Dazn: chi è Leonard Blavatnik, l’uomo di Perform

Chi è Leonard Blavatnik? Cos’è Dazn? Cos’è Perform, la società che gestisce Dazn? A partire da questa stagione calcistica, anche in Italia è giunto Dazn. Il nuovo colosso in streaming che è entrato a gamba tesa sui diritti televisivi, scombussolando le nostre già stravolte abitudini di tifosi. Già messe costantemente a dura prova da un quarto di secolo.

Ora però la partita si svolge sul web. Ed è così distribuita: Sky avrà diritto di trasmissione per tutte le partite tranne per l’anticipo del sabato sera, l’anticipo della domenica a pranzo e una delle tre partite di domenica ore 15. Queste tre partite in queste ventotto giornate saranno trasmesse da Dazn. Poi ci sono dieci giornate di campionato (la prima, la seconda, la terza, la sesta, la diciassettesima, la diciottesima e la diciannovesima d’andata oltre all’undicesima, alla quattordicesima e alla diciannovesima di ritorno) che avranno meno di otto slot orari a giornata.

Insomma, un bello spezzatino, che a riportarlo tutto manda in confusione. E che sta facendo già storcere il naso ai tifosi italiani in quanto le partite trasmesse sul web si vedono a scatti e con due minuti di ritardo. Del resto, il nostro Paese deve adeguarsi alla connessione in 5G, che darà il via al cosiddetto Internet of things, ossia internet delle cose. Dove tutto sarà connesso al web, anche piante ed animali. Oltre ai già connessi elettrodomestici e auto.E non mancano già preoccupazioni per la nostra salute.

Ma tornando a Dazn, in questa sede ci occupiamo di vedere chi è Leonard Blavatnik, titolare di Perform.

Dazn cos’è

Foto LaPresse – Vince Paolo Gerace
02/08 /2018 – Milano (MI)
Cronaca
Presentazione Dazn
Nella foto Diletta Leotta alla presentazione in Italia svoltasi a Garage Italia

Cos’è Dazn? DAZN è un servizio di streaming di proprietà di Perform Group. Il servizio è dedicato agli sport, offrendo trasmissioni di eventi live e su richiesta da diverse proprietà. È stato lanciato per la prima volta in Austria , Germania, Giappone e Svizzera nell’agosto 2016 e in Canada l’anno successivo.

DAZN ha acquisito nel 2016 attraverso Perform Group i diritti di trasmissione della Premier League britannica per Germania, Austria e Svizzera per la stagione 2016/2017, precedentemente di proprietà di Sky Deutschland. In precedenza, il pacchetto di diritti esclusivi della J-League giapponese è stato acquisito per circa 2.000 milioni di euro. Secondo i propri dati, DAZN voleva agire in modo aggressivo nel mercato della legislazione sportiva per l’area di lingua tedesca ed era finanziata sulla base di dieci o dodici anni. La pubblicità sui diritti è stata pianificata, specialmente nell’area della UEFA Champions League , della Formula 1 e dello sci.

Occasionalmente, DAZN è indicato nei media sportivi come Netflix. 2 Il CEO di DAZN James Rushton ha commentato in questo confronto che l’approccio era “molto più complesso” in quanto mostrerebbe centinaia di flussi live a settimana invece di solo contenuti di archivio. Allo stesso modo, il progetto deve essere finanziato dalla “massa”.

Attualmente (2017) vengono trasmesse circa 8.000 trasmissioni in diretta ogni anno. I soldi per i diritti sportivi è venuto da miliardario e proprietario di Perform Group, Leonard Blavatnik, che era ricca di partecipazioni in società di petrolio e alluminio e ha, secondo Forbes, circa $ 20 miliardi.

Leonard Blavatnik chi è

Chi è Leonard Blavatnik? Sir Leonard “Len” Blavatnik nato il 14 giugno 1957, è un uomo d’affari britannico-americano nato in Russia, investitore e filantropo. Ha fatto fortuna attraverso investimenti diversificati in una miriade di società attraverso la sua società conglomerata, Access Industries. A gennaio 2018, Blavatnik era l’uomo più ricco del Regno Unito, e il cinquantesimo più ricco del mondo, con un patrimonio netto di US $ 21,2 miliardi. Nel 2017, Blavatnik ha ricevuto un cavalierato per servizi alla filantropia.

Blavatnik è nato a Odessa, Ucraina sovietica, in una famiglia ebrea. Ha frequentato l’Università statale di ingegneria ferroviaria di Mosca, ma non ha completato i suoi studi a causa della richiesta della famiglia per i visti di emigrazione. La sua famiglia emigrò dall’Unione Sovietica negli Stati Uniti nel 1978 e ricevette un master in informatica alla Columbia University e un MBA alla Harvard Business School nel 1989.

