Elite BluePrint è una truffa? Recensione completa e alternative

Elite BluePrint è una truffa o funziona davvero? Se sei entrato in questo articolo ponendoti questa domanda, allora sei giunto nel posto giusto. Fai bene a chiedertelo, visto che di truffe in giro ce ne sono fin troppe.

La promessa è sempre la stessa: farti guadagnare tramite il trading automatico senza che tu debba avere alcuna conoscenza in materia o debba fare altro al di fuori di caricare il conto. Troppo facile.

Il trading online sulle criptovalute, benché possa essere fatto anche tramite app su smartphone e tablet, e riguardi un asset digitale, non è assolutamente un gioco virtuale. Richiede formazione teorica e pratica, nonché una piattaforma che abbia regolare licenza da parte di una autorità preposta al controllo sui mercati finanziari.

Il primo aspetto vi darà la cultura giusta per muovervi nel mondo del trading, il secondo vi tutelerà da truffe messe in piedi da chi avvia un sito solo con lo scopo di spilarvi denaro.

Lo schema che utilizzano questi siti truffa è il solito: far circolare pubblicità con tanto di Vip che ne parlano molto bene in finte interviste. Ma anche testimonianze di persone prima indigenti (talvolta perfino barboni) che poi sono diventate ricche con il loro magico sistema.

Sistema, di cui non spiegano mai come funzioni tecnicamente. Dicono sempre che sia esclusivo e dato a pochi eletti.

Detto ciò, vediamo cos’è e come funziona Elite BluePrint e se davvero fa arricchire come promette o si tratta della solita truffa. Infine, proponiamo anche delle alternative.

La soluzione migliore per operare sulle criptovalute rimane quella dei CFD. Ricordiamo che le migliori piattaforme di trading consentono il trading con i CFD sul prezzo delle criptovalute. Ad esempio eToro (trovi qui il sito ufficiale) permette di negoziare sulle migliori critptovalute in circolazione, non solo su Bitcoin. Per saperne di più su questa piattaforma ti consiglio di visitare il sito ufficiale.

75% dei trader retail perde soldi facendo trading con questo broker CFD. Dovresti considerare i rischi di perdita di denaro

Elite BluePrint cos’è

Cos’è Elite BluePrint? Si tratta di un Broker che afferma di far guadagnare tanti soldi col trading automatico sul Bitcoin. Basterà solo ricaricare il conto con 250 euro e farà tutto da solo.

Elite BluePrint non spiega come funziona il proprio sistema e non ha la licenza di alcun ente preposto al controllo sui mercati finanziari. Come per esempio la CySEC, autorità di controllo cipriota che vigila su altri Broker come eToro, Plus500, Avatrade, Trade.com, IqOption, Investous.

Essere iscritti ad uno di questi organi fa sì che il sito debba rispettare tutta una serie di regole ed obblighi appannaggio dei trader iscritti. In Italia abbiamo invece la Consob, creata nel 1973 al fine di dare a questo compito una matrice apolitica ed indipendente. Mentre prima spettava al Ministero delle finanze.

Molta diffidenza suscita anche lo staff dietro questo Broker. Sul quale praticamente non ci sono informazioni. E ciò fa già capire che i soldi che caricherete sul conto finiranno in Paradisi fiscali, ossia paesi che offrono protezione a chi lì porta i propri capitali.

Ciò significa anche che risulterà quindi difficile recuperare i soldi persi con questo sistema, dato che questi Paesi sfuggono alle leggi delle autorità preposte.

Come funziona

Come funziona Elite BluePrint? Bella domanda. Vallo a capire. Come detto, questi sistemi nati per fregare il prossimo non riportano mai come funzionano tecnicamente. Fanno solo tante promesse che non manterranno.

Va comunque detto che ad oggi non sono ancora nati sistemi in grado di far vincere sempre sui mercati finanziari, con una percentuale che sfiora il cento per cento (non dicono proprio 100% per dare una parvenza di verità a tutto).

Elite BluePrint è una truffa?

Non possiamo ancora dire che il Broker Elite BluePrint sia una truffa. Non c’è una sentenza giudiziaria passata in giudicato, né una circolare da parte della Consob che la citi.

Tuttavia, ha tutti i crismi per esserlo. Zero informazioni sullo staff che c’è dietro. Nessuna regolamentazione Consob o CySEC. Nessun cenno su come funzioni il suo prodigioso sistema.

Meglio stare dunque lontani, ed affidarsi ad uno dei Broker che vedremo di seguito.

Elite BluePrint truffa? Lo sono anche le criptovalute?

