Ethereum, sua diffusione sta favorendo proprio Bitcoin

La comunità di Ethereum ha finanziato con ETH e 16.827 $ in DAI per lo sviluppo e la possibile implementazione di EIP1559. Quest’ultima è una proposta di miglioramento di Ethereum che mira a risolvere il problema delle elevate commissioni di transazione causate dalla congestione della rete.

Ma anche nei casi in cui il mittente inserisca erroneamente una commissione maggiore del normale per elaborare una transazione Ethereum.

Il Community Fund è disponibile tramite Gitcoin.co e fornisce un indirizzo Ethereum in cui è possibile inviare qualsiasi token basato su ETH. Al momento della scrittura, i membri della comunità di Ethereum hanno contribuito con le seguenti risorse digitali.

  • 43,48 ETH: approssimativamente valutato a $ 9.802 ad un tasso di $ 225 per Ethereum
  • 16.723 DAI: approssimativamente valutato a $ 18.827
  • 10 MCO: approssimativamente valutato a $ 41,15
  • 15,45 USD: valutato approssimativamente in $ 15,47
  • 144 USD: valutato approssimativamente a $ 144,64
  • 0,0532 WETH: valutato approssimativamente a $ 12

Lo sviluppatore senior di Ethereum, Eric Conner, ha contribuito con $ 2.500 alla sovvenzione Gitcoin dell’EIP.

L’impulso a finanziare lo sviluppo di EIP1559 arriva solo poche settimane dopo tre transazioni di Ethereum il 10 e l’11 giugno. A dir poco scioccati per la criptovaluta a causa dell’importo delle commissioni pagate dal mittente.

Nella prima transazione, il mittente ha speso 10.668 ETH ($ 2,6 milioni) per inviare 0,55 Ethereum. Per la seconda transazione, lo stesso mittente ha speso altri 10.668 ETH per inviare 350 Ethereum. Per la terza transazione, un mittente diverso ha speso 2.310 ETH ($ 530k) per inviare 3.221 Ethereum.

A causa dell’enormità delle commissioni nelle prime due transazioni, i miners di Ethereum avevano cercato di risolvere il problema partendo dal presupposto che le commissioni elevate fossero state introdotte per errore.

Tuttavia, quando il mittente non ha contattato, le commissioni ETH per un valore di oltre $ 5 milioni sono state distribuite tra i miners stessi.

Successivamente è emerso che le transazioni venivano effettuate da hacker che avevano acquisito il controllo parziale su un portafoglio Ethereum e stavano inviando le transazioni come una forma di riscatto.

EIP1559 mira a sostituire l’attuale modello tariffario con un meccanismo che regola una tariffa di rete di base in base alla domanda della rete.

Inoltre, la proposta di miglioramento di Ethereum suggerisce che il BASEFEE sarà deciso dal protocollo e verrà distrutto durante ogni transazione.

I miners saranno incentivati separatamente utilizzando un GAS-PREMIUM. Gli utenti di Ethereum possono inoltre determinare l’entità di una commissione che pagheranno utilizzando una FEECAP.

Mercoledì 24 giugno 2020, verso le 9:46 (ET) i truffatori Plustoken che devono ancora essere arrestati, hanno spostato 789.534 ETH per un valore di $ 187.847.550 USD ai tassi di cambio odierni.

I trader di criptovaluta sono preoccupati che questa scorta di ETH sarà scaricata su numerosi mercati spot di valuta digitale. Inoltre, i truffatori Plustoken hanno spostato $ 67 milioni di token EOS due giorni prima della transazione ETH di 789.000.

Numerosi trader e organizzazioni crittografiche come Chainalysis e Cyphertrace hanno riferito delle transazioni dei truffatori Plustoken.

Gli speculatori hanno ipotizzato che le monete Plustoken che erano state scaricate sui mercati spot facessero scivolare il prezzo di BTC alla fine del 2019. I truffatori Plustoken sono stati accusati di aver alimentato il Giovedì nero verificatori lo scorso 12 marzo.

Alcuni giorni prima, il 9 marzo 2020, osservatori del mercato crittografico hanno visto 13.000 BTC inviati a mixer bitcoin e gli speculatori crittografici ipotizzano che i truffatori stiano vendendo quanto rubato.

Chainalysis ha dichiarato dopo il 12 marzo che l’organizzazione non credeva che il sell-off derivasse dalle monete vendute da Plustoken.

“In questo caso, non crediamo che le liquidazioni di Plustoken siano responsabili della caduta dei prezzi dei bitcoin. Mentre Bitcoin si è trasferito dagli indirizzi di Plustoken durante il fine settimana, molto poco è andato agli Exchange ”, ha scritto Chainalysis.

