La coppia BTC-USD sfonda area 6.000 aggiornando i massimi del 2019

Come più volte indicato nelle precedenti rubriche di analisi tecnica sul rapporto di cambio tra il Bitcoin ed il Dollaro, la coppia si è riportata sulla forte area di resistenza individuata a quota 6.000. La forza del movimento ha spinto le quotazioni ancor più in alto, fino ad un momentaneo top a 6.395, nonché nuovo massimo dell’anno e valore più elevato da Novembre 2018.

In assenza di notizie rilevanti, confermiamo che il rally settimanale (oltre +10% nelle ultime 7 sedute) è stato favorito dal brek-out della fascia 5.800-6.000.

La capitalizzazione del mercato delle criptovalute si è riportata nuovamente sulla soglia dei 190 miliardi di dollari, di cui il 57% facente capo a quella del BTC, valori che totali che non si vedevano da Dicembre 2017. Il costante aumento anche il totale delle transazioni.

L’incremento di valore del Bitcoin (+60% da inizio anno) ha inoltre favorito le previsioni ottimistiche sul cambio BTC-USD, atteso a quota 20.000 entro il prossimo anno e mezzo, da autorevoli membri della comunità digitale, come Michael Novogratz, CEO di Galaxy Digital. Secondo Novogratz, dopo un primo consolidamento in area 6.000 la coppia è attesa ad un nuovo allungo in area 10.000. Molti trader stanno sfruttando piattaforme come 24option ed Etoro per negoziare sulla quotazione.

Mercato delle criptovalute che ha completamente snobbato la notizia dell’attacco pirata subito da Binance, una delle più importanti piattaforme di Bitcoin, che avrebbe subito la perdita di 7.000 Bitcoin, per un controvalore di 40 milioni di dollari. Secondo quanto reso noto dalla stessa Binance gli hacker avrebbero rubato chiavi API, codici a due fattori ed altre preziose informazioni. Grazie a questo furto, i pirati informatici potrebbero accedere agli account di Binance e spostare BTC su altre piattaforme.

Nuova entrata a gamba tesa del cosiddetto oracolo di Omaha, Warren Buffet, il plurimiliardario CEO di Berkshire Hathaway che ancora una volta ha criticato la criptovaluta per eccellenza, paragonando il Bitcoin , metaforicamente, ad una conchiglia. Secondo Buffet, infatti, “ una conchiglia esiste e basta, non fa nulla “ e pertanto il BTC sarebbe qualcosa del genere, un investimento privo di fondamentali.

Andamento cambio bitcoin-dollaro sul breve-medio periodo

Al momento della scrittura il cambio BTC-USD viaggia in area 6.380, in rialzo dell’1,50%. Le quotazioni si sono allontanate dalle resistenze rappresentate dalle tre medie mobili di riferimento, a 10-25 e 50 giorni, che adesso si sono pertanto trasformate in supporti. Sul brevissimo, infatti, il primo sostegno passa sull’EMA a10 giorni (la prima linea dall’alto verso il basso sul grafico con time-frame giornaliero, in alto), che si colloca in area 6.050.

Il primo supporto multiday, invece, transita sull’EMA a 25 giorni (la linea mediana sul grafico), che cade in area 5.700. L’impostazione tecnica di breve-medio periodo continuerà ad essere rialzista, finché le quotazioni stazioneranno al di sopra dell’EMA a 50 giorni (la prima linea dal basso verso l’alto sul grafico), che si trova in area 5.280. Persa EMA 50 in chiusura settimanale, attese ulteriori accelerazioni verso il basso con target in area 4.800. Al rialzo, invece, il break-out di area 6.400 potrebbe favorire ulteriori allunghi verso are 6.600 e successivamente verso quota 7.000.

Andamento cambio ETH-USD sul breve-medio periodo

Impostazione rialzista anche per la coppia Ethereum-Dollaro, che dopo essersi spinta nuovamente sui massimi di periodo sopra area 180, al momento della scrittura viene scambiata a circa 175 (+2,5%).

