Conte e Tria rassicurano i mercati: prosegue il recupero dell’indice Ftse Mib

L’indice Ftse Mib mette a segno la quarta seduta consecutiva in rialzo (+0,63%), chiudendo gli scambi quotidiani a circa 20.615 punti, dopo aver toccato un massimo intraday a circa 20.705 punti. Il Premier italiano, Giuseppe Conte, ed il Ministro dell’economia, Giovanni Tria, si sono spesi a rassicurare i mercati, soprattutto gli investitori esteri, ribadendo la volontà di dialogo del governo con le istituzioni economiche europee, per evitare l’apertura di una procedura di infrazione contro l’Italia per sforamento eccessivo dei conti pubblici.

Nelle prossime sezioni vedremo come sfruttare l’andamento del Ftse Mib per speculare sul prezzo. Come prima cosa sceglieremo una piattaforma di trading regolamentata e sicura per poter iniziare. Ad esempio se siete all’inizio è consigliabile usare piattaforme certificate come eToro (qui trovi il sito ufficiale) e 24option (qui per il sito ufficiale) che offrono strumenti semplificati accessibili a tutti. Ma vediamo come stanno andando i mercati.

75% dei trader retail perde soldi facendo trading con questo broker CFD. Dovresti considerare i rischi di perdita di denaro

Conte, intervenendo all’assemblea Assonime ha dichiarato che nel 2019 il rapporto Deficit/PIL scenderà al 2,2%, in miglioramento rispetto alle attuali previsioni al 2,4$. Il capo del governo ha inoltre affermato che una procedura di infrazione non sarebbe dannoso soltanto per l’Italia, ma anche per tutti i Paesi dell’Eurozona.

Segnali incoraggianti anche dal differenziale tra BTP e BUND, sceso sui minimi da inizio Maggio a 255 punti base , con il rendimento sul decennale in calo al 2,32%.

Acquisti sul principale listino della borsa milanese nonostante la battuta d’arresto registrata dall’indice destagionalizzato della produzione industriale italiana, che ad Aprile ha evidenziato una contrazione dello 0,7% su base mensile ed un calo dell’1,5% su base annua. Lettura più confortante se rilevata su base trimestrale, ovvero nel periodo Febbraio- Aprile, con un risultato pari a 0,7% sul trimestre precedente. Da ulteriori dettagli diffusi dall’Istat è inoltre emerso che i migliori incrementi della produzione industriale si sono verificati nel comparto energetico; mentre i maggiori cali hanno interessato i beni strumentali (-2,5%).

Le più importanti variazioni tendenziali hanno riguardato le forniture di energia elettrica, gas, vapore ed aria (+5,8%) ed i settori delle industrie alimentari , bevande e tabacco (+4,9%). Le flessioni più rilevanti, invece, hanno riguardato la produzione nelle industrie tessili legate all’abbigliamento, pelli ed accessori, giù dell’8,2%. Male anche la produzione di prodotti petroliferi raffinati (-7,4%) e la fabbricazione di Macchinari ed attrezzature (-6,2%).

Andamento future indice Ftse mib sul breve-medio periodo

Seduta positiva anche per il derivato dell’indice Ftse Mib, in rialzo di quasi lo 0,70% a quota 20.610 punti. Le quotazioni del FIB, come evidente sul grafico con time-frame giornaliero, in alto, si sono riportate al di sopra delle media mobile a 10 giorni (la linea di colore azzurro sul grafico), ex ostacolo di brevissimo periodo.

Al momento della scrittura il FIB si è inoltre lasciato alle spalle anche le medie mobili a 25 e 50 giorni (rispettivamente la linea di colore rosso e la linea verde sul grafico). Tuttavia, per sperare in un’inversione rialzista di breve-medio periodo, il superamento delle due EMA maggiori dovrà necessariamente essere confermato in chiusura settimanale.

L’eventuale mancato break-out della forte area di resistenza che passa tra le due medie mobili appena citate, ovvero in area 20.400-20.500 punti potrebbe causare un primo test di EMA 10, che transita in area 20.285 punti. Perso il sostegno di brevissimo appena indicato, attese ulteriori accelerazioni ribassiste in area 20.000-19.800 punti.

Investire sull’indice Ftse Mib con una piattaforma regolamentata

Abbiamo visto come sia fondamentale scegliere la piattaforma di trading. Per fare un esempio scegliamo eToro, uno dei siti più utilizzati dai trader di indici azionari. Le recensioni di questa piattaforma sono sempre positive, molti utenti sono soddisfatti.

