EUR / GBP, i possibili scenari legati a Brexit

Sul cambio EUR / GBP pesano ancora i probabili scenari sui risultati della sfida alla leadership del Regno Unito che vedono protagonista il Primo Ministro Theresa May. Le probabilità che il Primo Ministro britannico May rimanga leader e che il Parlamento voti sì al suo accordo sulla Brexit sono diminuite sostanzialmente.

Per gli analisti di Danske Bank, ad esempio “vedremo il cambio EUR / GBP scendere a 0,865-0,88 se May rimanesse in carica. EUR / GBP rimarrà volatile davanti alla votazione del Parlamento su Brexit. Un “decente Brexit” sembra meno probabile, ma EUR / GBP andrà a 0,83 in tre mesi se sarà così.

I probabili scenari, concludono gli analisti di Danske Bank, sono i seguenti

La probabilità di uno scenario di non-accordo sono aumentate. EUR / GBP potrebbe testare 1.00.

Se May dovesse perdere la fiducia, EUR / GBP a 0,92-0,95

In caso di un secondo referendum Brexit, EUR / GBP tra 0,82-0,86

La vittoria del Remain trascinerebbe il cambio EUR / GBP sotto 0,80.

EUR / GBP, May resta in alto mare

Crescono le aspettative dunque che Theresa May cercherà ulteriori concessioni dall’Unione Europea nel tentativo di assicurarsi il sostegno del suo partito e dei suoi partner DUP dell’Irlanda del Nord per il suo accordo Brexit. L’accordo – pubblicato la scorsa settimana – ha suscitato feroci critiche e determinate posizioni da alcuni dei suoi deputati conservatori del partito che non avrebbero votato per l’accordo.

La sterlina britannica è scesa bruscamente quando è emersa la portata del dissenso sull’accordo. “Ciò implica che c’è un rischio reale di una Brexit difficile nel marzo 2019. Comprensibilmente, GBP è stata sottoposta a forti pressioni, nonostante la sfida del PM e la sua riluttanza ad intrattenere domande su una sfida di leadership ha contribuito a calmare alcuni nervi”, dice Jane Foley, Senior Strategist FX per Rabobank.

In effetti, se guardiamo i dati, la Sterlina è ancora a livelli coerenti con le aspettative di un accordo sulla Brexit che alla fine passa attraverso il parlamento: il tasso di cambio dalla sterlina all’Euro è quotato a 1.1254, che è effettivamente la metà della coppia più lunga- intervallo di sterline.

Il tasso di cambio da sterlina a dollaro è vicino al fondo del suo intervallo a lungo termine a 1.2830. Se un ‘non accordo’ era previsto come probabile esito, la Sterlina sarebbe molto più bassa. Ricordiamo il post-referendum basso in GBP / EUR è a 1,0790 mentre il minimo GBP / USD è a 1,1950. L’attuale azione di prezzo indica che la sterlina è ancora in attesa di un accordo e crediamo che la chiave di questa ipotesi sia la convinzione che Theresa May possa ancora raccogliere potenzialmente la minima concessione da Bruxelles per consentire al suo piano di passare.

In un’intervista a Sky News, May dice che la chiave per la prospettiva saranno i prossimi sette giorni, quando i suoi negoziatori torneranno a negoziare con l’Ue in maniera martellante per concretizzare “il futuro rapporto”. Sarà anche in visita a Bruxelles, ha aggiunto, e parlerà con il presidente della Commissione europea Jean-Claude Juncker come parte delle discussioni della settimana.

Potrebbero essere necessarie ulteriori concessioni, e l’Ue sarà consapevole che il piano che hanno mediato richiede un po ‘di aiuto, anche se hanno dichiarato pubblicamente che si occupano dell’offerta è l’accordo finale. Secondo Adam Fleming della BBC, il negoziatore capo per Brexit Michel Barnier e gli ambasciatori dell’Ue hanno riconosciuto durante una riunione a Bruxelles durante il fine settimana che la situazione di Westminster è “volatile”.

Barnier ha offerto alcune parole rassicuranti che sembrano progettate per sostenere May e la chiusura degli accordi su Brexit. Barnier dice che i negoziati hanno trovato un compromesso per evitare un confine duro tra Irlanda e Irlanda del Nord. “Entrambe le parti vogliono evitare di utilizzare il backstop.” E, in un versetto che potrebbe essere stato scritto da May stessa Barnier ha dichiarato: “Per le future relazioni, sia l’UE che il Regno Unito avranno il pieno controllo della propria legislazione e delle regole, il che è essenziale, da parte nostra, per l’integrità del mercato unico.

“Che il messaggio unificato tra Bruxelles e Londra possa effettivamente tradursi in qualsiasi concessione di May può tornare in parlamento è ovviamente la grande incognita.” Il risultato più probabile è che Mrs. May tenti di rinegoziare con la Commissione europea “, dice Samuel Tombs, un economista con Pantheon Macroeconomics. “Il nostro caso base, quindi, rimane che l’accordo di revoca riceva l’approvazione parlamentare alla fine del primo trimestre.”

La scorsa settimana Angela Merkel è sembrata disperdere le speranze che l’Unione europea possa intervenire per salvare l’accordo sulla Brexit con ulteriori concessioni, ma Tombs ha sempre sostenuto l’Ue. “Abbiamo un documento sul tavolo che la Gran Bretagna e gli altri 27 stati dell’UE hanno concordato”, ha detto Merkel. “Per quanto mi riguarda, non vi è alcuna questione di ulteriori contrattazioni al momento”. Tombs sottolinea tuttavia che gli europei hanno detto più e più volte che si muoveranno se l’U.K. cederà alle sue linee rosse.

