Consigli per fare trading online: come iniziare e migliori Broker

Come funziona il trading online? Quali sono i consigli per fare trading online? Come iniziare a fare trading online? Fare trading online conviene?

Sono queste ed altre le domande legittime che chi sta pensando di iniziare a fare trading online si pone. Dicevamo legittime, in quanto si mettono in gioco i propri risparmi e non bisogna prendere alla leggera questa scelta.

Infatti, troppe persone si buttano nel mondo del trading online con troppa superficialità. Credendo che gli risolva facilmente i propri problemi finanziari. Magari cadendo nella trappola di quelle piattaforme che promettono guadagni facili, lauti ed immediati senza alcuna preparazione né teorica né pratica in materia.

Queste piattaforme fanno leva sulla voglia dell’utente impreparato di diventare un milionario senza sforzi e investendo poche centinaia di euro. E lo fanno bombardando di annunci pubblicitari sfavillanti, via mail col classico spamming, coi banner sui siti o sui Social, nonché anche con messaggi fake su WhatsApp o Instagram. Utilizzando cifre esorbitanti, frasi ad effetto e il volto di qualche Vip che si sarebbe arricchito col loro metodo. Molto in voga vanno Bill Gates, Mark Zuckkerberg, in Italia Briatore.

Tuttavia, si scoprirà ben presto di essere stati truffati. E che non solo non si è guadagnato niente (magari eccetto all’inizio, per far caricare altri soldi sul conto), ma è anche impossibile rientrare in possesso dei soldi che abbiamo immesso in buona fede sul conto.

Infatti, queste piattaforme hanno la propria sede nei cosiddetti Paradisi fiscali, chiamati così perché offrono tutela fiscale e giudiziaria a chi li vi pone le basi societarie. Denunciare è comunque importante, in quanto si rende noto alle autorità giudiziarie certe truffe. E magari un giorno, quando i truffatori saranno arrestati, c’è anche la speranza di rientrare in possesso dei propri soldi.

Ci sono, invece piattaforme affidabili e certificate che conviene usare. Ad esempio pensiamo alla piattaforma col servizio di segnali migliore che è quella di 24option. Si tratta di un broker regolato e di un servizio ottimo che funziona. vPer saperne di più vi rimando al sito ufficiale qui.

Il trading online sta interessando sempre più persone per tre motivi principali:

  • Mancanza di lavoro
  • Il successo del Bitcoin
  • I dispositivi mobili

Andiamo con ordine. Nel primo caso, data la crisi del lavoro dipendente, in molti tentanto la strada del mettersi in proprio. Di fatto, specie negli anni 2000, si è assistiti ad un vero boom delle partite Iva. Alimentato anche da chi, allora al Governo, si era fatto portavoce di questo autentico popolo di liberi professionisti, veri o presunti. Peccato però che le promesse (soprattutto in merito alle agevolazioni fiscali) siano state disattese. E molti sono stati costretti a chiuderla o a vedere meno profitti di quanto auspicavano.

Per quanto concerne il successo del Bitcoin, esso è divampato nel 2017. Anno in cui la criptovaluta ha raggiunto quasi 20 mila dollari di prezzo a fine anno. Culmine di un crescendo iniziato da gennaio, quando ne valeva circa mille. Ciò ha trainato molte altre criptovalute, ne ha fatte nascere centinaia, e ha avvicinato molti al trading online. Il che ha portato alle truffe di cui sopra.

La nascita e diffusione di smartphone e tablet ha dato una ulteriore spinta nell’interesse al trading online. La facilità di utilizzo delle app, la loro semplicità, hanno fatto sì che molti credessero che il trading fosse una sorta di gioco. Alimentando anche ciò le truffe.

C’è anche da dire, però, che le app sono comodissime in quanto consentono di fare trading ovunque ci si trovi. Sebbene il consiglio principale sia quello di usarle solo per controllare l’andamento degli asset, mentre per scommettere è sempre meglio usare un Pc fisso o portatile.

Fatta questa premessa, vediamo di rispondere a tutte le domande di cui sopra. Con una panoramica finale sui Broker migliori a nostro avviso.

Trading online cos’è

Cos’è il trading online? Si tratta di un’attività che ha iniziato a prendere piede dagli anni ‘90. Con la diffusione degli strumenti informatici, culminati con la tecnologia odierna.

