EUR / USD prosegue in lento trend rialzista

Gli analisti di Goldman Sachs hanno pubblicato la loro analisi basata sull’onda di Elliot sulla coppia EUR / USD. Suggerendo un ulteriore downside in gioco dopo che lo spot ha violato ancora il supporto a 1.1200.

Ecco quanto riferiscono: “EURUSD è tornato a testare i minimi di molti mesi. Il livello da osservare qui è 1.1177-1.1156. Tutte le azioni sui prezzi da agosto sono state correttive e sovrapposte. A questo punto, è difficile avere una visione forte in entrambi i casi fino a quando non è stata raggiunta una pausa da questo intervallo. Inoltre, ci sono state due false rotture al ribasso; il primo a novembre fino al supporto di 1,13, il secondo a marzo fino all’1.12.

Il perno 1.1177-1.1156 comprende sia il minimo intermedio dal 7 marzo sia un obiettivo ABC al di sopra del 20 marzo. Significa che fino a questo punto il sell-off continua a sembrare correttivo in natura.”

Poi concludono: “Dovrebbe vedere un’interruzione inferiore a 1.1177-1.1156 per avere fiducia in un declino più impulsivo. Per ora, sembra ragionevole guardare per una base / inversione. Visione: Finora non è stata trovata alcuna prova di un selloff impulsivo. Avanti a fuoco 1.1177-1.1156. Diffidare di un’altra base / inversione. Ne hai bisogno sotto per prendere in considerazione lo slancio”.

Per Karen Jones, responsabile dell’analisi tecnica FICC presso Commerzbank, la coppia ha ora spostato la sua attenzione sull’area dei minimi annuali nella banda 1.1180 / 75.

Ecco quanto riferisce: EUR / USD rimane sul minimo recente di 1.1176. Il mercato non ha recentemente interrotto i break a nuovi minimi, ma rimane il rischio di una scivolata verso la fine di maggio 2017 a 1,11110 (non il nostro scenario favorito)”.

Poi aggiunge: “Sospettiamo che stia cercando di stabilirsi, ma debba fare più lavoro. Una volta sopra il 200 giorno ma a 1,1464, il cross dovrebbe puntare al massimo a 1,1570 di gennaio, insieme al 55 settimana a 1,1589″.

La coppia EUR / USD è scesa ai minimi prossimi a 21 mesi mentre i dati della zona euro e degli Stati Uniti hanno continuato a divergere, a favore del dollaro USA. In vista di ulteriori importanti dati oggi, la coppia è sul bordo, ma la resistenza è leggermente più debole del supporto, quindi c’è ancora una via d’uscita.

L’indicatore Technical Confluences mostra che il minimo di 21 mesi di 1.1176 è anche la confluenza del punto di articolazione Supporto di una settimana 1, PP one-day S2 e Bollinger Band di un giorno Lower.

La resistenza è anche vicina ed è un po ‘più morbida. A 1.1221 vediamo un denso ammasso di livelli che include il Fibonacci 23.6% di un giorno, il minimo annuale precedente, il Simple Moving Average 100-15m, lo SMA 10-4h, il BB 15min-Upper, lo SMA 5-4h, il precedente 4h-high, e BB 1h-Middle.

La resistenza significativa attende a 1.1285 che è la convergenza del 160,8% di Fibonacci di un giorno, il 38,2% di Fibonacci un mese, lo SMA 200-1h, il Fibonacci 61,8 % di una settimana, la PP 1d-R3 e la BB 1d-Middle.

Sul lato negativo, l’unica area di supporto degna di nota sotto 1.1176 è 1.1115, che è il PP di un mese S1.

Venerdì la tendenza al ribasso dell’EUR / USD è proseguita. La coppia ha recuperato le prime perdite dopo aver nuovamente mescolato dati EMU, ma non ha potuto ottenere guadagn. Mentre un’altra sconfitta del brexit deal da parte di Theresa May ha causato ripercussioni negative sulla moneta comune.

Allo stesso tempo, i Dollarbulls si sono scrollati di dosso i dati di spesa e inflazione leggermente più deboli ma obsoleti, invece si sono aggrappati a dati abitativi sorprendentemente forti e a una fiducia dei consumatori migliore del previsto (finale) U. del Michigan.

EUR / USD, come è iniziata la settimana e cosa dobbiamo attenderci nei prossimi giorni

L’EUR / USD è entrato nel fine settimana leggermente più basso a 1,1218 (in calo da 1,221) a fronte di un costruttivo atteggiamento di rischio. La coppia USD / JPY ha chiuso a 110,86 (da 110,63). I mercati asiatici prosperano stamattina.

La fiducia del PMI manifatturiero ufficiale della Cina (50,5) ha battuto le stime (49,6) di un margine piuttosto ampio, una ripresa successivamente confermata dal Caixin PMI privato (50,8 dal 49,9). I dati hanno allentato le preoccupazioni sul rallentamento della crescita globale.

