Crowdfunding, cos’è, come funziona e tipi

Cos’è il Crowdfunding? Come funziona il Crowdfunding? Quali sono i tipi di Crowdfunding esistenti? Come lanciare un Crowdfunding? Come aderire a un Crowdfunding? Il Crowdfunding è una truffa? Quali sono i migliori siti per lanciare un Crowdfunding? Cosa significa Crowdfunding?

Se ti stai ponendo queste ed altre domande, probabilmente sei stato invitato a partecipare ad un Crowdfunding. Oppure sei tu stesso che vuoi lanciarne uno.

In questo articolo ti daremo tutte le notizie utili sul Crowdfunding. Partendo proprio dal suo significato e da cosa serve.

Crowdfunding cosa significa

Cosa significa Crowdfunding? Sostantivo che sta per raccolta di fondi, in genere mediante il web, tramite piccoli contributi di gruppi molto numerosi. I quali condividono un medesimo interesse o un progetto comune, o hanno deciso di sostenere una idea che ritengono innovativa.

Crowdfunding è un termine anglosassone composto a sua volta da due termini: Crowd e funding. Il primo sta per folla (gruppo indistinto di soggetti), il secondo per finanziamento. Quindi è traducibile alla lettera Finanziamento di una folla. Sebbene ormai questo, come tanti altri termini di origine anglosassone, siano diventati di uso comune nel lessico italiano.

Crowdfunding cos’è

Cos’è il Crowdfunding? Si tratta di una modalità di raccogliere fondi per un determinato progetto. Se una società o una persona desidera raccogliere fondi attraverso il crowdfunding, può farlo pubblicando i dettagli del proprio progetto, business o idea su un sito Web di crowdfunding.

Ciò significa che può o possono evitare di andare in banca. La “folla” nel crowdfunding si riferisce appunto alle persone o alle organizzazioni che forniscono i soldi.

Crowdfunding tipi

Quali e quanti tipi di Crowdfunding esistono? Possiamo individuarne 4 tipi:

  1. Crowdfunding basato sugli investimenti: investite in un’azienda e ricevete in cambio una partecipazione economica in essa (ne sarete cioè azionisti). E’ il caso classico di una IPO
  2. Crowdfunding basato sui prestiti: Prestate denaro a persone o società in cambio di un tasso di interesse fisso. Viene anche chiamato prestito peer-to-peer o peer-to-business (P2P o P2B)
  3. Crowdfunding basato sulla donazione: fai una donazione a una persona o un ente di beneficenza. In questo caso, il vero tornaconto dovrebbe essere il solo piacere di aver aiutato un ente No profit, quindi non finanziario
  4. Crowdfunding basato sui premi: la donazione prevede una ricompensa non particolarmente onerosa, ma soprattutto simbolica in qualità di sostenitore
  5. Crowdfunding per sostenere un’attività digitale: viene lanciato il cosiddetto White paper, ossia il documento che descrive il progetto. Esso viene definito tale in quanto non dà alcuna garanzia sulla buona riuscita dello stesso. E’ il caso delle ICO, acronimo di Initial Coin Offering. Utilizzato molto di recente per lanciare criptovalute o start up

Come si può evincere da questa lista, il rischio legato ad un Crowdfunding è molto diverso dalla tipologia. Occorre sempre informarsi bene sul suo reale scopo, sull’eventuale tornaconto, se si tratta o meno di una truffa. Ne parleremo meglio nei prossimi paragrafi.

Crowdfunding come funziona

Come funziona un Crowdfunding? Se visiti un sito Web di crowdfunding, dovresti essere in grado di vedere una panoramica dei progetti presentati. Potrebbe essere necessario registrarsi al sito Web per vedere chi lo organizza, ottenere maggiori dettagli o investire in un progetto.