Se è vero che il Broker Elite BluePrint dà il sospetto che sia una truffa, non lo sono per forza anche le criptovalute. Nate nel 2008 da una idea di Satoshi Nakamoto (pseudonimo dietro cui si cela il suo inventore o il suo team di inventori) e avviate nel 2009 con la prima criptovaluta Bitcoin.

Ad oggi se ne contano circa 1400, sebbene le più importanti restino meno di dieci. Tra cui Ethereum e Ripple, da tempo saldamente al secondo e terzo posto per capitalizzazione di mercato e offerenti un vero e proprio ecosistema parallelo a quello tradizionale oltre che essere valute digitali.

Altre criptovalute importanti sono Litecoin, il primo Hard Fork del Bitcoin consumatosi nel 2012, Bitcoin Cash (altro Hard Fork di Bitcoin), Monero, Tron, Lumans, ecc.

Le criptovalute sono avverse da Banche e governi centrali in quanto sottraggono loro potere e non sono viste di buon occhio. Infatti, sia Ue che Sec parlano da tempo di una stretta. Mentre Cina e Russia le hanno bandite già dal 2017, in quanto potenziale fonte di ingresso di capitale straniero.

Tuttavia, se utilizzate con canali regolari e puliti, possono essere ottima fonte di guadagno. Si pensi ai Broker regolamentati o agli Exchange, dove è possibile guadagnare facendo leva sul loro cambio di prezzo.

Con l’unico accorgimento che occorra togliere presto i soldi dal wallet in quanto spesso sono vittime di attacchi Hacker che ne prosciugano il conto (meglio trasferirli su wallet freddi, chiamati così poiché funzionano senza connessione ad internet).

Opinioni e recensioni

Quali sono le opinioni su Elite BluePrint? Quali sono le recensioni su Elite BluePrint? Sono largamente negative e parlano di persone che hanno perso i propri soldi.

Anche qui però bisogna stare attenti, in quanto su Forum o pagine Facebook è possibile trovare opinioni e recensioni entusiastiche. Sono scritte a tavolino da chi vuole spingervi a registrarvi in quanto ha col sito probabilmente una affiliazione. Così se vi iscrivete dal loro link, farete guadagnare commissioni pure a loro.

Come accorgersi di opinioni e recensioni truffa? Quando su un sito il 90% sono negative e quando questi commenti hanno un link finale che vi invogliano a cliccare.

Cosa fare se truffati da Elite BluePrint

Qualora avete letto questo articolo troppo tardi e avete già subito una truffa da questo sito, la cosa che vi resta da fare è, oltre che denunciare il danno subito alla Polizia postale, giocarvi la carta dello storno con il circuito finanziario utilizzato per caricare il conto del Broker.

Contattate l’assistenza clienti della vostra Banca o di Poste Italiane o di circuiti come PayPal, Neteller o Skrill a seconda del sistema usato. Spiegate loro cosa vi è accaduto e se rientrate tra le casistiche per tentare un rimborso, vi diranno cosa inviare ad un numero di Fax.

In genere si tratta di prove di quanto vi è successo e di copia della denuncia. Solitamente l’istruttoria dura una sessantina di giorni dopodiché otterrete una risposta.

Non è facile vedersi dare indietro i soldi persi, perché come detto questi siti hanno sede in paradisi fiscali. Ma, come si suol dire, tentar non nuoce.

Piattaforme di trading alternative

Per fortuna, le alternative sicure ad Elite BluePrint non mancano. I Broker di cui fidarsi devono avere le seguenti caratteristiche:

CFD

Acronimo di Contract for difference e traducibile in Contratto per differenza, sono uno strumento finanziario derivato in quanto il loro valore riflette quello di un asset sottostante.

I CFD sono molto comodi in quanto permettono di investire su una pluralità di asset della più svariata natura. Senza doverli possedere direttamente.

I CFD permettono di utilizzare una leva finanziaria e di ottenere guadagni sia quando il mercato è in rialzo che in calo.

Grafici

Possibilità di visualizzare in modo chiaro l’andamento degli asset su cui ha investito. Visualizzando timeline di minuti, ore, giorni, settimane, mesi o anni.

Assistenza clienti

L’assistenza clienti deve essere H24 e 7 giorni su 7, contattabile tramite più strade: Chat integrata al sito stesso, mail, numero di telefono.

Meglio se in lingua italiana, onde evitare errori di traduzione e incomprensioni reciproche.

App

App per smartphone e tablet, così da fare trading ovunque ci si trovi e quando si vuole.

Conto demo

Conto demo per fare pratica quando si è ancora trader neofiti o per provare nuove strategie quando si è esperti. Al fine di non rischiare soldi reali.

Materiale formativo

Il materiale formativo serve per formarsi a livello teorico. Ha diverse forme: ebook scaricabili, seminari online (Webinar), corsi e-learning, convegni dal vivo.

