Dogecoin: eToro ci crede e aggiunge la criptovaluta nella app

Il 2021 per i mercati finanziari è stato l’anno delle criptovalute, del trading retails e delle società di acquisizione per scopi speciali, dette anche SPAC.

Il broker eToro, tra i più utilizzati al mondo con i suoi quasi 7 milioni di iscritti, è coinvolto in tutte e tre le attività. Con le azioni globali e l’app di trading di criptovalute che saranno quotate entro la fine dell’anno attraverso una fusione da 10,4 miliardi di dollari con FinTech Acquisition Corp. V SPAC.

Ma per molti trader dilettanti e fan delle criptovalute, eToro è noto come un sostenitore chiave del trading di criptovalute in tutto il mondo. Ha fatto notizia quando ha aggiunto Dogecoin alla sua offerta all’inizio di maggio, una mossa che ha contribuito a far salire la criptovaluta meme di circa il 50% a un massimo storico.

Dogecoin ha una comunità “grande, rumorosa e divertente, oltre a Elon Musk” ha dichiarato Yoni Assia, amministratore delegato di eToro, da lui cofondato nel 2007, ha detto a Insider che la vera domanda era: perché ci fosse voluto così tanto tempo?

“Francamente, poiché inizialmente dogecoin è stato inventato come meme o scherzo, ci è sembrato poco sensato per scopi di investimento”.
Eppure Assia afferma che eToro alla fine ha deciso che l’entusiasmo dei fan di dogecoin – non ultimo il capo di Tesla Elon Musk – significava che la moneta aveva un futuro e valeva la pena aggiungerla.

Dogecoin ha “una delle comunità più grandi, rumorose e divertenti nel settore delle criptovalute”, afferma Assia, aggiungendo che “una comunità forte è una parte molto important di ogni criptovaluta”. Ammettendo poi: “E un membro di quella comunità ed è piuttosto unico. E questo è Elon Musk”.

Il boss di Tesla è stato una delle forze trainanti del boom di dogecoin, bitcoin e criptovalute in generale. Un suo tweet può inviare risorse in aumento o in picchiata.

“Quando un membro di quella comunità vale 180 miliardi di dollari, questo cambia davvero le dinamiche”, afferma Assia.

eToro ha recentemente aggiunto una serie di criptovalute alla sua piattaforma, su cui le persone negli Stati Uniti e in tutto il mondo possono scambiare risorse digitali.

eToro comunque sempre vigile su Dogecoin

Sebbene Dogecoin abbia una legione di fan, i tradizionali analisti finanziari e regolatori hanno avvertito gli speculatori che potrebbero rimanere alquanto scottati dalle perdite.

App di trading come Robinhood sono state prese di mira dai politici per la “ludicizzazione” del trading e per aver reso più facile scommettere grandi somme su beni relativamente sconosciuti, causando a molti di subire grandi perdite.

Assia si preoccupa di questo? “Sono sempre preoccupato per la gestione del rischio”, afferma, “motivo per cui cerchiamo di educare i nostri clienti”.

Quando bitcoin e altre criptovalute hanno iniziato a crollare poco più di una settimana fa, eToro “ha istruito i nostri clienti sulla diversificazione, che è il primo e più importante elemento della gestione del rischio e della gestione di un portafoglio”, afferma Assia.

eToro in costante crescita

eToro si quoterà in Borsa entro la fine dell’anno attraverso una fusione da 10,4 miliardi di dollari con la società del lanciatore seriale SPAC Betsy Cohen, chiamata Fintech Acquisition Corp. V.

L’app di trading, che ha sede in Israele, ha beneficiato enormemente del boom del trading al dettaglio provocato dalla pandemia, quando bassi tassi di interesse, stimoli governativi e blocchi si sono combinati per spingere le persone verso gli investimenti online.

Le entrate di eToro sono cresciute del 147% su base annua nel 2020 a $ 605 milioni. Nell’accordo SPAC, all’app è stato assegnato un valore implicito di $ 9,6 miliardi.

Una domanda chiave per i potenziali investitori è se tale crescita possa continuare, giustificando la valutazione elevata, o se il boom del commercio al dettaglio svanisca con la riapertura delle economie.

Assia sostiene che la posizione internazionale di eToro sarà la chiave della sua espansione. È principalmente focalizzato sull’Europa, ma ha clienti in più di 100 paesi diversi.

“Non ho dubbi sul fatto che tra 10 anni vedremo diverse grandi piattaforme fintech che si rivolgono a livello globale agli investitori al dettaglio”, afferma.

La chiave dei piani di eToro è la spinta negli Stati Uniti. Attualmente offre criptovalute negli Stati Uniti, ma prevede di lanciare il commercio di azioni nella seconda metà dell’anno.

L’app lancerà infine una suite completa di funzionalità negli Stati Uniti, inclusa la sua funzione CopyTrading in cui gli utenti possono copiare gli investitori di successo. Assia afferma che l’utente più copiato ottiene $ 150.000 al mese solo per essere stato imitato sulla piattaforma.

“Penso che l’opportunità sia molto grande”, afferma Assia dei piani di eToro. “Generalmente chiamiamo il 2020 l’ascesa dell’investitore millenario. Non ci aspettavamo che accelerasse così tanto nel 2021”.

Ricordiamo che il broker vanta 3 licenze per operare: quella rilasciata a Cipro, la CySEC. Quella rilasciata in Gran Bretagna, la FCA e quella rilasciata in Australia: ASIC.

Oltre al copy trading prima menzionato, puoi anche interagire con gli altri trader con il Social trading. O investire su panieri di asset chiamati CopyPortfolios, che includono i migliori asset divisi per categoria e scelti in base alla loro performance.

Puoi iniziare a fare trading sulle principali criptovalute con eToro cliccando qui.
67% dei trader retail perde soldi facendo trading con questo broker CFD. Dovresti considerare i rischi di perdita di denaro