Prima di investire in una raccolta fondi, hai ovviamente bisogno di cercare maggiori dettagli. Chi l’ha lanciata dovrebbe dirti:

  • Quanto vuole raccogliere
  • Quanto ha raccolto finora
  • Quanto occorre versare (se un importo fisso o a scelta)
  • Per cosa verranno utilizzati i soldi
  • Per quanto tempo è aperta la raccolta
  • Quante persone hanno già investito
  • Che cosa riceverete in cambio dell’investimento (come nel caso di un IPO le azioni della società)

L’investimento può andare avanti solo se l’azienda raggiunge l’intero importo. In molti casi, viene dato anche un lasso di tempo per poterci ripensare e ottenere indietro il proprio versamento.

Crowdfunding rischi quali sono

Quali sono i rischi di investire in un Crowdfunding? Il crowdfunding è un concetto nuovo e investire in aziende giovani può essere molto rischioso. I principali rischi del crowdfunding basato sugli investimenti sono:

  • L’attività in cui investi potrebbe fallire. Molte nuove imprese falliscono nei primi anni, quindi potresti perdere tutti i tuoi soldi. Questa tipologia di rischio è molto alta, come detto, nelle IPO
  • Il reso non è garantito. Le azioni potrebbero non aumentare di valore e potresti non ricevere alcun pagamento sotto forma di dividendi
  • Potrebbe essere difficile vendere le azioni. Le azioni sono normalmente elencate e possono essere facilmente vendute. Puoi vendere azioni in una grande azienda quotata in borsa
  • La stessa piattaforma di crowdfunding potrebbe fallire. Se hai pagato il sito web di crowdfunding, ma va in bancarotta prima che il tuo denaro fosse investito con il business. Tuttavia, i siti Web di crowdfunding hanno una protezione limitata nell’ambito del Piano di risarcimento dei servizi finanziari, quindi potresti essere in grado di richiedere un risarcimento da loro se il sito fallisce
  • La piattaforma di crowdfunding è una truffa e appena raccolti i soldi, viene chiusa
  • Chi ha lanciato la raccolta fondi è un truffatore e con la scusa di una nuova invenzione o di una Onlus che aiuta i bisognosi, non farà altro che fregare i vostri soldi

Crowdfunding è una truffa?

L’unica risposta che possiamo dare a questa domanda è: dipende. Purtroppo. In quanto se da un lato questo è uno strumento molto utile e rapido per raccogliere fondi per progetti interessanti o utili per il prossimo, può anche trasformarsi in una truffa per opera di gente senza scrupoli o dalla piattaforma stessa.

Dato che il crowdfunding non è quasi mai controllato dalla Consob o dalle altre autorità competenti territoriali – eccetto la IPO, in quanto prima di essere lanciata su una Borsa, viene sottoposta al controllo dell’organo competente – dovrete solo avere gli occhi ben aperti. E sperare che chi lo lancia non sia così bravo a mascherarla.

Qualche buon rimedio per non cascare in truffe, ad esempio, è quello di cercare un po’ sul web informazioni su chi ha lanciato la raccolta fondi. Utilizzando ovviamente siti terzi, imparziali ed autorevoli, e non soffermandovi solo a pagine Facebook, siti web magari lanciati dal truffatore stesso.

Altro consiglio è quello di metterci solo la quota che potete realmente rischiare. Non sottraendola a cose importanti. Così, in caso di progetto fallito o truffa, potrete mangiarvi le mani in modo molto più ridotto. E comunque, non andate oltre il 10% dei vostri risparmi.

Crowdfunding siti migliori

Quali sono i siti migliori per lanciare un Crowdfunding? Come vedremo dall’elenco di seguito, esistono varie piattaforme a seconda della propria esigenza. Ecco le 8 migliori piattaforme secondo users e addetti ai lavori:

Kickstarter

E’ uno dei più grandi nomi del crowdfunding, noto per aver aiutato imprenditori tecnologici e creativi a finanziare i loro progetti prima di ottenere un prestito o raccogliere fondi per il capitale di rischio. La società ha raccolto oltre $ 4 miliardi con più di 155.000 progetti finanziati sin dal suo inizio nel 2009. I potenziali finanziatori possono sfogliare un certo numero di informazioni sui progetti pubblicati.

È anche facile da usare sul lato della raccolta fondi: iniziare impostando il proprio obiettivo e quindi un periodo di tempo per completarlo. Prima che la tua campagna possa essere lanciata, dovrà essere ovviamente approvata da Kickstarter. Per ogni livello di denaro raccolto per persona, puoi impostare un piccolo regalo o un’esperienza personale per il tuo donatore.

