EUR / USD: ripresa della Cina e Fed “colomba” indeboliranno Dollaro

Secondo Karen Jones, analista di Commerzbank, la coppia EUR / USD si sta avvicinando a una resistenza più dura ai 55 e 100 giorni MA a 1.1364 / 66. E si potrebbe prevedere il fallimento iniziale e qualche slittamento verso la regione 1.1300.

Questo il commento di Jones: “Abbiamo i nostri dubbi sul fatto che in questo frangente il mercato ritenterà il ritracciamento di Fibonacci del 61,8% dell’anticipo 2017-18 a 1,186 e sospetto che questo possa essere un cuneo di caduta (formazione rialzista) in via di sviluppo.”

Poi conclude: “I raduni troveranno resistenza iniziale a 1,1366 / 67, il 55 e 100 giorno ma, che custodiscono il massimo di 1,1420 di febbraio e il trend ribassista di 1,1419. Sopra la tendenza al ribasso si trova il 1.1482 200 giorni ma e l’1,1570 di gennaio. “

Il canale rialzista EUR / USD rimane ininterrotto, sebbene l’azione sui prezzi si stia avvicinando a una linea di tendenza chiave per la resistenza (rossa) ea un punto di decisione per un rimbalzo ribassista o una nuova uscita rialzista.

Il forte rimbalzo EUR / USD potrebbe indicare la fine dell’onda e un’inversione rialzista più ampia, nonostante il canale di tendenza al ribasso più ampio in gioco. Per il momento un rimbalzo ribassista sulla linea di tendenza della resistenza vicino a 1,14 e una rottura sotto la linea di supporto del canale più piccolo sembra il più importante scenario.

Questo potrebbe indicare un ritracciamento ribassista di nuovo al livello di supporto della testa e delle spalle invertito (riquadro viola) intorno a 1,1250, che a sua volta potrebbe essere un punto di rimbalzo per un’inversione rialzista.

L’EUR / USD potrebbe costruire un’onda finale all’interno del trend rialzista. Una rottura al ribasso sotto il 61,8% di Fibonacci, tuttavia, potrebbe indicare l’inizio di un più ampio ritracciamento ribassista.

Un’onda rialzista potrebbe puntare a 1.14 ma una rottura al di sopra di questo livello potrebbe indicare un’estensione verso 1.15.

Broker per fare trading su EUR/USD

BROKER
CARATTERISTICHEVANTAGGI 
CFDs sono strumenti finanziari complessi e comportano un alto rischio di perdita di denaro rapidamente a causa della leva. Tra il 74-89% dei trader retail perdono soldi facendo trading CFD. Prima di fare trading cerca di capire come funzionano i CFD ed i rischi che comportano.
24optionCFD su Forex, Azioni, CriptovalutePiattaforma affidabilePROVA >>
Markets.comTrading CFD, tanti strumentiConto demoPROVA >>
plus500Servizio CFDDemoPROVA >>
eToro social tradingSocial trading, copy trading
66% dei trader perde soldi
Copy PortfolioPROVA >>
Xm.comBonus 25€Conti Zero spread!PROVA >>
AvaTradeForex, azioni, criptovaluteWebinar ed ebookPROVA >>

EUR / USD: il valore delle scommesse al ribasso colpisce il minimo di 11 mesi davanti alla Fed

Il valore delle scommesse al ribasso sulla coppia EUR / USD nel mercato delle opzioni ha toccato un minimo di 11 mesi in vista dell’importante decisione sui tassi del FOMC, prevista per domani.

Le inversioni del rischio a tre mesi sulla valuta comune, una misura delle chiamate a put, sono attualmente pari a -0,325, il livello più alto dal 25 aprile 2018.

Infatti, il numero negativo indica la domanda o il premio implicito di volatilità per scommesse) supera ancora la domanda di chiamate (scommesse rialziste).

L’indicatore, tuttavia, è attualmente alto a 11 mesi, il che significa che il valore di put è a un minimo di 11 mesi. In parole povere, il sentimento ribassista su EUR / USD è il più debole dall’aprile 2018. Sembra che gli investitori si stiano preparando per una Fed accomodante.

È ampiamente previsto che la banca centrale statunitense mantenga i tassi invariati domani e segnali una riduzione dell’inclinazione ai tassi di aumento.

Per quanto riguarda oggi, l’attenzione si concentra sugli indici del sondaggio tedesco Zew, in programma per l’uscita alle 10:00 GMT. L’EUR / USD è attualmente moderatamente bid a 1,1349 e potrebbe salire ben oltre 1,1367 (78,6% Fib R di 1,1420 / 1,1676) se l’indagine Zew – indice di sentimento economico per marzo – stampa sopra le stime. Il che allevierebbe i timori di un rallentamento più profondo nella più grande economia dell’Eurozona.