Le attività rischiose, in particolare i cinesi, sono ben supportate. L’euro è un consueto beneficiario di notizie positive sul commercio / crescita. La coppia EUR / USD è balzata più in alto a 1,124 area. Il dollaro (ponderato per il commercio) (DXY) scende al di sotto del 97,2. La tendenza al rialzo del rischio dell’USD / JPY si è arrestata vicino a 111,20 prima di ripercuotere parte dei profitti nonostante l’inchiesta giapponese Q1 Tankan (manifatturiera) stampata al di sotto delle aspettative.

Nel calendario economico di oggi gli Stati Uniti sono al centro dell’attenzione. Le vendite al dettaglio sono previste inferiori (core 0,3%) dopo la dura ripresa di gennaio. Vediamo rischi al rialzo data la fiducia senza sosta dei consumatori. La produzione ISM dovrebbe salire a 54,5.

Siamo di fronte al consenso come un forte aumento dopo che un parziale calo legato al clima a febbraio è probabilmente limitato dalle preoccupazioni generali di rallentamento della crescita che hanno recentemente raggiunto gli Stati Uniti.

Ciononostante, qualsiasi reazione del dollaro in caso di sorpresa positiva potrebbe rimanere attenuata, specialmente nella vigilia dei dati sugli stipendi di marzo osservati attentamente da venerdì. I rischi per l’inflazione headline UEM (1,5% attesi) sono inclinati verso il basso.

L’EUR / USD è andato alla deriva vicino ai minimi recenti della gamma MT 1,12 / 1,15. I dati di oggi potrebbero innescare un test dell’intervallo inferiore, ma riteniamo che non vi sia alcun motivo convincente per interrompere in modo sostenibile il supporto 1.1187 / 1.12.

La sterlina guadagnata nel periodo precedente al terzo tentativo di May di far passare il suo accordo in Parlamento lo scorso venerdì, ma il voto ha provocato un’altra sconfitta. Sterling ha avuto un successo e è scivolata di nuovo a EUR / GBP 0,86. Oggi si svolge il secondo turno del “colpo di stato” parlamentare. I parlamentari voteranno su una lista di emendamenti, ma resta da vedere se ciò causerà il punto di stallo del brexit.

Rimaniamo cauti sulla lunga esposizione in GBP, purché non vi siano indicazioni su come questo processo si verificherà.

Migliori piattaforme per imparare a fare trading su Euro Dollaro

BROKER
CARATTERISTICHEVANTAGGI 
CFDs sono strumenti finanziari complessi e comportano un alto rischio di perdita di denaro rapidamente a causa della leva. Tra il 74-89% dei trader retail perdono soldi facendo trading CFD. Prima di fare trading cerca di capire come funzionano i CFD ed i rischi che comportano.
24optionCFD su Forex, Azioni, CriptovalutePiattaforma affidabilePROVA >>
Markets.comTrading CFD, tanti strumentiConto demoPROVA >>
plus500Servizio CFDDemoPROVA >>
eToro social tradingSocial trading, copy tradingCopy fundsPROVA >>
Xm.comBonus 25€Conti Zero spread!PROVA >>
AvaTradeForex, azioni, criptovaluteWebinar ed ebookPROVA >>
Responsabilità: L'autore dell'articolo pubblicato su webeconomia.it esprime le sue libere opinioni in merito alle analisi in oggetto. Dichiara che tutte le considerazioni fatte all'interno del post e le eventuali altre analisi sugli strumenti finanziari (valute, azioni, criptovalute, materie prime) sono soggettive e non devono essere considerate come incentivi e raccomandazioni di investimento. Le analisi e le quotazioni degli strumenti finanziari sono mostrate al solo scopo di informare e non per incentivare le attività di trading o speculazione sui mercati finanziari. Lo staff di webeconomia.it e gli autori degli articoli non si ritengono dunque responsabili di eventuali perdite di denaro legate ad attività di invstimento. Lo staff del sito e i suoi autori dichiarano di non possedere quote di società, azioni o strumenti di cui si parla all'interno degli articoli. Leggendo i contenuti del sito l'Utente accetta esplicitamente che gli articoli non costituiscono "raccomandazioni di investimento" e che i dati presentati possono essere non accurati e/o incompleti. Tutte le attività legate agli strumenti finanziari e ai mercati come il trading su azioni, forex, materie prime o criptovalute sono rischiose e possono comportare perdita di capitali. L'Utente, quindi, solleva lo staff di webeconomia.it e i suoi autori dalla responsabilità di qualunque perdita o danno subito legato ad attività di investimento che scaturisce dalla consultazione dei dati contenuti nel sito.

LEAVE A REPLY