EUR USD torna in rialzo, ma restano i troppi dubbi in seno a Ue

La coppia EUR / USD scambia una bull leg sopra la media mobile semplice di 50 periodi sul grafico a 4 ore. EUR / USD è al di sopra di 1,1530 per il terzo giorno consecutivo. I tori stanno sfidando i 100 SMA in quanto il mercato è scambiato in un range di 30 pip stretto sotto la cifra di 1.1600. Gli indicatori RSI, MACD e stocastici sono costruttivi per ulteriori guadagni. La resistenza 1.1600-1.1630 potrebbe essere difficile da rompere, ma se la corsa del toro potrebbe accelerare a 1.1700. Il rovescio della medaglia, un breakout orso inferiore a 1.1530 invaliderebbe probabilmente l’attuale tendenza rialzista.

Al momento della scrittura, il cambio EUR / USD è a 1,1581, con un +0,0001 e un +0,01%. Una lieve tendenza rialzista, che però deve fare i conti con i troppi dubbi in seno a Ue: la nuova battuta d’arresto nella trattativa Brexit, il crollo degli alleati di Governo della Merkel e la manovra italiana che preoccupa i mercati e Ue stessa.

EUR / USD indica un consolidamento a breve termine per Commerzbank

Secondo Karen Jones, responsabile dell’analisi tecnica della FICC presso Commerzbank, è probabile che nel breve termine sia in atto un certo consolidamento. Secondo il suo punto di vista: “La coppia EUR / USD si sta consolidando appena al di sotto dei 20 giorni di ma e resistenza di Fibo a 1.1607 / 24 e permetteremo un consolidamento a breve termine. Il supporto iniziale si trova a 1,1508 davanti a 1,1411, il ritracciamento del 78,6%. Nota che il conteggio delle onde di Elliot sta suggerendo che il rally fallirà qui e, per precauzione, abbiamo parzialmente coperto le nostre posizioni lunghe e rafforzato gli stop sul resto. Solo sopra 1.1625 si neutralizzerà nuovamente il grafico e si consentirà un’altra corsa fino alla regione 1.1790 / 1.1815. Continuiamo a preferire il topside ma c’è ancora molto lavoro da fare “.

Il livello 1.1411 è visto come l’ultima difesa per il 1.1322 a 200-settimane ma il minimo recente è di 1.1301.

EUR / USD rimane neutrale, attenzione a 1.1620 secondo UOB

La posizione della coppia rimane neutrale nel breve termine, mentre continua a concentrarsi su un breakout di 1.1620, secondo gli analisti di UOB Group.

Vista a 24 ore: “Invece di fare trading di lato (come previsto ieri), EUR ha ritestato il livello a 1,1610, ma è diminuito dopo aver toccato un massimo di 1,1606 (il massimo di venerdì scorso è stato di 1,1609). Lo slancio verso l’alto non è brillante al massimo, ma c’è la possibilità che l’euro possa tentare di rompere 1,1610 ancora una volta. Detto questo, c’è un’altra resistenza vicina a 1.1620 e in questa fase, la prospettiva di una rottura prolungata al di sopra di questo livello non è elevata (la resistenza successiva è a 1.1650). Il supporto è a 1,1560 ma solo una rottura di 1,1545 indicherebbe che l’attuale leggera pressione al rialzo si è allentata”.

Successive 1-3 settimane:” L’euro ha toccato il massimo di 1.1606 ieri, tenendo pochi punti sotto il picco di 1.1610 di venerdì scorso prima di scendere a chiudere leggermente più in alto (chiusura NY di 1,1777, 0,12%). L’azione sui prezzi non è sorprendente, come abbiamo notato ieri (15 ottobre, spot a 1.1555), “indicatori neutri a breve termine potrebbero portare a un paio di giorni di consolidamento”.

Come evidenziato, c’è ancora la possibilità che l’euro possa andare oltre 1,1620 e questo suggerirebbe un ulteriore rafforzamento dell’EUR verso l’1,1700. Solo una rottura di 1,1520 (“supporto chiave” precedentemente a 1,1500) indicherebbe che l’attuale pressione al rialzo si è attenuata”.

EUR / USD attende la rottura critica del modello triangolare

La coppia EUR / USD rimbalzata al prezzo del 50% di Fibbut non è stata in grado di raggiungere un massimo più alto e ora è necessario superare la resistenza per confermare l’onda C.

La coppia EUR / USD è rimbalzata al livello del 50% Fibonacci dell’onda B (blu) ma il prezzo non è stato in grado di raggiungere un massimo più alto. Il prezzo deve superare la linea di resistenza (rosso) per confermare l’onda C (blu).