Se infatti fino agli anni ‘80 il trading veniva svolto da Broker all’interno delle cosiddette Borse valori – le più importanti al mondo sono quelle di New York, Londra, Tokyo, Hong Kong, mentre in Italia abbiamo la Borsa di Milano, detta anche Piazza affari – come nei film (si pensi a The wolf of Wall Street, del grande Martin Scorsese col sempre ottimo Leonardo Di Caprio) con i nuovi strumenti informatici è stato sempre più possibile farlo da remoto.

Trading online come funziona

Come funziona il trading online? E’ dunque possibile seguire i più svariati asset e scommetterci su mediante i cosiddetti Broker. Nome col quale vengono indicate le piattaforme per il trading online. Intermediari per poter accedere ai mercati finanziari, i quali offrono tanti servizi chiedendo in cambio il pagamento di spread e commissioni, che saranno detratti dal guadagno finale.

Alcuni Broker offrono anche servizi gratuiti, altri in modo peculiare e unico. In effetti, anche questa attività è diventata un mercato concorrenziale a chi offre i servizi migliori.

Trading online come iniziare

Come iniziare con il trading online? Cominciare è semplicissimo, il che se da un lato è un vantaggio, dall’altro mette a rischio gli utenti. Che possono incappare in piattaforme truffa o possono far avvicinare utenti impreparati.

La scelta del Broker deve essere dunque ben ponderata. Scegliere solo Broker noti, convenienti, non quelli che ve la fanno facile o al miglior prezzo. Nell’ultimo paragrafo vi daremo tre nomi.

Basta inserire una mail, scegliere una password, inserire i propri dati anagrafici, il metodo di pagamento e di prelievo. Dopodiché si riceverà una mail con un link per completare l’iscrizione.

Ci sono poi cose che variano da Broker a Broker. C’è chi chiede subito di caricare il proprio conto con un minimo, altri che vi daranno senza neanche registrarvi la possibilità di fare pratica con un Conto demo, e così via.

I Broker più seri e rinomati sono anche molto semplici da usare. Sono intuitivi ma al contempo anche ricchi di servizi. Sono così adatti sia ad utenti neofiti che esperti.

I Broker più importanti offrono una serie di servizi:

  • Conto demo, piattaforma che simula un trading reale ma con soldi virtuali
  • eBook, libri digitali su cui studiare, scaricabili dal Broker stesso
  • Webinar, seminari virtuali seguibili da remoto e grazie ai quali l’utente può interagire con il docente
  • Grafici, che mostrano graficamente l’andamento degli asset in un determinato arco temporale (intraday, su più giorni, più mesi, più anni)
  • Pluralità di asset su cui investire (metalli preziosi, criptovalute, azioni, indici azionari, materie prime, Forex)
  • Assistenza clienti, sia via mail, telefono o chat integrata al sito. In Italiano, 24 ore su 24, 7 giorni su 7
  • App per fare trading da tablet o smartphone, così da seguire i mercati finanziari ovunque ci si trovi
  • Segnali di trading, inviati gratuitamente o a pagamento dal Broker ed elaborati da esperti, così da suggerirvi quando è il momento per entrare nel mercato. Possono essere in formato sms o mail
  • Take profit e stop loss, per impostare una cifra oltre la quale non volete andare. In questo modo, non dovrete stare fissi al Pc e il Broker farà tutto in automatico
  • CFD, acronimo di Contract for difference, si tratta di contratti finanziari mediante i quali è possibile investire su una pluralità di asset senza possederli direttamente. Si pensi al vantaggio nel caso di beni ingombranti o scomodi da avere (petrolio, oro) o all’investire in azioni senza essere azionisti di una società. Il nome deriva dal fatto che permettono di guadagnare sulla differenza di prezzo di un asset rispetto a quanto si è stipulato il contratto

Eccone alcuni con queste caratteristiche:

BROKER
CARATTERISTICHEVANTAGGI 
CFDs sono strumenti finanziari complessi e comportano un alto rischio di perdita di denaro rapidamente a causa della leva. Tra il 74-89% dei trader retail perdono soldi facendo trading CFD. Prima di fare trading cerca di capire come funzionano i CFD ed i rischi che comportano.
24optionTrading CFD e opzioni su BitcoinRendimenti elevatiPROVA>>
plus500CFD trading su BitcoinPiattaforma di qualitàPROVA>>
xmConti Zero spreadGuide e tutorialPROVA>>
etoroSocial trading
66% dei trader perde soldi
Trading Bitcoin, criptovalutePROVA>>

Trading online, Conto demo cos’è

Prima abbiamo accennato al Conto demo. Come detto, si tratta di un ambiente di trading che riprende in tutto e per tutto quello reale. Una vera e propria simulazione ma col vantaggio di utilizzare soldi virtuali. Così da non perdere quelli reali mentre ci si esercita.

