Euro falsi: ecco come riconoscerli!

euro-falsi

Gli euro falsi continuano a circolare nelle tasche degli ignari cittadini italiani ed europei, esponendoli a conseguenze particolarmente sgradite. Vediamo allora in che modo è possibile riconoscere le banconote false adottando alcuni semplici accorgimenti.

Come riconoscere gli euro falsi

Per riconoscere gli euro falsi occorre lavorare con i propri sensi e, in particolar modo, con tatto e vista. Cercate di osservare attentamente le banconote, muovetele, “sentitele” tra le dita. La consistenza della carta ha infatti una caratteristica pressochè unica: le banconote in euro sono infatti fabbricate con fibre di cotone ed hanno una rigidità e una opacità completamente diversa dalla semplice carta “da stampante” o altri supporti similari.

Strofinandola lievemente tra le dite riuscirete inoltre a percepire l’inchiostro e i rilievi, frutto di una particolare tecnica di stampa che i falsari non riescono a replicare, e che conferisce un maggiore spessore alle immagini ritratte nell’euro.

Introdotto ciò, passiamo agli aspetti ancora più specifici, iniziando dalla filigrana. Quest’ultima infatti costituisce una delle peculiarità delle banconote che, se guardate in controluce, permettono di valutare meglio il passaggio tra le zone d’ombra e quelle in chiaro. Ancora, se guardate il biglietto in controluce noterete che gli angoli superiori delle banconote – laddove sono stampate le cifre in maniera incompleta – vanno a completarsi e combinarsi perfettamente. Sempre osservando la banconota in controluce vedrete altresì il filo di sicurezza, una sorta di linea scura che attraversa verticalmente l’euro e reca la parola “Euro” e il valore nominale. In controluce sarà infine osservabile una serie di perforazioni a formare il simbolo dell’euro.

A questo punto, se proprio volete essere certi che l’euro non sia falso, guardate la banconota da vicino: potrete osservare alcune iscrizioni sottili sulla parte frontale. Muovendo invece la banconota vedrete l’immagine cambiare, alternando cifra e simbolo; la striscia, invece, assumerà improvvisamente una tonalità brillante.

Cosa fare in caso di euro falsi

Nell’ipotesi in cui rileviate che la banconota in vostro possesso è falsa, non potete far altro che consegnarla alla Banca d’Italia affinché l’istituto la prenda con sé, la esamini e ne affermi o meno la falsità (nel secondo caso, l’euro verrà restituito). Un metodo semplice per poter effettuare quanto sopra è semplicemente quello di condurlo presso gli sportelli di una banca presente in Italia: sarà compito dell’istituto di credito prendere le vostre generalità e spedire la banconota presso gli uffici di Bankitalia.