Criptovalute: il Congresso americano approva importante disegno di legge

Giovedì scorso, il Congresso ha introdotto il Virtual Currency Tax Fairness Act del 2020. Il disegno di legge ha il potenziale per risolvere un grosso problema con i pagamenti effettuati tramite Bitcoin, Ethereum e altre importanti reti di criptovaluta. In quanto si creerebbe un’eccezione per le potenziali imposte sulle plusvalenze che si verificano spesso quando queste risorse digitali vengono utilizzate nel commercio quotidiano.

Il disegno di legge è stato presentato con il sostegno bipartisan dei rappresentanti della Camera degli Stati Uniti: DelBene, Schweikert, Soto ed Emmer.

Coin Center, che è un gruppo che sostiene la politica regolatoria per conto del settore delle criptovalute, ha lavorato su questo problema fiscale con i pagamenti Bitcoin almeno dal 2017.

In fondo, il 2019 ha visto diversi membri del Congresso disputare sul Bitcoin. Con il deputato Brad Sherman (del Partito democratico) che sostiene che la criptovaluta rappresenta una minaccia per il dollaro USA, e il deputato Patrick McHenry (del Partito Repubblicano) che condivide i propri commenti rialzisti sull’utilità a lungo termine di Bitcoin.

Si riflette dunque sulla necessità che potrebbe essere necessario pagare le tasse in una situazione in cui si è verificata una plusvalenza, che potrebbe essere quando qualcuno sta semplicemente acquistando un pasto con Bitcoin in un ristorante locale.

Ai sensi della vigente legge statunitense, l’uso di Bitcoin per pagare beni o servizi è trattato come una vendita di tali titoli Bitcoin, che è un evento tassabile. Oltre a gestire le fluttuazioni dei prezzi estreme, riscontrate nello spazio delle criptovalute, gli utenti devono anche tenere traccia i guadagni ottenuti ogni volta che vogliono utilizzare Bitcoin o un’altra criptovaluta come mezzo di scambio. Almeno se hanno in programma di pagare il giusto importo di tasse.

Mentre una versione precedente di questo disegno di legge era focalizzata sull’implementazione di un’esenzione fiscale per transazioni di importo pari o inferiore a $ 600, è stato adottato un approccio diverso con la versione 2020. Nel Virtual Currency Tax Fairness Act del 2020, le imposte sulle plusvalenze sono esenti solo in situazioni in cui i guadagni realizzati da un individuo a seguito della transazione sarebbero superiori a $ 200.

Questo è in qualche modo simile alle esenzioni già esistenti per le valute estere, quindi le criptovalute come Bitcoin sono in un enorme svantaggio quando si tratta del loro potenziale utilizzo nel commercio quotidiano.

Detto questo, le mosse dei governi di emettere le proprie valute digitali in questo decennio potrebbero essere estremamente utili per la proposta di valore di Bitcoin. In caso contrario, l’esenzione fiscale verrebbe istituita per l’anno fiscale 2020.

Mentre la stragrande maggioranza degli utenti di Bitcoin si concentra sulla speculazione e conservazione di casi d’uso di valore, questo tipo di legislazione potrebbe essere di grande aiuto in una situazione in cui più persone vogliono iniziare a utilizzare la valuta digitale per pagamenti più piccoli, specialmente mentre la rete Lightning continua a svilupparsi come un protocollo di secondo livello per un utilizzo rapido, economico delle transazioni di Bitcoin. I progressi di questa fattura dovrebbero essere seguiti da vicino da chiunque detenga attività di criptovaluta, insieme alle altre cinque principali tendenze Bitcoin da guardare nel 2020.

In altre notizie sulle normative Bitcoin, un analista ha recentemente affermato che c’è una probabilità del 60% di un Bitcoin.

L’approvazione dell’ETF avverrà nel 2020. Si prevede che un maggior numero di consulenti finanziari aggiungerà Bitcoin ai portafogli dei propri clienti nel 2020 (secondo un sondaggio della scorsa settimana), una maggiore accettazione dell’asset digitale nel settore finanziario combinata con il prossimo evento dimezzante sono due parti chiave del caso rialzista di un dirigente del settore per Bitcoin nel 2020.

