Credito Bonus Irpef: cos’è e come si ottiene

Che cos’è il Bonus 80 euro Renzi? Si tratta del Credito Bonus Irpef erogato in busta paga, introdotto dall’art. 1 del D.L. n. 66/2014 ed è stato confermato a regime dalla Legge di Stabilità 2015. Come si ottiene e quali sono i requisiti necessari per ottenere il Credito Bonus Irpef? Scopriamo tutti i dettagli in questa guida fiscale dedicata.

Credito Bonus Irpef: che cos’è? Quali sono le novità introdotte dalla Legge di Bilancio 2018?

Un valido aiuto economico, riconosciuto ai lavoratori dipendenti con reddito complessivo non superiore ai 26 mila euro, è costituito dal riconoscimento del Credito Bonus Irpef, conosciuto come Bonus Renzi, una misura economica introdotta con il D.L. n. 66/2014 e confermata dalla Legge di Stabilità 2015.

In buona sostanza, si tratta di un Bonus di importo 80 euro concesso in busta paga si lavoratori dipendenti o assimilati. Ricordiamo che la Legge di Bilancio 2018 ha esteso la platea di beneficiari del Credito Bonus Renzi 80 euro. Le nuove soglie di reddito sono passate da 24.000 a 24.600 euro per il bonus integrale, e da 26.000 a 26.600 euro per la soglia reddituale prevista per ottenere il bonus “ridotto”.

Infatti, per ottenere il Bonus Renzi si deve rientrare in un preciso parametro economico che, in base alla Legge di Bilancio 2018, corrisponde ad un reddito non inferiore a 8.174,00 euro e non superiore a 24.600 euro per il bonus integrale. Per i redditi fra gli 24.600 e 26.600 euro viene erogato un bonus Irpef “ridotto” calcolato in base all’ammontare del reddito.

L’estensione della platea di beneficiari del Bonus risponde alla necessità di consentire che l’aumento degli stipendi previsto dal contratto degli statali non venisse annichilito dalla perdita del Credito Bonus Irpef.

Credito Bonus Irpef: requisiti necessari per ottenerlo

Per ricevere il bonus Irpef, oltre ai requisiti economici, si deve appartenere ad una delle seguenti categorie di lavoratori:

  • lavoratori dipendenti o assimilati nel pubblico o nel privato;

  • lavoratori in mobilità o cassa integrazione;

  • lavoratori con indennità di disoccupazione;

  • lavoratori soci di cooperative;

  • lavoratori socialmente utili;

  • lavoratori con contratto a progetto;

  • lavoratori delle Forze dell’Ordine;

  • titolari di assegni per formazione professionale o studio;

  • titolari di remunerazioni sacerdotali.

Credito Bonus Irpef: importi accreditati in busta paga

Ecco nel dettaglio a quanto ammonta il Bonus Irpef 80 euro calcolato sulla base di 12 mesi di lavoro e in base al reddito complessivo:

Reddito Complessivo

Credito Bonus Irpef 2018

0 – 8.174 euro

0 euro

8.174 – 24.600 euro

960 euro

24.800 euro

864 euro

25 mila euro

768 euro

25.500 euro

528 euro

26.600 euro

0 euro

Come viene accreditato il Bonus Irpef?

La stessa Legge di Stabilità stabilisce che il Credito Bonus Irpef venga riconosciuto automaticamente da parte dei sostituti d’imposta (il datore di lavoro nel caso dei dipendenti) senza che il lavoratore debba effettuare alcuna richiesta. Il Bonus Irpef 80 euro, infatti, viene erogato automaticamente in busta paga ma dovrà essere restituito da coloro che non rientrano nei dovuti termini economici. A questo proposito sono sorte numerose polemiche: sono stati numerosi i contribuenti che hanno dovuto restituire il Bonus Irpef in quanto non dovuto, con i conseguenti “disagi” del caso.

Per questo motivo molti lavoratori che percepiscono un reddito situato al limite di quello consentito, preferiscono rinunciare al Bonus nel dubbio di non rientrare nei parametri e poi, se dovuto, richiederlo in un secondo momento a fine anno una volta accertati i requisiti.

Se poi si vive in una situazione lavorativa in cui il reddito viene percepito solo per una frazione dell’anno, il Bonus Irpef sarà proporzionale all’effettivo periodo lavorativo.

Credito Bonus Irpef: verso l’abolizione?

Al momento, sono numerosi i dubbi che accompagnano l’erogazione del Bonus Irpef 80 euro che potrebbe essere abolito oppure riconvertito in uno sconto fiscale dal nuovo Governo. I lavoratori sono in attesa di ricevere ulteriori aggiornamenti.

Tuttavia, dall’eventuale cancellazione del Bonus Renzi 80 euro, il Governo potrebbe recuperare ben 9 miliardi di euro, da riutilizzate per l’attuazione di altre misure come per il reddito di cittadinanza.

Attendiamo aggiornamenti dal Governo, anche se ad oggi non c’è nulla di ufficiale in merito all’abolizione del Credito Bonus Irpef.

Responsabilità: L'autore dell'articolo pubblicato su webeconomia.it esprime le sue libere opinioni in merito alle analisi in oggetto. Dichiara che tutte le considerazioni fatte all'interno del post e le eventuali altre analisi sugli strumenti finanziari (valute, azioni, criptovalute, materie prime) sono soggettive e non devono essere considerate come incentivi e raccomandazioni di investimento. Le analisi e le quotazioni degli strumenti finanziari sono mostrate al solo scopo di informare e non per incentivare le attività di trading o speculazione sui mercati finanziari. Lo staff di webeconomia.it e gli autori degli articoli non si ritengono dunque responsabili di eventuali perdite di denaro legate ad attività di invstimento. Lo staff del sito e i suoi autori dichiarano di non possedere quote di società, azioni o strumenti di cui si parla all'interno degli articoli. Leggendo i contenuti del sito l'Utente accetta esplicitamente che gli articoli non costituiscono "raccomandazioni di investimento" e che i dati presentati possono essere non accurati e/o incompleti. Tutte le attività legate agli strumenti finanziari e ai mercati come il trading su azioni, forex, materie prime o criptovalute sono rischiose e possono comportare perdita di capitali. L'Utente, quindi, solleva lo staff di webeconomia.it e i suoi autori dalla responsabilità di qualunque perdita o danno subito legato ad attività di investimento che scaturisce dalla consultazione dei dati contenuti nel sito.

LEAVE A REPLY