Dropbox patisce la concorrenza, ma lancia Transfer e 12 nuove estensioni

Dropbox (NASDAQ: DBX) è un grande nome quando si tratta di soluzioni di archiviazione online, ma i suoi risultati recenti hanno gettato non pochi dubbi su quanta crescita reale può essere in grado di generare.

In effetti, con lo stock in calo di oltre il 20% da luglio, Dropbox non è troppo lontano dal suo minimo di 52 settimane e questa potrebbe essere una buona opportunità per acquistarlo velocemente.

I problemi sono iniziati da agosto, quando, nonostante la società abbia battuto le aspettative per il secondo trimestre, la grande preoccupazione per gli investitori era che Dropbox non stava generando una crescita sufficiente. In particolare tra gli utenti paganti.

Con un aumento del 3% nel pagamento degli utenti dal primo trimestre e un miglioramento del 14% rispetto all’anno precedente, la società ha continuato a mostrare una crescita buona e modesta. L’unica metrica nel secondo trimestre su cui l’azienda ha mancato le stime era il ricavo medio per utente.

Durante il trimestre, Dropbox ha registrato una media di $ 120,48, rispetto alle aspettative di $ 120,8. Anche se questo può sembrare una perdita minima, il problema è che con la perdita netta della società che è cresciuta da $ 4,1 milioni all’anno a $ 21,4 milioni, Dropbox dovrà fare molto per essere in grado di raggiungere il pareggio presto.

Anche se Dropbox ha fatto passi da gigante nel corso degli anni per ridurre le perdite, la battuta d’arresto nel secondo trimestre unita ai numeri di crescita moderata, probabilmente mettono gli investitori in allerta, forse mettendo in dubbio se la redditività sia raggiungibile.

Mentre la società ha continuato a mostrare miglioramenti nel terzo trimestre, è stato ancora un altro trimestre in cui le perdite sono state maggiori rispetto all’anno precedente. La mancanza di protezione può essere la sfida più grande per l’azienda.

Una situazione di cui approfittare per investire sul titolo. Attualmente la soluzione migliore è quella di utilizzare il broker 24option. Si tratta di un broker autorizzato con servizi innovativi come quello dei segnali che permettono di ricevere consigli per orientare con successo le proprie operazioni. Per saperne di più sui segnali clicca qui per visitare il sito ufficiale.

Dropbox e la concorrenza spietata

Dopotutto, con Google, Microsoft, Amazon e molte altre aziende che offrono soluzioni di archiviazione online per i consumatori, Dropbox sta affrontando una dura concorrenza in questi giorni. E non ha un vantaggio competitivo sufficiente da resistere ai prezzi più bassi e alle opzioni più interessanti che alcune delle grandi aziende tecnologiche possono offrire.

Microsoft, ad esempio, include l’archiviazione cloud con il suo software Office 365, rendendolo un’opzione molto interessante per i consumatori attenti ai prezzi. È qualcosa con cui sarebbe difficile competere con Dropbox, dal momento che non ha una suite per ufficio o una gamma più ampia di prodotti e servizi che può raggruppare insieme.

Il vantaggio di Dropbox è che è stato uno dei primi motori in questo spazio molti anni fa, quindi ha molti utenti fedeli che continuano a utilizzare il suo servizio e preferirebbero rimanere fermi piuttosto che passare. Ma come è evidente dalla sua crescita degli utenti paganti, la società ha dovuto affrontare alcune sfide.

Esistono semplicemente troppe opzioni e, per rimanere competitiva, Dropbox potrebbe dover ricorrere alla riduzione dei prezzi o al miglioramento delle offerte. Né farebbe alcun favore alla linea di fondo della società.

Perché il valore è ancora troppo ricco oggi senza guadagni e nessuna garanzia che i profitti arriveranno in qualsiasi momento presto, gli investitori stanno pagando un valore contabile di 10 volte per una società che potrebbe aver visto i suoi giorni migliori.

A meno che Dropbox non possa dimostrare agli investitori di aver trovato un modo per essere costantemente redditizio o un modo per rigenerare la sua crescita tra gli utenti paganti, sarà difficile giustificare l’acquisto di azioni della società oggi anche se il titolo continua a scendere.

Dropbox lancia il nuovo servizio Transfer

In questi giorni, Dropbox ha annunciato il lancio di Dropbox Transfer, un nuovo modo per condividere facilmente i file senza condividere l’accesso alle loro copie personali.

Come funziona Dropbox Transfer? Quando compili i tuoi file in un trasferimento, otterrai un link a una pagina di destinazione che puoi condividere. E le persone che lo ottengono possono scaricare direttamente il file da quella pagina o salvarlo sul proprio account Dropbox. È simile ai semplici servizi di condivisione di file come WeTransfer , ma si integra perfettamente con Dropbox.

Con Transfer puoi inviare fino a 100 MB di file con un account Dropbox gratuito, il che potrebbe essere utile se devi inviare per e-mail file di dimensioni superiori al limite di 25 MB di Gmail per gli allegati. E i tuoi trasferimenti non vivranno per sempre, poiché puoi scegliere di farli scadere dopo tre o sette giorni.

