Cross Bitcoin-Dollaro lotta per la tenuta del supporto in area 6.000

Dopo essere crollato nuovamente sotto l’importante soglia tecnica e psicologica rappresentata da area 6.000, il cross Bitcoin-Dollaro sta cercando di risalire la china, allontanandosi definitivamente dalla zona di pericolo rosso appena segnalata. La coppia, ad inizio ottava aveva continuato a pagar dazio, scendendo su un minimo intraday a quota 5.879, circa, a causa della bocciatura del primo ETF sulle criptovalute, da parte della SEC (U.S. Securities and Exchange Commission). L’organo di controllo della borsa americana a rimandato a Settembre la decisione se accogliere o meno la richiesta presentata da VanEck Associates e Solid Partners di poter lanciare il loro ETF Bitcoin.

Gli acquisti sulla coppia BTC-USD, che hanno spinto il cross su un massimo a 7 sedute pari a 6.623, sono invece stati favoriti da una dalla notizia secondo cui dalla Cina starebbe per arrivare una delle maggiori IPO di sempre per quanto riguarda il settore tecnologico. Secondo i rumors lanciati dal sito Coindesk, la cinese Bitmain, leader mondiale per la produzione di chip per l’attività di mining di criptovalute, starebbe valutando di quotarsi alla borsa di Hong Kong, tra la fine di quest’anno e l’inizio del 2019. Secondo le indiscrezioni l’obiettivo della società sarebbe quello di raccogliere dal mercato, almeno 18 miliardi di dollari di finanziamenti. Numeri che se confermati batterebbero anche quelli di IPO più famose, tra cui quella di Facebook, che raccolse 16 miliardi di dollari.

Un ulteriore sostegno al recupero delle quotazioni della coppia BTC-USD è arrivato con la notizia che l’app di denaro a pagamento Square ha lanciato il trading di Bitcoin sulla propria piattaforma, in tutti gli stati USA. Si è appreso che il gruppo ha ottenuto la licenza presso il New York BitLicense, nel mese di Giugno, e che da Novembre alcuni clienti potranno effettuare transazioni in acquisto e vendita di criptovalute, avvalendosi della possibilità di spendere quanto detenuto sul proprio portafoglio tramite una carta Visa emessa da Square.

Sommario

Andamento cambio bitcoin-dollaro sul breve-medio periodo

Al momento della scrittura la coppia BTC-USD scambia in area 6.482, circa, in rialzo del 2,80%. Dopo essere crollata a ridosso dei minimi di periodo, abbondantemente sotto area 6.000, la coppia sta cercando di riportarsi sopra la prima resistenza di brevissimo, rappresentata dalla media mobile a 10 giorni (la prima linea dal basso verso l’alto sul grafico con time-frame giornaliero, in alto), che passa in area 6.445.

Una conferma in chiusura daily oltre l’ostacolo appena indicato potrebbe dar spazio ad un ulteriore recupero, con target in area 6.765, area su cui transita la media mobile a 25 giorni (la linea mediana sul grafico).

Quadro tecnico di breve-medio periodo che invece ritorna ad essere neutrale-positivo soltanto in caso di ritorno oltre le media mobile a 50 giorni (la prima linea dall’alto verso il basso sul grafico), che passa in area 6.940, circa. Una chiusura settimanale sopra l’EMA a 50 giorni potrebbe favorire un veloce allungo in area 7.800-8.000.

Al ritorno, invece, un definitivo crollo sotto il fondamentale supporto rappresentato da area 6.000 potrebbe dar luogo ad un ulteriore affondo in area 5.000-4.800.

Andamento cambio ETH-USD sul breve-medio periodo

In rimonta anche le quotazioni della coppia Ethereum-Dollaro, che in questo momento fanno segnare un progresso superiore ai 5 punti percentuali, a quota 298,50, dopo che nei giorni scorsi, il rapporto di cambio tra la seconda criptovaluta per capitalizzazione ed il biglietto verde, in due sole sedute aveva lasciato sul terreno oltre il 20%, toccando un minimo a quota 250, circa.

Modello di trading cambio BTC-USD valido da 1 a 5 giorni

Il modello di trading rialzista si attiva in caso di ritorno oltre quota 6.505 in chiusura di candela oraria o daily e consiglia di prendere profitto in area 6.568 e 6.675; stop loss in caso di ritorno sotto quota 6.400 in close orario o giornaliero. Mantenere o attivare nuove posizioni Long in caso di ulteriori estensioni oltre quota 6.675 in chiusura di candela oraria, per puntare prima a quota 6.782 e successivamente a quota 6.960; stop loss in caso di close orario minore di quota 6.505.

Suggeriti ulteriori Long in caso di nuovi acquisti oltre quota 6.960 in close orario o daily, per tentare di prendere profitto in area 7.073 e 7.258, estesa a quota 7.448; stop loss in caso di ritorno sotto quota 6.782 in chiusura giornaliera. Lecito comprare sulla debolezza in caso di affondo in area 5.480, per cercare di approfittare di eventuali rimbalzi in area 5.628 e 5.779, estesi a quota 5.874; stop loss in caso di ulteriori cali sotto quota 5.330 in chiusura giornaliera.

Il modello di trading ribassista, invece, necessita di una flessione sotto quota 6.400 in chiusura di candela oraria o daily, e pronostica i primi due obiettivi in area 6.296 e 6.131; stop loss in caso di recupero oltre 6.505 quota in chiusura oraria. Mantenere o incrementare le posizioni ribassiste in caso di close orario minore di quota 6.131, per sfruttare possibili flessioni, in primo luogo a quota 6.032 ed in seconda battuta a quota 5.874; stop loss in caso di ritorno sopra quota 6.296 in chiusura di candela oraria.

Lecito approfittare di eventuali discese sotto quota 5.874 in chiusura oraria o giornaliera, per cercare di ricoprirsi in area 5.779 e 5.628, estesa a quota 5.480; stop loss in caso di recupero sopra quota 6.032 in close daily. Consigliati Short speculativi in caso di allungo in area 7.448, per sfruttare eventuali storni a quota 7.258 e 7.073, estesi a quota 6.960; stop loss in caso di ulteriori strappi oltre quota 7.650 in chiusura di candela daily.

Responsabilità: L'autore dell'articolo pubblicato su webeconomia.it esprime le sue libere opinioni in merito alle analisi in oggetto. Dichiara che tutte le considerazioni fatte all'interno del post e le eventuali altre analisi sugli strumenti finanziari (valute, azioni, criptovalute, materie prime) sono soggettive e non devono essere considerate come incentivi e raccomandazioni di investimento. Le analisi e le quotazioni degli strumenti finanziari sono mostrate al solo scopo di informare e non per incentivare le attività di trading o speculazione sui mercati finanziari. Lo staff di webeconomia.it e gli autori degli articoli non si ritengono dunque responsabili di eventuali perdite di denaro legate ad attività di invstimento. Lo staff del sito e i suoi autori dichiarano di non possedere quote di società, azioni o strumenti di cui si parla all'interno degli articoli. Leggendo i contenuti del sito l'Utente accetta esplicitamente che gli articoli non costituiscono "raccomandazioni di investimento" e che i dati presentati possono essere non accurati e/o incompleti. Tutte le attività legate agli strumenti finanziari e ai mercati come il trading su azioni, forex, materie prime o criptovalute sono rischiose e possono comportare perdita di capitali. L'Utente, quindi, solleva lo staff di webeconomia.it e i suoi autori dalla responsabilità di qualunque perdita o danno subito legato ad attività di investimento che scaturisce dalla consultazione dei dati contenuti nel sito.

LEAVE A REPLY