Conference call gratuite: i cinque migliori servizi

Di seguito vi indichiamo cinque servizi gratuiti per effettuare videochiamate

Le videochiamate fecero le loro prime comparse negli anni ’90, quando le aziende iniziarono a comunicare con clienti e collaboratori a distanza potendosi anche guardare come se si fosse in riunione nella stessa stanza. Nonché quando iniziarono a circolare i primi telefoni fissi dotati di una schermata video. Con l’arrivo delle webcam prima (in formato hardware esterno o incorporate nei portatili) e degli smartphone poi, le videochiamate sono diventate qualcosa di normale e ordinario. Assumendo anche in Italia il denominativo inglese di Conference call. Sul web è possibile trovare diversi servizi che permettono di eseguirle. Di seguito vi riportiamo i cinque migliori servizi gratuiti per effettuare Conference call gratuite.

Conference call gratuite: Skype, tra i primi in questo campo

conference call gratuite
Un’immagine di una conference call

Questa lista non può non partire da Skype, programma all’avanguardia sul campo delle videochiamate e diffuso da molti anni. Non a caso, di recente è finito anch’esso nelle fauci fameliche di Microsoft. Può essere scaricato come client su pc e in versione app per mobile per Android e iOS. Sebbene quest’ultima versione presenti più pecche di quella oltremodo rodata per personal computer (voce robotica, più lento nell’avviarsi, cade spesso la linea). Consente di effettuare anche Conference call da sempre, sebbene solo di recente gratuitamente, fino ad un massimo di 10 interlocutori. Tuttavia, se ne consiglia un massimo di cinque, per mantenere la conversazione su un livello qualitativo buono e ovviare al fatto che i video si impallino o cada la linea.

Conference call gratuite: Google Hangout, la risposta di Big G

In questo campo non poteva ovviamente mancare un prodotto firmato da Google, ossia Google Hangout. E’ molto apprezzato soprattutto perché interagisce molto bene con gli altri servizi offerti da Big G, come Gmail, calendar, drive, ecc.). Il vantaggio rispetto a Skype, è che non richiede l’installazione di un programma, ma solo di un plugin. Disponibile ovviamente anche per smartphone e tablet, permette Conference call gratuite fino ad un massimo di dieci astanti. Offre poi la versione Live, mediante la quale si possono effettuare video che prevedono lo streaming live come eventi, lezioni scolastiche, ecc.

Conference call: Uberconference e InstantConference

Meno noti, ma sicuramente molto utili sono anche Uberconference e InstantConference. Il primo  è gratuito nella sua versione base che consente un tetto massimo di dieci persone collegate in istantanea. Disponibile sia in versione desk che per mobile, ha come particolarità il fatto che si può trasferire la conference call da pc a smartphone, qualora ad esempio dobbiamo lasciare l’ufficio o il nostro portatile si sta scaricando. Ancora, fornisce delle statistiche su chi ha parlato molto, chi poco e chi niente. Ciò può risultare utile ad esempio per i docenti di corsi di formazione online, per capire quali siano i discenti più attivi e quali meno. Oppure per stabilire la durata degli interventi di ciascun interlocutore.

conference call gratis
Le videochiamate hanno abbattuto i confini spazio-temporali

Il secondo, InstantConference, è un altro servizio gratuito per effettuare videochiamate dove peraltro è confluito il famoso Rondee. Anche per esso vale il limite di 10 partecipanti altrimenti è a pagamento; inoltre, per la versione free, prevede un limite di 5 chiamate al mese e mille minuti di conversazione. Anche InstantConference consente, come anche altri, di registrare le videochiamate e poterle riascoltare, vedere o condividere con altri.

Conference call: Oovoo, videochiamate anche su Youtube

Infine veniamo a Oovoo, programma che ha diverse particolarità. La gratuità è consentita fino a fino a dodici interlocutori (dunque due in più); permette l’invio di file pesanti fino a 25 Mb; le videoconferenze possono essere pubblicate anche su Youtube; prevede, oltre che come tutti versioni per pc e mobile, anche la disponibilità di essere utilizzato tramite Facebook.

Menzione a parte merita Openmeeting, un programma open source scaricabile su pc, il quale consente di effettuare videoconferenze fino a sedici utenti e auditorium (ossia con un relatore e un pubblico, come avviene per convegni o corsi di formazione) fino a ben duecento persone connesse.