La coppia EUR / USD sembra costruire un modello ABC (blu) rialzista all’interno dell’onda B (viola) a meno che le interruzioni di prezzo al di sotto del livello del 100% Fib dell’onda B vs A. Una rottura al di sotto del supporto (blu) indica un potenziale ritracciamento più profondo all’interno dell’onda B (blu).

L’EUR / USD sta costruendo un modello d’onda 123 o ABC, che dipende dal fatto che il prezzo rimbalzi a livello di supporto (verde). Una rottura ribassista indica una flessione verso i livelli di supporto di Fibonacci dell’onda B (blu) mentre una rottura rialzista potrebbe vedere il movimento del prezzo più alto verso gli obiettivi di Fibonacci.

EUR / USD, dallo scorso weekend due brutte notizie per Euro: nuovo stop Brexit e crollo Csu

Il dollaro americano si è allargato all’apertura settimanale, in particolare contro i rivali europei, poiché le notizie politiche del weekend dalla regione erano piuttosto scoraggianti. Il fattore più pesante è stato il fallimento dei negoziati Brexit UE-Regno Unito, poiché un fine settimana di negoziati si è concluso senza un accordo prima del vertice sulla Brexit che si svolgerà questo mercoledì. Inoltre, gli alleati conservatori di Angela Merkel hanno perso la maggioranza assoluta nelle elezioni regionali dello stato della Baviera, il peggior risultato in quasi otto decenni.

La coppia EUR / USD è scesa a 1,1540, ma ha recuperato durante la sessione asiatica a scambi marginalmente più alti rispetto alla chiusura di venerdì. Il dollaro è il peggiore con l’apertura di Londra, in calo rispetto a tutti i suoi principali rivali, ma la sterlina, che rimane sotto pressione per i problemi della Brexit. L’UE non ha offerto dati macroeconomici oggi, mentre gli Stati Uniti rilasceranno l’indice NY Empire State Manufacturing per Ottobre, previsto a 20 anni precedenti 19 e più rilevanti vendite al dettaglio di settembre. I dati mensili dovrebbero aumentare dello 0,5% rispetto allo 0,1% di agosto, mentre il dato delle ex autovetture è previsto invariato allo 0,3%.

Il Retail Sales Control Group è previsto allo 0,4% rispetto al precedente 0,1%. Il grafico a 4 ore per la coppia offre una posizione neutrale, poiché il prezzo si sta appena riprendendo al di sopra di una SMA rialzista, trafitto durante la sessione asiatica, ma al di sotto del 100 e 200 SMA che mantengono le loro pendenze ribassiste. L’indicatore Momentum ha rimbalzato modestamente dopo aver raggiunto il suo livello 100, mancando di forza mentre l’RSI non punta da nessuna parte intorno al 54.

Più rilevante, la coppia non è in grado di superare il ritracciamento del 38,2% della sua ultima diapositiva giornaliera intorno a 1,1575, la resistenza immediata. Un’accelerazione attraverso quest’ultima dovrebbe portare ad un avanzamento fino alla regione 1.1620, mentre gli orsi potrebbero prendere in consegna la coppia in una pausa inferiore a 1.1520, il ritracciamento del 23.6% dello stesso rally.

Livelli di supporto:

1.1525

1.1490

1.1455

Livelli di supporto:

1.1575

1.1620

1.1660

EUR / USD, preoccupa anche manovra italiana

A tenere banco per il cross è anche il fatto che il governo italiano mira a un deficit di bilancio nel 2019 del 2,4% del PIL. Questo numero potrebbe aumentare quando il bilancio è discusso in parlamento. Sebbene gli orientamenti dell’UE consentano un deficit del 3%, Bruxelles seguirà nervosamente il bilancio. I mercati speravano che il deficit di bilancio dell’Italia sarebbe stato di circa il 2% e Bruxelles avrebbe seguito nervosamente il budget. Inoltre, gli investitori potrebbero perdere la fiducia nei titoli di stato italiani. Questo sentimento negativo potrebbe continuare a pesare sull’euro.

Come ampiamente previsto, la Federal Reserve ha premuto per la terza volta questo tasso per la terza volta, innalzando il tasso di riferimento di un quarto di punto, a un intervallo compreso tra il 2 e il 2,25 per cento. La Fed intende continuare gradualmente ad alzare i tassi, con un altro rialzo dei tassi previsto a dicembre e tre aumenti nel 2019. Quello che ha maggiormente interessato gli investitori è stato il saggio delle tariffe, in cui la Fed ha rimosso la parola “accomodative” nella dichiarazione, il che significa che la Fed ora considera la politica monetaria neutrale.