Lo scopo del Conto demo è quello di permettere agli utenti neofiti di impratichirsi o a quelli esperti e navigati di provare nuove strategie.

Il Conto demo, però, non va preso come un gioco visto che i soldi sono finti. Altrimenti si rischia di abituarsi e di incassare sonore perdite quando si passa al trading reale.

Il Conto demo offerto dai Broker può essere di 4 tipi:

  1. illimitato e tempo illimitato. In tal caso, il trader non ha a disposizione solo un tot di capitale virtuale e solo un determinato periodo di tempo per poterlo utilizzare.
  2. illimitato ma tempo limitato. In tal caso, invece, il trader ha solo un tot di giorni o mesi per operare col Conto demo, ma il conto non prevede limiti.
  3. limitato ma tempo illimitato. In questa situazione, opposta alla precedente, i soldi del conto sono un certo importo ma possono essere sfruttati senza scadenze.
  4. limitato e tempo limitato. Infine, il Broker offre sia un tot di denaro virtuale a disposizione, sia un tot di tempo limitato per sfruttarlo

Infine, può servire prima registrarsi o non farlo.

Vi starete chiedendo: perché un Broker fornisce gratuitamente un Conto demo e degli ebook? In quanto il fatto che siate preparati conviene anche ad esso. In quanto a sua volta guadagna dalle vostre vincite mediante spread e commissioni.

Trading online vantaggi

Quali sono i vantaggi del trading online? Senza dubbio, quello di avere accesso ai mercati finanziari comodamente da remoto, utilizzando un Broker ben fatto. Potrete così guadagnare e mettervi in proprio. Ma ci vorrà molta pazienza e pratica. Non crediate di diventare subito dei Warren Buffet.

Ci potrebbero volere anche degli anni. Dipende dal vostro intuito innato, dalla fortuna, dal momento dei mercati, da quanto vi siete preparati per questa professione. Fattori endogeni ed esogeni che mixati tra loro faranno la vostra fortuna o sfortuna.

Il consiglio però è di non insistere se dopo qualche anno avrete incassato soprattutto perdite. Inoltre, investite denaro che è un surplus. Un di più che potete spendere e che potete permettervi di perdere. Non investite denaro che dovreste utilizzare per pagare bollette, debiti, spese per l’istruzione dei vostri figli o per beni di prima necessità. Rovinereste solo voi stessi e la vostra famiglia.

Trading online svantaggi

Quali sono i vantaggi del trading online? Lo svantaggio del trading online è che tutto dipende dalle vostre capacità. Ma anche da una buona dose di fortuna. Certo, più siete voi abili e più ridurrete i fattori esterni. Purtroppo però, viviamo da anni in mercati globalizzati, strettamente interconnessi.

Per cui, basta uno scandalo politico in qualche superpotenza o paradiso fiscale, un disastro ambientale, una crisi come quella del 2008, una tragedia come quella delle Torri gemelle, una nuova tecnologia, ecc., che il mercato può crollare.

Ogni asset è influenzato da vari fattori, quindi prima di investire informatevi bene sulla situazione passata, presente, futura.

Il trading online è una truffa?

Il trading online è una truffa? A questa domanda possiamo rispondere solo con un desolante “dipende”. Infatti, dipende dalle vostre scelte. Se vi affidate ad un broker serio e rinomato, oppure alle truffe prima esposte.

Fare trading online conviene?

Fare trading online conviene? Anche qui dipende da voi. Da quanto potete investire, da quanto siete portati per il trading online, da quanto siete disposti a formarvi con la giusta pazienza. Il trading online in realtà è per pochi, tanto che si stima che fino all’89% dei trader cosiddetti retails (cioè quelli piccoli, non le istituzioni, le banche o i grandi finanziari) incassa perdite.

Quali sono i costi per fare trading online?

Non vogliamo essere ripetitivi, ma anche a questa domanda dobbiamo rispondere con un dipende. Infatti, ogni Broker prevede dei propri costi. Ossia delle commissioni sui vari servizi offerti e sui prelievi, nonché lo spread, ossia una quota che detraggono dalle vostre vincite. Informatevi bene sulle condizioni previste.

Quanto si guadagna nel fare trading online?

Indovinate? Già. Dipende. Da quante scommesse azzeccherete, da quanto avete puntato, da quanto è stato il rialzo o il ribasso poi verificatosi.

Migliori piattaforme di trading online

Veniamo infine ai migliori Broker per fare trading online secondo noi. I quali offrono la possibilità di farlo tramite i Cfd.

