Equitalia, Ernesto Maria Ruffini alla guida

Equitalia cambia volto, e verrà guidata da Ernesto Maria Ruffini. Il nuovo amministratore delegato dell’Azienda è stato nominato nelle scorse ore dal Cda. Ruffini prenderà il posto di Benedetto Mineo. Ma di chi stiamo parlando? La carriera del nuovo ad di Equitalia è davvero lunga e ricca di collaborazioni eccellenti.

Ernesto Maria Ruffini è nato nel 1969 a Palermo, e si è laureato in Giurisprudenza all’Università La Sapienza di Roma. Il suo percorso professionale inizia nel 1994. Nel corso degli anni si è specializzato in diritto tributario, ed in particolar modo in tutto ciò che è legato ai contenziosi, alle procedure stragiudiziali e di riscossione.

Non solo: nel corso degli anni arrivano le prime nomine. Dapprima come presidente del Consiglio di amministrazione del Fondo nazionale pensione complementare per i lavoratori della scuola, e successivamente come componente del Tavolo permanente per l’innovazione e l’agenda digitale italiana presso la Presidenza del Consiglio dei Ministri e della Commissione consultiva dell’Ordine dei Dottori Commercialisti sul processo tributario.

Dal 2010, poi, è abilitato al patrocinio davanti alla Corte di Cassazione, e tra le sue numerose esperienze professionali c’è sicuramente quella significativa con lo studio romano del noto tributarista, nonchè ex ministro, Augusto Fantozzi. Nel 2013, infine, ha pubblicato un libro dall’eloquente titolo: “L’evasione spiegata ad un evasore. Anche a quello dentro di noi”.

Non dobbiamo dimenticare, poi, che partecipò alla prima Leopolda di Firenze nel 2010, e che è stato un sostenitore alle primarie del centrosinistra di Matteo Renzi. Non solo: Ruffini ha collaborato con il Pd a stretto contatto con Filippo Taddei, ovvero il responsabile economico del partito, nonchè consigliere del premier.

Figlio di un ex parlamentare democratico, Attilio Ruffini, ha un fratello noto: si tratta di Paolo Ruffini, ex direttore di raitre e dell’emittente La7.

La sua nomina è stata subito ben accettata dal presidente di Equitalia Vincenzo Busa, il quale ha ricordato come la sua profonda conoscenza delle tematiche fiscali darà un valore aggiunto non solo all’Azienda, ma anche ai cittadini stessi.

Equitalia, infatti, da diverso tempo è in una fase delicata, già ribattezzata “di rinnovamento”. L’arrivo di Ruffini, secondo Busa, porterà un miglioramento nella stretegia iniziata da tempo, e relativa ai rapporti con i contribuenti e al recupero attivo dei tributi per contro degli enti pubblici creditori.

Insomma, un arrivo di grande spessore quello di Ernesto Maria Ruffini. Il nuovo amministratore delegato (che, ricordiamo, prende il postto di Benedetto Minneo), con la sua conoscenza tributaria, avrà l’arduo compito di portare a compimento il lavoro di rinnovamento di Equitalia, iniziato ormai da molto (troppo?) tempo.

 

  • angela

    MMM…anche questo entra senza spinte…tutta farina del suo sacco, niente parentele, niente appoggi politici ma tutto merito!
    continua la saga dei furboni!