  • Resistenza: 1,1367 (78,6% Fib R di 1,1420 / 1,1766), 1,13292 (linea di tendenza che collega il 10 gennaio e il 31 gennaio in alto), 1,1420 (massimo 28 febbraio)
  • Supporto: 1,1327 (media mobile a 5 giorni), 1,1890 (10 media mobile giornaliera), 1.1234 (minimo 15 febbraio).

EUR / USD è stato stabile negli ultimi mesi

Richard Franulovich, responsabile della strategia FX di Westpac, suggerisce che la coppia EUR / USD è ora al suo quinto mese di trading a range ristretto (circa 1,12-1,15) e ritiene che sia leggermente sopravvalutato, con l’equilibrio valutario stimato a 1.1100.

È coerente con le tendenze negli ultimi anni, con scambi EUR / USD costantemente al di sopra del valore equo. Tuttavia, e forse ancora più importante, scopriamo che, in mezzo a tutte queste forze in competizione EUR / USD, il valore equo è stato più alto – a conti fatti i positivi hanno superato quelli negativi.

“Le nostre stime sull’equilibrio EUR / USD è aumentato attorno a US2,5 centesimi negli ultimi quattro mesi.” afferma Franulovich.

Che poi continua: “Nonostante la miriade di forze in competizione, il valore equo dell’EUR / USD è lentamente aumentato, ma la valuta è leggermente sopravvalutata e questo probabilmente spiega il comportamento legato alla serie negli ultimi mesi.”

Poi conclude: “Separatamente, la volatilità implicita è diminuita considerevolmente nelle ultime settimane, comprensibilmente data la crescente probabilità di un’estensione alla Brexit, la svolta della Fed e segnali di una tregua sulla guerra commerciale. Il calo dei principali volumi valutari impliciti continua tuttavia a sembrare notevolmente fuori luogo con varie misure di incertezza della politica globale”.

EUR / USD: la probabile stabilizzazione dell’economia cinese e la Fed “colomba” potrebbero sostenere il rialzo

Nel loro rapporto strategico settimanale, gli analisti di Citibank hanno spiegato che hanno respinto i tempi di rialzo dei tassi della Banca centrale europea al primo trimestre del 2021 dopo l’ultimo incontro, il che potrebbe minare le citazioni EUR.Key:

“Gli investitori sono ugualmente preoccupati per il più ampio aggregato di dati sull’eurozona e potenziale rischio di recessione. Gli avanzi delle partite correnti dell’eurozona, l’allentamento della Cina e la debole sovraperformance della crescita negli Stati Uniti potrebbero sostenere EUR a medio e lungo termine. “

EUR / USD ha continuato a ritirarsi mentre lo stocastico lento non ha seguito i minimi più alti. Un modello di divergenza inferiore potrebbe inviare EUR in rialzo, con resistenza a 1,1514 e supporto a 1,1777.”

“La Fed in versione colomba, lo stimolo della politica cinese e la probabile stabilizzazione economica cinese nel 3 ° trimestre potrebbero indebolire il dollaro a medio e lungo termine. E, di contro, potrebbe sostenere l’euro.”

Responsabilità: L'autore dell'articolo pubblicato su webeconomia.it esprime le sue libere opinioni in merito alle analisi in oggetto. Dichiara che tutte le considerazioni fatte all'interno del post e le eventuali altre analisi sugli strumenti finanziari (valute, azioni, criptovalute, materie prime) sono soggettive e non devono essere considerate come incentivi e raccomandazioni di investimento. Le analisi e le quotazioni degli strumenti finanziari sono mostrate al solo scopo di informare e non per incentivare le attività di trading o speculazione sui mercati finanziari. Lo staff di webeconomia.it e gli autori degli articoli non si ritengono dunque responsabili di eventuali perdite di denaro legate ad attività di invstimento. Lo staff del sito e i suoi autori dichiarano di non possedere quote di società, azioni o strumenti di cui si parla all'interno degli articoli. Leggendo i contenuti del sito l'Utente accetta esplicitamente che gli articoli non costituiscono "raccomandazioni di investimento" e che i dati presentati possono essere non accurati e/o incompleti. Tutte le attività legate agli strumenti finanziari e ai mercati come il trading su azioni, forex, materie prime o criptovalute sono rischiose e possono comportare perdita di capitali. L'Utente, quindi, solleva lo staff di webeconomia.it e i suoi autori dalla responsabilità di qualunque perdita o danno subito legato ad attività di investimento che scaturisce dalla consultazione dei dati contenuti nel sito.

LEAVE A REPLY