Comprare Zcash: come acquistare la criptovaluta ZEC

Come comprare Zcash? Come acquistare la criptovaluta ZEC? Investire in Zcash conviene?

Il nome forse non è popolare come quello di Bitcoin, Ethereum e Ripple. Eppure, anche questa criptovaluta può regalare importanti soddisfazioni. Ovviamente con due premesse: se la si studia per bene, comprendendone punti di forza, punti di debolezza e natura. E se si utilizzano canali leciti, senza perseguire scorciatoie che sanno solo di truffa.

Purtroppo a partire dal 2017 e più il Bitcoin saliva di prezzo, più sono aumentate le piattaforme truffa che hanno promesso di far arricchire facilmente con le criptovalute. Magari senza possedere la minima conoscenza su di esse. Approfittando anche del fatto che con le app, tutto sembra un gioco e sembra facile. Facendo leva sul desiderio di arricchirsi senza sforzi dell’utente medio.

Lo scopo di questo articolo è proprio quello di fornire consigli disinteressati sulla criptovaluta ZCASH. Infatti, esistono anche siti o utenti affiliati a siti truffa che dopo il loro bel sermone, vi piazzano un link a qualcuna di quelle piattaforme.

Noi invece alla fine dell’articolo vi parleremo della possibilità di investire al meglio su Zcash tramite un Broker rinomato e con regolare licenza: eToro. Questo broker con il copytrading e altre funzioni rappresenta una delle migliori soluzioni per investire seriamente sulle criptovalute, per saperne di più vi rimando al sito ufficiale qui.

75% dei trader retail perde soldi facendo trading con questo broker CFD. Dovresti considerare i rischi di perdita di denaro

Zcash (ZEC) cos’è

Cos’è Zcash? Zcash (ZEC) è un’altra valuta Crypto come bitcoin ma con alcune caratteristiche differenti. Come Bitcoin, si basa su una blockchain decentralizzata, ma consente l’anonimato dietro gli importi delle transazioni e le parti coinvolte.

Zcash è stata lanciata il 28 ottobre 2016 e ha un team molto importante che ci lavora e che lo supporta. Questo include nomi come Roger Ver e Barry Seibert così come Pantera Capital. Il codice è open source, il che è insolito in quanto la Società – gestita da Zooko Wilcox, un crittografo di 41 anni – si aspetta di dare il 10% delle monete per i costi di finanziamento e l’1% per le organizzazioni senza scopo di lucro.

Prevede 21 milioni di token massimi come Bitcoin, e segue lo stesso tasso di emissione con 21 milioni di ZEC emessi in 131 anni. Ma invece di avere blocchi di 10 minuti, ZCash avrà un blocco di 2,5 minuti con premi di blocco 4 volte più grandi che si dimezzano ogni 4 anni.

Zcash (ZEC) come funziona

Come funziona Zcash (ZEC)? In Bitcoin, se conosci l’indirizzo di qualcuno puoi seguire le sue transazioni e puoi vedere quali sono tutti gli indirizzi. Quindi è chiaro quanti soldi si stanno muovendo, invece con ZCash tutte le informazioni sono crittografate.

Zcash utilizza una speciale prova per proteggere la rete chiamata zk-snark – o prova di costruzione. Ciò consente alla rete di mantenere un registro sicuro dei saldi senza rivelare parti o importi coinvolti nelle transazioni. Ciò avviene attraverso l’uso di “zero knowledge proofs”. O, tradotto in parole povere, la persona che effettua la transazione ha la capacità di spendere lo ZEC e i valori si bilanciano e non sono stati spesi già prima.

In Bitcoin, ogni nodo completo mantiene un equilibrio tra ciò che è detenuto da ciascun indirizzo nel database di output delle transazioni UXTO o ciò che non é speso. Ogni transazione viene verificata per sbloccare quell’output.

Zcash ha causato molte polemiche per il suo metodo di distribuzione della criptovaluta. L’organizzazione non è impostata come una comunità open source ma come una società. Questa è la prima grande differenza con Bitcoin e altre criptovalute come Ethereum.

La seconda importante differenza è il modo in cui pensano di premiare gli investitori e i lavoratori della Società. Ovvero una tassa sui premi minerari denominata “”Founders reward”. Il premio è stato la rovina di tutti gli entusiasti della criptovaluta, ma la linea è diventata confusa tra ciò che è giusto e cosa non va. Allo stesso tempo, però, i creatori di valuta digitale devono essere incentivati a mantenere il progetto in esecuzione e spesso lo fanno lanciando una criptovaluta e emettendo monete a varie persone che vengono poi scaricate sul mercato deprimendo il prezzo.

Lo sviluppatore perde così presto interesse e il progetto è stato lasciato al minimo. Con Zcash hanno adottato un approccio diverso e hanno prelevato denaro dagli investitori nella società per creare la criptovaluta prima di rilasciarlo. Ma ecco che arriva lo stop: per ogni unità di valuta Z che hai accumulato durante il primo 4%, la Società che gestisce Zcash ottiene il 20%, che ammonterà al 10% della fornitura totale.

