EUR / GBP sotto pressione per voto di fiducia su Theresa May

Secondo Karen Jones, analista presso Commerzbank, dopo aver fallito il test iniziale di .9101 ad agosto, il più alto finora per il cross EUR / GBP, potrebbe registrare qualche consolidamento a breve termine nello store, ma la mossa sembra direzionale e qui sopra punterebbe il target top del canale 2016-2018 a .9172.

“I rischi sono alti e il mercato rimane in offerta a breve termine mentre è sopra il supporto .8941. Sotto .8900 giace il “200 day” ma a .8837.” “Solo un inaspettato fallimento a .8810 alla fine di novembre avrebbe toccato il minimo di .8655 di novembre.”

Gli analisti di Danske Bank, invece, prevedono che EUR / GBP rimarrà volatile nelle prossime settimane, dopo che è sceso sotto a 0.90. Theresa May ha vinto il voto ‘no confidence’ la scorsa notte.

“Le cose sono sostanzialmente invariate rispetto a ieri e il focus passa ora al Vertice UE, in cui i leader europei discuteranno la Brexit oggi. Non c’è ancora alcuna maggioranza nella Camera dei Comuni e la domanda è se Theresa May possa ottenere sufficienti garanzie per cambiare la posizione di alcuni parlamentari sull’accordo sulla Brexit. Come tale, tutte le opzioni sono ancora sul tavolo, incluso un secondo referendum e il rischio che l’accordo non venga approvato alla Camera dei Comuni rimane intatto.” Sostengono gli analisti di Danske Bank.

Il cross è stato messo sotto pressione mercoledì scorso, scivolando da un massimo di 0,9070 a un minimo di 0,8969 fino al risultato del voto di sfiducia. Tuttavia, la sterlina non è ancora fuori dai guai con molti ostacoli e incertezze che rimangono prima della data di Brexit del 29 marzo.

Il primo ministro deve ora concentrarsi sulla sua prossima sfida più grande, in cui molti membri del suo partito e del resto del parlamento si oppongono al suo accordo sul ritiro della Brexit che renderà quasi impossibile ottenere il sostegno del parlamento.

I mercati delle opzioni continuano a incidere sulle incertezze che probabilmente rendono difficile per la sterlina sostenere il rialzo nel frattempo a fronte dei crescenti rischi di una Brexit senza accordo, della possibilità di un secondo referendum e di una sfida di leadership nell’intero governo.

Alla fine, il Labur Party potrebbe vincere le elezioni. Il mercato ora può concentrarsi su ECB. Nell’immediato futuro, l’attenzione passerà alla BCE, dove i mercati guarderanno a qualsiasi cosa da Draghi che tenga un tono cauto sulla crescita. Anche la politica sull’Europa continentale sarà al centro delle relazioni secondo cui l’Italia potrebbe proporre un obiettivo del 2% di deficit che ha già spinto i rendimenti dei BTP più bassi, restringendo gli spread italo-tedeschi ai livelli più stretti questo mese, sostenendo l’euro per riconquistare i 10 e 21-DMAs contro il biglietto verde e probabilmente aiutando la coppia EUR / GBP che ha effettuato una correzione dai minimi per riportare di recente verso il perno dove si trovava prima dei risultati del voto di sfiducia del PM maggio.

I livelli EUR / GBP hanno ceduto davanti al massimo dello 0,9101 di gosto all’inizio di questa settimana, riportando il lato negativo che ha penetrato la SMA da 100 ore fino a una precedente linea di supporto e resistenza a 0,8969. Con una rottura superiore a 0,91, i tori possono raggiungere la cima del canale 2016-2018 a 0,9172, come detto secondo gli analisti di Commerzbank.

EUR / GBP, Theresa May supera voto di fiducia ma Brexit resta in alto mare

Il primo ministro britannico, Theresa May, è sopravvissuta alla minaccia più grave alla sua arroccata leadership mercoledì, vincendo il voto di fiducia del partito e scongiurando una battaglia per la leadership che ha minacciato di far precipitare il paese in una crisi prolungata. Ma la celebrazione della vittoria, se esiste, rischia di essere di breve durata.

Mentre la signora May è sopravvissuta per combattere un altro giorno, il futuro del suo piano di lasciare l’Unione Europea sembra più cupo che mai. Mancano ancora i voti in Parlamento per approvarlo. Ha poche possibilità di vincere le concessioni dall’Europa di cui ha bisogno per rompere il legame. E il voto sorprendentemente forte contro di lei nel suo stesso partito sottolinea la difficoltà che affronta nel vincere l’approvazione per qualsiasi piano per la Gran Bretagna di lasciare l’Europa, o Brexit, come il termine per il ritiro incombe. Per un momento, tuttavia, dopo una settimana di battute d’arresto umilianti, il primo ministro potrebbe assaporare la sua vittoria.

