Dropbox: arriva il nuovo motore di ricerca Nautilus

Dropbox ha ricostruito e rilasciato un nuovo motore di ricerca, soprannominato “Nautilus”, dicendo che è significativamente più veloce nell’indicizzare contenuti nuovi e aggiornati e che la società sta lavorando per sbloccare la ricerca di file immagine, video e audio. Il nuovo motore utilizza la macchina imparare a potenziare le ricerche personalizzate per i 500 milioni di utenti di Dropbox su centinaia di miliardi di documenti; qualcosa che gli ingegneri della compagnia hanno descritto come una sfida unica, dovuta alla necessità di ricerche altamente personalizzate e alla rapida modifica di serie di documenti.

Il sistema che hanno realizzato è la prima revisione del motore di ricerca Dropbox dal 2015. Utilizza l’apprendimento automatico per trovare i file e ha richiesto un ripensamento fondamentale dell’architettura per rendere possibile tutto questo e la separazione dell’indicizzazione e della pubblicazione. Ha come obiettivo un budget di 500 ms per la ricerca al 95 ° percentile (ovvero, solo il 5% delle ricerche dovrebbe mai richiede più di 500 ms). Il ruolo della pipeline di indicizzazione è di elaborare l’attività dei file e degli utenti, estrarne il contenuto e i metadati e creare un indice di ricerca. Il sistema di servizio utilizza quindi questo indice di ricerca per restituire una serie di risultati in risposta alle query degli utenti.

Insieme, questi sistemi coprono diversi data center Dropbox distribuiti geograficamente, eseguendo decine di migliaia di processi su Diwaker. Gupta scrive del nuovo motore: “Per la maggior parte dei documenti, ci affidiamo ad Apache Tika per trasformare il documento originale in una rappresentazione HTML canonica, che viene poi analizzata al fine di estrarre un elenco di” token “(cioè parole) e i loro” attributi “(cioè formattazione, posizione, ecc …).” Dopo aver estratto i token, possiamo aumentare i dati in vari modi usando una pipeline “Doc Understanding”, che è adatta per la sperimentazione con estrazione di metadati e segnali opzionali.

Come input prende i dati estratti dal documento stesso e genera una serie di dati aggiuntivi che chiamiamo “annotazioni”. I moduli inseribili chiamati “annotatori” hanno il compito di generare le annotazioni. “Il motore di classificazione, nel frattempo, è alimentato da un modello di machine learning che emette un punteggio per ogni documento basato su una varietà di segnali. Alcuni segnali misurano la rilevanza del documento alla query (ad esempio, BM25), mentre altri misurano la rilevanza del documento per l’utente al momento attuale in tempo (ad esempio, con chi ha interagito o con quali tipi di file l’utente ha lavorato).

È addestrato su dati “click” resi anonimi dal front-end Dropbox, che esclude qualsiasi dato di identificazione personale.

Investire in Dropbox

Il metodo migliore è quello di sfruttare i CFD, ecco alcune piattaforme regolamentate per fare trading sul prezzo delle azioni Dropbox:

BROKER
CARATTERISTICHEVANTAGGI 
CFDs sono strumenti finanziari complessi e comportano un alto rischio di perdita di denaro rapidamente a causa della leva. Tra il 74-89% dei trader retail perdono soldi facendo trading CFD. Prima di fare trading cerca di capire come funzionano i CFD ed i rischi che comportano.
Markets.comTrading CFD, tanti strumentiConto demoPROVA >>
plus500Servizio CFDDemoPROVA >>
eToro social tradingSocial trading, copy tradingCopy fundsPROVA >>
24optionSpread bassi, CFDRendimenti elevatiPROVA >>
Xm.comBonus 25€Conti Zero spread!PROVA >>
AvaTradeForex, azioni, criptovaluteWebinar ed ebookPROVA >>

Lauckgroup ridisegna ed espande l’ufficio Dropbox di Austin

Dopo un IPO di grande successo, Dropbox sta comandando il mercato di condivisione di file da 50 miliardi di dollari. Nonostante la forte concorrenza, Dropbox ha raddoppiato le entrate dal 2015 e non mostra segni di rallentamento. Come azienda nota per la sua dedizione all’innovazione, gli interni aziendali di Dropbox hanno continuato a evolversi insieme alla loro crescita finanziaria. Tre anni fa, Dropbox ha fatto progressi nel settore tecnologico per avere alcuni degli uffici più interessanti del paese.