La soluzione migliore per operare sulle criptovalute rimane quella dei CFD. Ricordiamo che le migliori piattaforme di trading consentono il trading con i CFD sul prezzo delle criptovalute. Ad esempio eToro (trovi qui il sito ufficiale) permette di negoziare sulle migliori critptovalute in circolazione, non solo su Bitcoin. Per saperne di più su questa piattaforma ti consiglio di visitare il sito ufficiale.

75% dei trader retail perde soldi facendo trading con questo broker CFD. Dovresti considerare i rischi di perdita di denaro

Ethereum, Ripple e Litecoin hanno già esaurito il rally?

Ethereum, XRP e Litecoin sembrano aver raggiunto un punto di esaurimento in seguito alla tendenza al rialzo da cui sono entrati dall’inizio dell’anno.

Infatti, ora un indice tecnico stima che queste criptovalute potrebbero essere vincolate a una correzione prima della continuazione della tendenza rialzista.

Ethereum ha attraversato un rally che ha visto il suo aumento dei prezzi oltre il 40% dal 3 gennaio. Questa criptovaluta è passata dal trading da un minimo di $ 126 a un massimo di $ 179 il 18 gennaio. Nonostante il recente impulso rialzista, ETH sembra prepararsi per un pullback.

L’indicatore sequenziale TD sta attualmente presentando un segnale di vendita sotto forma di nove verdi candele sul grafico a 3 giorni dell’ETH. Questo indice tecnico stima che Ethereum potrebbe ripercorrere da uno a quattro candelabri o iniziare un nuovo conto alla rovescia. Un due candelieri rossi sotto una precedente candela rossa potrebbe convalidare la formazione ribassista.

Anche se una correzione sembra imminente, Ethereum è contenuto in una ragionevole zona di no-trading. Quest’area è definita dalle medie mobili di 50 e 100 giorni, che fungono rispettivamente da supporto e resistenza. La chiusura al di sotto del livello di supporto potrebbe convalidare il segnale ribassista presentato dall’indicatore sequenziale TD innescando una correzione ripida.

Nel frattempo, un picco nella pressione d’acquisto dietro questa criptovaluta che gli consente di superare la resistenza potrebbe portarlo alla media mobile di 150 giorni, a $ 195.

Se Ethereum è davvero legato a un impulso ribassista, potrebbe tuffarsi nel livello di ritracciamento di Fibonacci del 61,8 percento che si trova a $ 164,65. Un ulteriore aumento degli ordini di vendita potrebbe portare l’ETH al prossimo livello di supporto intorno al livello di ritracciamento di Fibonacci del 50% a $ 155.

Le medie mobili sul grafico a 1 giorno di XRP formano una croce d’oro. Man mano che la media mobile a 7 giorni supera la media mobile a 30 e 50 giorni, aumenta il potenziale per un significativo breakout rialzista.

Ora, anche le medie mobili a 30 e 50 giorni stanno per formare un’altra croce d’oro. Molti investitori vedono questo modello tecnico come uno dei segnali di acquisto più definitivi e robusti che potrebbero iniziare un trend rialzista prolungato.

Anche se il crossover delle medie mobili stima massimi più alti per XRP, l’indicatore sequenziale TD presenta un segnale di vendita. La formazione ribassista è stata data sotto forma di nove candelieri rossi, che potrebbero far scendere il prezzo di questa criptovaluta da uno a quattro candelieri.

A causa dell’ambiguità sulla futura valutazione del mercato di XRP, l’indicatore di ritracciamento di Fibonacci può essere utilizzato per determinare dove potrebbe andare avanti questa criptovaluta. Un aumento dell’offerta potrebbe spingere XRP al di sotto del livello di ritracciamento di Fibonacci del 61,8 per cento a $ 0,22. Un tale slancio ribassista potrebbe essere seguito da un calo più marcato dei livelli di ritracciamento di Fibonacci del 50 o 38,2 per cento.

