Domanda reddito di cittadinanza: cosa sapere

A partire dal 6 marzo 2019 sarà possibile presentare la domanda per ricevere il reddito di cittadinanza, una misura assistenziale che mira a migliorare le condizioni economiche delle famiglie che sono sotto la soglia della povertà.

Tutto è stato predisposto per l’invio della domanda per il reddito di cittadinanza da parte degli italiani: ma come si effettua la domanda, entro quale scadenza e con quale documentazione? Scopriamolo in questa guida dedicata.

Reddito di cittadinanza: come presentare la Domanda?

La domanda per il RdC può essere presentata direttamente ai CAF presenti sul territorio e negli uffici postali, i quali si stanno organizzando al meglio per cercare di evitare un flusso eccessivo di persone.
Per evitare di dover affrontare lunghe code e subire attese, è possibile effettuare la domanda per il reddito di cittadinanza anche online.
Il sito di riferimento è quello ufficiale di “reddito di cittadinanza” del Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali.
Inviare la domanda online è più semplice e veloce e permette di soddisfare il requisito dell’invio della richiesta entro il 31 marzo 2019, ottenendo quindi prima possibile l’erogazione del denaro.

Reddito di Cittadinanza: tempistiche per l’invio della domanda

Le tempistiche per l’invio della misura economica sono di circa uno-due mesi. La legge prevede che il reddito di cittadinanza viene erogato a partire dal mese successivo rispetto a quello della domanda; infatti non appena viene recapitata la richiesta del cittadino all’INPS, l’Istituto ha 5 giorni di tempo per controllare la sua documentazione ed il rispetto dei requisiti.
Se la domanda viene accolta, Poste Italiane convoca subito l’intestatario per rilasciargli la carta sulla quale è erogato l’importo del reddito.
Il reddito di cittadinanza, a questo punto, ha una durata di 18 mesi e al termine di questo lasso di tempo può essere di nuovo erogato, se vi sono i requisiti.

 

Come si fa domanda per il reddito di cittadinanza?

Chiunque sia cittadino italiano, europeo, straniero con permesso di soggiorno e residente in Italia da almeno dieci anni (gli ultimi due continuativi) può chiedere il reddito di cittadinanza.
Inoltre, fra i requisiti richiesti vi sono anche quelli del patrimonio di immobili differenti dalla prima casa (non superiore a 30mila euro), del patrimonio finanziario (non maggiore di 6mila euro) e del reddito della famiglia.
Per poter chiedere il RdC è necessario presentare l’ISEE (non superiore a 9.360 euro) online o in forma cartacea presso le Poste.
La prima cosa da fare se si vuole fare domanda del RdC, quindi, è procurarsi un ISEE aggiornato presso i CAF, o sul sito ufficiale dell’INPS.
Se si vuole saltare le code e quindi chiedere il reddito online sul sito ufficiale, è necessario attivare la SPID (cioè il Sistema Pubblico di Identità Digitale) da parte degli Identity Provider Accreditati sul sito ufficiale INPS.

Cosa fare una volta presenta la domanda per il Reddito di Cittadinanza?

Una volta compilata la domanda, le poste o i CAF hanno 10 giorni per trasmettere la domanda all’INPS, il quale ha 5 giorni per accettare o meno la domanda e trasmetterla di nuovo alle Poste/CAF che comunicheranno, nel caso, l’accoglimento al richiedente.
A questo punto viene comunicato che il reddito di cittadinanza verrà erogato, per mezzo di sms o posta elettronica, ed il destinatario viene convocato per sottoscrivere il Patto per il Lavoro o il Patto per l’Inclusione sociale e ritirare la card sulla quale sarà erogato il reddito.
Presso il CAF o ufficio postale è necessario portare anche la domanda del reddito di cittadinanza (che si scarica dal sito ufficiale del RdC).
Se un componente della famiglia ha cominciato l’attività di lavoro durante il periodo dell’ISEE o dopo di esso, è bene scaricare il modello di integrazione dal sito ufficiale del Reddito di Cittadinanza, per integrare la domanda con i nuovi redditi.

Reddito di Cittadinanza: dove viene erogato?

Il reddito di cittadinanza viene erogato su una carta di pagamento elettronica, nota come Carta reddito di cittadinanza, erogata da Poste Italiane.
L’importo del RdC sarà interamente disponibile ogni mese sulla carta, che consente di effettuate acquisti e prelievi (nei limiti di 100 euro al mese per famiglia monoparentale, incrementato per famiglie più grandi).
Si può effettuare un bonifico al mese per il pagamento della locazione dell’immobile o per il pagamento del mutuo, mentre non si possono pagare giochi d’azzardo con questa carta.

LEAVE A REPLY