Ethereum, nuovo servizio di Fidelity Investments farà alzare prezzo?

Fidelity Investments sta lanciando una società indipendente dedicata esclusivamente ad offrire criptovalute agli investitori istituzionali. Fidelity Digital Assets, la società a responsabilità limitata con sede a Boston fornirà soluzioni di custodia di livello enterprise, una piattaforma di esecuzione di trading di criptovaluta e servizi di consulenza istituzionale 24 ore a giorno, sette giorni alla settimana, progettato per allinearsi con il ciclo di negoziazione sempre in blocco.

Già, Fidelity Investments offre servizi finanziari per $ 7,2 trilioni di risorse della clientela e fornisce servizi di compensazione, custodia e investimento per 13.000 aziende e broker di consulenza istituzionale. Ma il quinto più grande gestore patrimoniale al mondo ha finora limitato in larga misura la sua esposizione in criptovalute a pochi servizi periferici e attraverso donazioni tramite la Fidelity Charitable senza scopo di lucro.

Con i primi clienti di Fidelity Digital Asset che si sono imbarcati ora e la disponibilità generale prevista per inizio 2019, il lancio della filiale con 100 dipendenti segna l’ultima, e forse la più grande spinta in criptovaluta da parte di un gestore patrimoniale istituzionale.

“Questo è un riconoscimento che esiste per una domanda istituzionale finalizzata a queste attività come classe”, ha detto il fondatore di Fidelity Digital Tom Jessop a Forbes. “I family office, gli hedge fund, altri investitori sofisticati stanno iniziando a pensare seriamente a questo spazio.”

Fidelity Digital Assets in cosa consiste

Annunciato durante un evento nella sede di Bloomberg a New York, Fidelity Digital Assets offrirà tre servizi principali. Il più elaborato di questi sembra essere i servizi di custodia per bitcoin, ethereum e altri beni digitali. In particolare, il servizio è progettato per offrire agli investitori istituzionali un modo soddisfacente per proteggere i propri beni tenendoli in un caveau fisico.

Sarà anche possibile contrassegnare i caveau “distribuiti su più posizioni geograficamente disperse”. Sono le cosiddette strutture di “celle frigorifere”, secondo Jessop, il che significa che non solo sono costituiti da protezioni di sicurezza basate su software ma sono fisicamente separati da Internet, rendendoli più difficili da hackerare.

Altri servizi di Fidelity Digital Assets includeranno servizi di esecuzione commerciale che sfruttano un motore di attraversamento interno e un router di ordine intelligente che eseguirà operazioni utilizzando più fornitori di liquidità di criptovaluta di terze parti. È importante sottolineare che questi servizi di trading non equivalgono a un Exchange, ma alle tubazioni che collegano direttamente i clienti di Fidelity agli scambi esistenti.

Per agevolare il coinvolgimento delle istituzioni nuove nella criptovaluta, Fidelity Digital Assets offrirà anche un team di servizi clienti dedicato per aiutare nel processo di onboarding. In particolare, il presidente e CEO di Fidelity Investments Abigail Johnson ha dichiarato che gli asset digitali ruotano off fa parte di un piano più ampio per rendere più facile per gli investitori di tutti i tipi “capire e utilizzare” un’ampia gamma di attività emesse su una blockchain.

“Il nostro obiettivo è rendere le risorse digitali native, come bitcoin, più accessibili agli investitori”, ha affermato Johnson. A capo dello spin-off della crittografia si trova Tom Jessop, ex capo dello sviluppo del business aziendale di Fidelity. Mentre Jessop non è certo un principiante nel mondo della criptovaluta e della blockchain, solo di recente è entrato in Fidelity, con lo scopo dichiarato di promuovere le proprie offerte di asset digitali. Jessop è entrato a far parte del colosso del risparmio gestito nel gennaio 2018 dopo una breve parentesi alla catena di blockchain d’impresa Chain, che è stata recentemente acquisita dalla filiale for-profit della Stellar Development Foundation che aiuta a supervisionare lo sviluppo della criptovaluta stellare.

