Conto Tascabile CheBanca!: come attivarlo e costi

Non è una carta di credito ma una carta-conto, ovvero una carta prepagata ricaricabile con IBAN

Per venire incontro alle esigenze dei clienti, si stanno diffondendo sempre più le cosiddette carta-conto, una carta prepagata ricaricabile che però ha anche il vantaggio di avere un codice IBAN. Pertanto, è a tutti gli effetti anche un conto corrente. Ciò permette di superare la differenziazione tra una carta prepagata e un conto corrente, rendendo così più agevoli gli acquisti senza dover ricaricare la prepagata ogni qualvolta. Inoltre, offrono tutti i -servizi di un tradizionale conto corrente bancario ma con spese molto ridotte. Molto interessante è il Conto Tascabile CheBanca, istituto di credito online che si sta sempre più diffondendo ed affermando sul mercato. Tale carta ha anche vinto il premio Miglior Carta Prepagata 2015 dell’Osservatorio Finanziario.

conto tascabile chebanca!
Il conto ha ricevuto il premio come migliore prepagata 2015

Conto Tascabile CheBanca!: come attivarla

Partiamo da come si attiva il Conto Tascabile CheBanca! Potete recarvi presso una filiale, anche se, essendo questa una banca che opera principalmente online, ne ha davvero poche sul territorio nazionale (potrete comunque cercare quella più vicina al vostro domicilio dal portale). Oppure potrete richiederla comodamente online (via preferibile) dal sito ufficiale dedicato proprio alla carta. Una volta fatta richiesta compilando l’apposito modulo online, la carta vi sarà inviata a mezzo posta ordinaria al vostro domicilio, assieme ad un modulo di contratto che dovrete compilare e inviare assieme alla fotocopia di un documento d’identità all’indirizzo che vi sarà indicato.

Una volta fatto ciò, come per ogni conto corrente, occorrerà un primo accredito sull’Iban per la sua attivazione. Che potreste fare voi con l’apposito modulo o farvi fare da parenti o amici tramite bonifico (in genere basta anche solo un euro). Ricordiamo che non essendo una carta di credito, non serve un conto corrente d’appoggio, né verrà esaminata alcuna solvibilità. Pertanto, può essere richiesta anche da chi ha situazioni creditizie pendenti, come protestati, cattivi pagatori ecc…

Conto Tascabile CheBanca!: come funziona

Questo conto può essere ricaricato in contanti dagli sportelli della banca, mediante bonifico da conto corrente o da altra carta-conto, accreditando in automatico il proprio stipendio o la propria pensione. CheBanca! offre un efficiente e costante servizio di phone e Home banking; pertanto, può essere tutto fatto comodamente in remoto dal proprio smartphone, dal tablet o dal personal computer. Possono essere effettuate tutte le operazioni: bonifici, acquisti online, tramite Pos, prelievi da ATM in tutto il Mondo. Nel prossimo paragrafo vi diciamo quali sono i costi previsti. Come ormai tutte le moderne carte, offre enormi garanzie di sicurezza per quanto concerne cloni e utilizzi indebiti dei propri dati personali. Pertanto, può essere utilizzata anche online con estrema sicurezza, sebbene sia sempre opportuno prestare attenzione ai tanti tentativi di phishing che circolano sul web (soprattutto a mezzo mail, diffidate sempre quando vi chiedono accessi per presunte irregolarità).

chebanca!
Un esempio di conto online

Conto Tascabile CheBanca!: i costi

Veniamo ai costi. Non è previsto alcun addebito per ricariche, nè per bonifici e accrediti (da e per tutto il Mondo). Facendo parte del circuito Mastercard, permette di prelevare in Euro agli sportelli ATM senza costi in qualsiasi parte del Mondo vi troviate. Mentre in altre valute a tre euro. Quanto ai limiti di contante da prelevare, essi sono 500 euro al giorno e tremila al mese. Quanto agli acquisti on line, potrete scegliere se pagare tramite carta di credito, inserendo il numero di carta. Oppure tramite bonifico e in questo caso dovrete inserire l’IBAN (il lungo codice identificativo del vostro conto corrente). In questo caso il tetto per gli acquisti è di 500 euro al giorno, tremila euro mensili, mentre con PagoBancomat si sale a cinquemila e cinquantamila. Il plafond massimo che la carta può supportare è di 50mila euro.

Per il resto, prevede un Canone mensile di un solo euro, mentre per imposta di bollo, ricariche, prelievi in euro, bonifici fatti e ricevuti, come detto, zero spese. Stesso dicasi per l’eventuale e malaugurato blocco carta; e ancora, zero spese quando si paga un rifornimento carburante, per il pagamento del canone Rai, quando si effettuano ricariche telefoniche, quando si effettuano pagamenti con moduli per adempimenti fiscali (MAV, RAV, F24 e F23). Per il pagamento del bollo auto costa invece 1.87 euro.