Etihad, nuova strategia: mette all’asta gli upgrade

La compagnia internazionale Etihad Airways, sponsor anche del blasonato Manchester City guidato attualmente da Pep Guardiola, rivoluziona il proprio sistema di richiesta di upgrade. Creando una vera e propria asta in tempo reale, facilitando in questo modo la procedura per tutti i passeggeri per richiedere una poltrona premium in una classe di viaggio superiore.

Cosa significa ciò? Che i clienti potranno partecipare ad una vera e propria asta online, con notifiche in tempo reale sul proprio dispositivo in caso di nuove offerte. Ma anche la possibilità di lanciare 2 o più offerte individuali in maniera contemporanea. Gli stessi beneficeranno di aggiornamenti via e-mail e via Sms al fine di informare gli ospiti se la loro offerta è stata eventualmente superata. Un po’ ciò che accade ad esempio con le aste su eBay.

A presentare fieramente l’asta per gli upgrade lanciata da Etihad Airways ci pensa Jamal Al Awadhi, Head of Guest Experience Commercial della compagnia:

«Il servizio di asta dinamica in tempo reale è il primo ad essere stato introdotto negli Emirati e darà agli ospiti la possibilità di selezionare un’offerta premium, permettendo di scegliere il prezzo che sono disposti a pagare offrendo il controllo totale dell’esperienza. Questa nuova esperienza ludica offrirà un po’ di divertimento per cominciare a viaggiare prima della partenza, facendo partecipare i passeggeri a una gara per aggiudicarsi l’asta. Inoltre la versione mobile del nostro sito web permette agli ospiti di fare un offerta comodamente dal proprio dispositivo».

Dunque, la compagnia, almeno stando alle parole di Al Awadhi, vuole aggiungere un po’ di suspance e frizzantezza alla fase pre-partenza. Vedremo se i clienti apprezzeranno la novità.

Etihad lancia asta per upgrade, come funziona

Come funziona l’asta per l’upgrade lanciata da Etihad? Gli ospiti riceveranno un invito via e-mail per lanciare un’offerta di upgrade alla classe di viaggio superiore sette giorni prima del volo; altrimenti, possono sempre consultare il sito web ufficiale della compagnia – etihad.com – per partecipare direttamente.

L’asta inizia dalle 24 alle 6 ore prima della partenza. Quando giungerà al termine, come ogni asta che si rispetti, il vincitore, ovvero chi ha fatto l’offerta più alta, riceverà immediatamente una notifica. Agli ospiti che intendono partecipare all’asta è comunque consigliato di effettuare il check-in online fino a 48 ora prima della partenza del volo, in modo che il sistema possa procedere a effettuare l’upgrade.

Infine, nel caso in cui l’offerta di upgrade venga accettata, sull’app Etihad Airways sarà immediatamente disponibile una nuova carta d’imbarco; in alternativa, potrà essere ritirata al banco del check-in.

Occorre comunque specificare che Etihad Airways offre ai propri ospiti la possibilità di presentare offerte per gli upgrade fin dal “lontano” 2012, sebbene l’asta in sé sia una vera novità. Tale servizio è molto utilizzato sulle tratte in partenza da Abu Dhabi verso New York, Londra, Parigi e Sydney. Effettuate con il vettore Airbus A380.

Etihad Airways cos’è

Cos’è Etihad Airways? Etihad Airways è una compagnia di bandiera e la seconda più grande compagnia aerea degli Emirati Arabi Uniti (dopo Emirates). La sua sede principale è a Khalifa City, Abu Dhabi, vicino all’Aeroporto Internazionale di Abu Dhabi. Etihad ha iniziato le operazioni nel novembre 2003.

La compagnia opera più di 1.000 voli settimanali per oltre 120 destinazioni passeggeri e cargo in Medio Oriente, Africa, Europa, Asia, Australia e Americhe, con una flotta di 116 Aerei Airbus e Boeing a febbraio 2018. Nel 2015, Etihad ha trasportato 14,8 milioni di passeggeri, un aumento del 22,3% rispetto all’anno precedente, con ricavi pari a 9,02 miliardi di dollari USA e utili netti di 103 milioni di dollari USA. La sua base principale è l’aeroporto internazionale di Abu Dhabi.