Jessop è stato nominato presidente di Chain ad aprile 2017 dopo 17 anni presso Goldman Sachs e con il compito di aiutare a sfruttare il suo profondo Rolodex di contatti per contribuire a colmare il divario tra le istituzioni finanziarie aziendali e le applicazioni non criptovalute della tecnologia ledger distribuita.

Nel nuovo ruolo di Jessop come presidente di Fidelity Digital Assets, il suo lavoro consiste nel fornire un ponte simile tra istituzioni e applicazioni blockchain. In questo caso, tuttavia, si concentra sulla criptovaluta e in futuro su una vasta gamma di altre risorse emesse su una blockchain. “I nostri clienti ci stanno pensando come una classe di attività investibili”, ha affermato Jessop. “Stanno facendo le loro ricerche, stanno sviluppando una tesi sul perché questi token possano avere un valore in futuro, e questo sta suscitando molto interesse.”

Gli esperimenti di Fidelity con la tecnologia blockchain sono iniziati nel 2013, con il lancio discreto del suo Blockchain Incubator, una parte del Fidelity Center for Applied Technology, secondo una dichiarazione. Nel 2015 Fidelity Charitable ha iniziato ad accettare donazioni bitcoin e, a febbraio di quest’anno, la criptovaluta ha rappresentato il tipo di donazione in più rapida crescita dell’organizzazione senza scopo di lucro, con oltre $ 69 milioni. Nell’ultimo anno, Fidelity ha iniziato a consentire ai propri clienti di visualizzare i loro saldi criptovaluta tramite un’integrazione con Coinbase, società di scambio e custodia, sebbene al momento non fossero in grado di operare attraverso l’interfaccia utente di Fidelity. L’integrazione ha portato alla speculazione che Fidelity stava costruendo il proprio Exchange di criptovaluta.

Non è stata una sorpresa quando a maggio di quest’anno Fidelity si è associata al MIT Digital Currency Initiative per ospitare il primo Summit Layer 2 incentrato sulla ricerca e sui protocolli che sono stati creati per aiutare affrontare i problemi di scalabilità degli asset blockchain quando raggiungono un mercato in continua crescita. I tempi del lancio sono interessanti per una serie di motivi. In primo luogo, il prezzo del bitcoin è sceso del 68% dal suo picco nel 2017, al suo prezzo attuale di $ 6,391. In secondo luogo, il calo dei prezzi ha dato nuove munizioni agli scettici che hanno a lungo dubitato della scalabilità e dei casi di utilizzo dei bitcoin.

Tuttavia, Jessop sostiene che le attività crittografiche sono più di una semplice riserva di valore, ma un investimento in casi d’uso futuri attualmente in fase di sviluppo, o forse non ancora concepito. “La nostra visione a lungo termine è in realtà che vedrete un sacco di risorse presenti in questo nuovo mezzo”, ha detto Jessop. “E questo nuovo mezzo porterà una serie di benefici sull’efficienza, sull’accesso, sull’automazione, che è molto eccitante per i servizi finanziari”.

Il progetto di Fidelity Investments farà salire prezzo Ethereum?

Con la creazione di una nuova filiale criptata da parte di Fidelity Investment, le probabilità che Ethereum sia destinata ad aumentare oggi. Anche se è sceso del sei percento nell’ultima settimana, il guadagno del tre percento nelle ultime 24 ore dietro agli alti volumi di trading potrebbe essere il momento in cui i tori devono radunarsi sopra i $ 300.

Fidelity Investment è l’ultima a cogliere opportunità in servizi crittografici e accessori. La società di gestione del fondo con oltre $ 7,2 trilioni di asset in gestione sta formando una nuova filiale: Fidelity Digital Asset Services. Questa filiale soddisferà specificamente le esigenze degli investitori di livello istituzionale. Fidelity Digital Asset Services sarà una piattaforma in cui gli investitori di tutto il calibro opererebbero attraverso diverse borse che soddisfano gli standard Fidelity Investment grazie al loro motore interno di attraversamento interno e al routing intelligente degli ordini funzione di piattaforma.