Leva finanziaria

La leva finanziaria permette di moltiplicare i propri profitti, oltre il denaro posseduto sul conto.

Viene però definita arma a doppio taglio, poiché, come moltiplica i profitti, così moltiplica le perdite.

Commissioni e Spread bassi

Sono i costi previsti dal Broker per i suoi servizi.

Licenza per operare

Come accennato prima, si tratta degli organismi che vigilano sui mercati finanziari. Oltre alle già citate Consob e CySEC, troviamo la SEC negli Usa, l’ASIC in Australia, la FCA in Australia, la FSA giapponese e così via.

Pluralità di asset

Il broker deve fare in modo che un trader abbia un ampio ventaglio di asset sui quali investire. Ecco i principali:

  • Metalli preziosi
  • Materie prime
  • Indici azionari
  • Criptovalute
  • Valute Forex
  • Azioni

Segnali di trading

Si tratta di suggerimenti che tecnici abilitati inviano ai trader che ne fanno richiesta. Su quanto e come entrare sul mercato.

Dette quali sono le principali caratteristiche che un Broker deve avere, vediamo di seguito tre esempi di piattaforme di trading online sulle quali puntare.

Fare trading (seriamente) con eToro

Il primo broker che vi segnaliamo è eToro (clicca qui per il sito ufficiale), nato nel 2009 e ad oggi già vantante circa undici milioni di trader. Ciò in quanto offre sempre nuovi servizi, accattivanti ed all’avanguardia.

eToro offre una serie di servizi:

  1. Social trading: proprio come un Social network, è possibile seguire altri trader così da scambiarsi opinioni e suggerimenti.
  2. CopyTrader: è possibile copiare i trader più vincenti (Popular trader), così da iniziare a guadagnare quando si è ancora neofiti del settore.
  3. CopyPortfolios: panieri che raccolgono asset collegati allo stesso settore, gestiti da algoritmi automatici e supervisionati da tecnici “in carne ed ossa”

Con regolare licenza CySEC, non prevede commissioni sul trading ma solo spread.

Per aprire un account gratuito su eToro clicca qui.

75% dei trader retail perde soldi facendo trading con questo broker CFD. Dovresti considerare i rischi di perdita di denaro

Puoi leggere anche la nostra recensione su eToro qui.

Fare trading (seriamente) con Plus500

Anche questo Broker è sotto il severo controllo della CySEC. Plus500 (clicca qui per il sito ufficiale) si distingue per la sua piattaforma user friendly, il fatto che sottoponga chi vuole iscriversi ad alcuni quesiti su trading e CFD, le sue commissioni basse.

Plus500 è sponsor dell’Atletico Madrid, il che è una prova in più della sua affidabilità.

Per aprire un account gratuito su Plus500 clicca qui.

Puoi leggere anche la nostra recensione su Plus500 qui.

Fare trading (seriamente) con Investous

Rispetto ai due Broker precedenti, Investous (clicca qui per saperne di più) è nato più di recente (luglio 2018). Ma si sta già facendo ampiamente strada.

Investous si distingue anche per il fatto che consente di usufruire dei segnali di trading (che puoi scaricare gratis da qui) di una società prestigiosa come Trading central. Considerata vero colosso del settore.

Trading central ha sede a Parigi, Hong Kong e Londra.

Anche Investous offre commissioni basse, zero sul trading e spread competitivi.

Per aprire un account gratuito su Investous clicca qui.

Puoi leggere anche la nostra recensione su Investous qui.

Responsabilità: Tutti gli autori, i collaboratori e i redattori degli articoli pubblicati su webeconomia.it esprimono opinioni personali. Tutte le assunzioni e le conclusioni fatte nei post ed ulteriori analisi di approfondimenti sugli strumenti finanziari (valute, azioni, criptovalute, materie prime, indici) sono soggettive e non devono essere considerate come incentivi e/o raccomandazioni all'investimento. Le analisi e le quotazioni degli strumenti finanziari sono mostrate al solo scopo di informare e non per incentivare le attività di trading o speculazione sui mercati finanziari. Lo staff di webeconomia.it e gli autori degli articoli non si ritengono dunque responsabili di eventuali perdite di denaro legate ad attività di investimento. Lo staff del sito e i suoi autori dichiarano di non possedere quote di società, azioni o strumenti di cui si parla all'interno degli articoli. Leggendo i contenuti del sito l'Utente accetta esplicitamente che gli articoli non costituiscono "raccomandazioni di investimento" e che i dati presentati possono essere non accurati e/o incompleti. Tutte le attività legate agli strumenti finanziari e ai mercati come il trading su azioni, forex, materie prime o criptovalute sono rischiose e possono comportare perdita di capitali.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here