Conto corrente per minorenni: cosa valutare, come aprire, i migliori

Qual è il miglior conto corrente per minorenni? Quale è il miglior conto corrente per Under 18? Cosa valutare per scegliere un conto corrente per minorenni e Under 18? Quali sono le caratteristiche di un conto corrente per minorenni? Come aprire un conto corrente per Under 18? Quali sono i tipi di conto corrente per minorenni?

Un genitore, può decidere di aprire un conto corrente ad un figlio ancora minorenne. Alias Under 18, per dirla in gergo anglosassone. Insomma, che non abbia ancora compiuto 18 anni. Magari per fare in modo che, diventato adulto, possa già ritrovarsi con un gruzzoletto da gestire. Magari per responsabilizzarlo, abituarlo già alla gestione dei soldi.

La scelta di un conto corrente è sempre un fatto delicato, visto che si tratta dei nostri sudati risparmi. E lo diventa ancora di più se la scelta è fatta per i nostri figli ancora minorenni. Oltretutto, il mercato oggi offre una vasta gamma di alternative. Quindi bisogna anche sapersi muovere nella scelta.

Di seguito vediamo dunque cos’è un conto corrente per minorenni, quali sono i migliori conti corrente per minorenni, quali sono le caratteristiche di un conto corrente per Under 18, cosa valutare per scegliere il miglior conto corrente per un figlio minorenne, come aprire un conto corrente per minori.

Una guida per aiutarvi in questa scelta.

Conto corrente per minorenni cos’è

Cos’è un conto corrente per minorenni? Si tratta appunto di conti correnti che i genitori decidono di attivare ai propri figli che non abbiano ancora compiuto i 18 anni. Quindi, la maggiore età adulta. E per questo sono definiti anche per Under 18. Sempre per la prassi ormai di inglesizzare tutte le terminologie tecniche e finanziarie.

Un conto corrente per minorenni sono in genere flessibili, semplice da gestire, pratici e veloci, proprio per venire incontro alle esigenze dei teengers. I quali devono comunque operare sempre sotto la supervisione dei genitori.

Non a caso, in genere questi conti correnti per Under 18 prevedono delle operazioni limitate alle entrate e alle uscite. Ed in genere è possibile attivarli online o in filiale.

Le Banche si stanno sempre più adeguando alla domanda di tali conti correnti. Scelti spesso dai genitori per poter finanziare una parte degli studi dei propri figli (soprattutto per quanti studiano fuori sede o all’estero). O anche per spingerli già all’autonomia.

Se prima erano soprattutto un vezzo per chi svolgeva una vita agiata, grazie alla accesa concorrenza anche nel campo creditizio, sono sempre più attivati anche dalla media borghesia e dalla classe media in generale.

Certo, in molti potrebbero ritenere esagerato aprire un conto corrente ad un minorenne. In effetti, questa è una scelta che spesso fa chi vanta disponibilità economiche importanti e che vuole far abituare il proprio figlio a gestire in maniera oculata le proprie fortune. Specie chi ha una attività imprenditoriale da avere in eredità.

In effetti, sono tanti coloro che, una volta ricevuta in eredità l’azienda di famiglia, poi la mandano in malora tra una vita eccentrica e una gestione finanziaria della stessa scellerata.

Conti correnti per Under 18 caratteristiche

Quali sono le caratteristiche di un conto corrente per Under 18? oltre a quelle prima accennate, possono dar vita alle seguenti operazioni:

  • versamento dei propri risparmi
  • prelievo di contante
  • bonifici in entrata
  • bonifici in uscita
  • emissione di assegni
  • incasso di assegni bancari
  • pagamento di utenze, mav, ecc

Riguardo i servizi offerti, questi conti correnti per i più piccoli offrono i seguenti:

  • Bancomat
  • Carta di credito
  • Internet banking
  • Richiesta fido
  • Trading

Conto corrente per minorenni cosa valutare

Cosa valutare nella scelta di un conto corrente per minorenni? I seguenti aspetti:

a) Sicurezza

L’aspetto principale quando si parla di soldi. Ancor di più, se a gestirli devono essere minorenni. Questo tipo di conti correnti possono essere aperti solo alla presenza del genitore o tutore legale. Per quanto riguarda invece comunicazioni su saldo e lista movimenti del conto queste possono essere consultate dai ragazzi, ma vengono inviate anche ai genitori (solitamente mediante alert sms). In questo modo, possono valutare eventuali abusi.