“Ecco la nostra rinnovata missione”, ha detto fuori dai suoi uffici al 10 di Downing Street dopo la votazione di mercoledì. “Offrire la Brexit che la gente ha votato, riunire il paese e costruire un paese che funzioni veramente per tutti”. Ma anche quel momento è stato mitigato dalla perdita. May ha vinto il voto solo dopo aver promesso che si sarebbe fatta da parte subito dopo la fine delle agonie della Brexit, secondo quanto riferito da una riunione dei legislatori del Partito Conservatore che ha preceduto il voto.

Quel pegno rimuove la possibilità generalmente sgradita che lei sarebbe rimasta come leader del partito nelle prossime elezioni generali. May, ha detto George Freeman, un parlamentare conservatore, ha chiarito “che ha ascoltato, e rispettato la volontà del partito che una volta consegnata una Brexit minimamente decente, si farà da parte per l’elezione di un nuovo leader.” Nel voto di mercoledì, su una mozione definita in gergo anglosassone “on confidence” convocata dal suo stesso partito conservatore, la signora May ha ottenuto il sostegno di 200 legislatori conservatori, mentre 117 hanno votato contro di lei.

Il voto di protesta ha superato molte previsioni e dovrebbe aggravare le sue difficoltà in Parlamento, dove i suoi nemici le stavano già facendo pressione: “Questo è stato un risultato terribile per il primo ministro”, ha detto Jacob Rees-Mogg, un leader della linea dura fazione pro-Brexit. Il voto le dà un po’ di respiro. Secondo le regole del partito conservatore, non può essere rimessa in discussione dai suoi stessi legislatori per un altro anno, il che offre almeno una certa stabilità per far avanzare il piano Brexit.

Se avesse perso, i conservatori sarebbero stati spinti in un processo di divisione che si sarebbe esteso fino al mese successivo. Con tutte le conseguenze negative che ciò avrebbe comportato per la Gran Bretagna e per la Brexit.

Broker per fare trading su EUR/GBP

BROKER
CARATTERISTICHEVANTAGGI 
CFDs sono strumenti finanziari complessi e comportano un alto rischio di perdita di denaro rapidamente a causa della leva. Tra il 74-89% dei trader retail perdono soldi facendo trading CFD. Prima di fare trading cerca di capire come funzionano i CFD ed i rischi che comportano.
24optionCFD su Forex, Azioni, CriptovalutePiattaforma affidabilePROVA >>
Markets.comTrading CFD, tanti strumentiConto demoPROVA >>
plus500Servizio CFDDemoPROVA >>
eToro social tradingSocial trading, copy trading
66% dei trader perde soldi
Copy PortfolioPROVA >>
Xm.comBonus 25€Conti Zero spread!PROVA >>
AvaTradeForex, azioni, criptovaluteWebinar ed ebookPROVA >>

 

 

 

 

 

 

 

 

Responsabilità: L'autore dell'articolo pubblicato su webeconomia.it esprime le sue libere opinioni in merito alle analisi in oggetto. Dichiara che tutte le considerazioni fatte all'interno del post e le eventuali altre analisi sugli strumenti finanziari (valute, azioni, criptovalute, materie prime) sono soggettive e non devono essere considerate come incentivi e raccomandazioni di investimento. Le analisi e le quotazioni degli strumenti finanziari sono mostrate al solo scopo di informare e non per incentivare le attività di trading o speculazione sui mercati finanziari. Lo staff di webeconomia.it e gli autori degli articoli non si ritengono dunque responsabili di eventuali perdite di denaro legate ad attività di invstimento. Lo staff del sito e i suoi autori dichiarano di non possedere quote di società, azioni o strumenti di cui si parla all'interno degli articoli. Leggendo i contenuti del sito l'Utente accetta esplicitamente che gli articoli non costituiscono "raccomandazioni di investimento" e che i dati presentati possono essere non accurati e/o incompleti. Tutte le attività legate agli strumenti finanziari e ai mercati come il trading su azioni, forex, materie prime o criptovalute sono rischiose e possono comportare perdita di capitali. L'Utente, quindi, solleva lo staff di webeconomia.it e i suoi autori dalla responsabilità di qualunque perdita o danno subito legato ad attività di investimento che scaturisce dalla consultazione dei dati contenuti nel sito.

LEAVE A REPLY