Oltre alla sua attività principale di trasporto di passeggeri, Etihad gestisce anche Etihad Holidays ed Etihad Cargo. Etihad ha stabilito la propria alleanza aerea, Etihad Airways Partners, nel 2015, che comprende Jet Airways, Air Serbia e Air Seychelles. Etihad Airways detiene partecipazioni azionarie di minoranza nelle compagnie aeree partecipanti; oltre a detenere una partecipazione in Virgin Australia, che non è ufficialmente quotata come partner di Etihad Airways. La prenotazione per queste compagnie aeree è consolidata in un’unica rete.

Etihad Airways storia

Etihad Airways è stata fondata come seconda compagnia di bandiera degli Emirati Arabi Uniti nel luglio 2003 dal decreto Royal (Amiri) emesso dallo sceicco Khalifa bin Zayed Al Nahyan, che voleva una compagnia aerea per Abu Dhabi. Darwish Alkhoory, il principale pilota personale per Sheikh Zayed, ha fondato la compagnia aerea. È iniziato con un capitale iniziale versato di 500 milioni di AED. I servizi sono stati lanciati con un volo cerimoniale ad Al Ain il 5 novembre 2003.

Il 12 novembre 2003, Etihad ha iniziato le operazioni commerciali con il lancio di servizi a Beirut. Prima della costituzione di Etihad, Gulf Air era la compagnia aerea che aveva sede all’Aeroporto Internazionale di Abu Dhabi ed era anche in comproprietà con il Bahrain e il Sultanato dell’Oman. Nel giugno 2004, la compagnia aerea ha emesso un ordine di 8 miliardi di dollari per cinque Boeing 777-300ER e 24 Airbus, inclusi quattro Airbus A380. Il primo A380 è stato consegnato a dicembre 2014.

La compagnia aerea ha annunciato quale era il più grande ordine di aeromobili nella storia dell’aviazione commerciale al Farnborough Airshow nel 2008, per un massimo di 205 ordini fissi da 100 aerei, 55 opzioni e 50 diritti di acquisto.

Etihad ha riportato il suo primo utile netto annuale nel 2011, di US $ 14 milioni, in linea con il piano strategico annunciato dal CEO James Hogan nel 2006. Nel dicembre 2011, Etihad ha annunciato di aver preso una quota del 29,21% a Air Berlin, la sesta compagnia aerea europea, e James Hogan è stato nominato vicepresidente. Ne è seguita una partecipazione di minoranza in altre compagnie aeree: Air Seychelles (40%), Aer Lingus (2,98%), Virgin Australia (10%). Il 1° agosto 2013, il Presidente della compagnia, James Hogan, ha firmato un accordo con Aleksandar Vučić, Primo Vice Primo Ministro della Serbia, a Belgrado, assegnando ad Etihad una partecipazione del 49% nella compagnia aerea serba Jat Airways.

Il governo serbo ha mantenuto il 51% delle azioni, con la nuova società denominata Air Serbia. Nel settembre 2012, il governo indiano ha annunciato che le compagnie aeree straniere potrebbero assumere una quota fino al 49% in corrieri indiani. Il 24 aprile 2013, Jet Airways ha annunciato di essere pronta a vendere una quota del 24% della compagnia aerea a Etihad per US $ 379 milioni. L’accordo è stato completato il 12 novembre 2013.