Un conto corrente sicuro è altresì tutelato dal Fondo Interbancario di Tutela dei Depositi (FITD) fino a 100mila euro.

b) Zero Spese

Solitamente, questo genere di servizio non prevede costi. Né di apertura, né di gestione che di chiusura. L’imposta di bollo invece rimane obbligatoria per legge per giacenze superiori a 5mila euro. Sebbene non poche siano le banche che decidono di accollarsi questa spesa, soprattutto nei primi tempi di attivazione del conto.

Solitamente, sono invece previste delle commissioni per il prelievo bancomat presso gli sportelli diversi da quelli del proprio istituto di credito.

Come aprire conto corrente Under 18

Come aprire un conto corrente Under 18? Come accennato in precedenza, i modi possono essere due. O recandosi presso la filiale della Banca scelta o facendo tutto online allegando i documenti in formato scanner (Pdf).

I genitori o chi ne fa le veci (il tutore) devono presentare presso lo sportello bancario i documenti di riconoscimento, allegando anche un documento che attesta la genitorialità o la tutela del bambino in questione. Ovviamente si devono anche indicare i documenti del bambino al quale il conto verrà intestato.

Conto corrente minorenni tipi

Quali sono i tipi di conti correnti per minorenni? Diciamo due, anche se il primo non è un vero e proprio conto corrente:

a) Libretto al risparmio

Da preferire per i minori di età compresa tra gli 0 e i 12 anni, troppo piccoli per avere già un conto corrente. Esso permette loro solo depositare del denaro a costo zero. Questo vuol dire ottenere un tasso di interesse che sia compreso tra l’1% e il 2,50%.

Fino agli anni ‘80 era abitudine degli italiani intestare i buoni fruttiferi postali. Ma a partire dagli anni ‘90 i tassi d’interesse sono stati sempre più ridotti. Il che ha dissuaso sempre più dal farlo.

b) Conti correnti per minorenni

Preferibili quando il minorenne ha almeno 13 anni. Essi danno la possibilità di effettuare piccoli pagamenti e avere una carta prepagata abbinata. Il che può consentire loro di fare acquisti online o nei negozi tradizionali. Sebbene, come detto, dei movimenti sono sempre avvisati i genitori.

Conto corrente per minorenni conviene?

Conviene aprire un conto corrente per minorenni? Ovviamente dipende dalle esigenze dei propri figli, dalle proprie possibilità, dal proprio modo di pensare.

La cosa importante è non farsi costringere ad aprire un conto corrente da un figlio minore se non si crede in questa pratica. Lui potrebbe solo avere voglia di spendere e spandere i soldi che decidete di affidargli o che si guadagna con qualche lavoretto.

E’ una scelta delicata, una decisione che deve essere ben ponderata. Oltre che dei vostri soldi, ne va anche dell’educazione dei vostri figli. Abituarli a gestire soldi è un fatto positivo, ma non è detto che bisogna neanche dargli dei capitali in mano sotto forma di conto bancario alla loro giovanissima età. Non a caso, ci sono banche che aprono conti solo dopo i 18 anni.

Conto corrente per minorenni migliori

Quali sono i conti correnti per minorenni migliori? Di seguito vi proponiamo quelli più interessanti:

WeBank:

  • Home banking
  • Richiesta fido
  • Zero spese
  • Apertura on line
  • Bancomat
  • Trading
  • Carta Prepagata
  • Carta di credito
  • Costo annuo
  • Zero spese

N26

Il conto N26 prevede:

  • Zero spese
  • Apertura online
  • Home banking
  • Bancomat
  • Zero spese

Conto Genius Unicredit:

