Differenze tra i prezzi di Borsa

borsa-prezzi

Se vi state domandando che differenza intercorra tra il prezzo ufficiale e il prezzo di apertura, o non sapete cosa sia il prezzo stabile, ecco una breve guida alla definizione di tutti i principali “valori” dei titoli su Borsa Italiana.

Prezzo di apertura

Partiamo dal prezzo di apertura. Come indicato dalla stessa denominazione di tale valore, il prezzo di apertura è il prezzo che risulta determinato dalla conclusione dei contratti nell’asta di apertura. Se invece il prezzo dell’asta di apertura non viene determinato, per prezzo di apertura si intenderà il prezzo al quale viene concluso il primo contratto nel periodo di negoziazione continua, a Borsa aperta.

Prezzo di riferimento

Il prezzo di riferimento è il prezzo di asta di chiusura e costituisce pertanto, per certi versi, l’opposto concettuale del prezzo di apertura. Di norma, il prezzo dell’asta di chiusura verrà determinato nei termini del prezzo medio ponderato dei contratti conclusi negli ultimi minuti della fase di negoziazione continua; se il prezzo dell’asta di chiusura non può essere determinato, o non sono stati conclusi contratti durante l’intervallo della negoziazione degli ultimi minuti, il prezzo dell’ultimo contratto concluso nel corso della seduta. Nella rara ipotesi in cui non siano stati conclusi contratti nella seduta, il prezzo di riferimento sarà quello assunto nella seduta precedente.

Prezzo base: statico e dinamico

Chiarito cosa si intende per prezzo di apertura e per prezzo di riferimento (chiamato anche prezzo di chiusura), cerchiamo di capire cosa si intenda per prezzi base statico e dinamico e, ancor prima, cerchiamo di interpretare cosa si possa intendere per prezzo base.

Il prezzo base è utilizzato per il controllo automatico dei prezzi dei contratti. La sua versione “statica” sarà pari al prezzo di riferimento della seduta precedente fino alla conclusione dei contratti in asta di apertura. Ne consegue che dall’inizio della seduta e fino alla conclusione dei contratti in asta di apertura, la variazione massima consentita da tale prezzo sarà pari al prezzo di riferimento della seduta precedente.

Ancora, dopo ogni asta il prezzo base statico sarà pari al prezzo di conclusione dei contratti in asta. Se non vengono conclusi contratti in asta, il prezzo base statico sarà aggiornato al prezzo del primo contratto concluso nella fase di negoziazione continua.

Di contro, il prezzo base dinamico sarà pari al prezzo dell’ultimo contratto concluso durante la seduta corrente (in asta o in negoziazione continua). In assenza di tali contratti, sarà uguale al prezzo di riferimento del giorno precedente.

Prezzo ufficiale

Infine, un cenno al prezzo ufficiale. Il prezzo ufficiale di un’azione o di altro strumento finanziario sarà pari al prezzo medio ponderato dell’intera quantità negoziata sullo stesso durante la seduta. Tale valore sarà calcolato e diffuso alla conclusione di ogni contratto.

Foto originale by Francisco Gonzalez