Ethereum crolla del 18% tra dubbi per il Merge e censura

I mercati continuano nella loro fase ribassista nonostante un periodo che sembrava voler tendere a nuovi rialzi. E le criptovalute non fanno eccezione con Bitcoin che sembra dirigersi verso i 20.000 $ ed Ethereum che ha perso circa il 18% negli ultimi sette giorni.

Come possiamo vedere nelle ultime quotazioni:

il prezzo di Eth ha avuto un forte ribasso ritornando nel range 1500 – 1600 $ dopo la fase di euforia legata al merge (passaggio al consenso Proof of Stake) previsto attorno al 15 Settembre.

In molti stanno investendo su Ethereum anche se rimangono ancora molti dubbi e paura su questo importante evento con tutte le incognite che ne conseguono. Cerchiamo di capire cosa sta succedendo.

Ethereum tra Merge e Censura

Ethereum è la seconda criptovaluta per capitalizzazione. Chi vuole investire su Ether può utilizzare un exchange tradizionale oppure piattaforme regolamentate come Capital.com (clicca qui per attivare un conto demo gratuito).

E’ un broker che consente di fare trading sulle principali criptovalute. E’ regolamentato e dispone di servizi molto interessanti ed innovativi. Il deposito minimo è tra i più bassi di settore e ci sono moltissime funzioni che possono aiutare i trader ad iniziare.

Per saperne di più sui servizi di Capital vai qui sul sito ufficiale.
83.45% dei trader retail perde soldi facendo trading con questo broker CFD. Dovresti considerare i rischi di perdita di denaro

Ethereum: cosa accadrà col Merge e la Pos?

Luglio è stato un mese molto positivo per Ethereum. Agosto sembra però voler chiudere nella direzione opposta.

Il mercato sta scontando le aspettative di un prossimo rialzo dei tassi della Federal Reserve, cosa che sta mettendo pressione a tutti i mercati generali, non solo alle criptovalute.

Nell’ultima settimana Ethereum ha subito infatti una importante correzione con un ribasso settimanale che sfiora il 20%.

Al momento della scrittura è scambiato circa a 1600$ e anche la market cap sembra voler puntare nella direzione ribassista. A Luglio invece la situazione era diversa col prezzo di Eth che sembrava voler puntare dritto alla soglia psicologica e tecnica dei 2000 $.

👍 ProgettoEthereum
✅ CaratteristicheDecentralizzazione / Community attiva / Defi
💰TokenETH
🥇Migliore piattaforma per fare trading su EthereumeToro
🥇Miglior exchange per comprare EthereumBinance

Le notizie sul “Merge” ovvero il passaggio di Ethereum alla Proof of Stake hanno portato grande ottimismo sui mercati e tra gli investitori. Tutti gli aggiornamenti previsti sulle testnet hanno dato esito positivo. Due settimane fa, infatti, gli sviluppatori di Ethereum hanno condotto con successo l’aggiornamento sulla testner Goerli. Si è trattato dell’ultima prova generale prima dell’aggiornamento sulla mainnet.

Con la Pos Ethereum potrà essere molto più vicina a rispettare i cosiddetti criteri ESG in quanto abbandonerà il modello della Proof of Work che risulta sempre meno gradito alla comunità Europea. Abbiamo parlato tempo fa delle blockchain Carbon Neutral che potrebbero ottenere buoni risultati nei prossimi mesi.

Con il passaggio alla Proof of Stake di Ethereum è bene chiarire alcuni aspetti:

  • ci sarà meno consumo energetico e dunque tenderà ad essere ESG compliant
  • non ci sarà alcuna diminuzione delle gas fees
  • il Merge è la prima fase, dopo ne seguiranno altre con i rollups e lo sharding quindi la strada è ancora lunga
  • potrebbe esserci maggiore centralizzazione del protocollo.

A proposito dell’ultimo punto negli ultimi giorni gli analisti stanno notando come moltissimi degli Ethereum in staking siano concentrati in poche mani forti.

Come possiamo vedere nel grafico sottostante:

Ethereum 2.0 per Staking Provider

la maggior parte degli ETH 2.0 è concentrata in pochi players come Lido Finance ed altri servizi famosi come gli Exchange.

La Pos punta a migliorare l’efficienza delle prestazioni e dunque costituisce un primo passo per la scalabilità.