24option

24option opera dal 2010 e di recente sta diventando molto noto in Italia grazie al fatto che siasponsor della Juventus. Ha regolare licenza CySEC. La commissione di vigilanza sui mercati finanziari con sede a Cipro più importante a livello europeo.

24option offre molti servizi standard e si lascia apprezzare per 2 servizi in particolare: i segnali di trading (che trovi qui) e gli ebook interattivi.

I primi sono erogati da una società specializzata in materia: Trading Central. Che vanta sedi a Parigi, New York e Hong Kong.

Quanto agli ebooks interattivi, invece, rispetto a quelli scaricabili, sono fruibili tramite il sito stesso. Per scaricare gli ebook clicca qui.

Plus500

Queste le caratteristiche principali di questo Broker:

  • Licenza CySEC
  • trading tramite CFD
  • Deposito minimo richiesto: 100 euro
  • Leva finanziaria 1:30
  • Piattaforma: Plus500 Trading
  • Zero commissioni
  • Spread fissi
  • Conto demo con 40mila euro virtuali
  • Circa 2200 asset su cui investire

Anche Plus500 è sponsor di una prestigiosa squadra di calcio: l’Atletico Madrid. Plus500 offre un servizio peculiare: il Centro formazione e conoscenza, dove vengono poste agli utenti alcune domande riguardanti la conoscenza sul trading. Ma anche sulla negoziazione dei CFD.

Plus500 non manca poi di ricorcare agli utenti le cosiddette Avvertenze sui Rischi annessi alla negoziazione con i Contract for difference.

eToro

Veniamo infine ad eToro, Broker che vanta quasi 11 milioni di utenti iscritti grazie ai suoi sempre innovativi ed accattivanti servizi. Poi copiati, con alterne fortune, da altri Broker.

Ecco quali sono i servizi che distinguono eToro dagli altri:

a) Social trading

Si tratta di una Community che riunisce gli utenti di eToro per ottenere consigli e scambiarsi opinioni e consigli tra utenti. Una sorta di Forum senza però utenti fake dannosi.

b) Copy trading

Permette al trader neofita di copiare quanto fanno, in maniera automatica, i trader miglior. I quali ci guadagnano a loro volta. Essi vengono chiamati Popular trader.

c) CopyPortfolio

Rispetto al precedente consente di copiare interi panieri di asset.

Per saperne di più su eToro clicca qui e visita il sito

Disclaimer: eToro è una piattaforma multi asset che consente dio investire sia in azioni che in criptovalute, e di fare trading sui CFDs.

Considera che i CFD sono strumenti complessi con un alto rischio di perdere denaro dovuto alla leva finanziaria.75% dei trader retail perde soldi facendo trading con questo broker CFD. Dovresti considerare i rischi di perdita di denaro.

Criptoasset non sono regolati e possono subire ampie variazioni di prezzo, dunque non sono appropriati per tutti gli investitori. Il trading di criptoasset non è regolamentato da alcuna normativa Europea.

Le performance passate non sono indicatori di risultati futuri.
Responsabilità: L'autore dell'articolo pubblicato su webeconomia.it esprime le sue libere opinioni in merito alle analisi in oggetto. Dichiara che tutte le considerazioni fatte all'interno del post e le eventuali altre analisi sugli strumenti finanziari (valute, azioni, criptovalute, materie prime) sono soggettive e non devono essere considerate come incentivi e raccomandazioni di investimento. Le analisi e le quotazioni degli strumenti finanziari sono mostrate al solo scopo di informare e non per incentivare le attività di trading o speculazione sui mercati finanziari. Lo staff di webeconomia.it e gli autori degli articoli non si ritengono dunque responsabili di eventuali perdite di denaro legate ad attività di invstimento. Lo staff del sito e i suoi autori dichiarano di non possedere quote di società, azioni o strumenti di cui si parla all'interno degli articoli. Leggendo i contenuti del sito l'Utente accetta esplicitamente che gli articoli non costituiscono "raccomandazioni di investimento" e che i dati presentati possono essere non accurati e/o incompleti. Tutte le attività legate agli strumenti finanziari e ai mercati come il trading su azioni, forex, materie prime o criptovalute sono rischiose e possono comportare perdita di capitali. L'Utente, quindi, solleva lo staff di webeconomia.it e i suoi autori dalla responsabilità di qualunque perdita o danno subito legato ad attività di investimento che scaturisce dalla consultazione dei dati contenuti nel sito.

LEAVE A REPLY