Il team di Dropbox Austin ha recentemente invitato lauckgroup, ora Perkins Will, a rivisitare i loro progetti del 2015 per modellare un interno aziendale che corrisponda alla nuova cultura del conduttore di file – dimostrando che la tecnologia può essere divertente e seria allo stesso tempo. -in una mano con il team di cultura e strutture interne dell’azienda per creare uno spazio che rifletta la missione di Dropbox di liberare l’energia creativa del mondo progettando un modo di lavorare più illuminato. Il livello 4 è stato concepito come il loro spazio ufficio originale nel 2015 con 2 altre espansioni completate di recente sui livelli 3 e 5 nel 2018.

Questo nuovo ambiente offusca i confini degli spazi di lavoro e ospitalità rendendo il nuovo panorama degli uffici un’estensione della vita quotidiana. Il design raggiunge l’intento di flessibilità e libertà per soddisfare al meglio lo stile di lavoro creativo e collaborativo che definisce la cultura Dropbox. Per i recenti livelli di espansione, il team di progettazione ha abilmente integrato le tonalità delle linee guida di branding di Dropbox per designare destinazioni, utilizzando pareti di vetro con dicroico colorato film nelle aree lounge. Queste pareti creano elementi di sorpresa e delizia, e vengono esaltate quando accostate ai bordi in legno e ai materiali naturali strutturati dei mobili in questi spazi.

L’area di ingresso di questo piano presenta un’altra parete in vetro con pellicola dicroica che incorpora tutti i colori utilizzati sul pavimento. Questi elementi si trovano direttamente adiacenti ad aree di lavoro aperte che fungono da aree di collaborazione e di rilassamento. Per il loro spazio di espansione, la potenza è stata incorporata nelle canalizzazioni del pavimento ogni 14 piedi con postazioni di lavoro completamente mobili per consentire a ogni team di configurare la propria area come preferisce, dando a ciascun dipendente la scelta su come funzionano.

L’evoluzione del sistema di alimentazione ha aperto il panorama visivo e ha creato la massima flessibilità all’interno dell’area di lavoro; spostando l’area aperta in un’esperienza di laboratorio. Invece di concentrare gli sforzi sul branding fisico dell’ufficio con il logo Dropbox, il cliente ha cercato di creare una fusione perfetta tra l’ufficio esistente e il nuovo marchio e la cultura sviluppata dell’azienda. Ciò ha comportato una selezione attenta di materiali e arredi, così come l’illuminazione e l’architettura che evocavano emozioni specifiche.

Questi elementi, combinati con accenti saturi che rimandano sottilmente il marchio, legano il nuovo spazio al resto dell’ufficio e illustrano con successo la crescita dell’azienda.

Dropbox lancia un nuovo motore di ricerca full-text basato sull’apprendimento automatico

Dropbox ha annunciato oggi che il suo nuovo motore di ricerca Nautilus ML è ora in uso e offre agli utenti una ricerca più potente che mai. Il team di ingegneri di Dropbox ha anche condiviso specifiche sull’architettura del motore di ricerca Nautilus. Fruscio! Screen CleanerDropbox dettagliato in un post sul blog oggi presenta alcune delle sfide quando si tratta di cercare sulla sua piattaforma.

La ricerca presenta una sfida unica quando si tratta di Dropbox a causa della nostra enorme scala – con centinaia di miliardi di pezzi di contenuti – e anche a causa di la necessità di offrire un’esperienza di ricerca personalizzata a ciascuno dei nostri utenti registrati 500M. Un’altra difficoltà in termini di ricerca è la frequenza con cui i contenuti di Dropbox cambiano.