  • operazioni illimitate
  • carta di debito internazionale
  • carta prepagata (riservata ai giovani che hanno già compiuto il 14° anno di età)
  • sconto sull’abbonamento alle più importanti riviste distribuite da Mondadori
  • ricarica Sim smartphone da ATM
  • prelevamenti a costo zero dagli sportelli ATM UniCredit in Italia
  • versamenti di contanti e assegni in oltre 3.400 sportelli ATM abilitati in Italia
  • carta Bancomat Internazionale V PAY o Maestro
  • domiciliazione delle bollette

Cariparma Nowbanking

  • accesso 24 ore su 24 al conto tramite internet, sms e mobile
  • tramite bancomat internazionale Easy Cash è possibile anche prelevare denaro contante gratuitamente in tutti su tutti gli sportelli Bancomat Cariparma
  • La linea Vyp comprende, non solo il conto corrente e il servizio di internet banking, ma anche una carta prepagata ed uno speciale piano di accumulo riservato agli under 17

Intesa SanPaolo

La banca Intesa SanPaolo offre tre tipi di conto corrente per minorenni:

a) XME Conto UP!

  • Al momento sono offerti differenti servizi, compresi anche alcuni bonus come l’1% lordo sul conto
  • Se si possiede già un libretto, puoi passare direttamente a XME Conto UP! Il tutto online
  • possibilità di effettuare Acquisti, bonifici SEPA e prelievi di contante
  • Il minore deve avere almeno 8 anni

b) XME Salvadanaio

Funge soprattutto da strumento per insegnare ai figli minorenni un modo per risparmiare denaro.

c)XME dindi

Consente di custodire i risparmi in modo semplice e divertente.

BNL

  • Costo di attivazione: Gratuito
  • Canone mensile: Gratuito
  • Prelievi allo sportello: Gratuito
  • Limite giornaliero di prelievo contante allo sportello: 200€
  • Limite mensile di prelievo contante allo sportello: 600€
  • Versamenti allo sportello: Gratuiti
  • Invio Estratto Conto e Documenti di Trasparenza in formato cartaceO: Gratuito
  • Invio Estratto Conto e Documenti di Trasparenza in formato elettronicO: Gratuito
  • Imposta di bollo Come da normativa vigente
  • Tasso creditore di conto corrente

UBI

  • Prodotto proposto dal gruppo bancario UBI
  • Operazioni gratuite
  • Nessuna spesa annuale
  • Prelievi sportelli ATM del gruppo senza spesa aggiuntiva
  • Carta di debito
  • Carta prepagata (costo di attivazione di 6 euro)

Conto corrente Under 18 alternative

Quali sono le migliori alternative a un conto corrente per minori? Potreste aprire loro un libretto al risparmio, magari da tenere voi sotto occhio e che preveda il prelievo e versamento di denaro dietro vostro consento. Oppure, intestare loro il caro vecchio buono fruttifero postale.

Responsabilità: L'autore dell'articolo pubblicato su webeconomia.it esprime le sue libere opinioni in merito alle analisi in oggetto. Dichiara che tutte le considerazioni fatte all'interno del post e le eventuali altre analisi sugli strumenti finanziari (valute, azioni, criptovalute, materie prime) sono soggettive e non devono essere considerate come incentivi e raccomandazioni di investimento. Le analisi e le quotazioni degli strumenti finanziari sono mostrate al solo scopo di informare e non per incentivare le attività di trading o speculazione sui mercati finanziari. Lo staff di webeconomia.it e gli autori degli articoli non si ritengono dunque responsabili di eventuali perdite di denaro legate ad attività di invstimento. Lo staff del sito e i suoi autori dichiarano di non possedere quote di società, azioni o strumenti di cui si parla all'interno degli articoli. Leggendo i contenuti del sito l'Utente accetta esplicitamente che gli articoli non costituiscono "raccomandazioni di investimento" e che i dati presentati possono essere non accurati e/o incompleti. Tutte le attività legate agli strumenti finanziari e ai mercati come il trading su azioni, forex, materie prime o criptovalute sono rischiose e possono comportare perdita di capitali. L'Utente, quindi, solleva lo staff di webeconomia.it e i suoi autori dalla responsabilità di qualunque perdita o danno subito legato ad attività di investimento che scaturisce dalla consultazione dei dati contenuti nel sito.

LEAVE A REPLY