EUR / GBP influenzato da Brexit, discorso Draghi e manovra italiana

Al picco della sterlina della settimana scorsa ha fatto seguito la notizia che una dichiarazione politica di ventisei pagine che delineava le relazioni future tra l’UE e la Gran Bretagna per decenni a venire, fosse stata finalmente elaborata. Da aggiungere al progetto sui termini dell’uscita del Regno Unito dall’UE il 29 marzo 2019 in un trattato di divorzio da cinquecentoventicinque pagine concordato. Il Primo Ministro britannico Theresa May dovrebbe quindi avere la strada spianata in Parlamento. Tuttavia, è probabile che il PM May affronterà, al contrario, la sua sfida più difficile.

La May ha già consegnato una lettera alla nazione dicendo che l’accordo consegna Brexit, dà al Regno Unito il controllo sui suoi confini, salvaguarda i diritti dei cittadini, taglia i pagamenti all’UE e stabilisce un futuro luminoso e sicuro per il Regno Unito.

Tuttavia, il Sunday Telegraph ha riferito che 91 parlamentari conservatori sono contrari all’accordo e un tale numero che vota contro renderà impossibile l’accordo per il momento ed è qui che, fondamentalmente,il cambio lotterà per rompere un’area forte di confluenza tecnica.

Al ribasso, in una pausa al di sotto del 61,8% di Fibo e 200-D SMA si apre la prossima zona di supporto chiave che si trova tra il minimo di luglio a 0,8799 e il massimo del 12 novembre a 0,8774. Quest’area custodisce il livello di supporto chiave di ottobre a 0.8723. Nel frattempo, 0.8940 apre il picco di luglio a 0.8960. I massimi di inizio agosto e settembre si trovano a 0,9031 / 54.

Andamento del cambio EUR/GBP

EUR / GBP: Draghi, manovra italiana e Brexit i fattori di influenza

Per quanto riguarda l’EUR, i dati economici sono limitati a Ottobre. Il clima economico di Ifo sulla Germania influirà sull’euro, mentre gli indicatori congiunturali della Germania continuano a riflettere una crescita più debole a partire dalla contrazione del 3° trimestre dell’economia.

Mentre gli Stati membri hanno firmato l’ultimo accordo sulla Brexit che ora deve essere ratificato dal Parlamento già dalla prossima settimana, l’Italia continua a sostenere i suoi piani di bilancio per il 2019. Non si parla ancora di un compromesso che potrebbe alla fine portare a una implosione della coalizione, con la decisione dell’UE su quale azione disciplinare intraprendere di maggiore influenza a breve termine. Sul fronte della politica monetaria, il presidente della BCE Draghi dovrebbe parlare oggi pomeriggio, con i membri della BCE Praet, Coeure e Nowotny anche sul docket, con Draghi di maggiore influenza, qualsiasi chiacchierata colombiana un negativo per l’EUR.

Al momento della scrittura, l’euro è salito dello 0,01% a $ 1,1338, con le statistiche di oggi fuori dalla Germania e Draghi i driver chiave per tutto il giorno. Per la Sterlina, non ci sono statistiche sul materiale in programma per il rilascio, lasciando la Sterlina nelle mani delle chiacchiere Brexit.

Domenica, Theresa May è riuscita a siglare un accordo con la Gran Bretagna per lasciare l’UE, anche se la preoccupazione a breve termine è che non passerà attraverso il Parlamento, con il partito laburista dell’opposizione e un certo numero di membri del partito conservatore che hanno già dichiarato di rifiutare l’accordo.

Il principale partito laburista dell’opposizione britannica, infatti si opporrà all’accordo di Brexit del governo in parlamento, ha detto domenica 25 novembre il suo leader Jeremy Corbyn, descrivendo l’accordo approvato a Bruxelles come “un miserabile fallimento dei negoziati”. “Questo è un cattivo accordo per il paese. È il risultato di un miserabile fallimento della negoziazione che ci lascia con il peggiore di tutti i mondi. Ci dà meno voce sul nostro futuro e mette a rischio posti di lavoro e standard di vita”, ha detto Corbyn in una dichiarazione. “Ecco perché il partito Laburista si opporrà a questo accordo in parlamento. Lavoreremo con gli altri per bloccare un esito senza alcun accordo e garantire che il piano alternativo del Labour per un accordo ragionevole per riunire il paese sia sul tavolo “.

Qualsiasi accordo è meglio di nessun accordo per i mercati e in caso di rifiuto, le cose potrebbero diventare disastrose per il Primo Ministro britannico e la Sterlina, che ha spazzato via le notizie dell’accordo che è stato firmato domenica dal Sul fronte della politica monetaria, il governatore della BoE, Carney, è in programma per parlare alla fine della giornata, con l’accordo Brexit e le prospettive economiche possibili argomenti di discussione.