La recente transazione 789.000 ETH potrebbe essere stata mescolata o offuscata attraverso una serie di hop. I $ 187 milioni sono stati suddivisi in 50 indirizzi diversi sulla rete Ethereum.

I risultati derivanti da Cyphertrace e Chainalysis hanno notato che i truffatori Plustoken possiedono ancora grandi quantità di ETH, BTC, EOS e alcuni altri tipi di risorse digitali.

Fino ad oggi, i truffatori che sono ancora in libertà, detengono ampie fasce di queste monete e nessuno è sicuro di come saranno vendute. Ma molte operazioni eseguite Over the counter restano sospette.

L’indirizzo ETH in cui sono stati archiviati $ 187 milioni in Ether, ha ancora $ 139,70 di ETH nel portafoglio oggi.

Circa 200 giorni fa, il portafoglio è stato avviato con 10 ETH depositati, ma 789.524,6 ETH sono stati depositati immediatamente dopo.

Dal 2016, è stata avanzata una varietà di companion protocols. Come la rete Lightning per i pagamenti o la rete Liquid per il trading.

Tuttavia, ancora oggi i protocolli off-chain per bitcoin corrono su Ethereu. Paradossalmente, suo principale rivale (Altcoin).

Basta solo dire che WBTC e imBTC – basati appunto sulla criptovaluta lanciata da Vitalik Buterin nel 2015 – detengono il 70% in più di bitcoin rispetto a Lightning o Liquid.

Per effetto di ciò, anziché utilizzare ether (il token nativo di Ethereum), le transazioni sono effettuate con bitcoin.

Un altro dato interessante è che la quantità totale di BTC sui protocolli basati su Ethereum e Bitcoin è una inezia – praticamente “solamente” 8.285 BTC – rispetto ai 18,4 milioni di BTC emessi dal 2009.

Gli esperti ritengono peraltro che la crescita del bitcoin tokenizzato su Ethereum sia solamente agli inizi. Proprio per la rete capillare vantata da Ethereum.

Alcuni progetti bitcoin tokenizzati, anziché essere concorrenti, finiscono per essere complementari con le reti Lightning e Liquid di Bitcoin.

Entrambi i tipi di protocolli off-chain sono importanti, spiega Olivia Lovenmark, precedentemente in BitGo e Thesis.

Quindi, siamo di fronte al paradosso secondo il quale, mentre Ethereum cresce a livello infrastrutturale, il bitcoin cresce a livello di adozione. Quindi, la concorrenza alla principale criptovaluta la sta praticamente favorendo affinché essa resti tale.

Facendo, un parallelo calcistico, è come se in Serie A, le squadre concorrenti alla Juventus, anziché rinforzarsi per contrastarla, gli cedano i migliori giocatori.

Migliori piattaforme per investire in Ethereum

BROKER
CARATTERISTICHEVANTAGGI 
eToro social tradingSocial trading, copy trading
66% dei trader perde soldi
Copy PortfolioISCRIVITI
plus500Servizio CFDDemoISCRIVITI
fxtbCorso trading gratis, CFDSegnali gratuitiISCRIVITI
Trade.comForex, azioni, criptovaluteWebinar ed ebookISCRIVITI
CFDs sono strumenti finanziari complessi e comportano un alto rischio di perdita di denaro rapidamente a causa della leva. Tra il 74-89% dei trader retail perdono soldi facendo trading CFD. Prima di fare trading cerca di capire come funzionano i CFD ed i rischi che comportano.
Responsabilità: Tutti gli autori, i collaboratori e i redattori degli articoli pubblicati su webeconomia.it esprimono opinioni personali. Tutte le assunzioni e le conclusioni fatte nei post ed ulteriori analisi di approfondimenti sugli strumenti finanziari (valute, azioni, criptovalute, materie prime, indici) sono soggettive e non devono essere considerate come incentivi e/o raccomandazioni all'investimento. Le analisi e le quotazioni degli strumenti finanziari sono mostrate al solo scopo di informare e non per incentivare le attività di trading o speculazione sui mercati finanziari. Lo staff di webeconomia.it e gli autori degli articoli non si ritengono dunque responsabili di eventuali perdite di denaro legate ad attività di investimento. Lo staff del sito e i suoi autori dichiarano di non possedere quote di società, azioni o strumenti di cui si parla all'interno degli articoli. Leggendo i contenuti del sito l'Utente accetta esplicitamente che gli articoli non costituiscono "raccomandazioni di investimento" e che i dati presentati possono essere non accurati e/o incompleti. Tutte le attività legate agli strumenti finanziari e ai mercati come il trading su azioni, forex, materie prime o criptovalute sono rischiose e possono comportare perdita di capitali.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here