Il team di ingegneri della società aveva quattro obiettivi principali, ha lavorato allo sviluppo del nuovo motore di ricerca Nautilus basato su ML:

  1. Fornire le migliori prestazioni, scalabilità e affidabilità della sua classe per gestire la scala dei nostri dati
  2. Fornire una base per implementare il ranking intelligente dei documenti e caratteristiche di recupero
  3. Costruire un sistema flessibile che consenta ai nostri ingegneri di personalizzare facilmente l’indicizzazione dei documenti e le pipeline di elaborazione delle query per l’esecuzione di esperimenti
  4. Come con qualsiasi sistema che gestisca il contenuto dei nostri utenti, il nostro sistema di ricerca necessario per raggiungere questi obiettivi in modo rapido, affidabile e con forti salvaguardie per preservare la privacy dei dati dei nostri utenti.

Dodbox ha testato Nautilus in modalità ombra prima di renderlo il motore di ricerca principale. Per un esame completo dell’infrastruttura di Nautilus, controlla il post sul blog dettagliato. Dropbox menziona anche che è attualmente alla ricerca di ingegneri del software.

Dropbox cos’è

Cos’è Dropbox? Dropbox è un servizio di file hosting gestito dalla società americana Dropbox, Inc., con sede a San Francisco, in California, che offre cloud storage, sincronizzazione di file, cloud personale e software client. Dropbox è stata fondata nel 2007 dagli studenti del MIT Drew Houston e Arash Ferdowsi come azienda startup, con il finanziamento iniziale dell’acceleratore seed Y Combinator.Dropbox può creare una cartella speciale sul computer dell’utente, i cui contenuti vengono quindi sincronizzati con i server di Dropbox e altri computer e dispositivi su cui l’utente ha installato Dropbox, mantenendo gli stessi file aggiornati su tutti i dispositivi.

Dropbox utilizza un modello aziendale freemium, in cui agli utenti viene offerto un account gratuito con una dimensione di archiviazione impostata, con abbonamenti a pagamento disponibili che offrono maggiore capacità e funzionalità aggiuntive. Gli utenti di Dropbox Basic ricevono 2 gigabyte di spazio di archiviazione gratuito. Gli utenti di Dropbox Plus hanno a disposizione 1 terabyte di spazio di archiviazione, oltre a funzionalità aggiuntive, inclusi avanzati controlli di condivisione, cancellazione remota e un componente aggiuntivo opzionale di cronologia versioni. Dropbox offre app per computer per Microsoft Windows, macOS Apple e computer Linux e app mobili per smartphone e tablet iOS, Android e Windows Phone.

Nel mese di marzo 2013, la società ha acquisito Mailbox, una popolare applicazione di posta elettronica, e nell’aprile 2014, la società ha introdotto Dropbox Carousel, un’app per la galleria di foto e video. Sia Mailbox che Carousel sono stati chiusi a dicembre 2015, con le funzionalità principali di entrambe le app implementate nel normale servizio Dropbox. Nell’ottobre 2015, ha annunciato ufficialmente Dropbox Paper, il suo editor di documenti collaborativo, in uno sforzo segnalato per espandere le sue operazioni verso le imprese. A partire da marzo 2016, Dropbox ha 500 milioni di utenti. [9] Dropbox ha ricevuto elogi, tra cui il premio Crunchie nel 2010 per la migliore applicazione Internet e il premio Editor’s Choice 2009 di Macworld per il software.

È stato classificato come una delle startup più preziose negli Stati Uniti e nel mondo, con una valutazione di oltre 10 miliardi di dollari, ed è stato descritto come uno degli investimenti di maggior successo di Y Combinator fino ad oggi. Tuttavia, Dropbox ha anche riscontrato critiche e generato polemiche per problemi quali violazioni della sicurezza e problemi di privacy.

Dropbox in Borsa

Qui sotto puoi vedere il grafico delle azioni Dropbox, puoi fare trading cliccando sui pulsanti sopra il grafico

Dropbox storia

Il fondatore di Dropbox Drew Houston ha concepito il concetto Dropbox dopo aver ripetutamente dimenticato la sua chiavetta USB mentre era studente al MIT. In un post “Meet the Team” del 2009 sul blog Dropbox, ha scritto che i servizi esistenti al momento “hanno avuto problemi con la latenza di Internet, file di grandi dimensioni, bug o semplicemente mi hanno fatto pensare troppo”. Cominciò a creare qualcosa per il suo uso personale, ma poi si rese conto che poteva portare benefici agli altri con gli stessi problemi.