Al momento della stesura dell’articolo, la sterlina è scesa dello 0,01% a $ 1,2813, con Brexit notizie e Carney i driver chiave per tutto il giorno. Attraverso lo stagno, non ci sono statistiche sul materiale in uscita dagli Stati Uniti, lasciando il sentimento del mercato verso il G20 di questa settimana e il rumor dell’ufficio ovale per fornire indicazioni durante il giorno.

GBP / USD si prevede possibile trend rialzista

La coppia GBP / USD si muove in tondo intorno al livello di 1,2820 lunedì 26 novembre, e la sessione di Londra dovrebbe aprire sul lato rialzista dopo che il vertice UE sulla Brexit dello scorso fine settimana chiuso con un accordo unanime sull’attuale proposta Brexit, e il prossimo passo critico sarà un voto nella Camera dei Comuni del Regno Unito, dove gli euroscettici hanno costantemente minacciato di veto l’accordo Brexit del Primo Ministro Theresa May. Ma i leader chiave dell’UE, così come la stessa PM May, stanno lanciando avvertimenti chiari che un voto “no” da parte del parlamento britannico non vedrà un’alternativa migliore.

Dopo mesi di negoziati e alcuni giorni di rimescolanza, l’UE è riuscita a racimolare un piano provvisorio per costruire un futuro accordo doganale con il Regno Unito e dopo il primo round di successo di questo fine settimana all’interno dell’Unione europea, la pressione politica e la mancanza di movimento, ci si aspetta che mantenga i Brexiteer hard-line nel party Tory di PM May in linea e che rispettino le regole, come notato da Mario Blascak di FXStreet.

“Coloro che pensano che, rifiutando l’accordo, ne otterrebbero uno migliore, resteranno delusi”, ha detto il presidente della Commissione europea Jean-Claude Juncker. Dopo che gli altri 27 leader dell’UE hanno formalmente approvato un trattato che stabiliva i termini per il ritiro britannico a marzo e uno schema di un futuro patto commerciale tra il Regno Unito e l’Unione europea.

Insomma, pare che l’ultimo accordo raggiunto sia l’unico possibile. Vedremo se questa situazione di empasse sarà finalmente superata.

Piattaforme per fare trading sull’andamento della Sterlina

BROKER
CARATTERISTICHEVANTAGGI 
CFDs sono strumenti finanziari complessi e comportano un alto rischio di perdita di denaro rapidamente a causa della leva. Tra il 74-89% dei trader retail perdono soldi facendo trading CFD. Prima di fare trading cerca di capire come funzionano i CFD ed i rischi che comportano.
24optionSpread bassi, CFDRendimenti elevatiPROVA >>
Markets.comTrading CFD, tanti strumentiConto demoPROVA >>
plus500Servizio CFDDemoPROVA >>
eToro social tradingSocial trading, copy tradingCopy fundsPROVA >>
Xm.comBonus 25€Conti Zero spread!PROVA >>
AvaTradeForex, azioni, criptovaluteWebinar ed ebookPROVA >>
Responsabilità: L'autore dell'articolo pubblicato su webeconomia.it esprime le sue libere opinioni in merito alle analisi in oggetto. Dichiara che tutte le considerazioni fatte all'interno del post e le eventuali altre analisi sugli strumenti finanziari (valute, azioni, criptovalute, materie prime) sono soggettive e non devono essere considerate come incentivi e raccomandazioni di investimento. Le analisi e le quotazioni degli strumenti finanziari sono mostrate al solo scopo di informare e non per incentivare le attività di trading o speculazione sui mercati finanziari. Lo staff di webeconomia.it e gli autori degli articoli non si ritengono dunque responsabili di eventuali perdite di denaro legate ad attività di invstimento. Lo staff del sito e i suoi autori dichiarano di non possedere quote di società, azioni o strumenti di cui si parla all'interno degli articoli. Leggendo i contenuti del sito l'Utente accetta esplicitamente che gli articoli non costituiscono "raccomandazioni di investimento" e che i dati presentati possono essere non accurati e/o incompleti. Tutte le attività legate agli strumenti finanziari e ai mercati come il trading su azioni, forex, materie prime o criptovalute sono rischiose e possono comportare perdita di capitali. L'Utente, quindi, solleva lo staff di webeconomia.it e i suoi autori dalla responsabilità di qualunque perdita o danno subito legato ad attività di investimento che scaturisce dalla consultazione dei dati contenuti nel sito.

LEAVE A REPLY