Il presidente della Fed Jerome Powell, nel tentativo di mantenere calmi i mercati, ha dichiarato in una conferenza stampa di follow-up che rimuovere il linguaggio accomodante nella dichiarazione non riflette un cambiamento nella politica. Eppure, i mercati sono stati ottimisti dopo la riunione della Fed e il dollaro degli Stati Uniti ha risposto con leggeri guadagni contro l’euro giovedì.

EUR / USD pronta per un ulteriore rangebound secondo Danske Bank

Chief Analyst presso Danske Bank Arne Rasmussen ha suggerito che la coppia dovrebbe mantenere intatto il trading rangebound per il momento.

“Nelle major, l’attenzione rimane sull’impatto della crescente propensione al rischio e degli sviluppi politici. Su quest’ultimo, oggi è impostato per portare una serie di notizie sulla bozza del bilancio italiano all’UE, sul rapporto di manipolazione biennale del cambio del Tesoro USA e, potenzialmente, sui negoziati Brexit “.

“Nel complesso, ci aspettiamo ancora che l’EUR / USD continua la sua gamma di trading intorno all’1.15, mentre qualsiasi conferma di un accordo UK-UE darebbe un supporto in GBP. Abbiamo in programma di seguire da vicino i titoli”.

EUR / USD dà forma a modello “tazza con manico”

La coppia di valute EUR / USD ha formato una tazza emergente con un modello di maniglia. Il modello “tazza col manico” è un modello di continuazione rialzista che inizia con un periodo di consolidamento, seguito da una rottura. Il periodo di consolidamento viene acquisito all’interno dell’handle. A questo punto, il consolidamento del modello si è formato esattamente alla 50,0 Fib e al punto di rotazione dell’ammiraglio.

Per quanto riguarda i fondamentali, i dati saranno chiari per la coppia di valute EUR / USD. Le notizie dell’USD che potrebbero spostare leggermente il mercato sono i dati JOLTS (Job Openings e Labor Turnover Summary) che rappresentano il numero di aperture di lavoro durante il mese segnalato, escluso il settore agricolo.

In termini tecnici, la coppia di valute EUR / USD potrebbe rimbalzare dalla zona POC verso la cima del manico intorno a 1,1610. Una chiusura al di sopra della resistenza R1 1.1634 dovrebbe avere il prezzo di spostamento verso la zona 1.1694 e la resistenza R2. La coppia è supportata anche da una linea di tendenza in aumento che incrocia il perno di supporto S1 che segna il trend rialzista.

Tutto si aggiunge alla confluenza rialzista. Idealmente la coppia dovrebbe rimanere sopra 1,1530 per rimanere rialzista.

Broker per fare trading sul prezzo Euro/Dollaro

BROKER
CARATTERISTICHEVANTAGGI 
CFDs sono strumenti finanziari complessi e comportano un alto rischio di perdita di denaro rapidamente a causa della leva. Tra il 74-89% dei trader retail perdono soldi facendo trading CFD. Prima di fare trading cerca di capire come funzionano i CFD ed i rischi che comportano.
24optionSpread bassi, CFDRendimenti elevatiPROVA >>
Markets.comTrading CFD, tanti strumentiConto demoPROVA >>
plus500Servizio CFDDemoPROVA >>
eToro social tradingSocial trading, copy tradingCopy fundsPROVA >>
Xm.comBonus 25€Conti Zero spread!PROVA >>
AvaTradeForex, azioni, criptovaluteWebinar ed ebookPROVA >>
Responsabilità: L'autore dell'articolo pubblicato su webeconomia.it esprime le sue libere opinioni in merito alle analisi in oggetto. Dichiara che tutte le considerazioni fatte all'interno del post e le eventuali altre analisi sugli strumenti finanziari (valute, azioni, criptovalute, materie prime) sono soggettive e non devono essere considerate come incentivi e raccomandazioni di investimento. Le analisi e le quotazioni degli strumenti finanziari sono mostrate al solo scopo di informare e non per incentivare le attività di trading o speculazione sui mercati finanziari. Lo staff di webeconomia.it e gli autori degli articoli non si ritengono dunque responsabili di eventuali perdite di denaro legate ad attività di invstimento. Lo staff del sito e i suoi autori dichiarano di non possedere quote di società, azioni o strumenti di cui si parla all'interno degli articoli. Leggendo i contenuti del sito l'Utente accetta esplicitamente che gli articoli non costituiscono "raccomandazioni di investimento" e che i dati presentati possono essere non accurati e/o incompleti. Tutte le attività legate agli strumenti finanziari e ai mercati come il trading su azioni, forex, materie prime o criptovalute sono rischiose e possono comportare perdita di capitali. L'Utente, quindi, solleva lo staff di webeconomia.it e i suoi autori dalla responsabilità di qualunque perdita o danno subito legato ad attività di investimento che scaturisce dalla consultazione dei dati contenuti nel sito.

LEAVE A REPLY