A differenza delle solite piattaforme non regolamentate, eToro offre strumenti sicuri per chi non vuole incorrere in truffe o in broker poco redditizi. Sopratutto chi è all’inizio sceglie eToro in quanto è molto semoplice da usare, ma sopratutto permette di copiare dai migliori trader, quelli che ottengono risultati.

Come funziona questa piattaforma? Grazie al software di copytrader permette di selezionare gli utenti che hanno le migliori performances, quelli che guadagnano sui mercati. In questo modo si minimizzano i rischi andando a copiare da quegli investitori che operano con successo.

Per saperne di più vi consiglio di visitare il sito ufficiale di eToro qui.

75% dei trader retail perde soldi facendo trading con questo broker CFD. Dovresti considerare i rischi di perdita di denaro

Pattern di trading sul future indice Ftse Mib (FIB) valido da 1 a 5 giorni

Il pattern di trading rialzista si attiva in caso di chiusura oraria maggiore di 20.640 punti e pronostica i primi due target price in area 20.720 e 20.780 punti; stop loss in caso di discesa sotto 20.515 punti in close orario. Mantenere o incrementare le operazioni Long in caso di chiusura oraria oltre 20.780 punti, per cercare di prendere profitto in primo luogo a 20.845 punti e successivamente a 20.900 punti; stop loss in caso di ritorno sotto 20.610 punti in close orario.

Si consiglia di attivare nuove posizioni Long in caso di break-out orario o daily di 20.900 punti, per sfruttare eventuali allunghi in area 20.990 e 21.035 punti, estesi a 21.210 punti; stop loss in caso di ritorno sotto 20.700 punti in chiusura oraria o daily. Suggeriti Long speculativi in caso di affondo in area 19.885 punti, per approfittare di eventuali veloci rimbalzi prima a 20.010 punti e successivamente a 20.170 punti, estesi a 20.285 punti; stop loss in caso di close daily sotto 19.690 punti.

Il pattern di trading ribassista, invece, prende forma in caso di discesa sotto 20.515 punti in chiusura di candela oraria e fissa i primi due obiettivi in area 20.435 e 20.345 punti; stop loss in caso di close orario maggiore di 20.640 punti. Mantenere o aumentare l’esposizione Short in caso di rottura del supporto orario 20.345 punti, per cercare di prendere profitto in prima battuta a 20.285 punti e successivamente a 20.230 punti; stop loss in caso di recupero oltre 20.515 punti in chiusura oraria.

Insistere con nuove posizioni corte nel caso in cui la pressione delle vendite dovesse spingersi anche sotto 20.230 punti in chiusura di candela oraria o daily, per tentare di ricoprirsi in area 20.170 e 20.010 punti, estesa a 19.885 punti; stoppare le operazioni in caso di recupero di 20.435 punti in chiusura oraria o giornaliera. Consigliati Short speculativi in caso di ulteriori allunghi in area 21.210 punti, per sfruttare possibili correzioni in prima battuta a 21.035 punti e successivamente a 20.900 punti, estese a 20.780 punti; stop loss con chiusura giornaliera superiore a 21.425 punti.

Responsabilità: L'autore dell'articolo pubblicato su webeconomia.it esprime le sue libere opinioni in merito alle analisi in oggetto. Dichiara che tutte le considerazioni fatte all'interno del post e le eventuali altre analisi sugli strumenti finanziari (valute, azioni, criptovalute, materie prime) sono soggettive e non devono essere considerate come incentivi e raccomandazioni di investimento. Le analisi e le quotazioni degli strumenti finanziari sono mostrate al solo scopo di informare e non per incentivare le attività di trading o speculazione sui mercati finanziari. Lo staff di webeconomia.it e gli autori degli articoli non si ritengono dunque responsabili di eventuali perdite di denaro legate ad attività di invstimento. Lo staff del sito e i suoi autori dichiarano di non possedere quote di società, azioni o strumenti di cui si parla all'interno degli articoli. Leggendo i contenuti del sito l'Utente accetta esplicitamente che gli articoli non costituiscono "raccomandazioni di investimento" e che i dati presentati possono essere non accurati e/o incompleti. Tutte le attività legate agli strumenti finanziari e ai mercati come il trading su azioni, forex, materie prime o criptovalute sono rischiose e possono comportare perdita di capitali. L'Utente, quindi, solleva lo staff di webeconomia.it e i suoi autori dalla responsabilità di qualunque perdita o danno subito legato ad attività di investimento che scaturisce dalla consultazione dei dati contenuti nel sito.

LEAVE A REPLY