Nel 2013 Dubai Airshow, Etihad ha annunciato che stava acquisendo una partecipazione del 33,3% nella compagnia aerea svizzera Darwin Airline. Darwin è stato rinominato Etihad Regional dal marzo 2014. Etihad ha venduto Darwin nel 2017. Il 1° agosto 2014, Etihad ha accettato di aggiudicarsi il 49% della compagnia di bandiera italiana Alitalia per un valore stimato di 560 milioni di euro. L’accordo è stato chiuso l’8 agosto 2014. Il 1 ° gennaio 2015 Alitalia-CAI ha ufficialmente trasferito le proprie attività ad Alitalia-SAI, una nuova entità posseduta al 49% da Etihad e al 51% dagli azionisti Alitalia-CAI.

Nel maggio 2016 la struttura gestionale è stata modificata, come James Hogan è diventato CEO della società madre della compagnia aerea, Etihad Aviation Group. Peter Baumgartner, ex Chief Commercial Officer della compagnia aerea, è diventato Chief Executive Officer della compagnia aerea, riferendosi a Hogan. Nel maggio 2017, una settimana dopo che Alitalia è collassata nell’amministrazione, Etihad Aviation Group ha improvvisamente annunciato che il CEO James Hogan e il CFO James Rigney lascerebbe il gruppo il 1 ° luglio 2017. Come misura provvisoria, il consiglio di amministrazione ha nominato Ray Gammell amministratore delegato (in precedenza Chief People and Performance Officer) durante la ricerca di un sostituto permanente.

Il 9 gennaio 2018, Etihad Airways ha nominato Mark Powers come CFO di Gruppo, sostituendo il CFO del Gruppo ad interim Ricky Thirion. Il 2 luglio 2017, il Dipartimento di Sicurezza Nazionale degli Stati Uniti ha escluso Etihad Airways ed esentato Etihad Airways dal divieto dell’elettronica del 2017 dopo la compagnia aerea ha migliorato i processi di screening dei passeggeri.

Etihad Airways cabine

Con l’introduzione dell’Airbus A380 e del Boeing 787-9, sono state introdotte nuove cabine, i cui nomi sono: The Residence (solo A380), First Apartments (solo A380), First Suite (787), Business Studio e Economy Smart. Il resto della flotta verrà gradualmente riadattato con queste cabine ad eccezione delle cabine Residence e First Apartment, che sono esclusive dell’Airbus A380. Il Residence era l’unica cabina a tre stanze in cielo quando è stata introdotta a dicembre 2014.

a) Residence (solo Airbus A380)

Il Residence può ospitare una o due persone, in uno spazio di 125 metri quadrati (11,6 m2). Presenta un soggiorno privato, una camera da letto e un bagno. È dotato di un divano reclinabile a due posti da 154 pollici (154 cm) a livello e un monitor TV da 32 pollici (81 cm) nel salone; un bagno privato con doccia, un letto matrimoniale da 210 cm (210 cm) lungo 47 cm di larghezza (121 cm) nella camera da letto che include anche un monitor TV da 27 pollici (69 cm) e un maggiordomo personale

b) First Apartment (solo Airbus A380)

First Class su Airbus A380s è stato revisionato con i “First Apartments”. Ce ne sono nove in totale, configurati 1-1 su un singolo corridoio e occupano un’area totale di 39 piedi quadrati (3,6 m2) ciascuno. È dotato di una sedia reclinabile di 30,3 pollici (77 cm); un pouf a figura intera che può essere trasformato in un letto; un monitor TV da 24 pollici (61 cm) che può oscillare per allinearsi al pouf in modo che possa essere visto dal letto; un mobile da toeletta; e un bar con bevande fredde assortite. Nel 2015, questa classe è stata nominata la migliore prima classe al mondo grazie alla sua lussuosa innovazione.

c) First Suite (solo Boeing 787-9)

I Boeing 787-9 dispongono di otto First Suites per ospitare gli aeromobili più stretti. Il servizio comprende una poltrona reclinabile di 26 pollici (66 cm) che si trasforma in un letto completamente piatto da 204 cm (80,5 “); tavolo da pranzo; e un monitor TV da 24 pollici (61 cm). Tutte le copertine sono su misura da Poltrona Frau. C’è un guardaroba personale, insieme a una privacy totale con porte scorrevoli alte.

