Fatture elettroniche, come e quando inviarle

Da oggi 13 dicembre sarà possibile usufruire dell’opzione per la trasmissione delle fatture e dei corrispettivi per via telematica, tale opzione avrà validità per tutto il 2017 e per i 4 anni successivi.

fattura

Chi può esercitare l’opzione

Tutti i soggetti passivi d’imposta IVA potranno trasmettere per via telematica sia le fatture emesse che ricevute nonché tutti i corrispettivi. La memorizzazione e la trasmissione dei corrispettivi riguarda tutti i commercianti al minuto e che svolgono un’attività aperta al pubblico ovvero: locali, apparecchi di distribuzione automatica, mense aziendali, prestazioni alberghiere, prestazioni di trasporto o altre attività affini.

Trasmissione delle fatture

L’opzione dovrà essere esercitata esclusivamente in modalità telematica attraverso il sito dell’Agenzia dell’Entrate, tramite la funzione “Fattura elettronica Corrispettivi elettronici” inserendo le proprie credenziali Fisconline o Entratel o con i dati della Carta Nazionale dei Servizi oppure attraverso il Sistema Pubblico di Identità Digitale – SPID -.

Termini di trasmissione

In base a quanto disposto dal provvedimento del 28 ottobre la trasmissione dei dati  dovrà avvenire entro l’ultimo giorno del secondo mese successivo ad ogni trimestre, mentre la comunicazione dell’ultimo trimestre andrà effettuata entro l’ultimo giorno del mese di febbraio dell’anno successivo.

Vantaggi

I soggetti che usufruiranno dell’invio telematico delle fatture non dovrà far pervenire la nuova comunicazione a scadenza trimestrale, inoltre i termini di decadenza degli accertamenti sono ridotti a due anni.

Responsabilità: L'autore dell'articolo pubblicato su webeconomia.it esprime le sue libere opinioni in merito alle analisi in oggetto. Dichiara che tutte le considerazioni fatte all'interno del post e le eventuali altre analisi sugli strumenti finanziari (valute, azioni, criptovalute, materie prime) sono soggettive e non devono essere considerate come incentivi e raccomandazioni di investimento. Le analisi e le quotazioni degli strumenti finanziari sono mostrate al solo scopo di informare e non per incentivare le attività di trading o speculazione sui mercati finanziari. Lo staff di webeconomia.it e gli autori degli articoli non si ritengono dunque responsabili di eventuali perdite di denaro legate ad attività di invstimento. Lo staff del sito e i suoi autori dichiarano di non possedere quote di società, azioni o strumenti di cui si parla all'interno degli articoli. Leggendo i contenuti del sito l'Utente accetta esplicitamente che gli articoli non costituiscono "raccomandazioni di investimento" e che i dati presentati possono essere non accurati e/o incompleti. Tutte le attività legate agli strumenti finanziari e ai mercati come il trading su azioni, forex, materie prime o criptovalute sono rischiose e possono comportare perdita di capitali. L'Utente, quindi, solleva lo staff di webeconomia.it e i suoi autori dalla responsabilità di qualunque perdita o danno subito legato ad attività di investimento che scaturisce dalla consultazione dei dati contenuti nel sito.

LEAVE A REPLY