Kickstarter è una piattaforma di tipo “tutto o niente”, il che significa che non ottieni i tuoi fondi se non completi la tua campagna. Significa anche che la carta di credito del finanziatore non verrà addebitata se non raggiungi l’obiettivo della tua campagna. La commissione è pari al 5% in aggiunta alle spese di elaborazione (dal 3 al 5%) per transazione.

Se raggiungi una determinata soglia, c’è un periodo di attesa di 14 giorni per poter ottenere i tuoi fondi.

Indiegogo

Gli utenti di questa piattaforma di solito creano campagne per innovazioni tecnologiche, lavori creativi e progetti comunitari. La piattaforma di crowdfunding funziona in modo simile a Kickstarter, tranne per il fatto che non ha un modello di raccolta fondi tutto o niente. Gli utenti scelgono tra due opzioni: finanziamento fisso e flessibile. Il primo è adatto per raccolte di fondi in cui il tuo progetto ha bisogno di una certa quantità di denaro, mentre flessibile è adatto per le campagne in cui potrai beneficiare di qualsiasi finanziamento.

Con finanziamenti flessibili, otterrai i tuoi fondi indipendentemente dal raggiungimento del tuo obiettivo; con un finanziamento fisso, tutti i fondi vengono restituiti ai donatori se non si raggiunge l’obiettivo della campagna. Tuttavia, non ci sono commissioni di finanziamento fisse per i sostenitori che non raggiungono il loro obiettivo rispetto al 5 percento per i fondi flessibili e i fondi fissi che soddisfano i loro obiettivi. C’è anche una tassa di elaborazione del 3% e 30 centesimi per transazione.

L’obiettivo minimo per entrambi i tipi di raccolta fondi è $ 500.

Causes

Causes è la più grande piattaforma di campagne online del mondo incentrata su questioni sociali, politiche e culturali. Si presenta come social network per le persone che vogliono fare la differenza più velocemente e in modo più efficace. Vanta 186 milioni di utenti in 156 paesi diversi. Il sito è ideale per le organizzazioni non profit che desiderano creare una comunità di donatori senza spendere troppo denaro e risorse per il networking. Poiché pubblica annunci, le cause sono gratuite per gli utenti.

Nella tua pagina di crowdfunding puoi raccogliere donazioni e promesse, sensibilizzare e condividere i media pertinenti con i potenziali donatori. Causes è una piattaforma di social networking che consente di trovare persone con interessi comuni mentre guardi attraverso categorie come animali, diritti umani e ambiente. Fornisce anche una piattaforma per la creazione di petizioni per la difesa.

Non è esclusivo per le organizzazioni no profit registrate: le persone possono anche accedere e raccogliere fondi sulla piattaforma per programmi e idee a cui tengono.

Rockethub

Piattaforma ideale per gli imprenditori che sono alla ricerca di capitale di rischio per il loro progetto artistico, imprenditoriale, scientifico o sociale. Ha una ELEQUITY Funding Room, dove puoi presentare la tua idea e raccogliere interesse dai donatori. In questo spazio, sarai anche in grado di ricevere un feedback specifico su come condurre una campagna di successo. Inoltre, essere membro di Rockethub ti aiuta a connetterti con i finanziatori e altre start-up, oltre a pubblicizzare e promuovere la tua azienda.

Il sito di crowdfunding ha ricevuto adesioni da grandi nomi come Bill Clinton e Bill Gates e ha anche lavorato con il Dipartimento di Stato degli Stati Uniti. Ecco alcuni aspetti logistici: Rockethub raccoglie il 4 per cento da campagne interamente finanziate e il 4 per cento per transazione.

Il sito di crowdfunding non esegue un modello tutto o niente, quindi sarai in grado di mantenere i tuoi soldi anche se non raggiungi il tuo obiettivo di raccolta fondi. Detto questo, attenzione però: raccoglie una commissione molto alta, 8%, da campagne rimaste incomplete.

