ESMA, conto trader professionista con alta leva: come fare ?

Come passare ad un conto trader professionista con alta leva dopo l’entrata in vigore delle norme ESMA a luglio 2018? La domanda è lecita, dato che ESMA (acronimo di Autorità Europea degli Strumenti Finanziari e dei Mercati), ha posto i trader davanti ad un bivio: passare al conto trader professionista oppure no.

Di seguito vediamo dunque come fare passare ad un conto trader professionista con alta leva dopo l’entrata in vigore delle norme ESMA. Chiarendo prima cosa prevedano queste ultime.

ESMA cos’è

L’ESMA è stata fondata come risultato diretto delle raccomandazioni della relazione de Larosière del 2009 che chiedeva l’istituzione di un Sistema europeo di vigilanza finanziaria (ESFS) come rete decentralizzata. È entrata in funzione il 1 ° gennaio 2011 in base al suo regolamento istitutivo e ha sostituito il comitato delle autorità europee di regolamentazione dei valori mobiliari (CESR), una rete di autorità dell’UE che promuoveva una vigilanza coerente in tutta l’UE e fornito consulenza alla Commissione europea.

ESMA a cosa serve

A cosa serve ESMA? Raggiunge questo obiettivo: valutando i rischi per gli investitori, i mercati e la stabilità finanziaria, completando un regolamento unico per i mercati finanziari dell’UE, promuovendo la convergenza della vigilanza e supervisionando direttamente le agenzie di rating e i repertori di dati sulle negoziazioni. Oltre a favorire la convergenza della vigilanza tra le autorità di regolamentazione dei titoli, mira a farlo in tutti i settori finanziari lavorando a stretto contatto con le altre autorità europee di vigilanza competenti nel settore bancario (EBA) e le pensioni assicurative e professionali (EIOPA).

Mentre l’ESMA è indipendente, vi è piena responsabilità nei confronti del Parlamento europeo dove appare prima la commissione per i problemi economici e monetari (ECON), su loro richiesta per audizioni formali. Esiste inoltre una piena responsabilità nei confronti del Consiglio dell’Unione europea e della Commissione europea. L’Autorità riferirà pertanto sulle sue attività regolarmente alle riunioni, ma anche attraverso una relazione annuale.

Gli obiettivi di ESMA sono dunque tre: protezione degli investitori, mercati ordinati e stabilità finanziaria.

ESMA attività

ESMA raggiunge la sua missione e i suoi obiettivi attraverso quattro attività:

  • Valutare i rischi per gli investitori, i mercati e la stabilità finanziaria
  • Completare un unico regolamento per i mercati finanziari dell’UE
  • Promuovere la convergenza della vigilanza
  • Supervisione diretta di specifici soggetti finanziari

Lo scopo di valutare i rischi per gli investitori, i mercati e la stabilità finanziaria è individuare le tendenze emergenti, i rischi e vulnerabilità e, ove possibile, opportunità, in modo tempestivo, in modo che possano essere messe in atto. L’ESMA utilizza la sua posizione unica per identificare gli sviluppi del mercato che minacciano la stabilità finanziaria, la protezione degli investitori o il corretto funzionamento dei mercati finanziari. Le valutazioni del rischio dell’ESMA si basano e integrano le valutazioni del rischio effettuate da altre autorità europee di vigilanza (autorità europee di vigilanza) e autorità nazionali competenti (ANC) e contribuiscono al lavoro sistemico intrapreso dal Comitato europeo per il rischio sistemico (CERS), che si concentra sempre più sui rischi di stabilità mercati finanziari.

Internamente, l’output della funzione di valutazione del rischio si inserisce nel lavoro dell’ESMA sul singolo regolamento, sulla convergenza della vigilanza e sulla supervisione diretta di specifici soggetti finanziari. Esternamente, promuove la trasparenza e la protezione degli investitori mettendo le informazioni a disposizione degli investitori tramite i nostri registri pubblici e database e, laddove necessario, emettendo avvisi agli investitori. La funzione di analisi del rischio monitora da vicino i benefici ei rischi dell’innovazione finanziaria nell’UE. Lo scopo di completare un regolamento unico per i mercati finanziari dell’UE è quello di migliorare il mercato unico dell’UE creando condizioni di parità per gli investitori e gli emittenti in tutta l’UE. L’ESMA contribuisce a rafforzare la qualità del regolamento unico per i mercati finanziari dell’UE sviluppando norme tecniche e fornendo consulenza alle istituzioni dell’UE in merito a progetti legislativi.

Questo ruolo di impostazione standard era il compito principale dell’ESMA nella sua fase di sviluppo. La convergenza superordinaria è l’attuazione coerente e l’applicazione delle stesse norme che utilizzano approcci simili nei 28 Stati membri. Lo scopo di promuovere la convergenza della vigilanza è garantire condizioni di parità di regolamentazione e vigilanza di alta qualità senza arbitraggio regolamentare o una corsa al ribasso tra Stati membri.

Conto trader professionista cosa significa

Cosa significa conto trader professionista? I broker stanno chiedendo a tutti i propri clienti se vogliono passare o meno al conto di trader professionista. Come impongono le nuove disposizioni ESMA.