Ma che ne sarà della decentralizzazione?

Se ricordate le nostre analisi, abbiamo mostrato spesso il valore del TVL bloccato nella blockchain di Ethereum che costituiva l’80% della liquidità nei protocolli di finanza decentralizzata.

Il timore di molti analisti è che col passaggio alla Proof of Stake si perda una buona parte della decentralizzazione.

Ed una chain centralizzata può essere facilmente controllata o addirittura bloccata ed è da questi motivi che partono le riflessioni degli analisti. Conviene in questo momento investire in Ethereum con queste prospettive? E’ la domanda che molti si fanno.

Vediamo come sta reagendo il prezzo di Ethereum a queste notizie:


Per saperne di più potete consultare la nostra guida su come comprare Ethereum..

Ethereum può essere censurato? Il caso Tornado Cash

Nella scorsa settimana il caso di Tornado Cash ha scosso l’intero mercato della criptovalute.

Uno sviluppatore che lavorava alla famosa piattaforma di mixing è stato arrestato. Cosa c’entra tutto questo con Ethereum?

Si tratta di una notizia negativa per tutto il settore in quanto Tornado Cash è un protocollo che lavora principalmente sulla blockchain di Ethereum.

Tornado Cash è poi stato inserito in nella SDN List (Specially Designated Nationals and Blocked Persons List) dal Tesoro degli Stati Uniti ed la prima volta che un software (generalmente sono persone) viene inserito in questa blacklist.

Questo di fatto aumenta i timori di un blocco e di una censura anche ad Ethereum. Se è stato inserito uno smart contract in una lista nera perché il prossimo non potrebbe essere un protocollo ad esempio?

Come conseguenza molte piattaforme come AAVE, Uniswap ed altre hanno iniziato a bloccare gli indirizzi che hanno avuto a che fare con Tornado Cash.

La stessa Circle, che si occupa dell’emissione della stablecoin USDC, ha bloccato alcuni servizi ad account che hanno interagito con Tornado Cash

Insomma questo ha scatenato alcuni dubbi tra gli analisti che si chiedono a questo punto se anche Ethereum possa essere censurato.

I governi si stanno muovendo nell’introdurre nuove regole e garantire la privacy degli utenti cercando di bloccare sul nascere le nuove truffe che inevitabilmente cresceranno con la diffusione delle crypto.

Gli analisti sono convinti che Ethereum come “protocollo” non possa essere censurato ma ci sono rischi concreti per le applicazioni ed i servizi che potranno essere bloccati.

Altro rischio è legato ai possibili attacchi alla blockchain. Con la Proof of Stake basta infatti un comportamento malevolo del 33% dei nodi per mettere in crisi la rete. E attualmente i big players che detengono Eth 2.0 sembrano essere troppo ingombranti.

Lo stesso Brian Armstrong, il CEO di Coinbase, ha risposto recentemente alla domanda di un utente su Twitter:

che gli chiede cosa accadrebbe nel caso in cui il regolatore gli chiedesse di censurare il protocollo Ethereum con due alternative:

  • bloccare tutto per rispettare i limiti imposti e tornare ad essere compliant
  • sospendere i servizi di staking per aggirare la censurar

Con la risposta che vedete qui sotto nel tweet di risposta:

in cui dice che andrebbero probabilmente a sospendere lo staking cerando una terza opzione per accordarsi col regolatore nel tentativo di trovare soluzioni migliori.

Tutti questi dubbi e paure stanno portando molta incertezza sui mercati e cautela tra gli investitori. Non ci resta che attendere il passaggio di Ethereum alla Pos per capire cosa potrà accadere realmente.

Sono comunque dei casi estremi alimentati dalla troppa attenzione sul merge. Considerate che se Ethereum può essere censurata, qualunque altra blockchain inclusa Bitcoin può essere censurata.

Conclusioni

Continueremo ad occuparci di tutti gli aggiornamenti sulle criptovalute e seguiremo in prima linea lo sviluppo di Ethereum e dell’attesissimo Merge.

Naturalmente le previsioni degli analisti non devono essere considerate come un consiglo finanziario, ognuno deve fare le proprie valutazioni in tema di investimenti.

Se volete fare trading sulle principali criptovalute vi consigliamo il broker eToro che consente anche fare social trading e disporre di strumenti di trading professionali.

Apri subito il tuo account demo su eToro cliccando qui.