Houston ha fondato Dropbox, Inc. nel giugno 2007, e poco dopo ha ottenuto il finanziamento di seed da Y Combinator. Dropbox è stato lanciato ufficialmente al TechCrunch Disrupt del 2008, una conferenza annuale sulla tecnologia. A causa di controversie sui marchi tra Proxy, Inc. e Evenflow (società madre di Dropbox), il nome di dominio ufficiale di Dropbox era “getdropbox.com” fino all’ottobre 2009, quando ha acquisito il suo dominio attuale, “dropbox.com”.

In un’intervista con “Founder Stories” di TechCrunch nell’ottobre del 2011, Houston ha spiegato che un video dimostrativo è stato rilasciato durante i primi giorni di Dropbox, con uno spettatore che era Arash Ferdowsi. Ferdowsi è stato “talmente colpito” da aver formato una partnership. Per quanto riguarda la competizione, Houston ha dichiarato che “è facile per me spiegare l’idea, in realtà è davvero difficile farlo”.

Dropbox acquisizioni

A luglio 2012, Dropbox ha acquisito TapEngage, una startup che “consente agli inserzionisti e agli editori di collaborare alla pubblicità ottimizzata per tablet”. Il seguente dicembre, Dropbox acquisì due società; Audiogalaxy, una startup “che consente agli utenti di archiviare i propri file musicali e le playlist nel cloud per poi inviarli a qualsiasi dispositivo”, e Snapjoy, una società che consente agli utenti di “aggregare, archiviare e visualizzare tutte le loro foto digitali dai loro fotocamere, telefoni e app popolari come Flickr, Instagram e Picasa e quindi visualizzarli online o tramite un’app iOS “.

A luglio 2013 Dropbox ha acquisito Endorse, una “startup coupon mobile”. Nel maggio 2014, Dropbox ha acquisito Bubbli, una startup che ha “costruito alcuni modi innovativi di incorporare la tecnologia 3D in viste 2D e confezionarla in un’app mobile”. Nel gennaio 2015, Dropbox ha acquisito CloudOn, una società che ha fornito applicazioni mobili per la modifica e la creazione di documenti. Allo stesso tempo, Dropbox ha detto a TechCrunch che la base di CloudOn a Herzliya sarebbe diventata il primo ufficio Dropbox in Israele.

A luglio, Dropbox ha acquisito Clementine, un servizio di comunicazione aziendale. Nell’aprile 2014, Dropbox ha acquisito la società di condivisione di foto Loom (che verrebbe chiusa e integrata con l’allora recentemente annunciato Carousel), e la condivisione dei documenti avvio Hackpad. Dropbox ha annunciato in seguito ad aprile 2017 che Hackpad verrà chiuso il 19 luglio, con tutte le note migrate su Dropbox Pap.

Responsabilità: L'autore dell'articolo pubblicato su webeconomia.it esprime le sue libere opinioni in merito alle analisi in oggetto. Dichiara che tutte le considerazioni fatte all'interno del post e le eventuali altre analisi sugli strumenti finanziari (valute, azioni, criptovalute, materie prime) sono soggettive e non devono essere considerate come incentivi e raccomandazioni di investimento. Le analisi e le quotazioni degli strumenti finanziari sono mostrate al solo scopo di informare e non per incentivare le attività di trading o speculazione sui mercati finanziari. Lo staff di webeconomia.it e gli autori degli articoli non si ritengono dunque responsabili di eventuali perdite di denaro legate ad attività di invstimento. Lo staff del sito e i suoi autori dichiarano di non possedere quote di società, azioni o strumenti di cui si parla all'interno degli articoli. Leggendo i contenuti del sito l'Utente accetta esplicitamente che gli articoli non costituiscono "raccomandazioni di investimento" e che i dati presentati possono essere non accurati e/o incompleti. Tutte le attività legate agli strumenti finanziari e ai mercati come il trading su azioni, forex, materie prime o criptovalute sono rischiose e possono comportare perdita di capitali. L'Utente, quindi, solleva lo staff di webeconomia.it e i suoi autori dalla responsabilità di qualunque perdita o danno subito legato ad attività di investimento che scaturisce dalla consultazione dei dati contenuti nel sito.

LEAVE A REPLY