Questi livelli di supporto si attestano rispettivamente a $ 0,21 e $ 0,20, al contrario, un picco della domanda che porta questa criptovaluta al di sopra del livello di ritracciamento di Fibonacci del 78,6 per cento potrebbe consentire di avanzare ancora di più. Chiudere al di sopra di questo significativo livello di resistenza potrebbe portare XRP a $ 0,25 o $ 0,27. È qui che si collocano rispettivamente i livelli di ritracciamento di Fibonacci del 100 e 127,2 percento.

Vediamo infine Litecoin. Il recente rally del 62 percento che Litecoin ha attraversato ha permesso alla media mobile di 7 giorni di superare la media mobile di 30 giorni su il grafico a 3 giorni. Questo crossover medio mobile è noto come una croce d’oro, che è un modello tecnico rialzista. Sebbene le medie mobili siano considerate indicatori in ritardo, questa formazione tecnica stima che potrebbe svilupparsi un trend rialzista a lungo termine.

Nonostante le prospettive rialziste presentate dalla croce d’oro, l’indicatore sequenziale TD sta attualmente prevedendo un pullback. Questo indice tecnico sta dando un segnale di vendita sul grafico a 3 giorni di LTC. Il modello ribassista prevede che Litecoin probabilmente correggerebbe da uno a quattro candelabri prima di una possibile continuazione del trend rialzista.

Un trading con due candelabri rossi sotto una candela rossa precedente potrebbe confermare lo slancio al ribasso.

La chiusura al di sotto del livello di ritracciamento di Fibonacci del 78,6 per cento potrebbe aggiungere credibilità allo scenario ribassista. In tal caso, Litecoin potrebbe precipitare ai livelli successivi di supporto intorno ai livelli di ritracciamento di Fibonacci del 61,8 e del 50%. Queste zone di supporto si attestano rispettivamente a $ 53 e $ 49. Tuttavia, un aumento del volume che spinge Litecoin al di sopra del recente massimo di $ 63 potrebbe compromettere la prospettiva pessimistica.

Una tale ripresa potrebbe portare LTC a un nuovo massimo annuale di $ 70 o $ 74.

Migliori piattaforme per investire in criptovalute

BROKER
CARATTERISTICHEVANTAGGI 
fxtbCFD su Bitcoin e CriptovaluteSegnali gratuitiISCRIVITI
etoroSocial trading
66% dei trader perde soldi
Trading Bitcoin, criptovaluteISCRIVITI
plus500CFD trading su BitcoinPiattaforma di qualitàISCRIVITI
CFDs sono strumenti finanziari complessi e comportano un alto rischio di perdita di denaro rapidamente a causa della leva. Tra il 74-89% dei trader retail perdono soldi facendo trading CFD. Prima di fare trading cerca di capire come funzionano i CFD ed i rischi che comportano.
Responsabilità: Tutti gli autori, i collaboratori e i redattori degli articoli pubblicati su webeconomia.it esprimono opinioni personali. Tutte le assunzioni e le conclusioni fatte nei post ed ulteriori analisi di approfondimenti sugli strumenti finanziari (valute, azioni, criptovalute, materie prime, indici) sono soggettive e non devono essere considerate come incentivi e/o raccomandazioni all'investimento. Le analisi e le quotazioni degli strumenti finanziari sono mostrate al solo scopo di informare e non per incentivare le attività di trading o speculazione sui mercati finanziari. Lo staff di webeconomia.it e gli autori degli articoli non si ritengono dunque responsabili di eventuali perdite di denaro legate ad attività di investimento. Lo staff del sito e i suoi autori dichiarano di non possedere quote di società, azioni o strumenti di cui si parla all'interno degli articoli. Leggendo i contenuti del sito l'Utente accetta esplicitamente che gli articoli non costituiscono "raccomandazioni di investimento" e che i dati presentati possono essere non accurati e/o incompleti. Tutte le attività legate agli strumenti finanziari e ai mercati come il trading su azioni, forex, materie prime o criptovalute sono rischiose e possono comportare perdita di capitali.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here