Se sei un abbonato Dropbox Professional, avrai alcune altre funzionalità: sarai in grado di trasferire fino a 100 GB, proteggere con password il tuo trasferimento, scegliere una data di scadenza e personalizzare lo sfondo nella tua pagina di trasferimento.

Quando si inizia un trasferimento da quell’URL, basta scegliere un file che si vuole aggiungere al trasferimento. Si seleziona la propria data di scadenza (il valore predefinito è sette giorni), e quindi si ottiene un link che si può condividere.

Sull’app desktop, è possibile avviare un trasferimento facendo clic su un file e quindi facendo clic su “Invia con Dropbox Transfer” l’opzione visualizzata sotto l’anteprima del file nella colonna di destra.

Dropbox avvisa che puoi effettuare trasferimenti su iOS solo se sei un utente Dropbox Professional, ma chiunque può visualizzarli se si trovano sull’ultima versione dell’app.

Dropbox ha aggiunto 12 nuove estensioni, tra cui WhatsApp

Il provider di cloud storage Dropbox ha annunciato il miglioramento e l’aggiunta di altre 12 estensioni per servizi popolari, consentendo ai suoi utenti di accedere direttamente a tali servizi all’interno della sua piattaforma.

Le nuove estensioni si uniscono a quelle lanciate dalla società lo scorso anno, tra cui app per Gmail, Adobe e servizi simili simili. Le estensioni di Dropbox sono semplici strumenti all’interno della piattaforma che consentono agli utenti di aprire direttamente i file nell’app che desiderano.

Un PDF, ad esempio, può essere aperto direttamente con Adobe all’interno dell’app Dropbox facendo clic su un menu a discesa e selezionando l’estensione. Le estensioni hanno lo scopo di facilitare la firma elettronica dei documenti e altro ancora.

In un annuncio di giovedì scorso, Dropbox ha rivelato di aver aggiunto e migliorato un’altra dozzina di estensioni. Gli utenti possono ora utilizzare WeVideo per creare, modificare e pubblicare video, ad esempio, nonché utilizzare Vimeo per distribuire video, tra le altre cose. C’è anche il supporto per l’app di progettazione Canva, che può essere utilizzata per creare un progetto e quindi salvarlo direttamente in Dropbox. Altre aggiunte includono FreshBooks per la gestione delle ricevute scansionate, Notarize per la firma e la autenticazione di documenti e DocSend per il monitoraggio delle interazioni dei file.

Oltre a ciò, gli utenti di Dropbox possono ora inviare facilmente documenti utilizzando WhatsApp, Outlook, Workplace by Facebook, Line Works e Microsoft Teams Extensions. Le quali si uniscono ad un numero di estensioni precedentemente lanciate, tra cui HelloFax, Smallpdf, Nitro, airSlate, Pixlr e Autodesk.

Dropbox fornisce un elenco completo delle estensioni e del loro uso nella relativa pagina Web ufficiale.

Piattaforme per investire in Dropbox

BROKER
CARATTERISTICHEVANTAGGI 
CFDs sono strumenti finanziari complessi e comportano un alto rischio di perdita di denaro rapidamente a causa della leva. Tra il 74-89% dei trader retail perdono soldi facendo trading CFD. Prima di fare trading cerca di capire come funzionano i CFD ed i rischi che comportano.
24optionCFD su Forex, Azioni, CriptovalutePiattaforma affidabilePROVA >>
eToro social tradingSocial trading, copy trading
66% dei trader perde soldi
Copy PortfolioPROVA >>
plus500Servizio CFDDemoPROVA >>
Markets.comTrading CFD, tanti strumentiConto demoPROVA >>
AvaTradeForex, azioni, criptovaluteWebinar ed ebookPROVA >>
Responsabilità: L'autore dell'articolo pubblicato su webeconomia.it esprime le sue libere opinioni in merito alle analisi in oggetto. Dichiara che tutte le considerazioni fatte all'interno del post e le eventuali altre analisi sugli strumenti finanziari (valute, azioni, criptovalute, materie prime) sono soggettive e non devono essere considerate come incentivi e raccomandazioni di investimento. Le analisi e le quotazioni degli strumenti finanziari sono mostrate al solo scopo di informare e non per incentivare le attività di trading o speculazione sui mercati finanziari. Lo staff di webeconomia.it e gli autori degli articoli non si ritengono dunque responsabili di eventuali perdite di denaro legate ad attività di invstimento. Lo staff del sito e i suoi autori dichiarano di non possedere quote di società, azioni o strumenti di cui si parla all'interno degli articoli. Leggendo i contenuti del sito l'Utente accetta esplicitamente che gli articoli non costituiscono "raccomandazioni di investimento" e che i dati presentati possono essere non accurati e/o incompleti. Tutte le attività legate agli strumenti finanziari e ai mercati come il trading su azioni, forex, materie prime o criptovalute sono rischiose e possono comportare perdita di capitali. L'Utente, quindi, solleva lo staff di webeconomia.it e i suoi autori dalla responsabilità di qualunque perdita o danno subito legato ad attività di investimento che scaturisce dalla consultazione dei dati contenuti nel sito.

LEAVE A REPLY