d) Business Studio

Il “Business Studio” è presente su entrambi i modelli, con 70 posti sugli Airbus A380 e 28 sui Boeing 787-9. I sedili dello studio includono una poltrona reclinabile da 23 pollici (56 cm), che si trasforma in un letto completamente piatto e un monitor TV da 18 pollici (46 cm). Tutti hanno copertine in pelle su misura realizzate da Poltrona Frau.

e) Economy Smart Seat

I sedili Smart Economy sono dotati di un sedile di 17 pollici (43 cm) sul Boeing 787 e di un sedile di 19 pollici (48 cm) sull’Airbus A380, con un diametro da 31 a 33 pollici (da 79 a 84 cm) e reclinare da 6 pollici (15 cm). C’è anche un touch screen da 11 pollici (28 cm) equipaggiato con il sistema di intrattenimento di Etihad. Un’ala fissa è in atto per consentire ai passeggeri di riposare.

Etihad Airways incidenti

Etihad Airways non ha subito incidenti mortali o lesioni durante le operazioni passeggeri. Il 15 Novembre 2007 un nuovo A340-600, registrazione A6-EHG, consegnato a Etihad Airways è stato danneggiato in modo irreparabile durante i test di terra presso le strutture Airbus di Toulouse Blagnac International Aeroporto in Francia. Durante un test del motore di pre-consegna, diversi ingegneri hanno disabilitato i sistemi di sicurezza, portando l’aereo non bloccato a 31 nodi (57 km / h) e scontrandosi con una parete di deflagrazione di calcestruzzo. Gravi danni sono stati inflitti all’aeromobile e nove persone a bordo sono rimaste ferite, quattro di loro seriamente.

L’ala destra, la coda e i motori di sinistra entrarono in contatto con il terreno o il muro, lasciando la sezione anteriore dell’aereo elevata di parecchi metri e la cabina di pilotaggio interrotta.

Etihad sponsor

Oltre al Manchester City, Etihad è anche sponsor di:

  • Harlequins, Rugby Union
  • Harlequins RL, Rugby League
  • Scuderia Ferrari, Formula 1
  • Anorthosis Famagusta FC, Association Football
  • Melbourne City FC, Association Football
  • New York City FC, Association Football
  • Washington Mystics, Basketball
  • Washington Wizards, Basketball
  • Washington Capitals, Ice Hockey
  • Baltimore Brigade, Arena football
  • Washington Valor, Arena football
  • Mumbai Indians, Cricket (IPL)
Responsabilità: L'autore dell'articolo pubblicato su webeconomia.it esprime le sue libere opinioni in merito alle analisi in oggetto. Dichiara che tutte le considerazioni fatte all'interno del post e le eventuali altre analisi sugli strumenti finanziari (valute, azioni, criptovalute, materie prime) sono soggettive e non devono essere considerate come incentivi e raccomandazioni di investimento. Le analisi e le quotazioni degli strumenti finanziari sono mostrate al solo scopo di informare e non per incentivare le attività di trading o speculazione sui mercati finanziari. Lo staff di webeconomia.it e gli autori degli articoli non si ritengono dunque responsabili di eventuali perdite di denaro legate ad attività di invstimento. Lo staff del sito e i suoi autori dichiarano di non possedere quote di società, azioni o strumenti di cui si parla all'interno degli articoli. Leggendo i contenuti del sito l'Utente accetta esplicitamente che gli articoli non costituiscono "raccomandazioni di investimento" e che i dati presentati possono essere non accurati e/o incompleti. Tutte le attività legate agli strumenti finanziari e ai mercati come il trading su azioni, forex, materie prime o criptovalute sono rischiose e possono comportare perdita di capitali. L'Utente, quindi, solleva lo staff di webeconomia.it e i suoi autori dalla responsabilità di qualunque perdita o danno subito legato ad attività di investimento che scaturisce dalla consultazione dei dati contenuti nel sito.

LEAVE A REPLY