Per alcune persone questo ha causato preoccupazione e ira poiché ritengono che gli investitori stiano utilizzando la rete per arricchirsi ingiustamente con il potere che controllano. I sostenitori includono Pantera Capital e varie celebrità di Bitcoin come Roger Ver e Barry Seibert.

In un certo senso, però, questo approccio è sensato in quanto allinea gli obiettivi a lungo termine della comunità Zcash e della Società, ovvero per renderlo un successo e darglielo la capacità di finanziarsi per mantenere lo sviluppo e la ricerca.

Il rovescio della medaglia è che non stanno rivelando quanto si ottiene dalle monete estratte. Ovvero, quanto va verso gli investitori e quanto ai dipendenti e funzionari della Società.

L’altro punto è che Zcash viene spinto da uno dei suoi investitori: il Digital Currency Group, che possiede una grande percentuale dei media coinvolti nello spazio criptato. Induce alcuni ad accusare ZCash di essere un prodotto dell’avidità aziendale.

Zcash fork

Le diatribe interne al team di sviluppo di questa criptovaluta, ha fatto sì che si consumassero 2 Had Fork. E tutto lascia presagire che non saranno le sole.

Il 26 Giugno 2018, è stato concretizzato il primo hard fork, chiamato “Overwinter”. Il quale introduce varie implementazioni al protocollo Zcash. Uno di questi riguarda il “transaction expiry”, letteralmente l’aggiunta di una “data di scadenza” alle transazione. Ciò ha lo scopo di consentire al mempool di annullare in modo automatico le transazioni ZEC che non sono state aggiunte a un blocco entro un certo periodo predeterminato di 20 blocchi (entro circa 50 minuti).

Sono state poi introdotte delle feature al fine di preparare la rete a futuri hard fork. Il primo consumatosi proprio nell’ottobre successivo.

Il nome attribuitogli è Sapling. Con Sapling è stato pensato un meccanismo che creerà nuovi z-addresses (uno z-address è uno shielded address) in modo da alleggerire tutto il network. I pagamenti con questo nuovo sistema saranno generati in pochi secondi e useranno solo 40 mbyte di memoria.

Grazie all’upgrade gli exchange, i providers di mobile wallet e i vendors potranno supportare le shielded transactions.

Sapling, inoltre, separerà l’hardware che costruisce la transazione da quello che la firma. Sarà migliorata la visione delle chiavi in modo tale che i possessori di shielded addresses possano facilmente consultare i dettagli delle transazioni in ingresso e in uscita senza esporre la propria spending key privata. Questo consentirà la condivisione delle proprie transazioni con terze parti (se ritenute affidabili).

Quali sono, nel concreto, le implementazioni positive introdotte in Zcash? I nuovi z-addresses consentiranno la gestione di miliardi di transazioni in parallelo. Ciò in quanto gli indirizzi potranno ricevere o inviare ZEC in maniera contemporanea e senza costi aggiuntivi. Gli exchange potranno creare tutti gli z-addresses necessari per i propri utenti.

A quota 570.000 della blockchain Zcash (circa 18 luglio 2019), è stato lanciato Ycash, il primo “Friendly Fork 298” della blockchain Zcash.

Poiché Ycash è un fork della catena di Zcash, chiunque tenga Zcash al momento del fork ha ricevuto la stessa quantità di Ycash.

Insieme al fork blockchain, ZecWallet sarà anche biforcato per supportare Ycash e verranno fornite build ufficiali per tutte le piattaforme supportate.

La fondazione senza scopo di lucro di Ycash è in via di formazione e sarà proprietaria e amministratrice del marchio Ycash. La registrazione del marchio è attualmente in sospeso negli Stati Uniti, con registrazioni in ulteriori giurisdizioni da seguire.

Al momento del lancio, Ycash ha implementato le seguenti tre modifiche:

  • Ycash ridurrà il tasso di ricompense del Fondatore dal 20% al 5% perpetuo, che preserverà esattamente il limite di monete da 2,1 milioni originario
  • Ycash dirigerà la ricompensa dei Fondatori rimanenti nella sua interezza a una nuova organizzazione no-profit denominata Ycash Foundation
  • Ycash cambierà l’algoritmo Proof of Work con un algoritmo più propizio al mining su hardware di base (come CPU o GPU). Andando avanti, Ycash prevede di sfruttare continuamente i punti di forza di Zcash incorporando la maggior parte delle modifiche apportate a Zcash in Ycash, in particolare le modifiche all’infrastruttura a conoscenza zero. Solo nelle aree in cui vi è un sostanziale disaccordo con l’approccio di Zcash, Ycash divergerà.

Zcash quotazione in tempo reale

Al momento della scrittura, Zcash quota 102,53 USD, con una Capitalizzazione di mercato pari a 710.706.362 USD. Si posiziona lontana dal podio e dalla Top 10, essendo 25ma.

Ha vissuto un momento di gloria il 26 luglio 2018 quando ha raggiunto quota 222,01 USD per poi crollare. Vive una ripresa più convinta da maggio 2019.

