Exor utile in calo. Marchionne, addio nel 2019

Exor ha chiuso il 2016 con un utile in calo. La holding che fa capo alla famiglia Agnelli distribuirà un dividendo di 0,35 euro per azione. Il presidente di Fca, John Elkann, ha confermato che l’ad, Sergio Marchionne, lascerà il gruppo nel 2019.

Exor risultati esercizio 2016

Exor ha archiviato lo scorso esercizio con un net asset value in rialzo del 9,6 per cento a quota 14,6 miliardi di euro rispetto al 2015 e con utile consolidato in flessione da 744,5 milioni a quota 588,6 milioni di euro.

La flessione degli utili è dovuta in particolare alla crescita dell’imposizione fiscale e degli oneri finanziari. La posizione finanziaria netta del gruppo è passata in territorio negativo per un ammontare di 3,4 miliardi di dollari dal precedente valore positivo di 1,33 miliardi di dollari, a seguito dell’acquisizione di PartnerRe.

Il consiglio di amministrazione di Exor ha proposto all’assemblea degli azionisti il pagamento di un dividendo di 0,35 euro per azione, con stacco della cedola previsto a partire dal prossimo 21 giugno. John Elkann ha evidenziato come la crescita del net asset value per azione del 9,6 per cento nel 2016, ha registrato una performance superiore del 4,3 per cento all’indice Msci World, sottolineando il notevole contributo dato dalle società quotate, tra cui Cnh Industrial, Fca e Ferrari. l presidente di Exor ha messo in risalto che il valore combinato di Cnh Industrial, Fca e Ferrari si è moltiplicato di quasi sette volte nel periodo compreso da marzo 2009 a dicembre 2016.

Non sono mancati infine riferimenti alla squadra di calcio della Juventus ed ai suoi risultati positivi sia dal punto di vista sportivo che di bilancio.

FCA in Borsa

Sergio Marchionne addio Fca nel 2019

Sergio Marchionne, amministratore delegato di Fca, darà l’addio al gruppo nel 2019. Il successore sarà individuato all’interno della stessa holding automobilistica italo-americana.

John Elkann ha sottolineato che Marchionne sarà in carica per tutto il 2018, in quanto ha come obiettivo di “portare avanti un piano ambizioso che farà di Fca un gruppo leader nel mondo”.

Il presidente di Fiat Chrysler Automobiles ha ringraziato pubblicamente lo stesso ad, definito “un talento unico” con cui hanno avuto la fortuna di lavorare per quasi 15 anni. Con riguardo alla successione del manager, la scelta ricadrà all’interno del gruppo. Il titolo Fca a Piazza Affari ha chiuso l’ultima seduta in rialzo dello 0,885 per cento a quota 9,69 euro.

LEAVE A REPLY