Cross bitcoin-dollaro si riporta stabilmente oltre area 6.000: analisti fiduciosi nella ripresa

Il Cross Bitcoin-Dollaro inizia il mese di Luglio nel migliore dei modi, proseguendo il rimbalzo tecnico abbozzato nel corso delle ultime sedute dello scorso mese, quando la coppia, ostaggio di una spirale ribassista di breve, ha scavato nuovi minimi di periodo, spingendosi fino a quota 5.762.

Dal valore appena indicato il cross BTC-USD ha recuperato oltre 17 punti percentuali, spingendosi fino ad un massimo a 15 giorni a quota 6.778. Al momento della scrittura dopo qualche lecita presa di beneficio, la coppia scambia in area 6.520. Il mini-rally del cambio Bitcoin-Dollaro è frutto di una reazione da eccessivo ipervenduto di brevissimo, ma è stato al tempo stesso accompagnato da una serie di notizie positive arrivate da tutto il globo.

Nel Vecchio Continente, il Parlamento Europeo, in un report di 33 pagine, ha consigliato ai regolatori di non ignorare e non vietare le criptovalute. Tra le pagine del rapporto si legge il suggerimento di considerare la valute digitali come un qualsiasi altro strumento finanziario, cge dovrebbe essere regolato uniformemente in tutte le giurisdizioni.

Ulteriore supporto al cambio BTC-USD è arrivato da Conio, società fintech che offre servizi blockchain a privati e aziende per la compravendita di criptovalute, che ha pronosticato una vera e propria euforia del mercato tra la fine del 2018 e tutto il 2019, grazie all’ingresso di almeno una o due grandi banche nel sistema. In Gran Bretagna la banca digitale Revolut ha già consentendo ai propri clienti di fare trading di criptovalute.

Anche i fondi d’investimento iniziano a strizzare l’occhio alle valute digitali con le prime raccolte di capitali attraverso l’emissione di token (gettoni digitali) su blockchain per investirli in business reali. Il fondo di venture capital YOOmanh per primo, dal prossimo Settembre si muoverà in tal senso, dopo aver individuato oltre 100 progetti che spazieranno in diversi settori: dal real estate, all’e-commerce, dal comparto turistico a quello della mobilità urbana, dal fintech alle piattaforme di e-learning. A differenza dei fondi tradizionali, l’accesso agli investimenti sarà aperto a tutti, quindi non solo a soggetti istituzionali e professionisti, che potranno monetizzare il loro investimento in qualsiasi momento.

Andamento quotazioni cambio bitcoin-dollaro sul breve-medio periodo

Quadro tecnico di brevissimo neutrale per la coppia BTC-USD, dopo il ritorno in chiusura daily oltre la media mobile a 10 giorni (la prima linea dal basso verso l’alto sul grafico con time-frame giornaliero, in alt). Un’ulteriore spinta rialzista alle quotazioni arriverà nel caso in cui il recupero si estenda anche oltre la media mobile a 25 giorni (la linea mediana sul grafico) , che transita in area 6.570.

Per un’inversione rialzista di breve-medio periodo, invece, occorrerà attendere un’eventuale break-out della media mobile a 50 giorni (la prima linea dall’alto verso il basso), che si colloca in area 6.980, circa. Al ribasso, invece, prestare attenzione al sostegno in area 6.300, la cui rottura potrebbe favorire un veloce ritorno in area 6.000-5.800.

Andamento cambio ETH-USD sul breve-medio periodo

Ben intonata sul brevissimo, anche la coppia Ethereum-Dollaro, che ha toccato un picco massimo a 7 sedute a quota 487, recuperando ben 20 punti percentuali dal minimo di periodo evidenziato a quota 405 nel corso dell’ottava precedente.

Al momento della scrittura, invece, il cross ETH-USD cede poco più dell’1% e passa di mano a quota 465.

Modello di trading cambio BTC-USD valido da 1 a 5 giorni

Il modello di trading rialzista si attiva in caso di ritorno oltre quota 6.580 in chiusura di candela oraria o daily e consiglia di prendere profitto in area 6.685 e 6.795; stop loss in caso di ritorno sotto quota 6.450 in close orario o giornaliero. Mantenere o attivare nuove posizioni Long in caso di ulteriori estensioni oltre quota 6.795 in chiusura di candela oraria, per puntare prima a quota 6.904 e successivamente a quota 7.085; stop loss in caso di close orario minore di quota 6.685.

Suggeriti ulteriori Long in caso di nuovi acquisti oltre quota 7.085 in close orario o daily, per tentare di prendere profitto in area 7.199 e 7.388, estesa a quota 7.582; stop loss in caso di ritorno sotto quota 6.904 in chiusura giornaliera. Lecito comprare sulla debolezza in caso di affondo in area 5.523, per cercare di approfittare di eventuali rimbalzi in primo luogo a quota 5.672 ed in seconda battuta a quota 5.825, con eventuali estensioni a quota 5.980; stop loss in caso di ulteriori cali sotto quota 5.379 in chiusura giornaliera.

Il modello di trading ribassista, invece, necessita di una flessione sotto quota 6.450 in chiusura di candela oraria o daily, e pronostica i primi due obiettivi in area 6.345 e 6.245; stop loss in caso di recupero oltre quota 6.580 in chiusura oraria. Mantenere o incrementare le posizioni ribassiste in caso di close orario minore di quota 6.245, per sfruttare possibili flessioni, in primo luogo a quota 6.142 ed in seconda battuta a quota 5.980; stop loss in caso di ritorno sopra quota 6.345 in chiusura di candela oraria.

Lecito approfittare di eventuali discese sotto quota 5.980 in chiusura oraria o giornaliera, per cercare di ricoprirsi in area 5.825 e 5.672, estesa a quota 5.523 stop loss in caso di recupero sopra quota 6.142 in close daily. Consigliati Short speculativi in caso di allungo in area 7.582, per sfruttare eventuali storni a quota 7.388 e successivamente a quota 7.199, con possibili estensioni a quota 7.085; stop loss in caso di ulteriori strappi al rialzo oltre quota 7.705 in chiusura di candela daily.

Responsabilità: L'autore dell'articolo pubblicato su webeconomia.it esprime le sue libere opinioni in merito alle analisi in oggetto. Dichiara che tutte le considerazioni fatte all'interno del post e le eventuali altre analisi sugli strumenti finanziari (valute, azioni, criptovalute, materie prime) sono soggettive e non devono essere considerate come incentivi e raccomandazioni di investimento. Le analisi e le quotazioni degli strumenti finanziari sono mostrate al solo scopo di informare e non per incentivare le attività di trading o speculazione sui mercati finanziari. Lo staff di webeconomia.it e gli autori degli articoli non si ritengono dunque responsabili di eventuali perdite di denaro legate ad attività di invstimento. Lo staff del sito e i suoi autori dichiarano di non possedere quote di società, azioni o strumenti di cui si parla all'interno degli articoli. Leggendo i contenuti del sito l'Utente accetta esplicitamente che gli articoli non costituiscono "raccomandazioni di investimento" e che i dati presentati possono essere non accurati e/o incompleti. Tutte le attività legate agli strumenti finanziari e ai mercati come il trading su azioni, forex, materie prime o criptovalute sono rischiose e possono comportare perdita di capitali. L'Utente, quindi, solleva lo staff di webeconomia.it e i suoi autori dalla responsabilità di qualunque perdita o danno subito legato ad attività di investimento che scaturisce dalla consultazione dei dati contenuti nel sito.

LEAVE A REPLY