Zcash conviene investire?

Conviene comprare la criptovaluta Zcash? Come per tutti gli asset di pari natura, la risposta è sempre la stessa: conviene farlo per diversificare il proprio portafoglio titoli, essendo un asset estremamente volatile.

Come investire seriamente su Zcash

Come investire in Zcash? Come comprare la criptovaluta ZEC? Il modo migliore è farlo tramite il Broker eToro. Ecco i 5 passaggi da seguire per investire in Zcash tramite eToro:

  1. Registrati gratuitamente su eToro per aprire un conto di trading inserendo i dati personali che chiede
  2. Prova il conto demo offerto da eToro prima di depositare la prima somma
  3. Se hai compreso che il trading fa per te, scegli un metodo di pagamento (Paypal, carta di credito, ecc.) ed effettua un deposito sul tuo conto
  4. Nella sezione “Trading sui mercati” sulla sinistra, seleziona Criptovalute, quindi Zcash
  5. Facendo clic su “Fai trading” si aprirà un ticket; scegli le tue preferenze di rischio, quindi fai clic su “Apri posizione”

eToro si distingue dagli altri Broker per 3 servizi in particolare:

a) Social trading

Si tratta di una sorta di Community per ottenere consigli e scambiarsi opinioni tra utenti.

b) Copy trading

Presente sulla piattaforma come CopyTrader con tanto di copyright, consente di copiare in maniera automatica i trader migliori, replicando quello che fanno nei loro account. Così facendo, si potrà guadagnare pur essendo un neofita in fatto di trading. Pure i trader copiati ci guadagnano a loro volta.

I trader più esperti sono chiamati Popular investor, presentano delle proprie statistiche dove vedere e valutare il loro modus operandi.

c) CopyPortfolio

Si differenzia dal precedente in quanto consente di copiare interi panieri, selezionati in automatico da algoritmi supervisionati da un team di esperti.

Si divide in 2 tipologie:

  1. Top Trader Copyportfolios, per copiare un insieme di trader con le prestazioni migliori
  2. Market Copyportfolios, che riuniscono CFD di più asset che hanno in comune una strategia di mercato

Non a caso, eToro è un Broker in costante crescita per numero di utenti. Andando ormai verso gli 11 milioni. Proprio perché inserisce sempre delle novità. L’ultima in ordine di tempo riguarda la possibilità di fare trading su ETF ed azioni senza pagare commissioni. Ciò se si è un cliente proveniente da uno dei paesi Ue. Ma siamo certi che non si fermerà qui.

Etoro ha da tempo anche compreso il potenziale delle criptovalute. Di fatto, risulta essere il Broker che ne offre di più. Oltre a Zcash troviamo infatti Bitcoin, Ethereum, Litecoin, Ripple, Neo, ecc.

Clicca qui per visitare il sito ufficiale di eToro e provare gratuitamente i suoi servizi.

Disclaimer: eToro è una piattaforma multi asset che consente dio investire sia in azioni che in criptovalute, e di fare trading sui CFDs.

Considera che i CFD sono strumenti complessi con un alto rischio di perdere denaro dovuto alla leva finanziaria.75% dei trader retail perde soldi facendo trading con questo broker CFD. Dovresti considerare i rischi di perdita di denaro.

Criptoasset non sono regolati e possono subire ampie variazioni di prezzo, dunque non sono appropriati per tutti gli investitori. Il trading di criptoasset non è regolamentato da alcuna normativa Europea.

Le performance passate non sono indicatori di risultati futuri.

 

Responsabilità: L'autore dell'articolo pubblicato su webeconomia.it esprime le sue libere opinioni in merito alle analisi in oggetto. Dichiara che tutte le considerazioni fatte all'interno del post e le eventuali altre analisi sugli strumenti finanziari (valute, azioni, criptovalute, materie prime) sono soggettive e non devono essere considerate come incentivi e raccomandazioni di investimento. Le analisi e le quotazioni degli strumenti finanziari sono mostrate al solo scopo di informare e non per incentivare le attività di trading o speculazione sui mercati finanziari. Lo staff di webeconomia.it e gli autori degli articoli non si ritengono dunque responsabili di eventuali perdite di denaro legate ad attività di invstimento. Lo staff del sito e i suoi autori dichiarano di non possedere quote di società, azioni o strumenti di cui si parla all'interno degli articoli. Leggendo i contenuti del sito l'Utente accetta esplicitamente che gli articoli non costituiscono "raccomandazioni di investimento" e che i dati presentati possono essere non accurati e/o incompleti. Tutte le attività legate agli strumenti finanziari e ai mercati come il trading su azioni, forex, materie prime o criptovalute sono rischiose e possono comportare perdita di capitali. L'Utente, quindi, solleva lo staff di webeconomia.it e i suoi autori dalla responsabilità di qualunque perdita o danno subito legato ad attività di investimento che scaturisce dalla consultazione dei dati contenuti nel sito.

LEAVE A REPLY