Sebbene l’azienda non abbia menzionato alcun Exchange partner, le procedure di approvazione di Fidelity sono severe. L’azienda considera, tra le altre cose, la solidità finanziaria e la conformità normativa che si sincronizza bene con la struttura di terze parti dell’impresa. Inoltrel’ingresso di Fidelity nel trading, uno spazio che molti considerano rischioso, è un marchio di approvazione. Inizialmente, il tag rischioso era uno dei tanti motivi per cui gli investitori liquidi ad alto rischio stavano abbandonando gli investimenti in criptovaluta. Ora, attraverso un servizio di custodia frigorifera offline, Fidelity Investment agisce come un collegamento mancante che soddisfa le esigenze degli investitori.

Già, il capo della filiale ha affermato di collaborare con 13.000 investitori istituzionali. Ciò conferma i commenti del CEO di Fidelity Investment Abigail Johnson che il loro scopo è rendere gli asset digitali più Eterheum accessibili agli investitori.

Ethereum prezzo analisi tecnica

Da diverso tempo, l’ETH è stabile e finora i tori hanno avuto successo nel respingere i minimi inferiori. Anche se c’è questa ondata di eccitazione in tutto il mercato, il nostro precedente piano commerciale di Ethereum è valido poiché nessuna delle nostre condizioni commerciali è in diretta. Dal grafico, è chiaro che la settimana che finisce il 9 settembre è ancora influente. I minimi a $ 190 rappresentano il primo livello di supporto.

E’ consigliabile iniziare le negoziazioni solo con breakout superiori a $ 250 o $ 160. Pertanto, una volta che i tori radunano abbastanza slancio per raccogliersi sopra $ 250 e $ 300 nella parte superiore della settimana invertendo le perdite del 9 settembre, allora suggeriremo acquisti tuffi con i primi obiettivi a $ 400. Sul retro, le perdite al di sotto dei minimi di $ 160 o 2018 apriranno le porte per ulteriori perdite verso $ 75.

Nel grafico giornaliero, è chiaro che il rally dei prezzi di ieri è avvenuto dietro agli alti volumi di trading. Anche se i prezzi sono ancora scambiati entro gli orsi dell’11 ottobre, è meglio negoziare da un approccio top-down. In tal caso, si consiglia di prendere longs una volta che c’è una solida chiusura sopra $ 250. In realtà, il mercato è vivace.

Ethereum Foundation investe quasi $ 3 milioni in start-up

La Ethereum Foundation ha appena assegnato quasi 3 milioni di dollari in sovvenzioni a un certo numero di startup e sviluppatori blockchain come parte del suo programma di sussidi in corso. In un post sul blog, il Team di donazioni della Fondazione Ethereum ha rilasciato la quarta ondata di sovvenzioni. In totale, $ 2,86 milioni sono stati assegnati a 20 diversi individui o gruppi per lavorare sulla diversità, usabilità, scalabilità, sicurezza e semplicemente per la costruzione di strumenti.

Come riportato in precedenza, il programma di sussidio era originariamente inteso a supportare lo sviluppo sulla blockchain di Ethereum in modo da aiutare nello sviluppo di applicazioni decentralizzate (dapps) e tecnologia smart contract. Le maggiori sovvenzioni sono state assegnate a Prysmatic Labs e Status, entrambi i quali hanno ricevuto $ 500.000 ciascuno per costruire 2.0 client di ethereum. Spankchain, Kyokan e Connext hanno anche ricevuto $ 420.000 insieme per lavorare su un kit di sviluppo software open source (SDK) per un hub di canale di pagamento non custodito.

Lunedì, il team ha scritto: “Non esisteremmo senza il tempo e l’energia che messo in Ethereum Mentre il programma continua a crescere, continueremo sempre più a coinvolgere più membri della comunità nel processo decisionale. “In una dichiarazione, lo stato COO Nabil Naghdy ha dichiarato a CoinDesk che la società è “orgogliosa che la Fondazione Ethereum abbia scelto di cofinanziare questa iniziativa di ricerca, permettendoci di allineare i nostri valori e la nostra visione a beneficio di tutti i partecipanti all’ecosistema.”