Patreon

Piattaforma popolare tra i creativi digitali, come YouTubers, podcaster e blogger. Invece di raccogliere donazioni di campagne una tantum, si dispone di un modello di abbonamento in cui gli utenti contribuiscono regolarmente con una determinata quantità di denaro ogni mese o per creazione.

Il sito consente agli artisti di creare relazioni con i propri fan e i creatori possono persino offrire contenuti esclusivi ai loro abbonati Patreon come incentivo a continuare a finanziarli. Inutile dire che questo servizio funziona meglio se condividi regolarmente il lavoro sulla tua piattaforma personale. Altrimenti, i pledgers hanno la possibilità di cancellare la loro sottoscrizione se i creatori non producono contenuti.

Patreon raccoglie una commissione del 2,9 per cento e 35 centesimi per ogni impegno. Il sito vanta due milioni di utenti attivi e oltre 100.000 creatori attivi. Mentre il suo servizio appare di nicchia, Patreon è in realtà il quinto più grande sito di crowdfunding dietro GoFundMe, Kickstarter, Indiegogo e TeeSpring. Unico inconveniente con Patreon è che non commercializza creatori tanto quanto siti come Indiegogo o Kickstarter, che hanno interi verticali e pagine sui loro progetti per i potenziali donatori da sfogliare.

GoFundMe

Probabilmente hai visto già qualche raccolta di fondi GoFundMe sui social media per emergenze e cause caritatevoli, ma possono utilizzarla anche le aziende . Il sito di crowdfunding raccoglie una commissione di elaborazione del 2,9% e 30 centesimi per ogni donazione. Poiché non si tratta di un sito di raccolta fondi tutto o niente, si ottiene tutto ciò che si genera. Inoltre, non ci sono costi di finanziamento delle campagne personali per quelli con sede negli Stati Uniti.

GoFundMe ha avuto molte campagne di successo, tra cui il Las Vegas Victims Fund ($ 11,8 milioni) e Time’s Up Legal Defense Fund ($ 22 milioni). Questo sito è una buona opzione se la raccolta fondi va verso una causa basata sui servizi, come ad esempio le esigenze mediche o gli aiuti di emergenza. Ci sono alcune avvertenze, tuttavia: le startup convenzionali non possono raccogliere tanto capitale su GoFundMe, ed è importante essere consapevoli che solo una campagna su dieci viene completamente finanziata sul sito.

CircleUp

Se stai costruendo un marchio di consumatori, vale la pena dare un’occhiata a CircleUp, che ha contribuito a raccogliere 260 milioni di dollari per 196 startup. Offre sia capitale azionario che finanziamenti. Fornisce una piattaforma per la rete con esperti, rivenditori e imprenditori. Puoi anche connetterti con investitori accreditati, che hanno un patrimonio netto di almeno $ 1 milione e un reddito annuo di almeno $ 200.000.

Altri vantaggi includono l’accesso a speciali linee di credito e approfondimenti sul mercato utilizzando Helio, la tecnologia di apprendimento proprietaria basata su software di CircleUp per la realizzazione di strategie aziendali. L’azienda è la migliore per gli imprenditori che desiderano scalare anziché sviluppare le loro idee.

Il processo di selezione è abbastanza competitivo e devi anche avere un fatturato di almeno $ 1 milione da elencare sul loro sito.

Lending Club

Questo è un sito di crowdfunding che offre fino a $ 40.000 per prestiti personali e fino a $ 300.000 per prestiti commerciali. È una forma di crowdfunding del debito solitamente facile da ottenere ed è spesso più veloce di una normale banca.

A differenza del crowdfunding della maggior parte delle azioni, non richiederà cose come visite di lavoro o piani e progetti. Con il Lending Club, si ottiene il prestito da 1 a 5 anni. I tassi di interesse possono essere elevati a seconda del punteggio di credito: l’interesse annuo totale varia tipicamente tra 9,17 e 35,71%.

LendingClub richiede almeno un anno di attività, $ 50.000 di fatturato annuale, privilegi fiscali e la proprietà di almeno il 20 percento dell’attività. In altre parole, dovresti avere una buona salute finanziaria.

LEAVE A REPLY