Modello di trading cambio BTC-USD valido da 1 a 5 giorni

Il modello di trading rialzista si attiva in caso di allungo oltre quota 6.400 in chiusura di candela oraria o daily e consiglia di prendere profitto in area 6.503 e 6.608; stop loss in caso di ritorno sotto quota 6.296 in close orario o giornaliero.Mantenere o attivare nuove posizioni Long in caso di ulteriori estensioni oltre quota 6.608 in chiusura di candela oraria, per puntare prima a quota 6.715 e successivamente a quota 6.824; stop loss in caso di close orario minore di quota 6.385

Suggeriti ulteriori Long in caso di nuovi acquisti oltre quota 6.824 in close orario o daily, per tentare di prendere profitto in area 6.934 e 7.046, estesa a quota 7.230; stop loss in caso di ritorno sotto quota 6.608 in chiusura giornaliera. Lecito comprare sulla debolezza in caso di affondo in area 5.560, per cercare di approfittare di eventuali rimbalzi prima a quota 5.709 ed in secondo luogo 5.802, con eventuali estensioni verso quota 5.898; stop loss in caso di ulteriori cali sotto quota 5.400 in chiusura giornaliera.

Il modello di trading ribassista, invece, si attiva in caso di discesa sotto quota 6.296 in chiusura di candela oraria o daily, e pronostica i primi due obiettivi in area 6.194 e 6.094; stop loss in caso di recupero oltre quota 6.400 in chiusura oraria. Mantenere o incrementare le posizioni ribassiste in caso di close orario minore di quota 6.094, per sfruttare possibili flessioni, in primo luogo a quota 5.995 ed in seconda battuta a quota 5.898; stop loss in caso di ritorno sopra quota 6.296 in chiusura di candela oraria.

Lecito approfittare di eventuali discese sotto quota 5.898 in chiusura oraria o giornaliera, per cercare di ricoprirsi in un primo momento a quota 5.802 e successivamente a quota 5.709, estesa a quota 5.560; stop loss in caso di recupero sopra quota 6.094 in close daily. Consigliati Short speculativi in caso di allungo in area 7.230, per sfruttare eventuali storni in prima battuta a quota 7.046 e successivamente in area 6.934, con possibili estensioni a quota 6.824; stop loss in caso di ulteriori strappi al rialzo oltre quota 7.420 in chiusura di candela daily.

Responsabilità: L'autore dell'articolo pubblicato su webeconomia.it esprime le sue libere opinioni in merito alle analisi in oggetto. Dichiara che tutte le considerazioni fatte all'interno del post e le eventuali altre analisi sugli strumenti finanziari (valute, azioni, criptovalute, materie prime) sono soggettive e non devono essere considerate come incentivi e raccomandazioni di investimento. Le analisi e le quotazioni degli strumenti finanziari sono mostrate al solo scopo di informare e non per incentivare le attività di trading o speculazione sui mercati finanziari. Lo staff di webeconomia.it e gli autori degli articoli non si ritengono dunque responsabili di eventuali perdite di denaro legate ad attività di invstimento. Lo staff del sito e i suoi autori dichiarano di non possedere quote di società, azioni o strumenti di cui si parla all'interno degli articoli. Leggendo i contenuti del sito l'Utente accetta esplicitamente che gli articoli non costituiscono "raccomandazioni di investimento" e che i dati presentati possono essere non accurati e/o incompleti. Tutte le attività legate agli strumenti finanziari e ai mercati come il trading su azioni, forex, materie prime o criptovalute sono rischiose e possono comportare perdita di capitali. L'Utente, quindi, solleva lo staff di webeconomia.it e i suoi autori dalla responsabilità di qualunque perdita o danno subito legato ad attività di investimento che scaturisce dalla consultazione dei dati contenuti nel sito.

LEAVE A REPLY