“La sovvenzione ci avvicina ad altri gruppi di clienti e assicura la collaborazione con menti brillanti che lavorano su problemi simili. Le sfide che si presentano ad Ethereum non sono specifiche del progetto o della squadra, ma devono impegnare tutti noi”, ha affermato.

Bithumb lancia nuova piattaforma che si basa su tecnologia Etheruem

Bithumb ha recentemente lanciato una propria piattaforma decentralizzata, che inizierà a funzionare il 15 ottobre alle 14:00 (UTC 8). La nuova piattaforma sarà denominata Bithumb DEX e sarà lanciata dalla società e da BGEX, una società fintech con sede a Hong Kong. Anche OneRoot Network farà parte della partnership. La valuta base ufficiale della piattaforma sarà Ethereum (ETH), la seconda più grande cripta per la capitalizzazione di mercato. Exchange Bithumb DEX utilizza MetaMask, che si basa sulla tecnologia Ethereum e avrà 10 coppie di trading, tutte accoppiate inizialmente contro Ethereum.

Le persone interessate al nuovo Exchange decentrato potrebbero essere felici di sapere che la società ha già predisposto un nuovo piano per incentivare il commercio con le promozioni. Ad esempio, le transazioni saranno gratuite per un mese intero (dal 15 ottobre al 15 novembre). Durante questo mese, gli utenti pagheranno solo le tariffe del gas per utilizzare la rete Ethereum. Verranno effettuati anche degli aeromobili che distribuiranno 500 ETH agli utenti.

Saranno basati sulle attività di trading degli utenti dal 15 al 30 ottobre. I primi 1.000 trader riceveranno i token se hanno almeno 1 valore ETH in volume di scambi per DENT, INS, POA20, RNT o WTC. I pagamenti saranno effettuati il 1 ° novembre.

Piattaforme per investire in criptovalute

BROKER
CARATTERISTICHEVANTAGGI 
CFDs sono strumenti finanziari complessi e comportano un alto rischio di perdita di denaro rapidamente a causa della leva. Tra il 74-89% dei trader retail perdono soldi facendo trading CFD. Prima di fare trading cerca di capire come funzionano i CFD ed i rischi che comportano.
24optionTrading CFD e opzioni su BitcoinRendimenti elevatiPROVA>>
plus500Trading bitcoinPiattaforma di qualitàPROVA>>
xmConti Zero spreadGuide e tutorialPROVA>>
etoroSocial tradingTrading Bitcoin, criptovalutePROVA>>
Responsabilità: L'autore dell'articolo pubblicato su webeconomia.it esprime le sue libere opinioni in merito alle analisi in oggetto. Dichiara che tutte le considerazioni fatte all'interno del post e le eventuali altre analisi sugli strumenti finanziari (valute, azioni, criptovalute, materie prime) sono soggettive e non devono essere considerate come incentivi e raccomandazioni di investimento. Le analisi e le quotazioni degli strumenti finanziari sono mostrate al solo scopo di informare e non per incentivare le attività di trading o speculazione sui mercati finanziari. Lo staff di webeconomia.it e gli autori degli articoli non si ritengono dunque responsabili di eventuali perdite di denaro legate ad attività di invstimento. Lo staff del sito e i suoi autori dichiarano di non possedere quote di società, azioni o strumenti di cui si parla all'interno degli articoli. Leggendo i contenuti del sito l'Utente accetta esplicitamente che gli articoli non costituiscono "raccomandazioni di investimento" e che i dati presentati possono essere non accurati e/o incompleti. Tutte le attività legate agli strumenti finanziari e ai mercati come il trading su azioni, forex, materie prime o criptovalute sono rischiose e possono comportare perdita di capitali. L'Utente, quindi, solleva lo staff di webeconomia.it e i suoi autori dalla responsabilità di qualunque perdita o danno subito legato ad attività di investimento che scaturisce dalla consultazione dei dati contenuti nel sito.

LEAVE A REPLY