferrari avevano assegnato un bonus da 2.355 euro come saldo del premio di produzione per il raggiungimento degli obiettivi del 2014.

Nei mesi di giugno e di ottobre sono stati erogati due acconti da mille euro ognuno sul premio di produzione per l’anno in corso. In totale 4.355 euro di premi a cui bisogna aggiungere i 5mila euro di bonus da poco annunciati, per oltre 9mila euro in totale.

5000 euro ai dipendenti Ferrari FCA
Entrata dello stabilimento Ferrari di Modena.

Ferrari scorporo Fiat Chrysler Automobiles

La gratifica natalizia per i dipendenti coincide nei tempi con la recente assemblea di Fca che ad Amsterdam ha deliberato lo scorporo della Ferrari.

Ad oggi il 10% della Rossa è stato collocato sul mercato di Wall Street, l’80% è andato al Lingotto e sarà girato pro quota agli azionisti di Fca e il rimanente 10% rimarrà a Piero Ferrari, figlio di Enzo. In questo modo la famiglia Agnelli sarà azionista di maggioranza di Maranello e, grazie al sistema del voto maggiorato, manterrà il potere decisionale.

Il Cavallino Rampante debutterà inoltre a Piazza Affari il  4 gennaio 2016.

Il prossimo mese i vertici del gruppo sono anche attesi dalla importante revisione dei piani industriali per Fca, da cui si prevede il rinvio del lancio delle nuove Alfa Romeo e una maggiore attenzione nello sfruttare al meglio il buon momento della Jeep, brand in forte ascesa su tutti i mercati. — fonte: http://www.ilrestodelcarlino.it/ferrari-premio-natale-1.1544316