Leonard Blavatnik cosa fa

Cosa fa Leonard Blavatnik? Nel 1986, Blavatnik fondò Access Industries, una società conglomerata internazionale con sede a New York, di cui è presidente e presidente. L’accesso ha partecipazioni a lungo termine in Europa e Nord e Sud America. Inizialmente, si è trasferito negli investimenti russi, subito dopo la caduta del comunismo. Lui e un amico dell’università, Viktor Vekselberg, formarono il veicolo di investimento Renova, e poi i due si unirono con l’Alfa Group di Mikhail Fridman per formare l’impresa AAR.

Da allora, l’accesso ha diversificato il proprio portafoglio per includere investimenti in settori come petrolio, intrattenimento, carbone, alluminio, prodotti petrolchimici e materie plastiche, telecomunicazioni, media e immobili.

Nell’agosto 2005, Access Industries ha acquistato il produttore di materie petrolchimiche e plastiche Basell Polyolefins di Royal Dutch Shell e BASF per $ 5,7 miliardi. Il 20 dicembre 2007, Basell ha completato l’acquisizione della Lyondell Chemical Company per un valore aziendale di circa $ 19 miliardi. La società risultante, LyondellBasell Industries, divenne quindi l’ottava azienda chimica più grande del mondo basata sulle vendite nette.

Il 6 gennaio 2009, le operazioni degli Stati Uniti di LyondellBasell Industries hanno presentato istanza di fallimento Il 30 aprile 2010, LyondellBasell è emersa dalla protezione in caso di fallimento del Capitolo 11 in una situazione finanziaria significativamente migliorata. Come parte del suo finanziamento di uscita, LyondellBasell ha raccolto $ 3,25 miliardi di debito di prima priorità e $ 2,8 miliardi attraverso l’offerta di diritti sottoscritta congiuntamente da Access Industries, Apollo Management e Ares Management.

Le azioni di LyondellBasell sono aumentate del 103% in valore da aprile 2010. Access detiene attualmente circa il 14% di LyondellBasell.AAR ha acquisito una partecipazione di controllo nella compagnia petrolifera russa TNK tramite aste di privatizzazione, poi nel 2003 ha ceduto una partecipazione del 50% a British Petroleum per formare TNK- BP, una delle più grandi compagnie petrolifere della Russia, dove Blavatnik era membro del consiglio di amministrazione. Il 21 marzo 2013, Rosneft ha completato l’acquisizione da $ 55 miliardi di TNK-BP.

Blavatnik ha anche interessi in UC Rusal, il più grande produttore di alluminio al mondo, in cui siede alla lavagna. Il 6 maggio 2011, Warner Music Group ha annunciato la sua vendita ad Access per 3,3 miliardi di dollari.

Perform Group cos’è

Cos’è Perform Group? Come annuncia sul suo sito ufficiale, Perform Group si presenta come il leader digitale nei media sportivi globali. Perform Group tocca ogni aspetto del modo in cui i fan interagiscono con lo sport. Con quasi 3.000 dipendenti in oltre 30 paesi, il nostro obiettivo è quello di cambiare il mondo dello sport per i fan, collegandoli tra loro e avvicinandoli ad ogni aspetto del gioco.

Responsabilità: L'autore dell'articolo pubblicato su webeconomia.it esprime le sue libere opinioni in merito alle analisi in oggetto. Dichiara che tutte le considerazioni fatte all'interno del post e le eventuali altre analisi sugli strumenti finanziari (valute, azioni, criptovalute, materie prime) sono soggettive e non devono essere considerate come incentivi e raccomandazioni di investimento. Le analisi e le quotazioni degli strumenti finanziari sono mostrate al solo scopo di informare e non per incentivare le attività di trading o speculazione sui mercati finanziari. Lo staff di webeconomia.it e gli autori degli articoli non si ritengono dunque responsabili di eventuali perdite di denaro legate ad attività di invstimento. Lo staff del sito e i suoi autori dichiarano di non possedere quote di società, azioni o strumenti di cui si parla all'interno degli articoli. Leggendo i contenuti del sito l'Utente accetta esplicitamente che gli articoli non costituiscono "raccomandazioni di investimento" e che i dati presentati possono essere non accurati e/o incompleti. Tutte le attività legate agli strumenti finanziari e ai mercati come il trading su azioni, forex, materie prime o criptovalute sono rischiose e possono comportare perdita di capitali. L'Utente, quindi, solleva lo staff di webeconomia.it e i suoi autori dalla responsabilità di qualunque perdita o danno subito legato ad attività di investimento che scaturisce dalla consultazione dei dati contenuti nel sito.

LEAVE A REPLY