Ciò implicherebbe il Regno Unito alla ricerca di una Brexit più morbida: Tombs sostiene che May potrebbe fare questo per conquistare il sostegno dei parlamentari laburisti desiderosi di evitare un “niente” a tutti i costi.

“In definitiva, lo sblocco di una transizione senza cambiamenti periodo di almeno 21 mesi e un ulteriore addolcimento dello stato finale per Brexit rafforzerebbe notevolmente la sterlina “, afferma Tombs. Tuttavia, fare affidamento su un partito di opposizione intenzionato a usare la tua rovina per innescare un’elezione generale potrebbe rivelarsi troppo rischioso proposizione per maggio allo stomaco. Crediamo che May preferisca provare a ottenere le più sottili concessioni dall’UE riportare il DUP a bordo. Avere il DUP dietro l’accordo aumenterebbe significativamente la pressione sui ribelli dei conservatori.

L’Europa ha investito una grande quantità di capitali per raggiungere un accordo, e la posta in gioco è alta per un blocco che è stato costruito sulla negoziazione. Quindi è probabile che qualcosa venga fatto nelle prossime settimane e senza l’aiuto europeo l’accordo è morto. Sarà inoltre d’occhio per la voce che 48 parlamentari conservatori hanno chiesto un voto di sfiducia al Primo Ministro; qualcosa che dovrebbe accadere questa settimana.

I commentatori politici credono che Theresa May vincerà tale voto; tuttavia, come abbiamo notato la settimana scorsa, ci sono significativi rischi al ribasso per la sterlina che potrebbero perdere. Ha detto lunedì alla conferenza della CBI che crede di aver raggiunto un accordo nel migliore interesse del Regno Unito, ha anche inviato un chiaro messaggio a quelli.

I ribelli conservatori del partito stanno cercando di spodestarla: “Nessuno può avere dubbi: sono determinato a consegnarlo.” Prevediamo che i nervi del mercato rimarranno elevati e Sterling diventerà nervosa di conseguenza. “I prossimi giorni saranno difficili per il Primo Ministro May. Ha una dura sfida nel mantenere il suo lavoro e riunire il suo governo e un compito potenzialmente ancora più grande nel tentativo di persuadere il parlamento a sostenere l’accordo che ha trovato con l’UE. Potrebbe arrivare un rally di soccorso nella sterlina”, dice Foley.

Ma c’è un chiaro avvertimento da parte di Foley sulle prospettive del cambio da sterlina a euro nel caso in cui una Brexit ” enza accordo “diventi probabile”. Investitori sono disposti a rimanere prudenti sembra che il Regno Unito sia sulla buona strada per uscire dall’UE il prossimo anno, EUR / GBP potrebbe lanciarsi verso la parità”, dice lo stratega. Vediamo che l’unica strada per ottenere un accordo è attraverso ulteriori concessioni ad Ue e finché sembra che la porta sia aperta, ci aspetteremmo una modalità tesa, attesa per dominare il sentimento verso la valuta del Regno Unito.

Piattaforme per fare trading sul cambio EUR/GBP

BROKER
CARATTERISTICHEVANTAGGI 
CFDs sono strumenti finanziari complessi e comportano un alto rischio di perdita di denaro rapidamente a causa della leva. Tra il 74-89% dei trader retail perdono soldi facendo trading CFD. Prima di fare trading cerca di capire come funzionano i CFD ed i rischi che comportano.
24optionSpread bassi, CFDRendimenti elevatiPROVA >>
Markets.comTrading CFD, tanti strumentiConto demoPROVA >>
plus500Servizio CFDDemoPROVA >>
eToro social tradingSocial trading, copy tradingCopy fundsPROVA >>
Xm.comBonus 25€Conti Zero spread!PROVA >>
AvaTradeForex, azioni, criptovaluteWebinar ed ebookPROVA >>
Responsabilità: L'autore dell'articolo pubblicato su webeconomia.it esprime le sue libere opinioni in merito alle analisi in oggetto. Dichiara che tutte le considerazioni fatte all'interno del post e le eventuali altre analisi sugli strumenti finanziari (valute, azioni, criptovalute, materie prime) sono soggettive e non devono essere considerate come incentivi e raccomandazioni di investimento. Le analisi e le quotazioni degli strumenti finanziari sono mostrate al solo scopo di informare e non per incentivare le attività di trading o speculazione sui mercati finanziari. Lo staff di webeconomia.it e gli autori degli articoli non si ritengono dunque responsabili di eventuali perdite di denaro legate ad attività di invstimento. Lo staff del sito e i suoi autori dichiarano di non possedere quote di società, azioni o strumenti di cui si parla all'interno degli articoli. Leggendo i contenuti del sito l'Utente accetta esplicitamente che gli articoli non costituiscono "raccomandazioni di investimento" e che i dati presentati possono essere non accurati e/o incompleti. Tutte le attività legate agli strumenti finanziari e ai mercati come il trading su azioni, forex, materie prime o criptovalute sono rischiose e possono comportare perdita di capitali. L'Utente, quindi, solleva lo staff di webeconomia.it e i suoi autori dalla responsabilità di qualunque perdita o danno subito legato ad attività di investimento che scaturisce dalla consultazione dei dati contenuti nel sito.

LEAVE A REPLY