I requisiti richiesti per passare al conto professionista (occorre averne almeno 2 su 3) sono:

  • Avere esperienza nel settore finanziario, in un ruolo che richiede la conoscenza dei CFD e/o spreadbetting e/o del forex, per un periodo pari ad almeno un anno
  • Aver effettuato ordini di dimensione (size) significativa almeno 10-30 volte in ognuno degli ultimi quattro trimestri (con qualsiasi broker)
  • Detenere un portafoglio di investimenti (comprensivo pure di risparmi liquidi, oltre agli strumenti finanziari) che superi i 500.000 euro (con qualsiasi broker)

Protezione saldo negativo cosa significa

Cosa significa protezione saldo negativo? E’ quanto viene riportato su tutti i Broker rinomati. I quali precisano che con l’adozione del conto professionista, venga a mancare la protezione dal saldo negativo. Evidenziamo che si tratta dei broker che già prima della disposizione ESMA prevedevano lo sforamento dello “zero”, ovvero posizioni debitorie.

Al contrario, alcuni broker come Plus500 e IQ Option, offrivano prima la protezione dal saldo negativo e continuano ad offrirla anche adesso, sia per i conti normali che per i conti professionisti.

Conto non professionista, cosa succede

Cosa succede se non passo ad un conto professionista? Chi non desidera aprire un conto professionista, può continuare a fare trading come sempre, ma a delle condizioni piuttosto limitative. In primis, riguardo la leva finanziaria. Ecco i limiti per ogni tipo di asset:

  • Coppie valutarie principali: la leva finanziaria massima è di 30:1
  • Coppie valutarie non principali, Oro e Indici principali: la leva finanziaria massima è di 20:1
  • Materie prime diverse dall’oro e Indici Azionari non rilevanti: la leva finanziaria massima è di 10:1
  • Singole azioni e altri valori di riferimento: la leva finanziaria massima è di 5:1
  • Criptovalute: la leva finanziaria massima è di 2:1.

In realtà, anche per quanto concerne il conto normale (ovvero non professionista), è dato dalla protezione dal saldo negativo, che dovrà essere garantita anche dai broker che solitamente non la offrono.

Ancora, sempre riguardo il conto non professionista, se il margine totale scende sotto quota 50% del margine iniziale, il broker è obbligato a chiudere una o più posizioni per fare tornare tale quota almeno al 50%.

Broker non ESMA rischi

Quali sono i rischi di affidarsi ad un Broker non ESMA? Certo, la tentazione è forte, ma anche i rischi sono alti. Occorre dire che l‘adeguamento alle disposizioni ESMA è obbligatorio, ma sta al cliente iscritto ai broker ESMA decidere se operare come cliente tutelato oppure come cliente professionista.

Se invece ci affidiamo a Broker non ESMA, cioè che non si adeguano alle normative da esso dettate, corriamo sostanzialmente 2 rischi:

  • Possibilità di imbattersi in veri e propri broker truffa, che non danno alcuna garanzia su alcunché
  • Un broker No ESMA potrebbe essere semplicemente interessato solo ai vostri soldi. Quindi potrebbe non fornirvi alcun servizio né tutela, incitandovi a caricare sempre il vostro conto, non curandosi delle vostre perdite

Piattaforme regolamentate ESMA

Qui di seguito vi proponiamo un elenco di piattaforme di trading online regolamentate da ESMA, il massimo della sicurezza per il trader:

BROKER
CARATTERISTICHEVANTAGGI 
CFDs sono strumenti finanziari complessi e comportano un alto rischio di perdita di denaro rapidamente a causa della leva. Tra il 74-89% dei trader retail perdono soldi facendo trading CFD. Prima di fare trading cerca di capire come funzionano i CFD ed i rischi che comportano.
Markets.comTrading CFD, tanti strumentiConto demoPROVA >>
plus500Servizio CFDDemoPROVA >>
eToro social tradingSocial trading, copy tradingCopy fundsPROVA >>
24optionSpread bassi, CFDRendimenti elevatiPROVA >>
Xm.comBonus 25€Conti Zero spread!PROVA >>
AvaTradeForex, azioni, criptovaluteWebinar ed ebookPROVA >>
Responsabilità: L'autore dell'articolo pubblicato su webeconomia.it esprime le sue libere opinioni in merito alle analisi in oggetto. Dichiara che tutte le considerazioni fatte all'interno del post e le eventuali altre analisi sugli strumenti finanziari (valute, azioni, criptovalute, materie prime) sono soggettive e non devono essere considerate come incentivi e raccomandazioni di investimento. Le analisi e le quotazioni degli strumenti finanziari sono mostrate al solo scopo di informare e non per incentivare le attività di trading o speculazione sui mercati finanziari. Lo staff di webeconomia.it e gli autori degli articoli non si ritengono dunque responsabili di eventuali perdite di denaro legate ad attività di invstimento. Lo staff del sito e i suoi autori dichiarano di non possedere quote di società, azioni o strumenti di cui si parla all'interno degli articoli. Leggendo i contenuti del sito l'Utente accetta esplicitamente che gli articoli non costituiscono "raccomandazioni di investimento" e che i dati presentati possono essere non accurati e/o incompleti. Tutte le attività legate agli strumenti finanziari e ai mercati come il trading su azioni, forex, materie prime o criptovalute sono rischiose e possono comportare perdita di capitali. L'Utente, quindi, solleva lo staff di webeconomia.it e i suoi autori dalla responsabilità di qualunque perdita o danno subito legato ad attività di investimento che scaturisce dalla consultazione dei dati contenuti nel sito.

LEAVE A REPLY