Detrazione spese mediche: quali sono e a chi spettano

E’ possibile detrarre a fini IRPEF le spese mediche sostenute durante l’anno di riferimento della Dichiarazione dei redditi

Come ogni anno, anche nell’a.c. 2016 è possibile detrarre a fini IRPEF tutte le spese mediche affrontate durante l’anno di riferimento della dichiarazione dei redditi. Tale detrazione spetta ad ogni contribuente che abbia raggiunto per spese medico-sanitarie, un importo minimo fissato a 129,11 euro. L’articolo del Codice civile sancisce che oltre al contribuente dichiarante, possono sommarsi anche le spese medico-sanitarie sostenute dai presenti soggetti: coniuge, figli, genitori, generi, nuore, suoceri, fratelli e sorelle. Purché tali persone siano a suo carico e dovrà debitamente dimostrarlo.

Detrazione spese mediche familiari non a carico, i casi eccezionali

In casi eccezionali, si possono detrarre anche le spese sostenute da familiari che non risultano a carico del contribuente. Ma solo se il loro reddito sia inferiore a 2.840,51 euro, goda di un’esenzione sulla spesa sanitaria pubblica (come stabilito dal Decreto Ministeriale 329/99) e per la parte di detrazione che non riesce a rientrare nella Dichiarazione dei redditi propria del parente non a carico.

detrazione fiscale
Una spesa medica oggetto di detrazione

Detrazione spese mediche 2016: quali sono i farmaci e le prestazioni detraibili

Le spese e i servizi sanitari fiscalmente detraibili sono varie. Si pensi a ricoveri, trapianti, operazioni chirurgiche (non quelle di carattere estetico ovviamente), analisi, radiografie, esami specialistici, protesi, prestazioni mediche generiche, farmaci (dai quali occorre escludere parafarmaci, integratori e prodotti per i neonati), cure termali prescritte dal medico di base.

Come si calcolano le detrazioni

Come detto nell’incipit, le spese sono detraibili solo se superano un importo pari a 129,11 euro. L’aliquota della detrazione è pari al 19%. Il calcolo è presto fatto: si sommano tutte le spese detraibili del contribuente e dei soggetti a carico (gli elenchi di cui sopra); alla cifra va sottratto un importo di 129,11 euro (la somma minima di spesa per poter fare la richiesta); calcolare il 19% sulla sottrazione (ossia moltiplicarlo per diciannove e poi fare diviso cento).

730
Novità importanti per il 2016

Quali sono le novità delle Spese Mediche in dichiarazione 2016

Dopo aver stabilito cos’è la detrazione fiscale per le spese mediche sostenute e come funziona, vediamo quali sono le eventuali novità di questo 2016. La legge di stabilità 2016 ha l’obiettivo di rendere più agevole la compilazione della Dichiarazione dei redditi e la più facile diffusione del neonato Modello 730 precompilato. Così, con essa è stato sancito che non sia più necessario conservare le ricevute di tutte quelle spese che intendiamo vederci detratte. Infatti, da quest’anno, dovranno essere proprio le stesse strutture medico-sanitarie che elargiscono i servizi e le prestazioni sanitarie, a dover inviare all’Agenzia delle Entrate tutte le informazioni sulle spese sostenute dai cittadini, attraverso l’implementato Sistema della Tessera Sanitaria. In questo modo ce le ritroveremo già assegnate, senza dover conservare tutte le ricevute cartacee. Sebbene, il consiglio sia sempre quello di conservarle come prova.